Categoria: ANNUNCI ECONOMICI

MILANO. TRASPORTO AEREO / SITA: NEL 2023 AUMENTERANNO GLI INVESTIMENTI IN TECNOLOGIE

TRASPORTO AEREO: NEL 2023 AUMENTERANNO GLI INVESTIMENTI
IN TECNOLOGIE

Secondo il 2022 Air Transport IT Insights di SITA,
quest’anno il 96% delle compagnie aeree e il 93% degli aeroporti
spenderà una cifra uguale o superiore rispetto al 2022

L’anno scorso si stima che le aerolinee abbiano investito $37 miliardi in tecnologie
e gli scali $6,8 miliardi

Di fronte al numero maggiore di disservizi, alle montagne di bagagli e alla carenza di personale, gli aeroporti e le compagnie aeree stanno aumentando gli investimenti in tecnologie per digitalizzare le operazioni e accelerare il viaggio dei passeggeri offrendo più opzioni self-service, tantoché si stima che la spesa per le soluzioni IT del settore continuerà a crescere costantemente di anno in anno dal 2020 per sostenere questa spinta alla digitalizzazione, con il 96% delle compagnie aeree e il 93% degli aeroporti che prevedono di mantenere invariata o aumentare la spesa IT nel 2023 rispetto al 2022.

Questo è il quadro che emerge dal 2022 Air Transport IT Insights, il report di SITA che rileva come la ripresa dalla pandemia abbia stimolato un’accelerazione della digitalizzazione, con le compagnie aeree e gli aeroporti che usano le tecnologie per rafforzare le loro operazioni, per ridurre le irregolarità e per automatizzare l’esperienza dei passeggeri. Una tendenza in linea con quanto visto nell’anno passato, quando la spesa in tecnologie saliva a una stima di $37 miliardi per le aerolinee e $6,8 miliardi per gli scali.

Sergio Colella, Presidente Europa di SITA, ha dichiarato: “Il trasporto aereo si è ripreso più velocemente dalla pandemia di quanto chiunque nel settore si aspettasse inizialmente, in particolare in Europa e negli Stati Uniti. Sebbene la ripresa sia benvenuta, gli aeroporti e le compagnie aeree si sono trovati in difficoltà per la carenza di personale e di risorse. Questo ha messo a dura prova le operazioni, con conseguente aumento del rischio di congestione, ritardi, cancellazioni e bagagli mal gestiti. La digitalizzazione è considerata la chiave per affrontare queste sfide, fornendo maggiore scalabilità e flessibilità”.

Digitalizzare le operazioni per fare di più con meno

Le compagnie aeree stanno dando grande importanza alle soluzioni IT per gestire le irregolarità e fornire la migliore esperienza possibile ai passeggeri, anche in caso di carenza di personale. Nei prossimi tre anni, il 90% o più delle compagnie aeree investirà in sistemi per ottimizzare la gestione dei servizi IT e per segnalare le interruzioni, nonché in sistemi di business intelligence per la gestione del turnaround degli aeromobili, dei passeggeri e dei bagagli.

Anche per gli aeroporti le soluzioni di business intelligence sono tra le priorità di investimento, con il 93% o più degli scali che prevede di sviluppare progetti di business intelligence per la gestione degli asset e delle operazioni di volo entro il 2025. L’enfasi sull’agilità, l’adattabilità alle interruzioni e la comunicazione tempestiva con i clienti e stakeholder è evidente; entro il 2025 la metà degli aeroporti intende implementare avvisi predittivi automatizzati prima di eventi di interruzione dei voli, nonché progetti di business intelligence per consentire la scalabilità delle operazioni in base alla domanda.

Semplificare il viaggio dei passeggeri con le tecnologie intelligenti

Sia le compagnie aeree che gli aeroporti stanno investendo in tecnologie chiave per rendere più agevole l’esperienza dei passeggeri in ogni fase del viaggio, per contribuire a ridurre i colli di bottiglia e, a sua volta, consentire la ridistribuzione di risorse umane chiave per concentrarsi su compiti più complessi. Le tecnologie biometriche e self-service stanno ricevendo grande attenzione.

Le compagnie aeree hanno identificato le tecnologie self-service come fondamentali per aiutare a gestire le operazioni irregolari, e questa è rimasta la loro principale priorità di investimento nel 2022, con le soluzioni touchless e la gestione biometrica dei documenti d’identità a seguire.

