Categoria: Calcio Femminile

ARENZANO(GE). GENOA 2-SAN MARINO ACADEMY 1. LA GARA DEL GENOA: FISICO E CUORE. (FOTOCRONACA)

Servizio di Giuseppe Amato/Quotidiano On Line

Ufficio Stampa San Marino Academy @FSGC

servizo fotografico Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

La cronaca della gara curata dall’Ufficio Stampa FSGC (San Marino Academy) su Quotidiano On Line Sport

http://www.quotidianoonlinesport.wordpress.com

Serie B: Titane a caccia di riscatto in casa del Genoa; Montalti: “Tenere alta la concentrazione”

PREPARTITA

Le Titane non hanno iniziato il 2023 nella maniera migliore ed è il motivo per cui la sfida contro il Genoa, rinforzato da alcune presenze di peso in attacco e in difesa, deve essere il punto di svolta, il riscatto per salvare la stagione calcistica e sportiva. La tentazione di sottovalutare le avversarie, neroazzurre, non deve neppure sfiorare le Titane, che si troveranno ad affrontare una squadra che, se pur ha dovuto affrontare momenti di difficoltà in campionato, ha condotto una campagna acquisti di tutto rispetto, inserendo calciatri esperte in attacco e difesa, per recuperare la stagione calcistica, fin qui compromessa, nella seconda parte del campionato.

Giulia Montalti: “Mi aspetto una partita difficile, contro un avversario che in nessun modo dovremo prendere sottogamba. Dovremo anzi mettercela tutta per rialzare la testa dopo queste due sconfitte, pensando soprattutto a mantenere alta la concentrazione per 90’. Abbiamo tanta voglia di riscattarci, anche perché l’ultima partita ci ha lasciato l’amaro in bocca per un risultato che forse non meritavamo. Ma sappiamo che ci è mancato qualcosa. Con la squadra che abbiamo, è giusto e doveroso fare di più. Ci siamo allenate bene e puntiamo a fare una grande partita.”

La sfida contro il Genoa si giocherà nel campo sportivo Nazario Gambino di Arenzano con calcio di inizio alle 14,30 contro il Genoa e sarà, per le due squadre, il penultimo del girone di andata.

Per la squadra neo promossa Genoa la gara contro le Titane è l’occasione per recuperare un girone di andata non soddisfacente, in cui ha incontrato molte difficoltà, ma che dopo una campagna acquisti, finalizzata a rafforzare la rosa, punta a riprendere in mano la sorte contando sulla preparazione dei nuovi inserimenti: Julia Hellström e Sofie Bloch Jorgensen.

Julia Hellstrom centrocampista svedese classe ‘97 che ha raggiunto la compagna di squadra Ella Smith Ygfeldt, con cui ha miliotato nello Jitex Mölndal BK. L’esperienza calcistica svedese, 117 presenze complessive in carriera di cui 25 solo lo scorso anno, sono state di aiuto a mister Filippini e lo saranno nel prossimo futuro in vista delle gare di ritorno del campionato di serie B femminile.

L’arrivo di Marta Carissimi servirà al Genoa per rinforzare il reparto d’attacco del Genoa: classe ‘91 danese ha maturato una notevole esperienza come attaccante in Danimarca, dove ha militato nelle squadre del SkovbakkenBrøndbySandviken e AGF Fodbold, con 12 goal in 38 presenze.

La fotocronaca della gara

Il calcio di inizio affidato al San Marino e Genoa che attacca dalla sinistra della tribuna; Il san Marino imprime subito velocità al gioco, possesso palla e pressing nella metà campo avversaria, ma è il Genoa con MIllqvist a rendersi pericoloso in ripartenza.

Millqvist ha messo in difficoltà le Titane mostrando in molte occasoni, troppo spesso sprecate sottoporta, le sue doti offensive, sia in fase di costruzione che come rifinitrice, contro una difesa particolarmente disattenta o che comunque ha subito la netta superiorità fisica delle rossoblu, fin dall’inizio gara in difficoltà a contenere le discese di Millqvist.

La gara dominata tecnicamente nei primi minuti di gioco dalle Titane avrebbe potuto cambiare al 25° quando Millqvist dal fondo, superata tutta la difesa delle azzurre, ha crossato basso una palla insidiosissima davanti alla porta, su cui nessuno è riuscito ad intervenire. Ma per le sorti della gara è stato il campanello d’allarme che da li a poco avrebbe mandato in svantagio le Titane.

