ALESSANDRIA. GAMALERO, CAMPO DI CALCETTO: “VIETATO GIOCARE A PALLONE”. A QUARGNENTO IL “MUNDIALITO” DEI RAGAZZINI DELLA NOTTE IN TENDA.

Siamo combinati proprio  bene: tra navi respinte, censimento di Rom, campagne elettorali costruite contro i migranti e divieti di bivaccare in centro si è aggiunto il divieto di giocare a palla su tutto il territorio comunale.

9df2e9ac-7254-11e8-852b-9a135e4d8431_2262280_1529218491-kdoc-u11101415968493h0b-1024x576lastampa-it.jpg

Ma i ragazzini si sa non riescono a resistere di dare qualche calcio ad un pallone e nel paese di Gamalero ,vicino Alessandria, 850 abitanti,forse qualcuno in più o in meno, i ragazzini sono stati multati dai carabinieri che li hanno sorpresi a giocare a pallone nel campo di calcetto del paese.

Il gruppetto di ragazzini ha invitato altri coetanei venuti da fuori paese per la classica delle classiche:” il mundialito dei ragazzi” che se non è simile al mondiale che gioca in Russia, almeno si avvicina per grinta e agonismo.

I carabinieri di Sezzadio hanno interrotto il mundialito dopo aver sorpreso i ragazzi con con la palla fra i piedi.

Ai ragazzi a quel punto non è rimasto che tornare a casa e raccontare ai genitori quanto accaduto e anticipare che sarebbe arrivata una multa da 50 euro per l’infrazione.

L’ordinanza dl sindaco da torto ai ragazzi che hanno disubbidito all’ordinanza del sindaco che vieta di giocare a pallone non solo sulle strade,ma su tutto il territorio comunale compreso il campo di calcetto che si trova a fianco del campo regolamentare

I genitori sbottano contro il sindaco: “Però in paese da troppo tempo non c’è un’area dove i ragazzi possano praticare lo sport più amato al mondo. Devono prendere la bicicletta e andare fino a Frascaro, che si trova a tre chilometri di distanza, per avere a disposizione una struttura adeguata. Non siamo tranquilli”.

Il sindaco, Andrea Guazzone, spiega a La Stampa:”Quello che ho dovuto chiudere era uno spazio agibile, con tanto di barbecue ad uso pubblico, ma le attrezzature sono state distrutte solo l’altro giorno e le ho portate personalmente in discarica. È l’ennesimo atto teppistico”.

 

Il sindaco è esasperato da chi fa un uso improprio dell’area pubblica , che è in località “La Biotta”: “Abbiamo fatto una gara, ma è andata deserta, per trovare un gestore di quello che, ricordo, è un bene pubblico. Per difenderlo farò mettere delle telecamere. La replica dei genitori non si è fatta attendere:”I nostri figli non sono maleducati, forse hanno l’argento vivo addosso, ma chiedono solo di poter continuare a giocare nel proprio paese”. Uno a uno: palla al centro.

Il problema a Quargnento,sempre in provincia di Alessandria, non si pone perché il sindaco Gigi Benzi,ex calciatore e tifoso dei Grigi, invece è orgoglioso di permettere ai ragazzini di giocare a pallone,non certamente sul piazzale antistante la Basilica,ma nel campo di calcio che ha messo a disposizione dei ragazzi che hanno partecipato alla”Notte in tenda” per disputare il loro “mundialito” personale alla presenza del fotografo presente per realizzare il servizio fotografico.

Il servizio fotografico del “mundialito” dei ragazzini di Quargnento sarà pubblicato sul Quotidiano e su facebook.

 

Annunci

ALESSANDRIA. PROVVEDIMENTI VIABILI PER TAGLIO ERBA.

Alessandria, 18 giugno 2018
COMUNICATO STAMPA
Provvedimenti viabili

image001

Taglio erba in via Livorno (scarpata di viale Brigata Ravenna) – mercoledì 20 giugno

Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori di taglio dell’erba della scarpata di viale Brigata Ravenna dal lato di via Livorno, mercoledì 20 giugno, dalle ore 7 alle ore 24 e comunque fino a termine lavori, vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata in via Livorno, lato scarpata viale Brigata Ravenna.

Lavori di ripristino del parapetto pedonale del sottopasso di via Maggioli – martedì 19 giugno

Per permettere lo svolgimento dei lavori urgenti di ripristino del parapetto pedonale del sottopasso di via Mario Maggioli, in programma martedì 19 giugno 2018, dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e comunque sino a termine dei lavori, sarà istituito il divieto di transito nel tratto di carreggiata dell’anello viabile di piazza Mentana, a partire dalla rotatoria con corso XX Settembre sino al sottopasso di via Mario Maggioli compreso, ad esclusione dei residenti e degli operatori delle attività economiche ivi presenti e delle strade interferenti.

