TORINO. JUVENTUS 3-MACCABI HAIFA 1. Doppio Rabiot e Vlahović 

JUVENTUS – MACCABI HAIFA | LA PARTITA

servizio a cura dello staff dell’ufficio stampa Juventus F.C.

01

All’Allianz Stadium Di Maria indica la via con tre assist illuminanti, Rabiot e Vlahovic ringraziano e confezionano il 3-1 e i primi tre punti europei della stagione. Il francese si regala una serata da urlo con una doppietta che apre e chiude il match, Vlahović, dopo essere tornato al gol in Serie A contro il Bologna, si sblocca anche in Champions League. Il Maccabi Haifa prova a reagire soprattutto nel finale, rientrando in partita con David, autore del momentaneo 2-1 al 75′, ma alla fine deve arrendersi. Occhi ora sulle prossime sfide: il Milan sabato e poi nuovo faccia a faccia con il Maccabi Haifa, stavolta in Israele.

IN MEMORIA

Prima del fischio d’inizio, minuto di silenzio in memoria delle vittime della tragedia del Kanjuruhan Stadium in Indonesia.

DOPPIO TENTATIVO

Le squadre partono dai blocchi su ritmi non elevatissimi, ma bastano pochi minuti alla Juve per costruire la prima grande occasione della partita. All’11’ Cuadrado attira su di sé la difesa israeliana e poi appoggia per Vlahović che, dal limite dell’area, la piazza sul secondo palo. Cohen entra in partita con un super intervento. Due minuti più tardi è ancora il numero 9 bianconero ad avere la chance per sbloccarla. Ripartenza avviata da Di Maria, palla poi per Kostić che con una finta manda a vuoto la difesa avversaria e poi serve Vlahović a centro area. Dušan cerca ancora la precisione, ma questa volta, da ottima posizione, non trova lo specchio della porta. Dopo aver retto al primo attacco, il Maccabi Haifa si riorganizza e alza il suo baricentro. Al 25′ è Chery a provarci dalla distanza senza inquadrare lo specchio della porta.

LA SBLOCCA ADRIEN

Il cronometro scorre e il match segue i binari dell’equilibrio. Di Maria dal limite non trova la porta, poi Tchibota spaventa la Juve con una serpentina in area che rischia di creare più di un pensiero a Szczesny. Decisivo l’intervento di Paredes, da terra. Per spezzare l’equilibrio serve una grande giocata e, al 35′, i bianconeri la confezionano. Di Maria illumina l’Allianz Stadium con un filtrante che spalanca la porta a Rabiot, bravo prima ad avviare l’azione e poi bravissimo a inserirsi e spedire in porta, di potenza sotto la traversa, il pallone dell’1-0. Il vantaggio non cambia l’andamento della gara e sono ancora le invenzioni di Di Maria e mandare in tilt la difesa avversaria che, in qualche modo, evita il 2-0. All’intervallo si va in vantaggio di un gol.

RADDOPPIA DV9!

All’uscita dagli spogliatoi la Juve ha un solo obiettivo in mente: chiudere i conti. Cinque minuti e il raddoppio arriva. Assist di esterno di Di Maria che taglia in due il Maccabi e mette Vlahovič a tu per tu con Cohen: Dušan non sbaglia e scrive il 2-0. L’asse Di Maria-Vlahović si riaccende al 59′: altra invenzione del Fideo, stavolta Cohen riesce e neutralizzare la conclusione, evitando il 3-0. Il match sembra indirizzato, ma il neoentrato Atzili prova a dare un altro senso alla restante mezz’ora con un mancino improvviso dal limite dell’area che Szczesny è bravissimo a respingere. Sul capovolgimento di fronte Vlahović, servito ancora da Di Maria, triplicherebbe il vantaggio, ma il gol viene annullato per fuorigioco.

_F1A3522_7df3a7ba-1ae0-4bf2-b732-1b1e7df1ac85

BATTAGLIA NEL FINALE: CI PENSA ANCORA ADRIEN

È la Juve a condurre il match, ma al 75′, il Maccabi torna in partita. Palla recuperata e subito consegnata da Chery in profondità a David, alle spalle della difesa bianconera. Szczesny esce dalla sua area per provare l’anticipo, ma David lo evita e deposita in porta il 2-1. Il gol dà speranza agli israeliani che cercano il pari e, un istante dopo il gol, serve un grande intervento di Bonucci per sbrogliare una situazione complicata. Il finale si rivela completamente diverso da quello atteso qualche minuto prima e così la Juve deve resistere. All’80’ Atzili, su punizione, da posizione defilatissima, colpisce il palo esterno, ma il miglior modo di reagire alla nuova situazione è ristabilire la distanza di sicurezza. Per farlo si ricostituisce il duo del gol del vantaggio: assist da calcio d’angolo di Di Maria, girata di testa sul primo palo di Rabiot. 3-1 e prima doppietta per il francese in maglia bianconera. Terzo assist della gara per l’argentino. Il tris chiude i conti e la partita, nonostante il doppio tentativo ancora di Atzili (palo prima, Szczesny poi). Testa ora ai prossimi impegni.

