Categoria: NAZIONALE

SAN MARINO. AL SAN MARINO STADIUM GARA AMICHEVOLE CON LA LITUANIA.

Nazionale: Costantini presenta il debutto, fra conferme e ritorni

Alle 20:45 di domani sera inizierà il nuovo ciclo targato Fabrizio Costantini.

L’ex CT della Nazionale Under 21 ha presentato in conferenza stampa la gara del proprio debutto, quella che vedrà la Nazionale maggiore sfidare in amichevole, al San Marino Stadium, la Lituania.

Ed è inevitabile che nella chiacchierata della vigilia davanti ai giornalisti emergesse, tra gli altri, anche il tema emotivo.

“Credo, anzi sono certo che guidare la Nazionale del proprio Paese sia il sogno di ogni allenatore. –confessa il Commissario Tecnico- Io non faccio eccezione, anzi, dire che sono emozionato è poco. Sto cercando di trasmettere questo stato d’animo anche ai ragazzi, che tuttavia non ne hanno bisogno. Ci siamo visti in questi ultimi giorni e li ho trovati attenti, concentrati e vogliosi di andare in campo. Mi spiace per le esclusioni, i tanti infortuni, la squalifica di Dante Rossi. Sono convinto però che chi ci sarà, domani, avrà la testa e l’umiltà giusta per fare qualcosa di buono. Sappiamo che non potremo fare la partita, tuttavia sarà fondamentale difenderci bene e ripartire. È quello su cui stiamo lavorando.

Il resto lo faranno il nostro spirito e, spero, il sostegno del pubblico.”Di fianco al mister, al desk della conferenza stampa, un veterano della Nazionale, assente, però da alcuni anni. Ecco perché anche per Danilo Rinaldi – un gol e 39 presenze con la casacca biancoazzurra– quello di domani sarà un appuntamento speciale.

“La voglia di tornare in campo con questa squadra è veramente tanta. – tiene a sottolineare l’attaccante de La Fiorita- Dopo quattro anni di assenza non può che essere così. Sono felice di esserci.

Purtroppo non abbiamo avuto molte occasioni per preparare al meglio questa gara, viste le difficoltà della pandemia e anche gli impegni ravvicinati con i club nell’ultimo periodo. Proprio questo fatto però ci permette di avere nelle gambe un buon ritmo partita. E perciò ci presentiamo a questa amichevole in buono stato.”

Danilo era presente a Vilnius, nel settembre 2015, quando la Lituania vanificò nel recupero il gol dell’’1-1 firmato Vitaioli.

“Quella partita la ricordo bene. Ci insegna che se riusciamo ad avanzare nella loro metà campo abbiamo le risorse per fare male alla Lituania. Ci serve però anche calma: dobbiamo giocare con umiltà e applicazione, come dice il mister. E naturalmente con la grinta di sempre.”

Il giusto atteggiamento figura anche nei desideri del CT:“Purtroppo abbiamo potuto lavorare poco assieme a questi ragazzi.

Però ho visto sempre la testa giusta. Abbiamo fatto bene in allenamento e domani dovremo dimostrare tutto il nostro attaccamento a questa maglia, a questo Paese. Sul piano tattico c’è poco da inventare.

Puntiamo invece sulla massima attenzione e su quelle che sono le nostre qualità migliori. In allenamento a volte ho dovuto frenare i ragazzi nel timore che esagerassero. Domani, invece, possiamo esagerare, ossia dare tutto, ma proprio tutto quel che avremo in corpo.”

Non solo Danilo Rinaldi nell’elenco dei giocatori cui dare il bentornato: in esso figurano anche Maicol Berretti, Aldo

Simoncini e Mattia Stefanelli. Prima convocazione per Simone Franciosi, mentre Jacopo Raschi, già convocato, mette nel mirino la prima presenza in campo.

Assente Dante Rossi per squalifica. E a proposito di presenze, Matteo Vitaioli continua a puntare il recordman di Andy Selva, avanti rispetto all’attaccante del Tropical Coriano di appena due lunghezze.

PALERMO. DALLE STELLE ALLA DISFATTA, LA MACEDONIA VA IN FINALE DEI PLAYOFF, ITALIA ELIMINATA

Dalle notti magiche alla disfatta.

Gli azzurri per la seconda volta non andranno ai mondiali per la seconda volta consecutiva. La Macedonia sfrutta l’unica occasione e si qualifica in finale.

Dopo un primo tempo di totale dominio azzurro il gol non arriva nonostante le occasioni create. Nel secondo tempo gli uomini di mancini non riesco a mettere dentro la palla, la porta sembra maledetta e come la legge del calcio recita “gol sbagliato, gol subito”.

Ed ecco che al 92′ la Macedonia con l’unico tiro in porta di Trajkovski si qualifica alla finale dei playoff di qualificazione ai Mondiali in Qatar del 2022 contro il Portogallo, vincente per 3 a 1 sulla Turchia. Scivola all’inferno invece l’Italia, non ci sono scusanti, l’attacco è inesistente.

Insigne e Immobile insufficienti, mai in campo e mai pericolosi. L’unico attaccante sufficiente è Berardi che a più vie ci prova senza trovare fortuna. I campioni d’Europa, adesso, devono riflettere e ripartire come nel 2017 contro la Svezia.

L’allarme lanciato dal tecnico Under 21 degli azzurrini adesso risuona ancora di più, l’Italia non da spazio ai giovani e non li valorizza con la conseguente perdita di qualità che si riflette anche nella nazionale. Questa sera è la prova.

ALGARVE CUP 2022. CANCELLATA PER COVID DANIMARCA-SVEZIA, LE DANESI SI RITIRANO DALLA COPPA.