Lavori stradali di manutenzione del porfido in via Piacenza – dal 19 al 29 giugno

Per la necessità di consentire lo svolgimento dei lavori stradali di manutenzione straordinaria della pavimentazione in porfido in via Piacenza, nel tratto compreso tra via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria, in programma dal 19 al 29 giugno 2018, dalle ore 8.30 del 19 giugno 2018 sino alle ore 19 del 29 giugno 2018, saranno vietati il transito e la sosta con rimozione forzata nella seguente in via Piacenza, nel tratto compreso tra via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria.
Inoltre, dalle ore 8.30 del 19 giugno 2018 sino alle ore 19 del 29 giugno 2018 saranno vietati il transito e la sosta in:
via Piacenza, nel tratto compreso tra via Trotti e via San Lorenzo ad esclusione dei residenti e/o degli operatori commerciali che potranno accedere alle proprie abitazioni/attività con le dovute cautele;
via San Lorenzo, nel tratto compreso tra via Modena e via Piacenza ad esclusione dei residenti e /o degli operatori commerciali che potranno accedere alle proprie abitazioni/attività con le dovute cautele.

ALESSANDRIA. 24 DI BASKET BORGO ROVERETO.

Alessandria, 18 giugno 2018

Comunicato stampa
24ore di Basket Borgo Rovereto
L’importante kermesse sportiva di Alessandria giunta all’XIII edizione

DSC_1351

Si rinnova l’appuntamento con la 24 Ore di Basket Borgo Rovereto di Alessandria giunta ormai all’Edizione n. 13 e presentata questa mattina nel corso della conferenza stampa presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria.
Presenti alla conferenza l’Assessore comunale allo Sport di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni, i Rappresentanti del Comitato promotore della “24ore di Basket Borgo Rovereto”, Giuseppe Lippolis, Paolo Astori e Davide Canuti e il Presidente dell’Associazione “Lessico Familiare” di Alessandria, Roberto Foco.
La manifestazione sportiva, patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Alessandria nonché dall’Amministrazione Provinciale, si svolgerà sotto forma di vera e propria “non-stop” di basket dalle ore 12.00 di sabato 23 alle ore 12.00 di domenica 24 giugno 2018 ad Alessandria presso l’area polisportiva “Lauretta Garavelli” (“Ex Gil”-area già Provveditorato agli Studi, ora Ufficio Scolastico Territoriale di corso Monferrato).
L’evento — promosso ed organizzato da un gruppo di giocatori ed ex-giocatori di squadre locali in collaborazione con l’Associazione “Lessico Familiare” — è a scopo benefico.
L’incasso della manifestazione sarà interamente devoluto in beneficenza a sostegno dell’Associazione impegnata in progetti di sostegno alla genitorialità e supporto educativo e psicologico a favore di minori e famiglie in situazione di disagio socio-economico.
Alla 24 Ore di Basket Borgo Rovereto, come ogni anno, verranno composte due uniche squadre che si affronteranno nell’arco delle 24 ore con tutti i partecipanti che quindi avranno occasione di giocare nell’ambito di più fasce orarie.
All’interno dell’Area “Ex Gil” sarà allestito anche uno spazio ristoro, un’area relax e uno spazio musica e intrattenimento.
La manifestazione, ad ambito prevalentemente sportivo ma non solo, stima il coinvolgimento di circa 600-700 persone (la scorsa edizione più di 300 atleti scesi in campo), tra atleti e indotto, e mira alla promozione dello sport rivolta in primis ai più giovani, agli atleti con disabilità (anche quest’anno è infatti confermata la presenza dei CISSACA Bulls Alessandria) e alla creazione di momenti significativi di aggregazione e di opportunità di fare sport amichevolmente insieme.

Per informazioni si può contattare la Segreteria organizzativa ai seguenti recapiti:
Giuseppe Lippolis (Comitato promotore della “24ore di basket”) – tel. 347 6451192
24ore basket borgo rovereto — email: giuseppe.lippolis@hotmail.com

ALESSANDRIA. CENA VEGETARIANA PER L’ASSOCIAZIONE “PANCIALLEGRA”.

Alessandria, 18 giugno 2018
COMUNICATO STAMPA
Cena Vegetariana per l’associazione ‘Panciallegra’