02

03

04

IL TABELLINO

Juventus – Maccabi Haifa 3-1
Marcatori: 36′ Rabiot, 50′ Vlahovic, 75′ David, 83′ Rabiot

Juventus: Szczesny; Cuadrado (66′ Bonucci), Bremer, Danilo, De Sciglio (46′ Alex Sandro); McKennie, Paredes (85′ Miretti), Rabiot; Di Maria, Vlahovic (72′ Kean), Kostic (66′ Locatelli). All. Allegri. A disp. Pinsoglio, Perin, Milik, Gatti, Rugani, Soulé, Fagioli

Maccabi Haifa: Cohen; Sundgren, Seck, Batubinsika, Goldberg, Cornud (59′ Haziza); Mohamed (84′ Rukavytsya), Chery, Abu Fani (71′ Lavi); Tchibota (59′ Atzili), Pierrot (71′ David). All. Bakhar. A disp. Fucs, Mishpati, Levi, Menachem, Arad, Eliyahu, Gershon

Arbitro: Scharer (SUI)

Ammoniti: 52′ Tchibota, 80′ Alex Sandro

SAN MARINO. Nazionale | avanti con Costantini, nel fine settimana i sorteggi di EURO 2024

Nazionale: avanti con Costantini, domenica i sorteggi di EURO 2024

Fabrizio Costantini siederà sulla panchina della Nazionale di San Marino anche per le qualificazioni agli Europei di Germania 2024. La FSGC ha infatti rinnovato fiducia e incarico al Commissario Tecnico sammarinese, approdato alla guida dei Titani poco meno di un anno fa.

“Inutile negare che sia estremamente contento per il rinnovo, abbiamo iniziato un lavoro e credo che – al netto di un tempo di gioco con l’Estonia in cui siamo arrivati anche un po’ troppo stanchi – il resto sia andato piuttosto bene” – commenta Costantini. “La squadra se l’è sempre giocata con tutti gli avversari affrontati e questa è certo un ottimo riscontro, tutt’altro che scontato. Se pensiamo poi alla partita con le Seychelles, ci portiamo dietro anche una punta di rimpianto per una vittoria sfumata: nonostante le molte defezioni nel reparto offensivo, quello 0-0 resta comunque un risultato positivo, cosa per noi non troppo ricorrente e che va dunque accolta in maniera positiva. Come dicevo pocanzi, il rimpianto per quella sfida ovviamente c’è, ma credo che ripartire dalle buone sensazioni avute per la quasi totalità del 2022, compresi gli incontri Lituania, Islanda e Malta – in cui siamo innegabilmente stati in partita dall’inizio alla fine, sfiorando o trovando anche il gol – sia un’ottima cosa”.

Alle spalle l’esperienza in UEFA Nations League, condivisa con Malta ed Estonia, oltre alle amichevoli ufficiali con Capo Verde, Lituania, Islanda e Seychelles. Nella finestra internazionale di novembre, altre due amichevoli di carattere internazionale da programmare per chiudere al meglio il 2022. Che nel fine settimana ormai alle porte, aprirà una finestra sugli impegni della Nazionale di San Marino nel prossimo anno. Domenica 9 ottobre, infatti, si terranno a Francoforte i sorteggi dei gironi di qualificazione ad EURO 2024 – la cui fase finale si giocherà in Germania. L’inizio della cerimonia è previsto per le ore 12:00 e la Federcalcio di San Marino sarà rappresentata in loco dal Presidente Marco Tura, il Segretario Generale Luigi Zafferani, il Commissario Tecnico Fabrizio Costantini, il Team Manager Simone Bacciocchi e l’Addetto Stampa Luca Pelliccioni.