Primo cambio nel San Marino, esce Marenco infortunata per Accornero.

Il primo tempo termina sul punteggio di 0 a 0, il San Marino ha costruito molto, senza quasi mai andare a concludere. Il Genoa ha giocato di rimessa, costruito molte azioni da goal, ma senza concretizzare il vantaggio in fase di rifinitura. Sofie Bloch Jorgensen ha avuto molte buone occasioni, che non ha sfruttato.

Secondo tempo.

Il secondo tempo inizia con un nuovo cambio tra le azzurre, entra la 9 Menin per la 22 Tamburini.

Il Genoa al rientro dagli spogliatoi hanno trovato la carica per fare la differenza in fase di possesso palla e costruzione di gioco, il primo goal annullato per fuorigioco nei primissimi minuti della ripresa.

Nuovo cambio tra le azzurre, fuori la 28 Bolognini per 8 Bertolotti

Occasione per il Genoa su calcio d’angolo, Montanari ci mette un piede e salva il risultato sulla linea di porta.

Tanto gioco e tanto cuore per le genoane nel secondo tempo, sull’ennesimo calcio d’angolo Montanari smamaccia sui piedi di Jorgensen che non si fa pregare e infila la porta

Genoa 1 San Marino 0

Il Genoa vicino al raddoppio sempre con Jorgensen di testa e sempre su calcio piazzato dall’angolo, che finisce di poco a lato.

San Marino sostituisce Marengoni con Baldini.

Il San Marino riprende momentaneamente in mano la gara e pareggia su calcio d’angolo con Brambilla

Raddoppia il Genoa con Bargi, un goal arrivato alla fine di una azione pasticciata delle azzurre, particolarmente disattente durante tutta la partita, al limite dell’area di rigore: regalano una palla d’oro a Bargi che infila Montanari.

Genoa 2 San Marino 1

Formazioni:

Genoa: Macera, Parolo, Oliva, Bettalli, Abate, Hellstrom, Millqvist, Fernandez, Jorgensen, Ygfeldt, Bargi

All. Filippini.

San Marino Academy: Montanari, Marenco, Brambilla, Ladu, Fancellu, Gallina, Tamburini, Bolognini, Prinzivalli, Marengoni, Barbieri.

All. Antonelli

Direttore di gara Carlo Esposito di Napoli

Assistenti di gara, entrambi di Nichelino(TO) Lorenzo De Giulio, William Alberto.

Classifica: Lazio 32; Napoli 30; Cittadella 28; Chievo, Ternana, Cesena 26; Brescia 21; Hellas Verona 19; San Marino Academy 18; Ravenna 17; Arezzo 12; Tavagnacco 11; Sassari Torres 10; Trento, Genoa 8.

SAN MARINO. Femminile, Serie B: il derby è del Cesena, Titane al primo k.o. casalingo

Femminile, Serie B: il derby è del Cesena, Titane al primo k.o. casalingo

Foto archivio San Marino Academy

Il Cesena si prende il derby e spezza l’imbattibilità interna della San Marino Academy. Dopo due vittorie consecutive, le Biancoazzurre sono costrette a registrare un k.o. che matura interamente nel primo tempo. Non sposta le sorti dell’incontro una ripresa giocata con grande generosità da parte delle padrone di casa; anche se, va detto, il Cesena ha avuto le sue occasioni per chiudere la partita. Dopo il 4-0 imposto alla Sassari Torres, Giulia Domenichetti decide di lasciare intonso l’11 titolare schierato a Sennori. In panchina ci sono nuovamente Bolognini e Amaduzzi (una delle ex come Gallina, Petralia e Montanari), ma ne esce Prinzivalli, non al meglio della condizione.

