Categoria: SPETTACOLI

ALESSANDRIA. ALLA CASA DELLE DONNE LO SPETTACOLO “VEDI CARO”DI FRAD E CLAUDIA VERNIER.

Non Una di Meno Alessandria 

Casa delle Donne 

Alla Casa delle Donne lo spettacolo “Vedi caro”

Venerdì 27 maggio la Casa delle Donne di Alessandria ospiterà lo spettacolo 
di Frad e Claudia Vernier, “Vedi caro”. 

Uno show, stand-up comedy, ma soprattutto uno sfogo messo in scena dalla fumettista divenuta famosa con “lesbodramma” e dall’attrice e musicista romana Claudia Vernier. 

Appuntamento alla Casa, in Piazzetta Monserrato 1, venerdì 27 maggio per ridere, riflettere e divertirsi insieme! 

Apertura porte alle 20:30, inizio spettacolo alle 21:30 

Ulteriori informazioni sono disponibili qui – https://casadelledonnealessandria.it/2022/05/26/alla-casa-delle-donne-lo-spettacolo-vedi-caro/

TORINO. JAZZ IS DEAD FESTIVAL – 27.28.29 MAGGIO 2022, BUNKER TORINO MUTAZIONE

LA SETTIMANA DI JAZZ IS DEAD!

COLIN STETSON* – MOOR MOTHER* – OREN AMBARCHI°

KALI MALONE feat. STEPHEN O’MALLEY & LUCY RAILTON

THE BUG feat. FLOWDAN – DÄLEK – FIRE! – HOLY TONGUE

CHARLEMAGNE PALESTINE & GRUMBLING FUR TIME MACHINE 

ORCHESTRA – ANTELOPER (JAIMIE BRANCH & JASON NAZARY)

NOT WAVING – MC YALLAH x DEBMASTER – KATATONIC SILENTIO

BABE ROOTS – PIETRA TONALE – SABASABA* – STEFANIAVOS*

THE DREAMERS feat. KWALITY – LUCE CLANDESTINA – SKIP & FLAVINIO

DUALISMO SOUND & PHO-BHO REC – DJ GABON

*anteprime °epilogo

È arrivata la settimana della quinta edizione di Jazz is Dead festival! Venerdì 27, sabato 28, domenica 29 maggio sono le date della manifestazione torinese dedicata alla ricerca musicale tra avanguardia, sperimentazione, suoni contemporanei e ritmi futuristici. Tre giorni giorni esperienziali e collettivi, undici live, cinque dj set, sei date uniche in Italia e due produzioni originali.

MUTAZIONE

Jazz is Dead nasce da una riflessione sulla vita e sull’evoluzione del genere jazz. Quest’anno anche il festival è soggetto a trasformazione: un’azione dovuta per liberarsi dalle ultime catene che definiscono generi e tracciano confini. Nel 2022 assistiamo alla generazione di una creatura nuova e in mutazione. Il corvo, guida del festival, muta per la quinta edizione. L’immagine, ideata e realizzata dalla fotografa e artista visiva Irene Gittarelli, mostra infatti un essere ibrido tra animale antropomorfo e uccello, con peli, pelle e piume. Un processo che miscela e si contamina – anche musicalmente, con un programma nuovo, potente e contemporaneo – ma resiste nella sua caratteristica madre: la libertà di espressione. Per rappresentare questa edizione è stata scelta la mano: organo prensile e tattile dell’uomo, strumento per il compimento delle azioni e formato da cinque dita. Cinque come le edizioni del festival.

CONCERTI

L’area concerti è al coperto e dotata di un impianto audio d’eccellenza. I live si terranno anche in caso di pioggia e al fresco in caso di temperature elevate. Le porte si apriranno venerdì 27 maggio alle 18 e chiuderanno domenica 29 maggio dopo la mezzanotte, con i seguenti orari: venerdì 27 ore 18 – 04, sabato 28 ore 16 – 04, domenica 28 ore 16 – 01. 

PROGRAMMA

venerdì 27 maggio – mani in pasta

ambient, neo classica, avant-garde, elettronica

18.00 Pho Bho Records & Dualismo dj set

21.00 Kali Malone / Stephen O’Malley / Lucy Railton live 

22.30 Charlemagne Palestine & Time Machine Orchestra live

00.00 Luce Clandestina dj set

01.30 Not Waving live

02.30 Katatonic Silentio dj set 

sabato 28 maggio – mani chiuse 

dub, afro, grime, bass, drum ‘n’ bass

16.00 Pho Bho Records & Dualismo dj set

18.00 Babe Roots live 

19.30 Holy Tongue live 

21.00 The Bug ft. Flowdan live

22.30 Mc Yallah x Debmaster live

00.00 The Dreamers feat. Kwality dj set

02.30 Skip & Flavinio dj set 

domenica 29 maggio – mani sporche

free, noise, impro, dirty hip hop

16.00 Pho Bho Records & Dualismo dj set

18.00 Pietra Tonale live  

19.30 Anteloper live

21.00 Fire! live

22.30 Dälek live

00.00 Dj Gabon dj set

ESPERIENZA

L’esperienza di Jazz is Dead è ampia e inclusiva: la gratuità consente anche ai più diffidenti di affacciarsi allo sconosciuto, la fascia oraria prolungata (i cancelli aprono alle 18 il venerdì, alle 16 il sabato e la domenica per chiudersi a notte fonda) garantiscono un’accessibilità fuori dal comune, ce n’è per tutti i gusti. La location si sviluppa in due diverse aree, una zona esterna per i momenti ricreativi e una interna per i concerti e i dj set. 