Non una buona notizia arriva dal Portogallo, focolaio in casa danese. si complica il cammino delle azzurre.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Nella sera seguente la gara Danimarca-Italia, la federazione danese emana un comunicato dove dichiarano che il loro mister Lars Søndergaard è risultato positivo al tampone Covid.
Tabellino di contagio che si aggiorna nel giro di poche ore, visto che nella notte arriva un’altra notizia, anche tre calciatrici sono risultate positive.

La federazione Danese, dunque, considerata la situazione in mattinata annuncia il ritiro della nazionale dall’Algarve Cup. La federazione Portoghese si vede costretta a riformulare la competizione eliminando il mini-torneo per il terzo, quarto e quinto posto, lasciando solamente lo scontro diretto 3°-4°.

A festeggiare sono le Svedesi, che in vista della gara che si sarebbe dovuta giocare ieri pomeriggio, si è vista consegnare a tavolino il match ottenendo grandi vantaggi in vista della finale, considerando la fatica fisica risparmiata. Campanello di allarme per le azzurre che adesso si vedono terze in classifica con un solo gol segnato, precedute dal Portogallo con due reti e dalla Svezia con tre. Bertolini dunque ha dovuto ripianificare tutto, nessuna previsione adesso è plausibile.

In vista della gara di domenica l’unica possibilità sarà quella di vincere, ma non basterà l’1 a 0. Infatti, se le ragazze di Bertolini vorranno qualificarsi alla finalissima dovranno segnare quanti più gol possibili, cercando di non subirne. Le azzurre partono da una differenza reti di +1, con distacco di un solo gol dal Portogallo e due dalla Svezia.

Occhi puntanti anche sulla gara diretta Portogallo-Svezia in programma alle 17:15, che seguirà il match Italia-Norvegia alle 11; entrambe le gare verranno giocate nell’impianto Algarve Stadium.

NOVARELLO. ANCHE LA SECONDA AMICHEVOLE SORRIDE ALLE AZZURRINE, ESTONIA BATTUTA 7 A 0

Dopo la gara amichevole la ct Grilli dovrà iniziare a pensare alla formazione titolare che affronterà la seconda parte della qualificazione ai prossimi europei di categoria.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Secondo successo nel giro di tre giorni per la Nazionale Under 17 Femminile, che fissa la netta vittoria di mercoledì (8-1) superando nuovamente, stavolta per 7-0, l’Estonia nell’amichevole disputata in mattinata sul campo del Villaggio Azzurro di Novarello a Granozzo con Monticello (NO).

L’Italia parte forte, portandosi in vantaggio dopo due minuti grazie a Veronica Bernardi, già autrice di una doppietta nella prima amichevole con le pari età estoni. A siglare il secondo e il terzo gol è l’attaccante della Juventus Ginevra Moretti, mentre in chiusura di primo tempo e in apertura di ripresa Giulia Dragoni realizza la sua seconda doppietta consecutiva dopo quella messa a segno mercoledì. Al 54’, per non essere da meno, anche Bernardi firma la sua doppietta personale, poi è Eva Schatzer a trasformare il rigore del definitivo 7-0, a procurarsi il penalty è stata la numero 10 Dragoni.

Le Azzurrine si avvicinano nel migliore dei modi alla seconda fase del Campionato Europeo, che dal 16 al 22 marzo le vedrà di scena in Portogallo in un girone assai impegnativo, in cui dovranno affrontare la nazionale di casa, i Paesi Bassi e il Montenegro: “Sarà dura – avverte Grilli – ma siamo fiduciose, ce la vogliamo e possiamo giocare. Le ragazze dovranno scendere in campo felici per aver conquistato la qualificazione a questa seconda fase, il nostro compito è pensare alla loro crescita e prepararle a nuove sfide”. (fonte FIGC)

NOVARELLO. LE AZZURRINE VINCONO L’AMICHEVOLE ”RITORNO”CONTRO LA SVIZZERA. COLOMBO E RENZOTTI IN GOL.

Dopo il pareggio a reti bianche nella sfida di due giorni fa, la Nazionale Under 17 Femminile ha battuto 2-0 la Svizzera nella seconda amichevole disputata questa mattina a Novarello. Vicine al vantaggio già nel primo tempo con la traversa colpita dalla centrocampista del Pink Sport Time Giorgia Tateo, le Azzurrine hanno sbloccato il risultato all’8’ della ripresa grazie ad un colpo di testa dell’attaccante dell’Inter Andrea Gaia Colombo per poi raddoppiare a cinque minuti dallo scadere con la rete della milanista Monica Renzotti.

Foto Andrea Amato – PhotoAgency

“E’ stata una bella vittoria – il commento del tecnico Nazzarena Grilli – le ragazze sono state veramente brave ed è stato un piacere vederle giocare. Rispetto alla prima partita abbiamo avuto modo di studiare meglio la Svizzera e di lavorare sugli errori che avevamo commesso mercoledì, riuscendo a mettere in difficoltà una squadra molto organizzata e che a differenza nostra aveva già giocato diverse amichevoli negli ultimi mesi”.

Tra poco più di un mese l’appuntamento con la prima fase delle qualificazioni al Campionato Europeo, che dal 22 al 28 ottobre vedrà l’Italia impegnata in Svezia in un girone di ferro con le padrone di casa e le pari età di Francia e Galles. “E’ vero – conferma Grilli – è un girone molto difficile, ma il nostro è un gruppo unito e con tante qualità. Vedremo quello che riusciremo a fare, intanto siamo felici di poter tornare a giocare una competizione internazionale”.