Il derby impiega poco per entrare nel vivo. Al 6’ Barbieri scappa in campo aperto su lancio profondo di Bertolotti: la 45 biancoazzurra deve però affrettare la conclusione per evitare il ritorno della difesa, e la palla termina fuori. 2’ dopo il Cesena decide di adottare la stessa tecnica, e in questo caso la mossa paga i dividendi: il lancio è quello di Carlini, la fuga di Zanni, che sceglie un pallonetto morbido per anticipare l’uscita di Oliveri e dare al Cesena il vantaggio. La San Marino Academy impiega però un amen per reagire: lancio di Menin per Marengoni, che approfitta di un tamponamento fra due difensori avversari per arrivare davanti a Frigotto e colpirla letteralmente con un tiro centrale; la palla rimbalza nella zona di Montalti, che la calcia di potenza e la mette sotto la traversa, impattando così un derby particolarmente sentito dalla 3 biancoazzurra, cesenate di nascita e di residenza, benchè non fra delle ex dell’incontro. Ma è immediata anche la contro-replica bianconera: Ploner gira sul palo un traversone proveniente dalla sinistra; sul prosieguo, Distefano raccoglie una respinta corta e calcia immediatamente in porta, stringendo troppo il compasso. I lanci alle spalle della difesa restano però un tema d’attualità. Ed è così che il Cesena trova il nuovo vantaggio al 18’, ma con interpreti completamente diverse rispetto a quelle che avevano costruito l’1-0: l’assist è di Pastore, il movimento a tagliare la difesa titana di Galli, che arriva al cospetto di Olivieri e la fredda con un preciso mancino a fil di palo. Anche stavolta la risposta di casa è affidata a Montalti, ma nonostante la 3 abbia il piede caldo, stavolta il suo tentativo dalla media distanza non sorprende Frigotto. Molto più impegnativo l’intervento del portiere ospite al 31’ sulla spizzata di testa di Barbieri: il colpo di reni a levare la palla dal ‘7’ vale come un gol. L’occasione era nata da corner. Ed è sulla stessa situazione che il Cesena mette paura a Olivieri: schema a liberare sui 16 metri Casadei, il cui destro di prima intenzione esce di un nulla sopra la traversa. L’ultimo tentativo del primo tempo è di Bertolotti: Ladu stringe il campo da sinistra e offre una buona chance dal limite per la compagna, che calcia ad incrociare mancando il bersaglio di un paio di metri.

Nella ripresa Domenichetti cambia un’interprete e anche l’assetto: dentro Tamburini per Accornero e San Marino Academy con le due punte. Il primo squillo arriva su angolo: Menin prova a risolvere la mischia con una rovesciata spettacolare, alzando la mira di poco. Poi Brambilla esplora la strada della conclusione dalla distanza: il suo destro è alto. Stessa sorte per il tentativo di Distefano dopo la punizione laterale scodellata al centro da Zanni. La stessa Distefano manda in porta Galli a distanza di un paio di minuti: la 11 si presenta sola in area e sceglie la strada del pallonetto, di un nulla troppo alto. Intanto Domenichetti immette forze fresche: dentro Micciarelli e Bolognini per Marengoni e Bertolotti. Ladu si alza sulla linea delle centrocampiste per aumentare la spinta biancoazzurra. Bolognini spaventa Frigotto con un mancino vicino al palo (gran volo del portiere bianconero); poco dopo c’è del lavoro anche per Olivieri, che mette i pugni sulla conclusione ad incrociare di Casadei dopo una brutta palla persa dalle Titane davanti alla difesa. Anche il Cesena compie un paio di avvicendamenti a ridosso della mezz’ora di gioco. Il derby si trascina senza ulteriori scossoni fino all’83’, quando Galli si divora letteralmente il 3-1 a tu per tu con Olivieri, approfittando di una difesa biancoazzurra completamente fuori asse. Del resto lo scorrere del tempo impone alle padrone di casa di riversarsi in avanti senza troppe cautele tattiche. Il forcing produce un cross al veleno di Barbieri con Menin non lesta a coordinarsi sul secondo palo. E soprattutto il “gol illusorio” di Barbieri su invito di Ladu: la 45 sfrutta lo spazio per sparare un destro sul primo palo. La rete si muove e la tribuna esulta, ma la palla l’aveva mossa dalla parte esterna. La San Marino Academy le prova tutte, nel recupero extra-large, per evitare la prima sconfitta stagionale ad Acquaviva, ma il Cesena resiste e alla fine allunga in classifica sulle Titane, costrette ad arrestare la propria corsa dopo due vittorie consecutive.

Serie B femminile 2022-23, 9° giornata | San Marino Academy – Cesena Femminile 1-2

CESENA FEMMINILE [4-2-3-1]
Frigotto; Cuciniello (dal 73’ Beleffi), Costa, Pastore, Carlini; Porcarelli, Zanni (dal 73’ Iriguchi); Casadei, Galli (dall’85’ Nano), Distefano, Ploner
A disposizione: Serafino, Bradau, Gidoni, Costi, Manara, Salimbeni
Allenatore: Michele Ardito

SAN MARINO ACADEMY [4-3-3]
Olivieri; Montalti, Gallina (dal 50+1’ Larenza), Zito, Ladu; Bertolotti (dal 68’ Bolognini), Accornero (dal 46’ Tamburini), Brambilla; Menin, Barbieri, Marengoni (dal 61’ Micciarelli)
A disposizione: Montanari, Petralia, Amaduzzi
Allenatore: Giulia Domenichetti

Arbitro: Gianluca Catanzaro di Catanzaro
Assistenti: Nicolò Raschiatore di San Benedetto del Tronto, Laura Gasparini di Macerata
Ammoniti: Zanni, Cuciniello, Bertolotti, Distefano
Marcatori: 8’ Zanni, 9’ Montalti, 18’ Galli

Ufficio Stampa

SAN MARINO. Serie B: domenica il derby col Cesena, Barbieri: “Affronteremo la gara con massima umiltà”

Serie B: domenica il derby col Cesena, Barbieri: “Affronteremo la gara con massima umiltà”

Tira aria di derby in casa Academy. Domenica arriva ad Acquaviva il Cesena, per una 9° giornata di campionato ricca di tematiche. La prima e più importante è legata alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che cade oggi, 25 novembre, e a cui la FIGC contribuirà nel week-end di gare con una serie di iniziative via social e sui campi da gioco , compreso naturalmente quello di Acquaviva (qui per maggiori dettagli). E non serve aggiungere che anche la San Marino Academy risponderà presente a questo appello, stante la più profonda condanna, da parte della nostra società, verso ogni forma di abuso e violenza nei riguardi di chiunque. Tornando invece alle tematiche più prettamente sportive, le Titane vogliono sfruttare l’onda delle due vittorie consecutive – entrambe con porta inviolata – per procacciarsi un altro risultato di spessore contro una squadra forte, capace di prendersi scalpi prestigiosi e attualmente avanti di cinque lunghezze, in classifica, rispetto alla banda biancoazzurra. “Penso che siamo in un periodo di buona forma, sia fisica che mentale – le sensazioni di Raffaella Barbieri, in gol domenica contro la Sassari Torres – Ci stiamo allenando molto bene e si vede. I risultati derivano proprio dalla fatica fatta nelle settimane precedenti e nel periodo attuale. Stiamo muovendo la classifica, è vero, ma è ancora presto per guardare quell’aspetto. Il campionato sarà lunghissimo. Noi dobbiamo ragionare in termini di crescita individuale e collettiva. Se ci alleniamo con questo impegno e questa dedizione, i risultati continueranno ad arrivare.”

L’avversario di domenica – visti i risultati importanti conseguiti in stagione, compreso il 5-5 di Coppa Italia con il Parma – è di quelli da prendere con grande attenzione. Barbieri non ci gira attorno: “Il Cesena è una squadra attrezzata per vincere. A mio modo di vedere una delle più organizzate e preparate del torneo. Affronteremo questa partita con la massima umiltà. Ci dividono pochi punti ed è fondamentale, per noi, giocare con l’obiettivo di recuperare terreno. Ma è la costanza ed il prosieguo delle prestazioni dell’ultimo periodo ciò che davvero conta per noi. Domenica sarà un derby e vincerlo porterebbe grandi benefici. Ma, al di là del risultato, vogliamo confermare noi stesse nello spirito mostrato nelle ultime gare. Sappiamo del resto che sarà una partita molto dura. Il Cesena è forte.”

San Marino Academy – Cesena si giocherà allo stadio di Acquaviva domenica 25 novembre alle 14:30. L’accesso all’impianto sarà gratuito. La diretta streaming sarà disponibile sul sito https://elevensports.com/it/view/event/cl944a1ltfboj0k9arzqtneyj
Ufficio Stampa