Qualche informazione utile: il festival si terrà nell’area del Bunker, zona Barriera di Milano a Torino – via Paganini 0/200 – la location ha un ampio parcheggio ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. 

L’ingresso al festival è gratuito, per accedervi bisognerà essere tesserati ARCI (volendo ci si può tesserare in loco, ma consigliamo di arrivare già provvisti di tessera per velocizzare l’accesso, qui l’elenco dei tantissimi Circoli Arci dove sarà possibile sottoscrivere l’adesione). È ancora disponibile una manciata di pass salta coda aderendo all’iniziativa di sostegno qui.  

FOOD & DRINK

L’area esterna è uno spazio funzionale e aggregativo che ospita diverse esperienze: la zona ristorazione con i truck di Van Ver Burger (per vegetariani e vegani) e Rock Burger (l’hamburger più rumoroso di Torino), il servizio bar gestito dal mitico Magazzino sul Po con birre Forst, whisky Bulleit, cocktail e soft drink. 

SINOIRA MODIFICATA – AREA MERCH & DJ SET

Dualismo Sound & Pho Bho Records propongono il format Sinoira Modificata con selezioni in vinile durante attese e cambi palco e la curatissima area merch: ampio spazio alle etichette underground della città con Artetetra, Art Aud, Communion, Details Sound, Dualismo, Edera, Land of Dance, Les Giants, Light Touches, Love Boat, Musica Altra, New Weird Italia, Pampsychia, Pho Bho, agli strumenti musicali autoprodotti del Negozio di Caramelle e ala raffinata selezione di libri della libreria del Golem.

404 – JAZZ NOT FOUND – ESPOSIZIONE FOTOGRAFICA

Durante il festival sarà possibile visitare l’esposizione fotografica curata dal Collettivo Fotografi Jazz Torino (CFJTo) “404 – Jazz Not Found”. La fotografia jazz è morta? Forse no. Può essere rielaborata e presentata con un approccio corale e collettivo che miri a convergere in strutture emozionali simili a installazioni. Il mondo del jazz con un approccio anarchico e istintivo allo scatto. Uno sguardo nella visione autoriale di ogni fotografo del Collettivo, dal sottopalco al backstage, che trasuda passione per il ritmo, per i contrasti forti e per l’improvvisazione, il tutto in formato manifesto dalle dimensioni pubblicitarie a impacchettare le aree esterne del festival, regalando un inedito percorso di visita. CFJTo sono: Marco Alessi, Antonio Baiano, Stefano Barni, Ferdinando Caretto, Mamo Delpero e Carlo Mogavero.

BIO

Kali Malone / Stephen O’Malley / Lucy Railton data unica italiana

Un trio stellare, tre storie differenti insieme in una performance unica nel suo genere. Diretti da Kali Malone, organo e synth, il chitarrista Stephen O’Malley dei Sunn o))) e la violoncellista Lucy Railton ricameranno droni e melodie che trapasseranno l’anima degli ascoltatori.

The Bug feat. Flowdan data unica italiana

The Bug presenta Fire, il suo ultimo album considerato all’unanimità una delle migliori uscite globali del 2021. Kevin Richard Martin non ha bisogno di presentazioni (King Midas Sound, Pressure, Zonal, Techno Animal) e neanche la voce che lo accompagnerà nella sua esibizione: per la prima volta a Torino arriverà Flowdan uno degli MC più oscuri e potenti della scena underground inglese.

Charlemagne Palestine & Grumbling Fur Time Machine Orchestra data unica italiana

Finalmente Charlemagne Palestine a Torino. L’artista americano legato alla corrente minimalista e d’avanguardia che mescola gioco, musica e arte. Un maestro. Per l’occasione verrà accompagnato dalla Grumbling Fur Time Machine Orchestra, ovvero Daniel O’Sullivan (Ulver, Sunn o))) e Laniakea) e Alexander Tucker.

Holy Tongue data unica italiana

Continua il legame tra Jazz is Dead e Valentina Magaletti. Questa volta la percussionista si cimenterà con il dub e l’elettronica. Insieme al producer britannico Al Wootton forma Holy Tongue. Bassi pesanti, ritmiche minimali. Dischi tutti in sold out.