L’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini, con il supporto dell’ufficio Welfare Animale del Comune di Alessandria promuove la ‘Cena Vegetariana’, organizzata dall’associazione ‘Panciallegra’, che si terrà sabato 23 giugno presso l’associazione ‘Amici di Solero’, in via Montebello 2, a Solero. La cena avrà un fine benefico: i fondi raccolti saranno utilizzati per effettuare vaccini agli ospiti della struttura. Gli interessati possono prenotarsi entro mercoledì 20 giugno telefonando al numero 393-7226642.
‘Panciallegra’ è un’associazione di volontariato antispecista per la difesa di animali e ambiente che dal 2014 opera con una convenzione con il Comune di Alessandria che è stata rinnovata per 6 anni (fino al 31 dicembre 2022). La convenzione prevede l’affidamento delle attività di ricovero, assistenza e cura dei gatti in difficoltà, randagi o abbandonati presso l’immobile di proprietà del Comune di Alessandria, sito in via Monteverde 37, e denominato “Rifugio del Gatto”.
L’associazione ‘Panciallegra’ in questi anni ha provveduto ad effettuare lavori di miglioria per l’utilizzo di questo immobile che fu storica sede del canile privato della ‘Lega del Cane, e che oggi, per merito del prezioso lavoro dei volontari, si presenta molto funzionale per l’accoglienza e la cura di gatti abbandonati, costituendo, inoltre, uno speciale luogo di aggregazione per le persone di ogni età che trovano giovamento dall’interazione con gli amici a quattro zampe.
«Desidero invitare tutti i cittadini a partecipare a questa importante iniziativa che ci consente di focalizzare l’attenzione sul significativo ruolo svolto dall’associazione ‘Panciallegra’ per il nostro territorio – ha commentato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini -: un ruolo che si caratterizza, tra l’altro, per l’efficace collaborazione con il nostro ufficio comunale Welfare Animale e che vede questa associazione adoperarsi per aiutare non solo le colonie feline presenti sul territorio, ma anche le cosiddette “gattare”, offrendo, non da ultimo, un valido aiuto ad alcune famiglie in difficoltà economica, con la fornitura di speciali ‘borse alimentari’ per persone e animali».

MACERATA. CONTRIBUTI PER IL TERREMOTO, 120 DENUNCIATI PER 500.000 EURO INDEBITAMENTE PERCEPITI.

GUARDIA DI FINANZA DI CAMERINO. “C.A.S.”: OLTRE MEZZO MILIONE DI EURO
INDEBITAMENTE PERCEPITI. 120 I SOGGETTI DENUNCIATI.

19606_Foto 1
Contributo di Autonoma Sistemazione: accertati dalla Guardia di Finanza di
Camerino 120 casi di illecite richieste, per un totale di oltre 500.000 € di contributi
indebitamente percepiti. Oltre 120.000 euro i sequestri già seguiti.
Sono questi i numeri dell’Operazione “ANUBI”, condotta dai finanzieri della Tenenza di
Camerino a partire dai primi mesi di erogazione del Contributo di Autonoma Sistemazione.
Già i primi accertamenti avevano fatto emergere importanti anomalie, facendo scattare un campanello d’allarme ed innescare una capillare rete di controlli sulle istanze presentate.
Anomalie per lo più legate al fatto che molti dei Comuni inseriti nel “cratere” sismico, sono mete turistiche e di villeggiatura, sia estive che invernali, con la conseguente presenza di numerose seconde case, vissute solamente per brevi periodi dell’anno da persone aventi, in realtà, la dimora e gli interessi principali in altre località, in Italia o all’estero.
È, di fatto, in questo contesto che ha avuto la sua genesi l’operazione di servizio, condotta
attraverso l’esame di autodichiarazioni e riscontro dei dati dichiarati dai singoli richiedenti il contributo con indagini di polizia giudiziaria, dapprima di iniziativa e successivamente coordinate dal Procuratore della Repubblica di Macerata – Dott. Giovanni Giorgio.
Le indagini svolte, hanno fatto emergere una moltitudine di soggetti, i quali avevano
dichiarato falsamente di essere in possesso dei requisiti normativamente previsti, ovvero
di essere stati costretti a trovare una nuova sistemazione alloggiativa, in quanto la propria abitazione era risultata inagibile a causa del sisma.
In realtà, si è appurato che, già da prima degli eventi sismici del 2016, alcuni vivevano e
lavoravano in altre località, perfino fuori Regione, altri avevano addirittura concesso
l’abitazione in locazione a studenti universitari e/o lavoratori, altri ancora, al fine di far
lievitare il contributo, avevano inserito nella domanda la presenza di parenti e/o affini che in realtà vivevano stabilmente già da diversi anni altrove (in alcuni casi all’estero) per motivi di lavoro e/o studio. A questi vanno aggiunti, inoltre, coloro che hanno continuato a vivere stabilmente presso la propria abitazione, pur dichiarando di alloggiare altrove.
Complessivamente, sono 120 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per aver
illecitamente percepito oltre mezzo milione di euro di contributi per l’autonoma
sistemazione. Mentre ammontano ad oltre 120.000 euro le somme già sequestrate.

QUARGNENTO. “LA NOTTE IN TENDA” CON LA PROTEZIONE CIVILE.

La sesta edizione della notte in tenda organizzata dal comune di Quargnento in collaborazione dei gruppi di Protezione Civile di Quargnento, Alessandria, Masio e Castellazzo Bormida si è conclusa con un successo di partecipazione dei ragazzi della 4^ e 5^ elementare di Quargnento. L’assenza dei ragazzi di Masio e Quattordio, per motivi organizzativi, ha ridotto il numero di partecipanti, ma non la voglia di divertirsi.

La galleria fotografica è stata realizzata da Giuseppe Amato.

Alla manifestazione hanno partecipato i Vigili del Fuoco volontari e il gruppo cinofilo “Sirio” di Asti che hanno intrattenuto i ragazzi con i giochi di abilità e li hanno coinvolti nella ricerca di persone scomparse con i cani da ricerca del gruppo cinofilo.