Per supportare una gestione efficace dei bagagli e informare i passeggeri dopo una lunga irregolarità, la maggior parte delle compagnie aeree prevede di fornire informazioni in tempo reale sulla tracciabilità dei bagagli ai passeggeri entro il 2025.

Anche gli aeroporti stanno dando priorità al self-service, ponendo una forte enfasi sul self check-in e sul self-bag drop, con l’86% che ne prevede l’utilizzo entro il 2025. L’implementazione da parte degli aeroporti di un token unico biometrico sicuro in tutti i punti di contatto è passata da appena il 3% nel 2021 al 39% nel 2022, con oltre la metà che prevede di avvalersi di questa soluzione nei prossimi tre anni. Questo è il segnale di un forte impegno verso un’esperienza di viaggio di nuova generazione, in cui i passeggeri possono attraversare l’aeroporto usando il loro volto come carta d’imbarco.

Segui SITA online:

SITA – Società Internazionale Telecomunicazioni Aeronautiche
SITA è il fornitore di soluzioni IT per l’industria del trasporto aereo e offre soluzioni per compagnie aeree, aeroporti, aerei e agenzie governative. La sua tecnologia consente di viaggiare in aereo senza intoppi, in modo sicuro e sostenibile.


Con oltre 2.500 clienti, le soluzioni di SITA consentono a più di 1000 aeroporti di raggiungere l’efficienza operativa e rendono l’aereo connesso una realtà su 17.000 velivoli in tutto il mondo. SITA fornisce inoltre soluzioni IT che aiutano più di 70 Governi a garantire la sicurezza fra i confini offrendo al passeggero viaggi senza intoppi. La rete di comunicazione di SITA collega ogni angolo del pianeta e copre il 45% dello scambio di dati della comunità del trasporto aereo.


SITA ha ottenuto la certificazione CarbonNeutral® in linea con ilprincipi del Carbon Protocol – i principali standard globali per i programmi carbon neutral. Con il programma Planet+, riconosciuto dalle Nazioni Unite, sono state ridotte le emissioni di gas serra per tutte le operazioni, mentre, al contempo, sono state fornite soluzioni per aiutare il settore del trasporto aereo a raggiungere gli obiettivi di riduzione del CO2, incluse la diminuzione dell’uso del caburante e una maggiore efficienza operazionale in aeroporto. Nel 2022, SITA ha annunciato l’impegno a fissare obiettivi di riduzione delle emissioni basati sulla scienza, in linea con l’iniziativa Net-Zero Standard dei Science Based Targets.
Controllata al 100% da membri dell’industria del trasporto aereo, SITA ha una capacità unica di comprendere i bisogni del settore. Compagnia dall’animo profondamente internazionale, SITA fornisce i suoi servizi a più di 200 Paesi e territori.

Veronica Bigicchi
SEC Newgate Italia S.r.l. Società Benefit
via Ferrante Aporti 8
20125 Milano
tel. +39 02 6249991 – mob. +39 346 6737534
www.secnewgate.it – www.secnewgate.com


Per ulteriori informazioni, visitare il sito http://www.sita.aero.

ALESSANDRIA. LA CARITAS APRE IL PRIMO EMPORIO DELLA SOLIDARIETA’ PER LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’.

La Caritas Alessandria e l’associazione Opere di Giustizia e Carità sono liete di annunciare l’apertura del nuovo Emporio della solidarietà, un vero e proprio negozio in cui le famiglie in difficoltà economiche possono acquistare prodotti alimentari e generi di prima necessità. 


Un emporio solidale per i nuclei familiari in condizioni di disagio economico.

Alla Caritas di Alessandria ora c’è anche un vero e proprio negozio, un luogo in cui le famiglie in condizioni di disagio economico possono acquistare prodotti alimentari e beni di prima necessità utilizzando una tessera a punti rinnovabile ogni mese. Da oggi, martedì 31, nel giorno della festa di San Giovanni Bosco, in via delle Orfanelle 25 apre il nuovo Emporio della solidarietà, gestito dagli operatori e dai volontari dell’associazione Opere di Giustizia e Carità e frutto di un progetto finanziato da Caritas Italiana e Fondazione SociAl.

«Si tratta di un piccolo market dove chi è in difficoltà – spiega Giampaolo Mortara, direttore della Caritas Diocesana – può fare la spesa trovando il “paniere” completo dei prodotti che servono alla vita quotidiana: non solo alimentari, dunque, ma anche prodotti per l’igiene personale, la casa e tutto quello che ogni giorno può essere utile a un nucleo familiare».

Il negozio solidale di via della Orfanelle rimarrà aperto il martedì, mercoledì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30. Ogni famiglia potrà effettuare i propri acquisti servendosi della card a punti fornita da Caritas Alessandria. Ai vari prodotti esposti è assegnato un punteggio differente a seconda del valore di mercato. L’assegnazione del punteggio mensile per ogni nucleo varia in base all’Isee e al numero dei componenti. Da oggi, martedì 31, inizia la fase di avvio del progetto, aperta a un primo gruppo di famiglie individuate da Caritas e dai centri parrocchiali della città.

Parte della merce disponibile proviene dal Banco Alimentare e dai supermercati che da anni sostengono la Caritas di Alessandria, «tanti prodotti, invece, arriveranno dalle donazioni di privati – aggiunge il direttore Mortara – e per completare le forniture saremo noi ad acquistare quello che manca, a condizioni di favore e con criteri di economicità».

Alessandro Francini
Ufficio Stampa
Caritas Alessandria
Ass. Opere di Giustizia e Carità

TORINO. LE RICADUTE ECONOMICHE DI EUROVISION SONG CONTEST 2022

Le ricadute economiche di Eurovision Song Contest 2022
Un impatto complessivo pari a 22,8 milioni di euro, ma vanno inoltre considerati 66 milioni attribuibili agli oltre 9mila articoli nazionali su stampa e web: questa la ricaduta dell’evento organizzato nella primavera torinese, che ha coinvolto oltre 128 mila persone per lo più giovani e per il 19% provenienti dall’estero.


Torino, 30 gennaio 2023 **** Presentati oggi i dati relativi all’indagine svolta dall’Osservatorio Culturale del Piemonte per conto della Camera di commercio di Torino sulle ricadute economiche di Eurovision Song Contest 2022.
Come spiegato da Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino: “I numeri – anche calcolati su logiche prudenziali – confermano un successo che avevamo già ampiamente percepito: 22,8 milioni tra impatti diretti, indiretti e indotti, senza considerare l’enorme ricaduta mediatica, valutata oltre 66 milioni di euro: quest’ultima rappresenta un patrimonio particolarmente significativo, perché l’immagine positiva e la credibilità conquistate da Torino hanno sicuramente una durata maggiore nel tempo”.
Come commentato da Rosanna Purchia, Assessora alla Cultura della Città di Torino: “Lo scambio delle chiavi simbolo dell’Eurovision Song Contest tra il nostro sindaco e la prima cittadina di Liverpool, rappresenta appieno lo spirito della rassegna, che è anche quello di unire i paesi europei attraverso la musica, favorendo un reciproco e fecondo scambio culturale. La città dei Beatles – che abbracciano quattro generazioni passate e future nel nome della musica – ha uno splendido museo dedicato alla band e sono certa che il nostro sindaco, adesso a Liverpool, potrebbe regalarci la grande opportunità di ospitare a Torino una mostra che renda omaggio alla beat generation. I numeri della rassegna restituiscono l’immagine di una città attrattiva e capace di emozionare i visitatori, il fatto che più del 70% dei turisti abbia visitato almeno uno dei nostri musei non può che confermare la qualità della nostra offerta museale, così come i 25mila download della guida Torino Pocket Lonely Planet denotano un grande interesse per la nostra Torino”.
“Questi dati sulle ricadute che l’Eurovision ha avuto sono la dimostrazione pratica del perché scegliamo di investire sui grandi eventi come motore di turismo ed economia e come strumento per promuovere la bellezza e l’eccellenza del nostro territorio – sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Sarebbe stata necessaria una campagna di comunicazione da decine di milioni di euro per ottenere una copertura mediatica come quella che l’Eurovision ha portato al Piemonte e lo dimostra il fatto che per avere visibilità durante l’evento di Torino altri Paesi hanno acquistato spazi promozionali. Questi numeri, poi, sono solo una parte della ricaduta che manifestazioni come Eurovision, ma anche le Atp, il Giro d’Italia, il Tour de France, offrono. Perché accanto all’impatto nell’immediato ci sono anche i risultati che si manifestano nel tempo, frutto del passaparola e della forza di una destinazione che entra nell’immaginario del pubblico internazionale”.
L’indagine
L’indagine campionaria è stata condotta fra il 9 e il 14 maggio 2022; i questionari sono stati somministrati in modalità MAPI (Mobile Assisted Personal Interview) a un campione casuale di pubblico presente negli spazi dell’Eurovision Village e all’esterno del PalaOlimpico, durante l’apertura e la chiusura dei cancelli. Sono stati raccolti 735 questionari utili.
I risultati
Le presenze Eurovision Song Contest 2022, evento di punta della scorsa primavera torinese, è andato in scena dal 9 al 14 maggio 2022: 63mila i posti riempiti al PalaOlimpico, in occasione dei nove eventi in programma, e 220mila le persone che hanno assistito alle 55 ore di spettacoli all’Eurovision Village del Parco del Valentino.
Il pubblico Per conteggiare il pubblico effettivo, dalle presenze registrate occorre sottrarre chi ha partecipato a più di un evento e i biglietti offerti a sponsor e delegazioni. A fronte di queste stime, si quantifica in oltre 128mila persone il pubblico complessivo dell’Eurovision Song Contest: più di 58mila provenienti da fuori Torino, di cui quasi 25mila dall’estero, in particolare da Spagna, Regno Unito, Germania e Francia. Il tratto più significativo è la giovane età del pubblico, con il 75,6% fra i 18 e i 35 anni.
Singoli partecipanti PalaOlimpico
Singoli partecipanti Eurovillage
Partecipanti a entrambi gli eventi (da sottrarre)
Totale Singoli partecipanti
Torino e Provincia 16.051 63.324 (9.267) 70.108
Piemonte (altre province) 2.540 4.632 (737) 6.435
Italia (altre regioni) 13.641 20.411 (7.027) 27.025
Estero 10.632 21.110 (7.060) 24.682
Totale 42.864 109.477 24.091 128.250
Tabella 1: Distribuzione del pubblico per evento e provenienza. Elaborazione OCP su dati questionario e fonti secondarie.
Per quanto riguarda i turisti, il 52% era presente a Torino per la prima volta. In generale molto alto il livello di apprezzamento registrato sia per gli spettacoli visti sia per la città come meta turistica. Il 59% ha dichiarato di essere intenzionato a visitare di nuovo la città in futuro.
La spesa dei turisti Se 58mila persone provenienti da fuori Torino hanno assistito agli show di Eurovision, circa 3mila di questi erano in città per motivi diversi dall’evento. Poiché il viaggio sarebbe avvenuto a prescindere da Eurovision, la spesa di questi turisti viene esclusa dal conteggio complessivo, che quindi si basa su 55mila turisti.
Tra questi, particolarmente alta la percentuale di escursionisti senza pernottamento (28,3%) mentre valgono il 7,1% i turisti che hanno trovato ospitalità presso parenti e amici. Tra chi ha dormito presso le strutture cittadine, l’extralberghiero, con il 41,3% dei pernottamenti, supera l’ospitalità in hotel (23,3%).

Escursionisti
Stima totale: 15.652 (28,3%) Età mediana: 27 anni Media visitatori per gruppo: 2,3 Non hanno pernottato a Torino l’84% dei piemontesi, il 41% degli italiani, il 6% degli stranieri
Spesa complessiva stimata € 338 mila
Ospitalità da parenti o amici
Stima totale: 3.928 (7,1%) Età mediana 24 anni Media visitatori per gruppo: 2,4 Media pernotti: 3,6 Sono stati ospitati il 13% degli italiani e il 2% degli stranieri
Spesa complessiva stimata € 160 mila
Strutture extra-alberghiere
Stima totale: 22.847 (41,3%) Età mediana 27 anni Media visitatori per gruppo: 3 Media pernotti: 3,7 Scelti dal 53% degli stranieri, dal 29% degli italiani, dal 13% dei piemontesi
Spesa complessiva stimata € 6 milioni
Hotel
Stima totale: 12.894 (23,3%) Età mediana: 28 anni Media visitatori per gruppo: 2,7 Media pernotti: 3,2 Scelti dal 39% degli stranieri, dal 17% degli italiani, dal 3% dei piemontesi
Spesa complessiva stimata € 4,4 milioni
Box 1: Stima della spesa diretta sul territorio dei quattro segmenti turistici. Elaborazione OCP su dati questionario.
Nel complesso la spesa totale dei turisti sul territorio si stima pari a 11 milioni di euro, che rappresentano l’impatto diretto dell’evento1.
Impatto indiretto La spesa diretta attiva ulteriori settori dell’economia. Le imprese “in prima linea” – quelle che assorbono direttamente la spesa aggiuntiva dei turisti e degli organizzatori – acquistano input intermedi (beni, forniture, servizi) per soddisfare la nuova domanda, con ripercussioni positive sull’intera economia del territorio: questo livello viene definito impatto indiretto. A fronte di un’iniezione di risorse pari a 11 milioni di euro, si stimano – secondo i parametri di studi similari– effetti indiretti attorno ai 7,8 milioni di euro.
1 Per la valutazione dell’impatto è stata adottata la metodologia EIA (Economic Impact Analysis).
Impatto indotto Un ulteriore moltiplicatore calcola gli effetti della crescita dei consumi dovuta alla variazione dei redditi, consentendo di stimare l’impatto indotto. Le famiglie residenti, infatti, ricevono un reddito in cambio dell’input che forniscono al sistema produttivo (lavoro) e il reddito viene poi speso parzialmente per nuovi consumi. La stima, in questo caso, è di 4 milioni di euro.
Sommando questa cifra agli effetti diretti e indotti si arriva a stimare un impatto economico totale pari a 22,8 milioni di euro: ogni euro speso dai turisti ha quindi generato complessivamente sul territorio di Torino 2,08 euro.
Impatto mediatico Anche la portata mediatica è stata notevole. Le tre serate trasmesse in televisione hanno coinvolto 161 milioni di persone in 34 paesi, toccando il 56,7% di share in occasione della finale, mentre i contenuti pubblicati sul canale YouTube sono stati visualizzati 74 milioni di volte (EBU – Media Intelligence Service, 2022). Solamente in Italia sono stati pubblicati oltre 9mila articoli (1.492 su stampa e 7.801 su web) per un valore pubblicitario equivalente (AVE) stimato in 66 milioni di euro. Tra le uscite di stampa e sul web il reach totale, ovvero il numero di lettori complessivi, è stimato in 429 milioni di persone, cui si aggiunge l’importante impatto comunicativo sui canali social istituzionali della manifestazione e non solo.


Per informazioni: Settore Comunicazione esterna e URP Camera di commercio di Torino

Tel. 011 571 6652/7

relazioni.esterne@to.camcom.it

http://www.to.camcom.it/comunicatistampa @CamComTorino

TORINO PUNTA ALLA FONDAZIONE BLOOMBERG COME PARTNER DEL NUOVO PIANO REGOLATORE E DEL CITY BRAND: PAROLE CHIAVE QUALITÀ DELLA VITA, SOSTENIBILITÀ E PROMOZIONE INTERNAZIONALE

Seconda giornata di missione negli USA del sindaco Lo Russo e del presidente della Regione Cirio. Incontro anche con il sindaco di New York Adams: “Lo abbiamo ufficialmente invitato a venire in Piemonte

Seconda intensa giornata di incontri a New York per il sindaco di Torino Stefano Lo Russo e il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, nella settimana che avrà il culmine domenica a Lake Placid (NY) con l’ufficiale passaggio di consegne per le Universiadi che, dopo l’edizione di quest’anno negli States, saranno ospitate nel 2025 a Torino.

In attesa dell’appuntamento sportivo principale, oggi è stata l’occasione per un altro fitto calendario di incontri, a cominciare da quello con la Fondazione Bloomberg, impegnata in tutto il mondo a favorire la trasformazione dei panorami urbani ad ogni livello: dall’amministrazione pubblica al mondo delle imprese, dall’efficienza energetica alla sostenibilità ambientale.

Il sindaco Lo Russo e il presidente Cirio hanno incontrato l’amministratore delegato di Bloomberg Associates George Fertitta e la direttrice Amanda Burdenbraccio destro di Bloomberg già ai tempi in cui era sindaco di New York. È una delle figure più autorevoli al mondo nel campo della rigenerazione urbana: è lei che ha guidato il piano di intervento che ha coinvolto in circa 10 anni quasi la metà dei quartieri di New York, suo anche il contributo determinante per la riqualificazione della High Line il celebre parco urbano realizzato su una sezione in disuso della ferrovia sopraelevata diventata una delle maggiori attrazioni della città.

Unincontro per noi strategico– hanno spiegato il sindaco Lo Russo e il presidente della Regione Cirio -. Bloomberg sostiene e finanzia in tutto il mondo progetti e best practice urbane e il nostro obiettivo è far diventare per loro Torino uno di questi progetti strategici, promuovendo e supportando il nuovo piano regolatore della città, la pianificazione della vivibilità e fruibilità degli spazi urbani, nonché il city brand, cioè il modo in cui Torino desidera parlare di sé nel mondo. Progetti accomunati da quei valori di sostenibilità che Bloomberg ha nella sua missione e che per noi significa rendere Torino un luogo di innovazione urbanache guarda innanzitutto alla qualità della vita. Abbiamo riscontrato un forte interesse e già la prima settimana di febbraio Amanda Burden e il suo team verranno a Torino per conoscere la città e approfondire la possibilità di collaborare”.


Sempre in chiave di sostenibilità anche l’incontro con Via Transportation, società newyorkese di infrastrutture digitali per la mobilità pubblica, partecipata anche da Exor, fondata nel 2012 e leader per il potenziamento e il miglioramento del trasporto pubblico locale in numerose capitali del mondo.

In particolare, l’obiettivo è ottimizzare gli spostamenti dei cittadini evitando che i bus circolino non a pieno carico, generando quindi un minor impatto ambientale ed economico. 

Siamo molto interessati alla possibilità di conoscere il modello di piattaforma digitale che Via ha già implementato e testato con successo in molte città, come Londra e Berlino” hanno sottolineato il Sindaco e il Presidente.

Altro incontro strategico quello con il direttore del Guggenheim Richard Armstrong.

Come nel caso del MoMa – spiegano Lo Russo e Cirio – l’obiettivo è creare occasioni di sinergia con il nostro sistema museale. Sul MoMa in particolare abbiamo già avuto un primo feedback positivo dopo l’incontro di ieri. Ci siamo confrontati con il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi e in accordo con lui abbiamo proposto al MoMa di riportare in Italia, in prestito, alcuni straordinari capolavori finiti per vari motivi all’estero, e da vari decenni mai più riuniti in una mostra nel nostro Paese, fra cui in particolare due opere realizzate tra la fine del 1910 e l’inizio del 1911: ‘Funerali dell’anarchico Galli’ di Carlo Carrà e ‘La città sale’ di Umberto Boccioni. Puntiamo al nulla osta dal MoMa per riportarli in Italia ed esporli con un grande evento a Torino”.

La giornata proseguirà con l’incontro con il sindaco di New York Eric Adams, al quale verrà rivolto l’invito ufficiale a Torino e in Piemonte.

Ultimo appuntamento della giornata quello con il GEI, il Gruppo esponenti italiani che riunisce imprenditori e professionisti di alto livello di origine italiana e radicati negli Stati Uniti e con il loro presidente Mario Calvo Platero

Un incontro molto utile e prezioso per consolidare le nostre relazioni con imprenditori e professionisti che vivono e lavorano negli Stati Uniti da anni e rappresentano interlocutori preziosi non solo come testimonial dell’eccellenza italiana ma anche come punto di contatto per sviluppare nuove partnership”, concludono il sindaco Lo Russo e il presidente Cirio.

Torino, 19 gennaio 2023

José Urso 

Portavoce Presidente Regione Piemonte Alberto Cirio

jose.urso@regione.piemonte.it cell. 3357940036


Luisa Cicero

Gabinetto del Sindaco

Ufficio Stampa Giunta Comunale

Piazza Palazzo di Città 1 – 10122 – Torino

tel. +39 011 01121932 mobile +39 3462356935

luisa.cicero@comune.torino.it   

www.torinoclick.it    

LUGANO. FIERE E MANIFESTAZIONI IL NUOVO TREND SVIZZERO DEL 2023

Fiere e manifestazioni oltre ad essere una costante fondamentale per la promozione delle realtà locali ed internazionali, sono uno dei trend in maggior crescita per il 2023 perché consentono di presentarsi e vendere direttamente a clienti altamente profilati e senza intermediazioni.
Per questo nuovo anno abbiamo pianificato un ampio calendario fieristico proprio per rispondere a questo trend che permette di promuoversi direttamente nel vostro mercato di riferimento al cuore pulsante di uno dei mercati più ricchi del mondo: quello della Svizzera Italiana.
CALENDARIO FIERISTICO 2023
4 EVENTI
4 OPPOTUNITÀ
BELLINZONA
DAL 16 AL 19 MARZOLUGANO
30 MARZO – 2 APRILELUGANO
12 – 15
OTTOBRELUGANO
3 – 5 NOVEMBRE
Gourmet Choice è una concreta occasione di promozione e vendita per le eccellenze del settore enogastronomico internazionale.Pensati come un vero e proprio tour enogastronomico in 4 tappe nella Svizzera Italiana, gli eventi permettono di coprire tutto il calendario annuale e di evidenziare i prodotti che si distinguono per territorialità, autenticità e qualità.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
BELLINZONA
DAL 16 AL 19 MARZO
La fiera campionaria leader dell’Alto Ticino si impegna da anni a favore delle aziende, delle associazioni, delle istituzioni, dei prodotti, delle tradizioni e della promozione economica cantonale. Bellinzona è il nostro centro e l’Espocentro di Bellinzona è il luogo in cui i nostri espositori incontrano visitatori provenienti da tutto il territorio che vengono a Espo Ticino per conoscere le novità, informarsi ed acquistare direttamente.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 30 MARZO AL 2 APRILE
LEdizione Primaverile del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze a Lugano dal 30 marzo al 2 aprile 2023, proporrà il meglio del turismo con attenzione particolare alle proposte benessere, all’aria aperta e delle vacanze outdoor. Un’occasione imperdibile per convertire la propria offerta direttamente in fiera.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 30 MARZO AL 2 APRILE
La storica Fiera del Benessere che da anni riunisce professionisti nel Centro Esposizioni di LuganoGli svizzeri sono da sempre un popolo profondamente attento al proprio benessere psicofisico e alla ricerca di una vita in armonia con la natura. Il giro di affari dei prodotti biologici in Svizzera cresce a doppia cifra, così come è in continua crescita la passione per i cosmetici bio e naturali.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 21 AL 23 APRILE
1’ Edizione della Borsa dell’orologio ricondizionato, da collezione e raro. Un evento B2C 100% Swiss Made che mette direttamente in contatto i più importanti e qualificati esperti del settore con un pubblico fortemente interessato, collezionisti ed appassionati di orologi vintage e ricondizionati.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 12 AL 15 OTTOBRE
La fiera più importante della Svizzera italiana dedicata all’abitare resta un punto di riferimento e vetrina sul mondo dell’abitazione, della progettazione e dell’arredamento con tantissime novità su tutto ciò che riguarda la casa.Architettura, design per interni ed esterni, arredo e complemento d’arredo, impianti, materiali, nuove tecnologie, risparmio energetico e sostenibilità ambientale: la fiera autunnale più attesa del Ticino da oltre 50 anni.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 12 AL 15 OTTOBRE
Il Premio Svizzero del Design è promosso e organizzato da artecasalugano.
Il concorso riconosce le competenze particolari insite in tutte le discipline del design: design per l’abitare, design per il lavoro, design dei sistemi tecnologici e design di prodotto. L’obiettivo di LDD – Award 23 è quello di valorizzare e diffondere il design di qualità coinvolgendo progettisti, designer, architetti ed aziende che operano nel settore.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 12 AL 15 OTTOBRE
Ticino Sposi è l’evento che ti aiuta ad organizzare il tuo matrimonio.Dagli abiti da cerimonia al fotografo, dagli allestimenti floreali alle liste nozze, catering e location fino alla luna di miele Ticino Sposi è l’evento che mette in contatto i professionisti del settore wedding con i futuri sposi e le loro famiglie proponendo soluzioni su misura e permettendo di esplorarle e “toccarle con mano”.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
LUGANO
DAL 3 AL 5 NOVEMBRE
Il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze – iViaggiatorisi terrà a Lugano dal 3 al 5 novembre 2023 per festeggiare i suoi 20 anni di grandi successi, tra gli eventi leader per l’industria del turismo in cui concludere importanti occasioni di business e incontrare oltre 11.000 famiglie svizzere che per le vacanze generano un fatturato di oltre 50M di CHF/EUR.
SCOPRI DI PIÙ SUL SITO
Eventi organizzati da Promax.ch
Via Purasca, 28 – 6988 Ponte Tresa
T. +41 (0) 91 611 80 70 – www.promax.ch – info@promax.ch