“Le squadre inserite in prima e seconda fascia sono per noi intoccabili o quasi: in quelle partite andremo alla ricerca della nostra migliore prestazione, con l’intento di contrastare e rendere la vita difficile a questi giganti del calcio internazionale. Per ovvie ragioni, in termini tecnici la squadra che proverrà dalla quinta fascia di sorteggio sarà quella che più interessa noi ed il movimento: saranno quelle le due partite in cui proveremo a far qualcosa, detto che anche in questo raggruppamento ci sono formazioni in ascesa e piuttosto strutturate. Restano quelle in qualche modo più vicine, anche guardando il nostro percorso anno. Ciò non toglie che dovremo affrontare anche quelle sfide, e forse ancora maggiormente, con la massima umiltà” – assicura Costantini –. “Per il resto, ci sono incroci tanto affascinanti quanto pericolosi: l’ipotesi di trovare Portogallo, Francia e Norvegia – con relativi campioni – può rappresentare un forte elemento di richiamo per il pubblico. Personalmente però eviterei i campioni del mondo in carica, mentre in terza fascia le qualità fisiche e tecniche della Serbia, come della Norvegia, sono impressionanti. In prima fascia il Portogallo: “Del resto una big è inevitabile incrociarla e se si trattasse dei lusitani, nonostante le incredibili difficoltà che porterebbe in dote l’ipotetica sfida, non mi dispiacerebbe”.

San Marino sarà inserito in sesta fascia, al pari di Andorra e Liechtenstein, come loro certo di fare parte di un raggruppamento composto da sei squadre. Tra queste non potranno esserci Germania (già qualificata alla fase finale in quanto paese ospitante), Italia, Croazia, Olanda e Spagna. Queste ultime saranno infatti inserite in un gruppo da cinque squadre, essendo impegnate prossimamente nelle fasi finali di UEFA Nations League. È proprio il ranking maturato al termine della più giovane delle competizioni continentali a determinare i coefficienti d’ingresso e le fasce di sorteggio: così, se in prima fascia è concreta la possibilità di incrociare Portogallo o Belgio, tutta Europa si augura di evitare Francia ed Inghilterra – associate alla seconda fascia.

“Rigiocarcela con Malta non sarebbe male, come anche misurarci con Lettonia e Gibilterra. Stanno tutte attraversando un momento di crescita, come credo anche la Nazionale di San Marino sotto determinati aspetti. Mi piacerebbe poterci confrontare, per capire effettivamente a che punto siamo in termini di competitività con formazioni maggiormente vicine ai nostri valori” – conclude Costantini.

FSGC | Ufficio Stampa

TORINO. RIPRENDONO LE CONSULENZE GRATUITE CON I PROFESSIONISTI IN BIBLIOTECA

RIPRENDONO LE CONSULENZE GRATUITE CON I PROFESSIONISTI IN BIBLIOTECA

Nelle Biblioteche Civiche Torinesi riaprono, dopo la pausa estiva, i servizi di consulenza gratuita ‘A tu per tu con l’ingegnere’, ‘Chiedi al commercialista’, ‘Il notaio è un libro aperto’, ‘Ne parlo con l’avvocato’ e ‘Il geometra risponde’.

L’iniziativa – un innovativo progetto offerto dagli Ordini Professionali in collaborazione con gli assessorati al Bilancio, alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Città di Torino – si inserisce nel piano di informazione di comunità proprio di una biblioteca pubblica.

I cittadini potranno incontrare, nelle varie sedi, esperti professionisti disponibili a rispondere a quesiti di rapida soluzione, sciogliere dubbi o questioni, fornire chiarimenti, pareri e aiutare a orientarsi fra le problematiche della vita quotidiana.

Avviato nel 2008 con i notai, e ampliato via via con le altre professioni, il servizio è stato utilizzato da migliaia di cittadini pur subendo una inevitabile interruzione nel periodo della pandemia.

È possibile prenotare telefonicamente gli appuntamenti chiamando la biblioteca di riferimento.

Il calendario con il programma è visibile su: https://bct.comune.torino.it/programmi-progetti/programma/le-consulenze-con-gli-ordini-professionali o all’indirizzo: https://servizi.torinofacile.it/info/biblioteche-civiche.

INFO BCT – Biblioteche Civiche Torinesi: Tel. 011 01129863/29823

SAN MARINO. Coppa Titano BKN301, anticipi ottavi

Coppa Titano BKN301, andata ottavi: sorpresa Virtus, ok Fiorita e Folgore

Le prime sfide della 65° edizione di Coppa Titano BKN301 hanno subito regalato gol, emozioni e sorprese. Negli anticipi di martedì sera – valevoli per le gare di andata degli ottavi di finale – infatti la Virtus ha avuto la meglio sul Cosmos. I neroverdi di Acquaviva si impongono per 1-0 contro i gialloverdi di Serravalle grazie alla zampata di Ivan Buonocunto nella prima frazione (22’) trovando anche la prima – e pesante – rete stagionale.
Vittoria anche per la Libertas che a Montecchio sconfigge il Domagnano. I granata, ancora imbattuti tra campionato e coppa, risolvono la pratica nella ripresa grazie all’autogol di Michael Parma (50’) e alla rete di Lorenzo Costa a pochi minuti dal termine. Altro stop dunque per i giallorossi che sono ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale.
Chi invece sembra non fermarsi è la Fiorita: la squadra di Montegiardino – che in campionato è a punteggio pieno – è uno schiacciasassi anche in coppa e rifila ben cinque reti al Fiorentino. La squadra di Lasagni, che oltre ad a segnare tanto non ha ancora subìto alcuna rete tra campionato e coppa, la sblocca nel primo tempo grazie ad Enrico Bartolini (18’) poi prima del duplice fischio ecco il raddoppio di Matteo Vitaioli (37’). Nella ripresa la macchina gialloblu corre sempre veloce e segna altre tre reti: prima Tommaso Zafferani (50’), poi ancora un ispirato Vitaioli (61’) che trova così i primi gol stagionali, e nel finale sigillo di Samuel Pancotti (79’).
Chiudono – sempre con calcio d’inizio alle 20:45 – le gare di andata degli ottavi di finale le sfide di questa sera tra Faetano e Murata (si gioca a Fiorentino), San Giovanni contro Folgore (Dogana), Tre Penne-Pennarossa (Montecchio) e Juvenes-Dogana contro Cailungo (Acquaviva).

Coppa Titano BKN301 2022-23, andata degli ottavi
SQUADRA SQUADRA QUATERNA ARBITRALE DATA ESITO LUOGO
Cosmos Virtus Ucini (Cristiano, Bellavista) – Beltrano 04/10 0-1 Acquaviva
Domagnano Libertas Borriello (Ercolani, Mineo) – Andruccioli 04/10 0-2 Montecchio
Fiorentino La Fiorita Zani (Gallo, Depaoli) – Notarpietro 04/10 0-5 Fiorentino
Faetano Murata Vandi (Sapigni, Giannotti) – Villa 05/10 20:45 Fiorentino
San Giovanni Folgore Ilie (Tuttifrutti, Morisco) – Piccoli 05/10 20:45 Dogana
Tre Penne Pennarossa Avoni (M. Savorani, S. Savorani) – Albani 05/10 20:45 Montecchio
Juvenes-Dogana Cailungo Cenci (Cordani, Zaghini) – Kaddoudi 05/10 20:45 Acquaviva

FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Futsal Femminile, ecco il laterale Maria Monfrinati

Futsal Femminile, arrivo verde-oro: ecco Maria Monfrinati

Un innesto verde-oro per la San Marino Academy. Maria Monfrinati, brasiliana classe 1991, è una nuova giocatrice della prima squadra di futsal femminile. Il calcio è sempre stata una sua grande passione, sviluppata fin da piccola: “Ho cominciato quando avevo circa undici anni quando ero in Brasile ed ho continuato fino alla mia adolescenza per altri cinque anni. Poi ho dovuto interrompere soprattutto causa lavoro. Successivamente mi sono trasferita a San Marino, dove tutt’ora vivo e lavoro”.
Ed è proprio qui sul Titano che si appresta a fare la sua prima “vera” esperienza con una squadra: “Ho voluto tentare nuovamente col calcio anche una volta arrivata qui a San Marino. La passione era tanta e così mi sono messa alla ricerca di una squadra. Ho scritto direttamente alla San Marino Academy, raccontandogli di me e del mio desiderio di riprendere a giocare. Inizialmente volevo confrontarmi col calcio a undici, poi mi è stato proposto il futsal. L’idea mi è piaciuta, anche perché in Brasile ho giocato un po’ a futsal, e così ho accettato questa sfida”.
Monfrinati, che come ruolo preferisce il laterale, non vede l’ora di cominciare e mettersi in gioco in questa nuova avventura: “Nel breve termine voglio recuperare le mie capacità fisiche. So di essere un po’ più grande delle mie compagne ma voglio impegnarmi al massimo per guadagnarmi il posto e raggiungere il loro livello. Un domani mi piacerebbe essere un tassello importante per la squadra”.

Benvenuta Maria!

Ufficio Stampa