Dälek

Scuderia Ipecac, il loro suono è l’hip hop, sporco, distorto e potente. Nuovo album in arrivo per il duo americano attivo da 25 anni. Dimenticate i vestiti griffati. 

Fire! 

Fuoco dalla Svezia. Mats Gustafsson (The Thing), Johan Berthling (Tape) Andreas Werliin (Wildbirds & Peacedrums), un trio potente: sax, basso e batteria, jazz, improv, avant-rock. Unici. 

Anteloper (Jaimie Branch & Jason Nazary) data unica italiana

Alla tromba c’è Jaimie Branch (Fly Or Die) alla batteria ed elettronica c’è Jason Nazary (Helado Negro). Free jazz, noise ed elettronica direttamente da New York.

Not Waving

Alessio Natalizia torna a Torino per presentare il suo ultimo album. Dimenticandoci le sonorità più aggressive dell’era Diagonal attendiamo impazienti e curiosi il suo live: sarà sogno o distruzione?

Mc Yallah x Debmaster data unica italiana

La Nyege Nyege sta conquistando il mondo e noi siamo felicissimi di accoglierli. Mc Yallah è nata in Kenya e vive in Uganda, Debmaster è francese ma attivo nella scena berlinese. Un mix dirompente, voce e basi. Afro, voodoo, elettronica. Si balla.

Katatonic Silentio

Una delle artiste più prolifiche ed interessanti della scena italiana che guarda oltre confine senza alcun timore. Elettronica di classe, potente, ricercata e coinvolgente. 

Pietra Tonale 

Collettivo apolide con base in Barriera di Milano, improvvisazione eseguita da venticinque elementi. Tutto il resto è musica.

Babe Roots

Sono forti, sono di Torino e suonano internazionali. Nella scena dub, quella meno verdegiallorossa ma più orientata verso l’oscurità si stanno ritagliando il loro spazio. Tra le loro uscite anche un paio su Echocord.

The Dreamers feat. Kwality

Ormai di casa a Jazz is Dead, la crew che da quasi trent’anni fa ballare i dancefloor con “cassa e basso”. Come sempre accompagnati da Kwality, producer e voce dallo stile inconfondibile.

Luce Clandestina

In pochissimo tempo si è presa tutto il suo spazio nelle migliori consolle cittadine, una sicurezza quando seleziona la sua musica sexy, scura e profonda.

Skip & Flavinio

La bass music è il loro genere, stile ne hanno da vendere. La pista ringrazia ogni loro pezzo. Due dj, due amici, un set tutto da ballare.

Dj Gabon

La ricerca non si ferma, abbiamo trovato un nuovo nome nella scena oscura tribale, direttamente da Libreville nel Gabon. Da scoprire.

JAZZISDEADFESTIVAL.IT

Jazz is Dead è un progetto di Arci Torino, con il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 6. Direzione artistica di Alessandro Gambo, realizzato in collaborazione con TUMMagazzino sul PoDewrec, Bunker, Museo Nazionale del Cinema di Torino, INFINI-TO Planetario di Torino, Jigeenyi. Media partner: Rai Radio3RumoreSentireAscoltareGiornale della MusicaOnda RockRadio RaheemURSSS1977 Magazine

Ufficio stampa TUM Torino per Jazz is Dead Festival

tumtorino@gmail.com

+39 338 9682058

Una delle artiste più prolifiche ed interessanti della scena italiana che guarda oltreconfine senza alcun timore. Elettronica di classe, potente, ricercata e coinvolgente.

Pietra Tonale Collettivo apolide con base in Barriera di Milano, improvvisazione eseguita da venticinque elementi. Tutto il resto è musica.

Babe Roots

Sono forti, sono di Torino e suonano internazionali. Nella scena dub, quella meno verdegiallorossa ma più orientata verso l’oscurità si stanno ritagliando il loro spazio.

Tra le loro uscite anche un paio su Echocord.

The Dreamers feat. Kwality

Ormai di casa a Jazz is Dead, la crew che da quasi trent’anni fa ballare i dancefloor con

“cassa e basso”. Come sempre accompagnati da Kwality, producer e voce dallo stile inconfondibile.

Luce Clandestina

In pochissimo tempo si è presa tutto il suo spazio nelle migliori consolle cittadine, una sicurezza quando seleziona la sua musica sexy, scura e profonda.

Skip & Flavinio

La bass music è il loro genere, stile ne hanno da vendere. La pista ringrazia ogni loro pezzo. Due dj, due amici, un set tutto da ballare.

Dj Gabon

La ricerca non si ferma, abbiamo trovato un nuovo nome nella scena oscura tribale, direttamente da Libreville nel Gabon. Da scoprire.

JAZZ IS DEAD 2022

JAZZISDEADFESTIVAL.IT

Jazz is Dead è un progetto di Arci Torino, con il patrocinio della Città di Torino e della

Circoscrizione 6.

