Categoria: S.O.S AMICI A QUATTRO ZAMPE, PERSI E RITROVATI.

GORIZIA. POLIZIA DI STATO. SEQUESTRATI CUCCIOLI TRASPORTATI IN GABBIE MINUSCOLE E SENZA DOCUMENTAZIONE SANITARIA.

Gorizia: sequestrati 36 cuccioli di cane provenienti dalla Serbia

Un furgone con a bordo 36 cuccioli di cane, proveniente dalla Serbia, è stato fermato all’ex valico S. Andrea di Gorizia dai poliziotti del Reparto prevenzione crimine di Torino di rinforzo alla Polizia di frontiera.

I cuccioli viaggiavano in condizioni non idonee, stipati in piccole gabbie e, molti, erano privi di documentazione sanitaria.

In considerazione delle precarie condizioni di trasporto degli animali è stato necessario approfondire anche le condizioni di salute degli stessi attraverso i veterinari della locale azienda sanitaria.

Alcuni cani, di grosse dimensioni, erano stati stipati in gabbie talmente piccole da impedire loro la possibilità di poter mantenere una posizione eretta o distesa causandone sofferenze.

Nel corso degli accertamenti è emerso che si trattava di cani di pregio, la maggior parte dei quali appartenenti a razze tipicamente utilizzate per la caccia.
Segugi, bracchi e setter inglesi, già dotati di certificazione attestante l’addestramento venatorio ricevuto ed il cui valore di mercato, proprio in virtù delle specifiche caratteristiche, sarebbe stato di alcune migliaia di euro per esemplare.  

Il furgone è stato ritenuto non idoneo per il trasporto di un numero così elevato di animali, considerata soprattutto la lunga durata del viaggio, che avrebbe dovuto poi proseguire verso diverse località italiane.

Mentre per il conducente del mezzo è scattata una denuncia per violazione delle norme sul trasporto ed introduzione di animali da compagnia, tutti i 36 cani sono stati affidati alle cure dei veterinari del canile di Udine e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria che sta procedendo anche per il reato di maltrattamento di animali.

Olivia Petillo

RIMINI. POLIZIA DI STATO. VENDITA ONLINE CANI DI RAZZA (FALSI) SENZA SENZA AUTORIZZAZIONE.

Rimini: vendita di cuccioli di cane online, arrestato truffatore

La polizia di frontiera di Rimini ha arrestato un truffatore per la vendita online di cuccioli senza autorizzazione e non di razza, come falsamente dichiarato.
Le numerose querele presentate da di ignari acquirenti di cani di razza, (senza pedigree) a un prezzo conveniente, a far scoprire un giro di cuccioli gestiti senza autorizzazioni, che ha dato inizio all’operazione “Sweet Puppies”.
Gli acquirenti ingolositi per la semplicità dell’acquisto online e il presso molto allettante venivano in seguito rassicurati sulla sussistenza di pedigree e non esitavano a pagare mille, 2mila euro per cagnolini di razze toy, bulldog francesi e maltesi.

Il truffatore proponeva l’acquisto di un cane di razza, con pedigree e in regola con le vaccinazioni, ma in realtà, dopo aver ricevuto il pagamento di una somma a titolo di caparra, non faceva fronte agli impegni: o non consegnava affatto i cuccioli, trattenendo la caparra, o li consegnava privi di pedigree e, spesso, affetti da malattie parassitarie gravi che costringevano i clienti a rivolgersi al veterinario ed affrontare ulteriori spese.

I poliziotti hanno individuato immediatamente il truffatore mentrecontinuava a pubblicare i suoi annunci sul web oltre che per essere una delle persone già sottoposte a misura cautelare nell’ambito dell’operazione Luxury Dog, conclusa dalla Polizia di frontiera di Rimini nel febbraio 2019.
Il truffatore era destinatario di una precedente ordinanza di divieto di detenzione di animali di affezione nel comune di Rimini.

Le analisi sui conti correnti dell’arrestato hanno evidenziato movimentazioni per decine di migliaia di euro, tutte riferibili alla vendita di animali sull’intero territorio nazionale.
Nell’ordinanza il GIP ha disposto il sequestro preventivo, mediante oscuramento, della pagina web utilizzata per la pubblicazione degli annunci di vendita.
L’attività investigativa si è conclusa con il sequestro di tre telefoni e due tablet di ultima generazione usati come strumento di lavoro per mettere in atto le truffe online e di 17 cani pittbull la cui detenzione era vietata all’indagato in virtù di precedenti condanne per reati specifici di maltrattamento di animali.

Per non incorrere in simili truffe è bene porre la massima cautela nell’acquisto online poiché spesso la distanza tra venditore e acquirente non consente di vedere gli animali, di poter effettuare un controllo preventivo e di verificare che il pedigree sia rilasciato dall’Ente nazionale cinofilia italiano, unico organo individuato dalla Legge italiana alla tenuta del libro genealogico.

AGRIGENTO. POLIZIA DI STATO. CAVALLI USATI PER LE CORSE CLANDESTINE, MULTE PER 3 MILA EURO.

Agrigento: fermate corse clandestine di cavalli

La Squadra mobile di Agrigento ha bloccato le scommesse sulle corse clandestine di cavalli.
In contrada Ciccobriglio di Naro, i poliziotti hanno circondato un gruppo di persone mentre scommettevano su una gara di corsa tra due cavalli con calesse, mai autorizzata, ma a cui assistevano parecchie persone tra cui minorenni.
La Polizia ha denunciato 38 persone con le ipotesi di reato connessoso al divieto di organizzare competizioni con animali e di scommesse clandestine.

Durante l’operazione i poliziotti hanno sequestrato 2.500 euro e i due cavalli, affidati in in custodia giudiziale, in attesa degli esami tossicologici sugli animali, per rilevare eventuali tracce di sostanze dopanti.

All’operazione hanno partecipato anche agenti della Polizia scientifica, dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico e della Polizia stradale, che hanno rilevato infrazioni al Codice della strada per oltre 3 mila euro.

ALESSANDRIA. CANILI E GATTILI CHIUSI AL PUBBLICO PER IL PERIODO DI EMERGENZA COVID-19

Emergenza Covid-19
Disposizioni per canili e gattili comunali e colonie feline

In ottemperanza a quanto concordato con il Servizio Veterinario ASL AL, fino al prossimo 3 dicembre , saranno adottate queste disposizioni:
Il canile sanitario comunale di viale T. Miche l n. 46 sarà chiuso al pubblico. E’ garantita solo l’attività di recupero di cani vaganti. I proprietari dei cani catturati verranno avvisati dal personale per concordare la restituzione. Per informazioni è possibile telefonare al seguente numero: 3470616152.
Per informazioni sugli affidi è possibile contattare la pagina Facebook ATA- Canile Sanitario.
Fino a data da destinarsi sono sospese le sedute di applicazione di microchip per cani di privati, anche per chi ha già preso appuntamento all’anagrafe canina del Servizio Veterinario ASL AL 0131306597.
Per l’identificazione dei cani tramite microchip, obbligatoria per Legge, si ricorda ai proprietari che è possibile rivolgersi ai Veterinari Liberi Professionisti.
Il Gattile sanitario comunale di viale T. Michel n. 48 sarà chiuso al pubblico. Per informazioni è possibile telefonare al n. 366 4559194. In caso di ritrovamento di gatti feriti o cucciolate abbandonate, è possibile contattare il Corpo di Polizia Municipale e/o l’Ufficio Welfare Animale 0131515249 che faranno intervenire il servizio cattura convenzionato con il Comune di Alessandria.
Canile Rifugio ‘Cascina Rosa’ di via Pavia n. 22 a Valmadonna (AL) sarà chiuso al pubblico. Per informazioni è possibile contattare la pagina FB di ATA Cascina Rosa.
Rifugio ‘Panciallegra’ di via Monteverde 37 sarà CHIUSO AL PUBBLICO. Per informazioni è possibile contattare il numero 393 7226642.
Gli animali continueranno ad essere accuditi dai Volontari accreditati dalle Associazioni gestori delle strutture.
Si ricorda, infine, che in caso di cane vagante o di cani e gatti in strada feriti (o cucciolate) occorre contattare la Polizia Municipale 0131 316611 che farà intervenire il Servizio Cattura convenzionato.
Sono sospese, fino al 3/12 p.v. le sedute di sterilizzazione delle colonie feline regolarmente registrate presso l’Ufficio Welfare Animale.
Si ricorda alle gattare che è possibile recarsi ad alimentare le colonie, portando con sé il modello di autocertificazione compilato e il tesserino rilasciato dal Comune di Alessandria.
“Il momento non è sicuramente facile, ma la nostra attenzione rimane alta anche nei confronti dei nostri amici animali – ha commentato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini -. Ricordo che i nostri uffici sono sempre a disposizione per supportare i cittadini e far fronte alle difficoltà che si possono presentare”.
Per ogni informazione l’ufficio Welfare Animale del Comune di Alessandria sarà disponibile al seguente numero: 0131515249.

CATANIA. POLIZIA DI STATO. TROVATI CANI MALTRATTARTI E DENUTRITI.

Catania: cani maltrattati e denutriti denunciato, un uomo

Cane sequestrato CataniaDenutriti, maltrattati e sofferenti: così sono stati trovati i due cani di grossa taglia dagli agenti del commissariato di Librino, Catania nel corso di un’operazione contro i reati ambientali.

Durante gli accertamenti disposti dalla Questura per tali fenomeni, sono state denunciate 3 persone: un 50enne e un 62enne per aver gestito illegalmente rifiuti speciali e per abusivismo edilizio, mentre il figlio 33enne di quest’ultimo, per maltrattamento animali.

sequestro cani a Librino, CataniaIn un terreno di proprietà di padre e figlio, gli agenti hanno trovato i due cani oltre che fortemente denutriti anche in condizioni igieniche non idonee alla loro custodia.
Per tanto gli agenti hanno attivato immediatamente il servizio veterinario che ha riscontrato le gravi condizioni in cui versavano i due cani e ha  immediatamente disposto il sequestro. Attualmente, in attesa di essere trasferiti in una struttura adeguata, i cani sono stati affidati ad una persona diversa dall’attuale proprietario.

Olivia Petillo

ALESSANDRIA.RIFUGIO PER CANI ABUSIVO E 101 CANI MALTRATTATI.

Alessandria, 9 ottobre 2020
COMUNICATO STAMPA

Detenere i cani in condizioni incompatibili è maltrattamento
Condannata la cittadina che deteneva in casa 101 cani

Il Tribunale di Alessandria ha condannato per maltrattamento di animali e per avere realizzato un canile rifugio abusivo, la cittadina valenzana, Paola L., che deteneva in una casa in affitto a Valle San Bartolomeo, 101 cani di razze diverse
“Si tratta di una sentenza molto importante – ha affermato Carla Rocchi, Presidente nazionale ENPA – perché come hanno sottolineato anche i nostri avvocati che hanno seguito la causa, per la prima volta detenere cani in condizioni incompatibili è stato riconosciuto come un vero e  proprio maltrattamento di animali. Inoltre questo caso evidenzia l’importanza della collaborazione tra ASL e Associazioni che ha permesso di intervenire tempestivamente in difesa degli animali”.
Il quadro emerso dagli atti processuali ha evidenziato uno stato generalizzato di maltrattamento degli animali, affetti da molti patologie. Molti cani sono risultati, inoltre, mordaci e aggressivi.
La donna, che si definiva amante degli animali, era solita ospitare in una location chiamata ‘Il Paradiso di Naif’, cani che arrivavano dal Sud Italia con l’intento dichiarato di aiutarli o salvarli dalla soppressione o dai ‘canili Lager’, introitando denaro di molti cittadini che, in buona fede, credevano di salvarli.
Le autorità e i sanitari hanno riscontrato, purtroppo, una realtà assolutamente incompatibile con la detenzione di animali. La Polizia Municipale, i veterinari e i tecnici dell’ASL hanno trovato cani ovunque, nelle camere, in giardino, in cucina, in condizioni sanitarie pessime.
Paola L. è stata condannata alla pena di reclusione di due mesi, nonché al risarcimento dei danni, da quantificarsi in sede civile, ai sensi dell’art. 544 ter CP, per  maltrattamento di animali, per aver procurato, per crudeltà e senza necessità,  lesioni a più animali, ovvero averli sottoposti a sevizie o a comportamenti non tollerabili per le loro caratteristiche etologiche.
Come pena accessoria è stata disposta la confisca dei cani.
Le azioni legali per ENPA sono state seguite dagli avvocati Claudia Ricci e Paola Bolla.
Grazie all’attività congiunta della Procura della Repubblica di Alessandria,  del Servizio veterinario ASL AL,  della Polizia Municipale e dell’ufficio Welfare Animale del Comune di Alessandria, è stato il canile abusivo è stato chiuso definitivamente.
“Non posso che essere soddisfatto di questo risultato che permesso di mettere fine ad una situazione di oggettivo maltrattamento – ha commentato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini -. La sinergia fra Enti ha consentito di agire a tutela del benessere degli animali che sono stati ricoverati e curati con il prezioso contributo dell’Associazione ATA che ci tengo personalmente a ringraziare per lo sforzo organizzativo e logistico che ha messo in campo”.

ALESSANDRIA. DIAMOCI UNA ZAMPA IL 3 E 4 OTTOBRE 2020.

Alessandria, 29 settembre 2020
COMUNICATO STAMPA

Diamoci una zampa: incontriamoci e sosteniamoci
Sabato 3 e domenica 4 ottobre , dalle ore 11 alle ore 18
Aperture straordinaria delle strutture comunali

Canile e Gattile comunali sanitari di viale T . Michel 46/48 e il canile rifugio comunale ‘Cascina Rosa’, in via Pavia 22 a Valmadonna, gestiti dall’associazione Tutela Animali, sabato 3 e domenica 4 ottobre, saranno aperti straordinariamente, dalle ore 11 alle ore 18.
L’apertura, scelta in concomitanza con la Solennità di San Francesco, Patrono d’Italia e Protettore degli Animali, si pone l’obiettivo di dare la giusta visibilità sia alle strutture ricovero di animali abbandonati, in attesa di adozione, sia all’operato dei volontari che quotidianamente se ne occupano. ATA è una realtà consolidata fra gli alessandrini, sempre attivi e partecipi nel sostenere le varie iniziative della associazione: questa ‘due giorni’ si inserisce in questo contesto come strumento di valorizzazione di canile e gattile, per coinvolgere il maggior numero di persone possibile, aumentando le possibilità di adozione e di sostegno.
Nel corso delle due giornate saranno presentati e venduti, in tutte e tre le sedi, i nuovi calendari per l’anno 2021 realizzati dal illustratore e pittore alessandrino, Riccardo Guasco che, dopo il successo ella mostra ‘Mi Fido’, dello scorso anno, torna a collaborare a scopo benefico.
“Anche queste nostre strutture hanno risentito particolarmente del lockdown – ha spiegato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini –; sono state chiuse al pubblico per molto tempo, limitando la possibilità di realizzare eventi ed iniziate finalizzate al sostegno e alla raccolta fondi. La loro gestione richiede attenzione e investimenti e, come Amministrazione comunale, con il costante lavoro dell’Ufficio Welfare Animale, cerchiamo di fare il possibile, offrendo anche ai privati supporto e sostegno per limitare il fenomeno dell’abbandono: nel prossimo week end, ancora una volta dopo la felice esperienza della mostra ‘Mi Fido, dello scorso anno, la creatività e l’impegno artistico di Riccardo Guasco, ci consentiranno di valorizzare le nostre strutture, accendendo i riflettori sulle stesse, ma anche e soprattutto sul ruolo e sull’impegno speso quotidianamente dai volontari per la cura e la tutela dei nostri amici a quattro zampe. E’ per noi una occasione ed una opportunità importante: se, da un lato, i proventi della vendita delle opere di Guasco andranno a sostenere canile e gattile sanitario, dall’altro auspichiamo che la grande affluenza di pubblico di questi giorni sia funzionale alla formalizzazione di nuove adozioni per consentire, al più presto, a tutti i nostri ospiti, di trovare la famiglia che meritano.
Come assessore al Welfare Animale non posso esimermi, ancora una volta, dal ringraziare Riccardo Guasco e i volontari per l’impegno e la ammirevole dedizione che non possono che fare bene alla nostra comunità”.

Riccardo Guasco, “Rik”, illustratore e pittore, è nato ad Alessandria nel 1975.
Influenzato da movimenti come il Cubismo e il Futurismo e da artisti come Picasso e Depero, è innamorato del manifesto come mezzo di comunicazione utile ad una buona educazione all’immagine, mescola poesia e ironia creando illustrazioni per far sorridere gli occhi.
Le sue illustrazioni appaiono su campagne pubblicitarie, riviste, libri, navi e biciclette.
E’ felice di aver collaborato con The New Yorker, Eni, TIM, Rizzoli, Poste Italiane, Ferrari, Gazzetta dello Sport, DeAgostini, Sole 24 Ore, Emergency, Greenpeace, Rai, L’Espresso, Peroni, Martini, Berlucchi, Moby e molti altri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: