Categoria: SPAZIO LIBERO

TORINO. SPAZIO PIENO E TEMPO SOSPESO – PERFORMANCE / sabato 5 novembre dalle ore 20 alle 23 – GALLERIA MARCO POLO

SPAZIO PIENO E TEMPO SOSPESO
PERFORMANCE

LE SCULTURE DI MARCO STEFANELLI E
IL DERVISCIO COUTURIER MATTEO THIELA
IN DIALOGO ALLA GALLERIA MARCO POLO

Corso Vittorio Emanuele II, 86
Sabato 5 novembre dalle ore 20 alle ore 23

Anticipata a luglio con un allestimento, ‘Orogenesi’, che suggeriva l’inizio del dialogo tra la Galleria Marco Polo (corso Vittorio Emanuele II 86), spazio pieno, affetto da horror vacui, e l’opera plastica di Marco Stefanelli, durante il periodo dell’arte contemporanea la mostra diventa un dialogo a più voci.
Mentre nella preview, sinuose come i tessuti stropicciati da Issey Miyake le opere d’arte di Stefanelli sono state esposte in un colloquio con la storia del costume, a novembre la conversazione si instaurerà con lo stilista artista torinese Matteo Thiela.
“Collegare l’opera artistica, che trae genesi da svariati percorsi individuali, alla moda, alla forma, al taglio, alla storia di famosi couturier o di giovani designer è il contributo che vorrei nascesse da queste compresenze – dichiara Monica Bruno curatrice della performance e titolare della galleria –. Oggi l’unione perfetta di visioni e creazioni si è avverata nell’incontro tra artista e stilista”.
Le opere di Matteo Thiela, utilizzando le parole di Anna Pironti, responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea sono “abiti, intesi come dispositivi da indossare, straordinarie macchine del tempo per situarsi in un passato arcaico e remoto oppure in una dimensione futura, algida, rarefatta, perfetta”.
Durante la performance in galleria, sabato 5 novembre, dalle ore 20 alle 23, Matteo Thiela creerà su manichini che ruotano, un derviscio dell’economia circolare che intreccia fili preziosi e non, oggetti di scarto e di recupero tessile accanto a pregiati lustrini. Nascono sculture cave da indossare, armature leggiadre che suggeriscono l’eterno intreccio della trama e dell’ordito, il taglio delle Parche, l’ancestrale gesto del coprirsi e dell’abitare un involucro. Stefanelli invece, in contemporanea, realizzerà una sua scultura. Il risultato sarà un’esperienza, una conversazione nuova, fra due artisti che parlano attraverso le loro opere.
Nelle ‘Orogenesi’ d Marco Stefanelli la materia stampata possiede la memoria del legno a rappresentare il mondo vegetale; i tagli geometrici e colorati che solcano le superfici attraversandole, tracciano i confini netti di tutto ciò che non è naturale. È l’intervento dell’uomo, la razionalità, la pulsione al controllo sull’apparente caos del mondo.
Thiela sembra partire da memorie condivise, da intrecci di fili che sono radici e cortecce, e approda alle medesime conclusioni di gestione del caos, un manichino che ruota nello spazio, che con l’intervento accondiscendente dell’uomo diventa opera artistica di couture.
“I due creatori, l’artista è lo stilista, sono l’essenza perfetta dell’homo faber, del saper fare ad artem che passa attraverso le mani dell’uomo – afferma ancora Monica Bruno -. Sabato sera, notte delle arti contemporanee, il fulcro dell’esposizione sarà un intenso evento d’arte donato al pubblico. A fianco alle loro opere esposte, in perpetuo dialogo, Marco e Matteo realizzeranno parte di un loro lavoro direttamente in galleria.
Matteo regalerà al pubblico lo spettacolo incantatore di un manichino che danza nello spazio accompagnato dalle sue mani che lo rivestono, Marco lavorerà simulando la genesi di una sua opera stratificata come la nascita di una catena montuosa.

Biografie
Matteo Thiela. Nato a Milano. Vive a Torino. Si diploma al liceo scientifico, frequenta qualche anno di architettura poi va a Miami a dipingere. Torna in Italia e presenta una collezione future-pop coloratissima, poi incontra Carla Sozzani e ne nasce una perfetta collaborazione: Matteo disegna tutte le sue linee uomo e donna e si dedica appieno a Ozen, un progetto sartoriale. Seguono le collaborazioni con numerosi brand, da Loro Piana a Carlo Tivioli e Ter et Bantine. Crea una società col suo nome che sfila ad Alta Roma, Milano e Parigi e partecipa a Who is on Next?. Incontra Mariuccia Mandelli, in arte Krizia, e lavora a tutte le sue linee. Collabora con il gruppo Zegna, in particolare sulla pelletteria di Agnona. Quello che sappiamo di lui “Sono un ricercatore sperimentatore… per qualunque pensiero creativo tendo ad annullare l’esistente per reinventare dal nulla. Voglio reinterpretare cercando l’inaspettato in tessuti, cuciture e in ogni dettaglio. Non amo le vie di mezzo e i compromessi. Quando si fondono insieme arte e prodotto si ottiene eccellenza ricercata”.


Marco Stefanelli. Nato a Torino. Nel 2006 fonda “The Boxer Design”, sperimentando materiali con poetiche diverse: la plasmabilità delle resine, la natura organica del legno, la malleabilità del metallo. Con “Brecce” si inserisce nell’attuale ricerca tra natura e artificio progettando lampade da indoor e outdoor realizzate a partire da ceppi di cedro ricavati da scarti di segheria in un’interessante combinazione di luce, legno e resina. Sono lavori in continua evoluzione, capaci di mescolare la naturalità di certi elementi con la tecnologia della luce LED, in un rapporto dialettico molto stretto. Lavori in cui tecnologia e ricerca formale viaggiano di pari passo con la sostenibilità. Dalla ricerca su cementi resine e pigmenti nascono i lavori in mostra: elementi vibranti che prendono la loro tessitura dalle assi di legno, su cui vengono mescolati e impastati, riprendendone le venature, i nodi.

GALLERIA MARCO POLO
corso Vittorio Emanuele II 86, Torino
dal martedì al sabato 10 – 19.30
Monica Bruno cell. 342 009 2686

TORINO. EXIT ENTER – Street Artist / L’OMINO COME L’ALTER EGO TERAPEUTICO CON CUI DIALOGARE / 22 OTTOBRE – 7 NOVEMBRE – ELENA SALAMON ARTE MODERNA – PIAZZA IV MARZO – TO

EXIT ENTER – Street Artist

L’OMINO, UN ALTER EGO TERAPEUTICO
CON CUI DIALOGARE

22 ottobre – 7 novembre 2022
Elena Salamon Arte Moderna
Via Torquato Tasso 11 (piazza IV Marzo)

Dal 22 ottobre al 7 novembre Elena Salamon Arte Moderna, spazio espositivo di piazza IV Marzo che ha appena festeggiato vent’anni, ospiterà la personale di Exit Enter illustratore, pittore, storyteller e artista urbano.
Il giovane street artist toscano – noto per i suoi ‘omini’, personaggi semplici nelle linee e nei colori – classe 1990, seguendo la passione per il disegno, che coltiva fin da bambino, nel 2009 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Firenze dove scopre l’interesse per i graffiti e la pittura gestuale. Nel 2013 affronta un periodo difficile che lo porta alla creazione del suo personaggio e all’utilizzo dello pseudonimo ’Exit Enter’. Inizia così a prendere forma quella che sarà per lui una vera e propria ‘street therapy’ e l’omino diventerà un l’alter ego terapeutico con cui dialogare.
“Il mio percorso da street artist – spiega Exit Enter – nasce da un’esigenza emotiva e istintiva oltre che dalla necessità di lasciare un segno. Ho sentito il bisogno di condividere la mia creatività con le persone – continua –, di uscire dagli sketchbooks pieni di disegni e andare verso una nuova dimensione e soprattutto verso un contatto. Da qui il significato di Exit Enter: uscire per trovare una soluzione e innescare un mutamento”.
Tra il 2013 e il 2014, spinto dalla necessità di dare un senso più ampio alle sue creazioni, Exit Enter libera il suo omino dalla carta e lo porta in strada dove, in poco tempo, invade i muri di Firenze per poi spostarsi e raggiungere, tra le altre, anche la città di Torino, dal 2021 principalmente nella zona del quadrilatero romano.
Il tag di Exit Enter, immediatamente riconoscibile, emerge con la potenza di un logo dalle pareti delle città. È un piccolo omino stilizzato dal carattere narrativo che racconta storie semplici e accessibili a tutti evocando i sogni e i timori dell’uomo moderno. Connettendosi alle biografie personali dei passanti il personaggio assume un ulteriore significato, più soggettivo, e permette a chi lo ‘scopre’ di immedesimarsi.
Gli omini – disegnati con rapide linee tratteggiate sulle pareti rovinate di molti centri italiani ed europei – nascono da piccole storie, inseguono cuori, volano aggrappati a palloncini, venerano fiori, cercano vie d’uscita. Possono essere Re e Pinocchio, pellerossa e manifestante, guerriero e operaio, innamorato e pescatore, vecchio e bambino, angelo e demone.
Una selezione di circa venti opere dell’artista, spray su carta, disegni a china, acrilico e serigrafie, saranno esposte in galleria fino al 7 novembre. In mostra gli omini visti sui muri, con una poetica più soave, l’amore è una via d’uscita, le scale d’emergenza portano all’amore, la cura dei fiori come mezzo per curare e curarsi.
Durante il talk – che si terrà il giorno dell’inaugurazione, sabato 22 ottobre dalle ore 15 alla galleria Elena Salamon -, l’artista, affiancato dall’esperto di creatività urbana Matteo Bidini, si confronterà con il pubblico e racconterà l’evoluzione dell’omino negli ultimi 8 anni. Exit Enter e Bidini parleranno di street art riflettendo anche sul concetto di ‘dono’. L’artista, infatti, considera il suo lavoro un regalo fatto alla collettività poiché le sue opere sono fruibili facilmente e gratuitamente.
Al termine della chiacchierata il pubblico potrà assistere a una performance live durante la quale lo street artist toscano disegnerà e regalerà degli stickers ai presenti che potranno scegliere di conservarli o attaccarli in strada ed essere così partecipi del viaggio dell’omino attraverso la città.
                                                               
Info: EXIT ENTER – Street Artist. L’omino come l’alter ego terapeutico con cui dialogare.

Sito: http://www.elenasalamon.com

Dove: via Torquato Tasso, 11 (piazzetta IV Marzo) – 10122 Torino

Tel. 011 7652619 cell. 3398447653 – elena@elenasalamon.com

Quando: dal 22 ottobre al 7 novembre 2022

Orari di apertura: martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15:00 alle ore 19:00; giovedì e sabato dalle ore 10:30 alle ore 19:00 (orario continuato)

ALESSANDRIA. RIAPRE CON UN NUOVO ORARIO LA LUDOTECA COMUNALE: “LEGGERMENTE”..IN LUDOTECA

“LEGGERMENTE”… IN LUDOTECA!

Dopo ‘E…stateingioco 2022’ e la pausa estiva, dal 19 settembre la Ludoteca Comunale ‘C’è Sole e Luna’, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alessandria, riapre le sue porte al pubblico con un NUOVO ORARIO, che prevede l’accoglienza dei bambini della fascia 0-4 anni nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10 alle ore 12, quella della fascia 5-7 anni nella giornata di martedì e quella degli 8-11 anni nella giornata di giovedì dalle ore 16 alle ore 18:30.

            Al nuovo orario si aggiunge un nuovo Programma: “LEGGERMENTE” – Autunno 2022, che partirà con il primo appuntamento venerdì 23 settembre alle ore 18:30, con lo spettacolo teatrale ‘LA COMPAGNIA DEGLI SPINOCCHIATI’ a cura della compagnia “Il Melarancio”, presso Piazza Santa Maria di Castello, per i bambini dai 6 agli 11 anni.

Altro evento teatrale in programma invece per i più piccini, dai 3 ai 5 anni, dal titolo ‘I PERCHE’ DEI BAMBINI’, a cura della compagnia Stilema, è previsto per venerdì 7 ottobre presso l’‘Anfiteatro’ di Parco Carrà alle ore 10:30.

“Lo spettacolo è una consuetudine che arricchisce il programma della Ludotecasottolinea l’Assessora alle Politiche Giovanili accanto ad una serie di proposte ludico-creative, volte a far vivere esperienze in cui corpo, mente ed emozioni si incontrano, accompagnando piccoli e grandi utenti nella propria crescita”.

Ecco dunque le proposte:

per i bambini da 0 a 3 anni sono previsti – ‘Passo dopo passo’, creazione di un bagaglio motorio-emotivo, a cura di Andrea Bruni, preparatore atletico, tutti i lunedì dal 3 al 24 ottobre (4 incontri) dalle 11 alle 12, e ‘Giochi di luce’, laboratorio ludico-creativo rivolto a mamma-bambino, a cura delle animatrici della Ludoteca, tutti i venerdì dal 4 al 25 novembre (4 incontri) dalle 10 alle 11;

per i bambini dai 5 ai 7 anni: ‘PassoEnergeticooo!’, percorsi motori con Diego Fuiano, preparatore sportivo, tutti i martedì dal 4 al 25 ottobre(4 incontri) dalle 16:45 alle 18:15 e ‘Impronte e…via’, laboratorio creativo-espressivo a cura di NunziaCastiglione, atelierista, tutti i martedì dall’8 al 29 novembre dalle ore 17 alle ore 18;

infine per i bambini dagli 8 agli 11 anni – ‘Livello Avanzato: Ludoteca’, interazioni e scambi tra videogiochi e giochi reali a cura di Mattia Silvani,animatore ed esperto di gioco, tutti i giovedì dal 6 ottobre al 24 Novembre(7 incontri)dalle ore 16:45 alle ore 18:15.

Nella stagione autunnale non poteva mancare ‘Halloween Park’, festa di Halloween a cura di Mattia Silvani, prevista per giovedì 27 ottobre dalle ore 16:45 presso i ‘Giardini Pittaluga’ di via Cavour, per i bambini dai 6 agli 11 anni.

Infine due gite, una presso l’‘AstroBioParco Oasi’ di Felizzano sabato 22 ottobre, per i bambini dai 4 ai 5 anni e l’altra presso l’‘Acquario di Genova’ sabato 5 novembre,per bambini dai 6 agli 11 anni, che contribuiranno a far vivere esperienze nuove all’insegna dell’autonomia, della socializzazione e di tanto divertimento.

Segnaliamo che i percorsi motori proposti rientrano nell’ambito del progetto ‘Pedibus’, in collaborazione con il Servizio Sistema Educativo Integrato del Comune di Alessandria.

Ricordiamo infine che per frequentare la Ludoteca ‘C’è Sole e Luna’, che abilita anche al prestito di libri e dvd, occorre l’iscrizione, il cui costo è di € 50 all’anno e che i bambini, fino a 4 anni, devono essere accompagnati da un genitore o da un adulto di riferimento.

Per ulteriori  informazioni sulla ludoteca e su prenotazioni, costi e disponibilità potete contattare:

Ludoteca ‘C’è Sole e Luna’, Via Verona 103 – Alessandria

Tel. 0131 227216-225678 – Cell. 348/5735800

e-mail ludoteca@comune.alessandria.it .

TORINO. ‘TENNIS IN PIAZZA’ – PARTE OGGI DAL PARCO DEL VALENTINO IL PERCORSO CHE PORTERÀ ALLE NITTO ATP FINALS

‘TENNIS IN PIAZZA’

PARTE OGGI DAL  PARCO DEL VALENTINO IL PERCORSO CHE PORTERÀ ALLE NITTO ATP FINALS

Mancano meno di due mesi alle Nitto ATP Finals e Torino comincia a mettere il tennis al centro dell’attenzione.

In attesa del grande evento che si terrà al Pala Alpitour dal 13 al 20 novembre – dove scenderanno in campo i migliori otto singolaristi e le migliori otto coppie di doppio della Pepperstone ATP Race to Turin -, nei mesi di settembre e ottobre sei parchi e luoghi iconici della città diventeranno location di ‘Tennis in Piazza’.

Organizzata dalla Federazione Italiana Tennis, in collaborazione con il Comune di Torino e l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, la manifestazione si articolerà su sei appuntamenti aperti a tutti coloro che vorranno avvicinarsi a una disciplina che in Italia sta vivendo un momento di straordinario interesse.

Dopo il grande successo avuto nel 2021, ‘Tennis in Piazza’ ritorna con un set-up all’avanguardia in pieno stile Nitto ATP Finals.

In ogni sito sarà installato un campo da 10x16m dove insegnanti e fiduciari dell’Istituto Superiore di Formazione ‘Roberto Lombardi’ (ISF) assisteranno i bambini e i ragazzi che vorranno approcciarsi alla disciplina del tennis ma anche ragazzi e adulti che vorranno avvicinarsi per la prima volta al tennis.

Grazie alla collaborazione tra l’ISF, la Città di Torino e l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, l’iniziativa ha avuto un ottimo riscontro, con oltre trenta istituti che hanno confermato con entusiasmo la partecipazione dei loro studenti.

Alla luce di questo interesse, ‘Tennis in Piazza’ offrirà anche la possibilità di cimentarsi con il tennistavolo. Accanto al campo da tennis verranno allestite altre quattro aree di gioco composte da tavoli di ampiezze minori rispetto a quelle regolamentari, studiati appositamente per far conoscere questo sport, grazie al supporto di Tecnici Federali e alla collaborazione del Comitato Regionale Piemonte e della Federazione Italiana Tennistavolo.

Ognuno dei sei eventi dell’edizione 2022 di ‘Tennis in Piazza’ si articolerà su tre giornate, dal venerdì alla domenica.

La prima sarà dedicata ai bambini delle scuole primarie di primo grado, il sabato ai partecipanti delle secondarie di secondo grado mentre la domenica sarà riservata a ragazzi e adulti di ogni età.

Il via all’iniziativa, patrocinata dal Comune di Torino, sarà questo fine settimana (16-18 settembre) al Parco del Valentino.

Gli appuntamenti successivi si svolgeranno al Parco Ruffini (23-25 settembre), in piazza d’Armi (30 settembre – 2 ottobre), al Parco della Confluenza (7-9 ottobre), a parco Dora (14-16 ottobre) e in piazza Castello (28-30 ottobre).

ALESSANDRIA. “VII Rally della Cittadella” – Raduno Harley Davidson – Cittadella di Alessandria 17 e 18 settembre 2022

Il 17/18 Settembre in Alessandria, presso la fortezza della Cittadella, si terrà l’annuale raduno interregionale Harley Davidson, organizzato dal Monferrato Chapter patrocinato dal Comune di Alessandria.


Il Monferrato Chapter, è l’associazione motociclistica riconosciuta dalla casa madre dei possessori di Harley-Davidson delle province di Alessandria ed Asti.
Il moto club, infatti, è iscritto all’associazione internazionale denominata “HOG”, che è l’acronimo di Harley Owners Group, cioè l’associazione internazionale dei possessori di Harley-Davidson

L’evento è alla sua settima edizione e negli anni passati, a causa della situazione pandemica, è stato sospeso.
Da sempre il raduno ha visto la partecipazione di numerosi gruppi di harleisti provenienti da tutta Italia e dall’estero.
Anche quest’anno è prevista la partecipazione dei segguenti gruppi:
Como (Lake Como Chapter), Firenze (Firenze Chapter), Pavia ( 100 Torri, gruppo Harley capitanato da Max Pezzali), Vicenza ( Vicenza Chapter), Bergamo (Bergamo Chapter), Torino (American Clan ed Augusta Chapter), Portofino Chapter, Alba ( Alba Chapter), Bologna (Bologna Chapter) e gli amici svizzeri del Ticino (Ticino Chapter)

L’organizzazione dell’evento sarà la seguente:

Sabato 17 settembre, alle ore 9, verrà aperto il raduno e lo street food
All’arrivo delle moto verranno consegnati ai motociclisti delle cartine geografiche indicanti i giri turistici che partiranno, scaglionati, dalle ore 13,30, con le guide dei “ragazzi del Monferrato”.
L’itinerario sarà il seguente: Alessandria, Castelletto Monferrato, San Salvatore, Lu-Cuccaro, Fubine, Vignale Monferrato, Camagna, Frassinello, Ottiglio, Sala Monferrato, Cellamonte. (soste previste nei comuni di Camagna, Sala Monferrato presso la panchina gigante fuori paese, Cellamonte).
Durante tale tour sono previste le soste nei paesi Unesco e segnatamente:
a Camagna Monferrato gli abitanti accoglieranno gli harleisti per portarli nei loro Infernot;
a Sala Monferrato piccola sosta per la foto sulla panchina gigante,
A Cellamonte visita al ecomuseo della pietra con piccolo aperitivo.
Rientro libero per ciascun motociclista in Alessandria. Gli stand di street Food e gadgets, accoglieranno i motociclisti e verrà festeggiato il 20° compleanno del Monferrato Chapter .
Ci sarà musica e divertimento per tutti.

La mattinata del sabato verrà altresì riservata alle visite guidate presso la fortezza della Cittadella col supporto del Fai e la visita al Museo delle Uniformi.

La domenica 18 settembre, il raduno aprirà alle ore 9 della mattina e le moto, dopo il consueto ritrovo, usciranno dalla Cittadella per le ore 10,30 per un breve giro nelle colline dell’acquese (Alessandria, Oviglio, Nizza Monferrato, Fontanile, Mombaruzzo – sosta presso le Cantine Pico Macario- Alessandria).
Rientro previsto per le ore 13 dove continueranno i festeggiamenti fino al pomeriggio.
Naturalmente la Cittadella sarà aperta al pubblico ed alla cittadinanza che potrà partecipare all’evento.
L’ingresso è quindi libero.

“Questo raduno, con il patrocinio del Comune di Alessandria, è il coronamento di vent’anni di passione. E’ la dimostrazione dell’amore per la città di Alessandria e per il nostro territorio”- ha affermato Vittorio Gatti- Assistant Director del Monferrato Chapter.
Alessandria, il Monferrato, l’Acquese e la provincia di Alessandria in genere sono tra i luoghi più belli di Italia. Con la nostra passione e con l’adesione delle Amministrazioni Comunali, che sono sempre state al nostro fianco, questi territori, in parte non del tutto conosciuti, vengono messi a disposizione del turismo motociclistico.
E un modo per incentivare il Turismo nella nostra provincia ed essere noi i “testimonial” o gli ambasciatori itineranti di queste bellezze.
I percorsi di questi giorni infatti, verranno registrati e messi a disposizione di tutti gli Harleisti italiani ed esteri e di tutti i motociclisti, attraverso la divulgazione tramite il nostro sito Internet”

“Fare parte del nostro Chapter, significa impegnarsi anche per la realtà locale e per il sociale- prosegue Alberto Martinotti, segretario del Gruppo.
Ricordo infatti che il nostro gruppo tutti gli anni a Natale organizza la parata dei Babbi natale che la cittadinanza ama e, che nell’ultima edizione, ci ha portato a donare alla fondazione Uspidalet la considerevole somma di € 2.000 oltre alla vendita di centinaia di Vestiti di Babbo Natale.
Ci siamo sempre occupati dei più deboli, in primis le donne vittime di violenza, a favore delle quali abbiamo costruito- grazie anche al contributo di Centrale del Latte e di tanti amici- la rotonda posta davanti al Nuoto Club ove, oltre ai nostri simboli, campeggia la Scarpetta Rossa in ricordo delle vittime di violenza, già donata anni addietro, durante la manifestazione “scatenati in moto “, al Centro ME.De.A. di Alessandria.
Non ultimo sosteniamo con la nostra copiosa partecipazione il Raduno internazionale Madonnina dei Centauri perché se è vero che siamo Harleisti, vogliamo dimostrare che non ci sono confini, ma una assoluta comunanza di passione con tutti gli altri motociclisti.”

“Ci teniamo – proseguono i due officers- a ricordare che il nostro ritrovo è presso il circolo “La boccia di Alessandria” dove è in corso di allestimento la nostra club House.
Al suo interno potremo finalmente ospitare tutti i gruppi che arriveranno e tutti gli Harleisti che ci vogliono venire a trovare. Ringraziamo i Fratelli Ferrara, che gestiscono il circolo e che sono sempre stati a nostra disposizione per colazione, pranzi e cene a qualunque ora del giorno e non solo…
Per chi volesse quindi conoscere il nostro mondo, l’appuntamento è al raduno di questo week end in Cittadella oltre che tutti i venerdi sera al circo “La boccia” in Lungo Tanaro San Martino di fianco al ponte Maier “

Il Monferrato Chapter ringrazia i comuni di Alessandria, Camagna, Sala Monferrato, Cellamonte e la Cantina Pico Macario, per il sostegno alla realizzazione dell’ evento

Per info e contatti
Vittorio Gatti 3482509514
Alberto Martinotti:3356483438