Direzione artistica di Alessandro Gambo, realizzato in collaborazione con TUM, Magazzino sul Po, Dewrec, Bunker, Museo Nazionale del Cinema di Torino, INFINI-TO Planetario di Torino, Jigeenyi.

Media partner:

Ufficio Stampa JAZZ IS DEAD Festival| TUM Torino| Tel. 338.9682058

info@jazzisdeadfestival.it | http://www.jazzisdeadfestival.it | tumtorino@gmail.com

Arci Torino APS

info@arcitorino.it| http://www.arcitorino.it

Ufficio stampa TUM Torino

per Jazz is Dead Festival

tumtorino@gmail.com

+39 338 9682058

TORINO. MASTERS OF MAGIC WORLD TOUR 2022 | OLTRE UNA SETTIMANA DI EVENTI PER TORINO, CAPITALE DELLA MAGIA.

MASTERS OF MAGIC WORLD TOUR 2022:
OLTRE UNA SETTIMANA DI EVENTI
PER TORINO CAPITALE DELLA MAGIA

XX EDIZIONE | Torino, 26 – 29 maggio

4 giorni di convention e oltre 1500 prestigiatori provenienti da 30 nazioni:
il più grande spettacolo di magia al mondo torna finalmente dal vivo a Torino

I migliori illusionisti del pianeta in scena al Gran Gala Show
in un’edizione unica che prosegue fino a giugno alla Reggia di Venaria

Torino, 23 maggio 2022 – Alla sua XX edizione, Masters of Magic World Tour 2022 diventa un festival diffuso con oltre una settimana di eventi sparsi tra Mastio della Cittadella, il Teatro Alfieri, e la Reggia di Venaria. Un’edizione speciale per il ventesimo anno del più importante evento di magia al mondo.

Dal 26 al 29 maggio, Master of Magic World Tour 2022 trasforma Torino in Capitale mondiale della magia per quattro giorni, con una Convention al Mastio della Cittadella in grado di attrarre a Torino i migliori maghi del mondo e con un week-end di Gran Galà Show al Teatro Alfieri. Segreti, idee, e tecniche di 1500 illusionisti professionisti provenienti da tutto il mondo e oltre 30 star internazionali attese tra gli ospiti del festival, che condivideranno i loro più grandi segreti per inventare i nuovi prestigi che ci stupiranno nei prossimi anni.

Un’edizione speciale e ricca di sorprese per questa XX edizione, che prosegue per oltre una settimana alla Reggia di Venaria, dal 2 al 5 giugno, fra close-up e corner magici in grado di stupire e incantare i grandi e anche i più piccini, animando di spettacolari performance di street-magic i giardini della Reggia di Venaria – Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO.

Una maratona di spettacolo di oltre 100 ore consecutive dal vivo di pura emozione e di felicità, prodotte da Masters of Magic, engagement company, leader nella produzione di eventi live e televisivi e specializzata nella comunicazione, che utilizza l’arte magica come linguaggio per raccontare emozioni. La direzione artistica del festival è di Walter Rolfo. La regia e lo show design sono a cura di Alessandro Marrazzo.

In occasione del Masters Of Magic World Tour 2022 il pubblico potrà immergersi anche nella più innovativa “Fiera magica” del mondo, con un intero spazio dedicato agli “inventori di magie” dove i partecipanti potranno acquistare ogni tipo di illusione e prestigio: dal filo dell’invisibilità ad ogni novità del mercato della magia…dove tutto è possibile per chi sa cercare!

Walter Rolfo, Direttore e produttore artistico di Masters of Magic World Tour racconta:“Sono veramente onorato di ricevere più di 1.500 prestigiatori provenienti da tutto il mondo, perchè so che verranno accolti in Piemonte, in un città magica come Torino, mai così bella e ospitale come ora. E poi perché quest’anno abbiamo creato lo spettacolo più ricco e straordinario di sempre. Al teatro Alfieri, si avvicenderanno sul palco i migliori artisti del mondo. Due ore di show e magie indimenticabili. Da vedere assolutamente! Il modo migliore per tornare a sognare insieme…”

Alessandro Marrazzo, regista e show designer della manifestazione spiega: “L’uomo è sempre stato un esploratore e fin dalle epoche remote si è posto la domanda di che cosa ci fosse lassù nel buio cielo costellato da migliaia di piccole luci brillanti, le stelle.
Quante volte, guardando il cielo, abbiamo desiderato cogliere una stella per portarla in dono a qualcuno a noi molto caro? Partendo da queste suggestioni e dall’uso della parola stella o star come sinonimo di eccellenza mondiale ho pensato all’edizione 2022 di Masters of Magic, uno spettacolo immerso in uno show design interstellare, un’immensa scenografia ispirata al firmamento, una straordinaria invenzione scenica che evoca la volta celeste con le sue orbite e le sue stelle, una suggestiva, originale e tecnologica macchina teatrale che fa brillare la meraviglia negli occhi degli spettatori.”

Questa edizione 2022 ha inoltre attivato una collaborazione speciale con Torino Comics, il cui tema è la magia, intitolato appunto We believe in magic. I Maestri di Masters of Magic saranno presenti con la Magic School durante il festival che si terrà al Lingotto Fiere dal 10 al 12 giugno 2022.

La manifestazione è realizzata anche grazie al supporto di Regione Piemonte, Camera di commercio di Torino, Turismo Torino e Provincia, Città di Torino e gli sponsor IREN e Queencar.

IL GRAN GALA DELLA MAGIA, AL TEATRO ALFIERI

Atteso l’appuntamento aperto al più ampio pubblico del Masters of Magic World Tour: il Gran Gala Show ovvero il più grande spettacolo di magia del mondo, in programma sabato 28 a domenica 29 maggio, al Teatro Alfieri.

Protagonisti di questo incredibile evento che animerà il weekend torinese saranno nove illusionisti di fama internazionale, giunti a Torino per Masters of Magic World Tour Convention.

Un’occasione unica e irripetibile, rivolta a grandi e piccini, per ammirare dal vivo tutto il meglio della magia mondiale, ma anche per avere una panoramica dell’orizzonte dei nuovi talenti e per lasciarsi affascinare dai prestigi più impossibili e le performance più stupefacenti.

A salire sul palco del Gran Gala Show insieme a Walter Rolfo, la super star Dan Sperry per la prima volta in Italia con le sue illusioni uniche e taglienti; non mancherà anche uno dei maghi più amati e seguiti d’Italia: Raul Cremona, e insieme a lui il campione mondiale di mnemonica Vanni De Luca, l’artista del Cirque du Soleil specializzato in giocoleria orizzontale Victor Moiseev, il contorsionista australiano figlio d’arte, Captain Frodo, il giovane trasformista coreano Man Ho Han, il fantasista Ernesto Planas, il campione del mondo di manipolazione Niek Takens e il gruppo Campione del Mondo di grandi illusioni Magus Utopia che presenterà per l’occasione uno spettacolo al confine tra teatro e magia. Due ore di pura meraviglia e incanto, performance dopo performance!

CONVENTION 2022 AL MASTIO DELLA CITTADELLA DI TORINO

A rendere magica la città di Torino, in attesa dell’appuntamento del Gran Gala Show nel weekend, ci penserà la Convention 2022. L’appuntamento di richiamo internazionale, dedicato in esclusiva agli appassionati di magia, torna finalmente dal vivo al Mastio della Cittadella di Torino da giovedì 26 a domenica 29 maggio.
Fin dalla sua prima edizione ha ospitato i più importanti maghi del mondo – tra i quali David Copperfield, Dynamo, David Blaine, Cyril Takayama – e quest’anno apre le porte del mistero e dei segreti degli illusionisti per coinvolgere tutti i partecipanti in una vera maratona di oltre cinquanta eventi, tra workshop, concorsi, performance, conferenze e vere e proprie lezioni di magia per imparare a diventare maghi e affinare i propri trucchi!

Ma non solo, perché tutti coloro che parteciperanno alla Convention potranno inoltre immergersi anche nella più innovativa “Fiera magica” del mondo, con un intero spazio dedicato agli “inventori di magie” dove sarà possibile acquistare ogni tipo di illusione e prestigio: dal filo dell’invisibilità ad ogni novità del mercato della magia, dove tutto è possibile per chi sa cercare!

Attesi fra gli ospiti del Festival, 1500 illusionisti professionisti provenienti da tutto il mondo e oltre 40 star internazionali che condivideranno idee e tecniche, oltre ai loro più grandi segreti, con lo scopo di inventare i nuovi prestigi che ci stupiranno nei prossimi anni. Non mancheranno nomi del calibro di Richard Wiseman, professore di psicologia e illusionista britannico di fama mondiale, il mago Raul Cremona tra i più seguiti e amati d’Italia, il mentalista e concorrente di Italia’s Got Talent 2019, Andrea Paris, il campione europeo di cartomagia Francesco Fontanelli, il giovane duo di talento Jack Nobile & Hyde.

I TROFEI PIÙ PRESTIGIOSI

Masters of Magic è anche foriera di nuovi giovani talenti, che possono dimostrare le proprie abilità concorrendo al premio internazionale “Trofeo Victor Balli”, fra i più importanti riconoscimenti al mondo.
Altro concorso in occasione del Festival, è il Campionato Italiano di magia: i concorrenti vengono selezionati durante l’anno in tutte le città d’Italia per poi sfidarsi nel Gran Finale. Negli anni è stato vinto da artisti diventati famosi, come Andrew Basso protagonista di uno spettacolo residente a Broadway e Vanni De Luca, uno dei mentalisti più bravi al mondo.
Tra gli altri importanti premi, da ricordare il prestigioso riconoscimento “Grolla d’Oro”, che consacra i migliori artisti dell’illusione al mondo, e che quest’anno verrà assegnato a Richard Wiseman, che sarà ospite a Torino venerdì 27 maggio.

LA MAGIA INCANTA LA REGGIA DI VENARIA

La magia del Masters of Magic World Tour quest’anno raggiunge anche la Reggia di Venaria, rendendo l’atmosfera della storica residenza sabauda ancora più incantata.

Dal 2 al 5 giugno il pubblico potrà assistere a spettacoli straordinari e scoprire i segreti di nuove illusioni, vedere gli uomini sfidare le più severe leggi della natura e vivere mille emozioni diverse, attraverso il racconto del gioco e della magia.

Passeggiando tra i giardini fioriti della Reggia si potranno ammirare i prestigi dei concorrenti in gara al Campionato del Mondo di Street Magic: una sfida all’ultima “magia”, seguita da una giuria ufficiale, per decretare il nuovo Campione del Mondo. La finalissima si terrà domenica 5 giugno alle ore 18 nella Corte d’Onore della Reggia.
Ogni giorno, inoltre, grandi e piccini potranno raggiungere il Magic Corner e godersi l’emozione di uno prestigio one-to-one, oltre a mettere alla prova le proprie capacità visitando il Museo delle Illusioni Ottiche in compagnia del Mago Fax. Uno spazio a cielo aperto e interattivo dove toccare con mano la più grande collezione del mondo di illusioni ottiche, partire alla scoperta di affascinanti segreti sul funzionamento della nostra mente e scattare delle foto impossibili.
Infine, i più giovani potranno sperimentare anche l’arte del riciclo in maniera originale partecipando alla Eco Magic School.

Insieme ai maestri di Masters of Magic impareranno a riutilizzare il materiale da recuperare per costruire un trucco di magia e metterlo in scena. Un’esperienza divertente e formativa all’insegna della magia e della sostenibilità!

Al tema del gioco sono dedicate le mostre e le attività culturali della Reggia di Venaria nel 2022, non solo per i rimandi storici di una residenza che era per antonomasia luogo del loisir, del divertimento e dei momenti ludici dei sovrani, ma anche per uno sguardo puntato sul presente col desiderio di tutti di dedicarsi anche a momenti di spensieratezza.
Il gioco nelle sue varie manifestazioni è infatti il filo conduttore della proposta culturale articolata in un calendario di attività realizzate ad hoc, tra cui spiccano i Campionati Mondiali di Street Magic.

BIOGRAFIE

WALTER ROLFO
PRODUTTORE E DIRETTORE ARTISTICO
Ingegnere, coach ed esperto in processi percettivi. Professore all’Università di Torino e al Politecnico di Torino, è stato relatore al TedxRoma e speaker al WIRED Next Fest. È uno dei più importanti studiosi di psicologia applicata alla ricerca della felicità oltre ad essere uno dei massimi esperti al mondo di illusionismo. Autore, conduttore e produttore televisivo per Rai, Mediaset e Sky con più di mille trasmissioni all’attivo. È fondatore e CEO di Masters of Magic, multinazionale worldwide leader per eventi live e tv legati alla magia. Ha ricevuto numerosi e importanti premi internazionali e detiene 5 Guinness World Records legati alla magia. È l’autore del best-seller L’arte di realizzare l’impossibile edito da Sperling&Kupfer. Da anni insegna le strategie di felicità per supportare le aziende e i loro leader, nel raggiungimento degli obiettivi strategici, attraverso la creazione di squadre efficienti, motivate e felici. È consulente di varie multinazionali.

ALESSANDRO MARRAZZO
REGISTA E SHOW DESIGNER
Alessandro Marrazzo è regista, scenografo, show designer, lighting designer, sceneggiatore ed autore televisivo. È una delle grandi eccellenze nazionali: ha portato il genio creativo italiano nel mondo, ideando film, musical, grandi recital comici, opere liriche e pièces teatrali di notevole spessore e rinomanza.Il suo percorso formativo lo ha fatto diventare uno degli scenografi cinematografici più importanti del panorama internazionale (vincitore nel 2006 del premio come miglior scenografo ASC CINECITTÀ STUDIOS CHIOMA DI BERENICE). Regista di spot pubblicitari e di trasmissioni per le principali reti televisive nazionali (RAI e MEDIASET) ed europee.L’originalità del suo approccio, unico al mondo, che consiste nel creare e dirigere opere nella loro globalità, e la sua eccellente poliedricità, lo portano ad essere uno degli show designer più ambiti e ricercati, in tutti gli ambiti dello spettacolo.
Sito ufficiale: http://www.alessandromarrazzo.com

PROGRAMMA DEL MASTERS OF MAGIC WORLD TOUR

MERCOLEDÌ 25 MAGGIO
Mastio della Cittadella
● Apertura della convention
● Finale del Campionato Italiano 2022

GIOVEDÌ 26 MAGGIO
Mastio della Cittadella
● Apertura Dealer Room
● Dalle 9.00 alle 19.30 Lecture e workshop
● Cerimonia di apertura
● Magic Midnight Show – Freakshow Jabba’s Alive
● Beer Party
● Teatro Alfieri
● Concorso internazionale Victor Balli

VENERDÌ 27 MAGGIO
Mastio della Cittadella
● Apertura Dealer Room
● Dalle 9.00 alle 19.30 Lectures e workshop
● Concorso internazionale Victor Balli
● Consegna Premio Golden Grolla
● Gran Gala di Close-up
● Beer Party

SABATO 28 MAGGIO
Mastio della Cittadella
● Apertura Dealer Room
● Dalle 9.00 alle 19.30 Lectures e workshop
Teatro Alfieri
● 10.00 – 13.00 Workshop Jack Nobile & Hyde
(Aperto al pubblico, biglietti in vendita su vivaticket)
● 17.00 Gran Gala Show “Masters of Magic World Tour”
● 21.00 Gran Gala Show “Masters of Magic World Tour”
(Aperto al pubblico in vendita su Vivaticket)

DOMENICA 29 MAGGIO
Mastio della Cittadella
10.00 – 11.30 Lecture Raul Cremona
Cerimonia di chiusura congresso
Teatro Alfieri
15.00 e alle 19.00 Gran Gala Show “Masters of Magic World Tour”
(Aperto al pubblico in vendita su Vivaticket)

INFORMAZIONI UTILI AL PUBBLICO

MASTERS OF MAGIC WORLD TOUR 2022 – CONVENTION
Mastio della Cittadella
26 – 29 maggio 2022
http://www.mastersofmagicconvention.com
Acquisto del biglietto per l’intero evento dal 26 al 29 maggio 2022
https://www.vivaticket.com/it/biglietto/abbonamento-congresso-masters-of-magic-world-tour-2022/1

GRAN GALA SHOW – MASTERS OF MAGIC WORLD TOUR
Teatro Alfieri
28 e 29 maggio 2022
Acquisto del biglietto per il Gran Gala Show (28/29 maggio 2022)
https://www.vivaticket.com/it/biglietto/masters-of-magic-gran-gala-di-magia-2022/177638

WORKSHOP “JACK NOBILE & HYDE”
Teatro Alfieri
https://www.vivaticket.com/it/biglietto/workshop-jack-nobile-hyde/177639

MASTERS OF MAGIC ALLA REGGIA DI VENARIA
Giardini della Reggia di Venaria
2-5 giugno
Acquisto del biglietto per i Giardini della Reggia di Venaria in biglietteria o sul sito ufficiale.

Ufficio Stampa
Masters Of Magic World Tour 2022
Veronica Sisinni – veronica.sisinni@gmail.com
Tel. 347 068 1604
Alessia Belli – alessiabelli.press@gmail.com

Contatti Masters of Magic
Sito: http://www.mastersofmagic.tv
e-mail: team@mastersofmagic.tv
Tel. +39 3480011257 | +39 011 19719142

TORINO. LE “CHIAVI” DELLE CITTA’ SARANNO CUSTODITE AL MUSEO RADIO TV DI TORINO.

#ESC 2022, AL MUSEO RADIO TV RAI DI TORINO LE ‘CHIAVI’ DELLE CITTÀ – SARANNO ‘CUSTODITE’ FINO AL PASSAGGIO DELLE CONSEGNE

L’Eurovision Song Contest che si è appena concluso a Torino resterà simbolicamente ancora in città fino al 2023: al Museo della Radio e della Televisione del Centro di Produzione Tv Rai di via Verdi 16, infatti, sono esposte tutte le chiavi ‘artistiche’ delle città ospitanti, ciascuna delle quali viene di volta in volta inserita nell’installazione a ogni cambio delle consegne.
L’ultima è quella di Rotterdam dell’Esc 2021, alla quale si aggiungerà la chiave di Torino dopo il passaggio di testimone con la città che – nel 2023 – ospiterà per l’Ucraina l’Eurovision Song Contest. Il Museo della Radio e della Televisione Rai di Torino è visitabile da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 18.30, con alcune aperture straordinarie nei giorni festivi.


Per info https://www.rai.it/museoradiotv/.

Torino, 18 maggio 2022

ALESSANDRIA. VENERDI’ 20 MAGGIO, SESTO APPUNTAMENTO DI “E A UN CERTO PUNTO IL ROSSO CAMBIO’ COLORE” ALLA FONDAZIONE LUIGI LONGO.  

SCRITTORE PIERPAOLO PRACCA DI “GRAMA TERA” CON RICKY AVATNEO E UMBERTO POLI IN CONCERTO.

Venerdì 20 maggio, sesto appuntamento di “E a un certo punto il rosso cambiò colore” alla Fondazione Luigi Longo con lo scrittore Pierpaolo Pracca e la presentazione di “Grama Tera” con Ricky Avataneo e Umberto Poli in concerto.

Venerdì 20 maggio – ore 21, ingresso libero – alla Fondazione Luigi Longo (via Baudolino Giraudi 421- Castellazzo Bormida) si terrà il sesto appuntamento, della rassegna “E a un certo punto il rosso cambiò colore”. La serata intitolata “Tutte le memorie scritte del mondo” vedrà protagonisti lo scrittore Pierpaolo Pracca con la presentazione del libro “I sogni della Bollente” e la presentazione concerto del CD “Grama Tera” prima straordinaria opera dell’omonimo duo comporto dal cantautore Ricky Avataneo e dal polistrumentista Umberto Poli. Nella prima parte della serata, introdotto da Lionello Paolo Edoardo Archetti-Maestri, Pierpaolo Pracca ci racconterà alcune storie della Bollente, aneddoti, leggende, scorci di memoria legati a doppio filo con personaggi tanto spontanei, quanto “mitici” della città di Acqui Terme, uno sguardo poetico, morbido d’amore, sul quartiere della Pisterna e dei suoi variegati abitanti – con un riflettore acceso e puntato proprio sulla fontana della Bollente! -. Il suo racconto sarà arricchito dalle voci di Francesca Lagomarsini e Paolo Saraceno che interpreteranno alcuni frammenti tratti dal libro. Pierpaolo Pracca antropologo e studia la storia delle mentalità, alterna il lavoro di scrittore a quello di psicanalista. Ha pubblicato diversi articoli per riviste scientifiche di settore. E i seguenti saggi e romanzi: Natura e morale (2004), Cesare Pavese: il meriggio e il sacro (2006), Cesare pavese: le colline e il sole (2007), Il venditore di poesie (2009), L’amore, la morte e il basilico (2010), A tavola nel paese che non c’è (2011), Cibo e utopia (2013), I sogni della Bollente (2018), Dove la terra finisce: I viaggi gastrosofici di Eugenio Montale in Normandia Bretagna (2021), La cucina magica di Dino Buzzati (2021), Profumo di basilico (2022). La seconda parte della serata vedrà in scena la band Grama Tera con un concerto di canzoni originali e tradizionali, il suono ora torbido, ora coloratissimo di un progetto in cui le corde, gli effetti e le suggestioni sonore di Umberto Poli si fondono a meraviglia con le storie senza tempo del cantautore Ricky Avataneo. In Grama Tera – una band, ma anche un disco, un’idea artistica e culturale – il folk, il blues e il rock più sperimentale incontrano, si mescolano, prendono letteralmente a schiaffi la lingua italiana e le molteplici sfumature del dialetto di Torino e provincia. Venerdì ascolteremo la quasi totalità dei brani del nuovo album di questi artisti piemontesi Umberto Poli (membro fondatore de Lastanzadigreta, con i quali nel 2017 ha vinto la Targa Tenco per la migliore Opera Prima con l’album “Creature Selvagge” e fondatore e leader dei Gospel Book Revisited) e il cantautore scrittore Ricky Avataneo (diversi dischi all’attivo come solista e con la Polveriera Nobel), in arte Grama Tera, accompagnati per l’occasione da una formidabile band con Simone Zoja alla fisarmonica e Gianfranco Nasso al contrabbasso e all’ukubass. Ad emergere da questo intreccio artistico è un amalgama compatto ed evocativo che – sulla scia di Woody Guthrie, Johnny Cash, Bob Dylan, Nick Cave, Mark Lanegan, Ry Cooder, Rhiannon Giddens e molti altri riferimenti illustri – tratteggia con immediatezza paesaggi in grado di spaziare dalle piole del Monferrato alle montagne di Valsusa e Val d’Aosta, dalle risaie del vercellese ai juke joint del Mississippi. Ballate criminali, canti di lavoro e fenomeni atmosferici. Venite ad ascoltare per credere! Ci attende, dunque, una serata molto, ma molto particolare, che affonderà le radici nella nostra terra, nei suoi segreti, nelle sue zone d’ombra, tra i suoi raggi luminosi! Ci fa piacere ricordare che collaborano a questa manifestazione culturale, con il patrocinio del Comune di Castellazzo Bormida, l’Associazione Gioco del Mondo, l’Associazione Memoria della Benedicta, Radio Gold e la Ristorazione Sociale “Ristò” – che durante l’evento offrirà anche un servizio bevande – e che la direzione artistica della rassegna è affidata a Paolo E. Archetti Maestri ed Eugenio Merico (due quarti degli Yo Yo Mundi). L’ingresso è libero fino a esaurimento posti, gradita la prenotazione ai numeri: 338.3285336 345.7395242 393.9094004 – volendo anche messaggi whatsapp – oppure scrivendo a segreteria@fondazioneluigilongo.it (si ricorda che è possibile contribuire alle attività della Fondazione http://www.fondazioneluigilongo.it).

Gli eventi si terranno al coperto, nelle sale espositive della Fondazione Longo.

Vi aspettiamo numerosi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: