Archivi autore

Andrea Amato

Direttore responsabile di Calcio Femminile Italiano
titolare di ''PhotoAgency di Andrea Amato''
Esperienza internazionale, accreditato UEFA - Lega Serie A, B.
23 anni

ALESSANDRIA. BIASOTTI E LUISON STENDONO IL BULE’ BELLINZAGO, L’ACF ALESSANDRIA PARTE FORTE.

Alle Ex Casermette è andata in scena la prima giornata di Eccellenza 2022/2023, ad affrontarsi Acf Alessandria e Bulè Bellinzago. L’Alessandria schiera in campo un 4-4-2 a rombo, sfruttando la velocità delle fasce, Il Bulè Bellinzago risponde con il più classico 4-4-2 in linea che in fase difensiva si modifica in 5-4-1.
Mister Tosi deve fare a meno di molte sue atlete ferme per infortunio, ultima in lista il portiere Dalerba che deve rinunciare a causa del forte mal di schiena.

La gara, per i primi 45 minuti, si è sviluppata principalmente dai piedi delle padrone di casa, oggi scese in campo con la maglia rossa, e le azioni da gol non hanno tardato ad arrivare.
Il duo Bergaglia-Biasotti mostra subito grande qualità e mette paura alla difesa delle Novaresi. In mezzo al campo Bagnasco e Lepre servono palloni d’oro alle attaccanti lasciando il lavoro sporco a Mensi e Luison. Dopo qualche minuto per famigliarizzare con il campo, le Alessandrine trovano il varco giusto per colpire. Al 20’, dopo un primo calcio d’angolo, la palla viene allontanata sulla fascia di destra dove Ravera crossa bene e trova la testa di Biasotti che non deve neanche saltare. Il suo debutto è promettente.

Passano 8 minuti e la classe 2004 arrivata dalla Juventus trova il raddoppio, questa volta l’assist lo serve Bergaglia. La corsa sul lato destro termina con l’ottimo passaggio al centro, Biasotti tocca il pallone e lo insacca alle spalle dell’estremo difensore ospite. Prima della fine del primo tempo, il Bulè Bellinzago trova la rete che riapre l’incontro. Direttamente da calcio di punizione, l’attaccante trova un gran gol calciando forte sotto la traversa, Fara non può intervenire. Il risultato alla pausa recita 2 a 1.

Nella ripresa, Sofia Bergaglia ha l’occasione per aumentare il tabellino ma la gioia le viene negata dalla grandissima risposta del portiere che mette in calcio d’angolo. Le grigie rallentano troppo e lasciano spazio alle ospiti che prendono coraggio e vedono possibile il pareggio. Il desiderio diventa quasi reale quando al minuto dieci l’attaccante di Bellinzago insacca indisturbata, ma il direttore di gara annulla il gol per fuorigioco.
Nel capovolgimento, al minuto 52 Martina Biasotti trova la tripletta, l’azione partita dalle retrovie si finalizza lanciando a rete la numero 11 che toccando il palone quanto basta porta a +2 il vantaggio delle grigie. La gara procede con il possesso delle ospiti che provano a pressare l’area delle alessandrine, trovando però il muro invalicabile.
Il vantaggio delle grigie aumenta ancora, la scatenata Biasotti viene atterrata in area di rigore e dagli 11 metri si presenta Martina Luison. La centrocampista non perde il vizio del gol e si unisce alla festa della solista Biasotti.
A completamento dell’opera, ormai con i tre punti in tasca, Giada Bagnasco, in volata sulla sinistra, crossa nel mezzo dove trova nuovamente la numero 11 grigia che stoppa, prende la mira e fissa il risultato sul 5 a 1 e il suo bottino personale a quattro gol.
Le grigie portano a casa una grande vittoria, maturata da una meravigliosa prestazione della stella nascente Martina Biasotti.

Al termine dell’incontro Mister Tosi e la MVP del match esprimono queste sensazioni:

Mister Gabriele Tosi: <<Oggi abbiamo messo in campo una buona prestazione, sono felice di poter iniziare questo campionato con una vittoria che darà sicuramente morale e fiducia. Biasotti la conosco molto bene ed ero certo che avrebbe fatto sentire la sua presenza, di sicuro esordire con quattro gol non è da tutti>> – Continua – <<A livello di prestazione, nel primo tempo abbiamo giocato a livello altissimo poi dopo la mezz’ora abbiamo subito un po’. Nella ripresa, nonostante i primi minuti, sono state brave a sfruttare ogni occasione e spero si possa continuare così>>.

Martina Biasotti:<< Sono molto contenta, non mi aspettavo un esordio così, ringrazio tutte le mie compagne per i palloni che mi hanno servito. Il lavoro che stiamo facendo da oltre un mese sta dando i suoi frutti e spero che nelle prossime partite si possa replicare la prestazione di oggi>>.


TABELLINO:

GOL: Biasotti 20′,28′,52′,87′; Luison 74′ – Bulè Bellinzago 45′
Ammonizioni: Luison 15’; Bulè Bellinzago 74’

Formazioni:

ACF ALESSANDRIA

Fara, Gallo, Orazzo, Biggi, Ravera, Luison, Mensi, Bagnasco, Lepre, Bergaglia (OUT 65′), Biasotti – a disposizione: Dalerba, Ghio, De Lio (IN 65′), Briglia, Bellò, Garavelli, Palacios – All. Gabriele Tosi

BULE’ BELLINZAGO:

Comizzoli, Mazzoni, Nino, Di Piero, Segalini, Masciaga, Clerici, Curatitoli, Mornata, Izzo, Delia – a disposizione: Labanca, Villarboito, Cannizzaro, Leveque, Leveque L., Gramoni, Boca, Meraviglia, El Akri – All. Budini

ALESSANDRIA. ALESSANDRIA VOLLEY AL VIA LA NUOVA STAGIONE

Ci sono emozioni che non possono essere controllate ma solo vissute.

Emozioni come quelle che le ragazze della serie C femminile ci hanno fatto provare lo scorso campionato raggiungendo, una non preventivata ma solo sperata, qualificazione ai playoff per la promozione in serie B2. Emozioni che sicuramente ci regaleranno anche in questa nuova stagione e per far si che siano emozioni esplosive la società del Presidente Andrea La Rosa si è mossa sul mercato con largo anticipo acquisendo le prestazioni delle già presentate Arianna Ferrari, Valentina Soriani e Martina Fracchia. Tre innesti che, vista la militanza acquisita in anni nelle categorie superiori, dovrebbero portare quella esperienza che ad una squadra molto giovane come il roster presentato lo scorso campionato è mancata in alcune occasioni. A guidare il team della serie C femminile ci sarà il riconfermatissimo Marco “Jus” Ruscigni che si avvarrà ancora della preziosa collaborazione del secondo allenatore e preparatore atletico Giorgio Oberti che vedrà, a completare il roster, le riconferme delle giovani leve alessandrine Arianna Bernagozzi, Alice Giacomin, Elisa Marku, Alessia Falocco, Chiara Cazzulo, Giulia Ponzano, Matilde Furegato, Francesca Oberti, Romina Marku e la ripresa dell’attività agonistica dell’alzatrice Silvia Rinaldi.
La nuova stagione porta anche altre interessanti novità strategiche per quanto riguarda il settore giovanile che vedrà sempre Massimo Lotta nella veste di Direttore Tecnico. L’under 16 eccellenza regionale e l’under 14 eccellenza territoriale si presenteranno al via sotto la bandiera del “PROGETTO 2A” che vedrà l’Alessandria volley e l’Acqui pallavolo unire le loro forze con un programma di collaborazione e sinergia. Le stesse ragazze dell’Under 16 eccellenza saranno impegnate a disputare anche il campionato di serie D in Alessandria. L’Alessandria volley, che vedrà uno staff tecnico del settore giovanile composto da Gabriella Scarrone, Alessandra Ferrando, Elisa Milan, Marcello Ferrari, Marco Dua, Paolo De Magistris e Andrea Guazzotti, la troveremo presente ai nastri di partenza dei campionati FIPAV con i team under 12, under 13, under 14, under 16 e iscriverà anche un team di 1^ divisione. Sempre nell’ambito del settore giovanile il 6 settembre inizieranno gli allenamenti del settore S3 ex minivolley che avrà uno staff tecnico composto da Elisa Milan, Marco Mantelli, Arianna Gaia con Ivana Berta, Greta Simi e Chiara Cazzulo come collaboratori di staff tecnico.
Nei vari progetti avviati la scorsa stagione trova conferma, come fanno sapere dalla società, l’ALESSANDRIA VOLLEY MEDICAL ZONE che avrà sempre come responsabile il Dott. Francesco Mele e il fisioterapista Antonio Aita. La società si avvarrà, forte dell’accordo stipulato, della collaborazione del famoso e storico Centro MASSAFISIO di Fulvio Massa.
Compiamo un passo indietro per riprendere il discorso sul “PROGETTO 2A”. Un nuovo grande progetto nato dalla volontà dell’Alessandria Volley e dell’Acqui Pallavolo di collaborare con un unico obiettivo puntare all’eccellenza attraverso il lavoro e la condivisione di obiettivi sfidanti.
Primo impegno per i 2 team che giocheranno sotto il vessillo di questo progetto è stato ad Occimiano nel weekend cimentandosi nel Torneo “PERBACCO” affrontando squadre di assoluto valore del panorama piemontese. Da affinare ancora l’intesa tra le atlete delle due società ma i primi riscontri si sono dimostrati molto positivi.
Sipario che si alzerà anche per il team della serie C femminile che sarà impegnata sabato prossimo in quel di Santhià nel primo concentramento valevole per la Coppa Piemonte FIPAV. Avversari di turno Volley Cigliano e Sammaborgo.
Come detto dalla Società nella conferenza stampa di presentazione della stagione sportiva 2022/2023 “Proviamo ad alzare ancor di più l’asticella all’insegna del motto *NEVER GIVE UP* ed essere sempre maggiormente, a livello sportivo, uno dei patrimoni dell’intera città e questo, senza scomodare l’alchimia, può trasformarsi in realtà solo se la “sinergia” tra sport e società in tutte le sue realtà produttive e non raggiunge livelli di intenti comuni e vincenti”.

UK. CHE COSA SUCCEDERA’ DOPO LA MORTE DELLA REGINA? PASSO DOPO PASSO VERSO IL SALUTO.

Passo dopo passo per il saluto alla Regina Elisabetta II.

Nel giorno D-Day, ovvero il giorno della morte della regina Elisabetta II, avranno luogo una serie di chiamate a cascata per informare la prima ministra, il segretario di gabinetto e diversi ministri e ufficiali di governo.

La premier sarà informata direttamente dal segretario privato della regina, così come anche il Privy Council, ovvero i consiglieri della regina. In seguito, le segreterie dei vari dipartimenti riceveranno a loro volta una nota con la quale poter informare gli altri ministri di governo. Il messaggio reciterà “Siamo appena stati informati della morte di sua maestà la regina”. Tutti i ministri dovranno mantenere totale riserbo sulla notizia. Il segretario di gabinetto manderà poi una e-mail agli alti funzionari pubblici. Tutte le bandiere di Whitehall saranno messe a mezz’asta e il pubblico sarà informato tramite una notifica ufficiale della casa reale.

Per quanto riguarda la notizia tramite i media, la BBC storicamente viene sempre informata prima degli altri, dopodiché seguiranno a fiume tutti i tabloid e agenzie di stampa mondiali. Alcune stazioni radiotelevisive britanniche, negli ultimi anni, hanno tenuto delle esercitazioni su come annunciare la morte della regina.

Il giorno dopo la morte della regina, l’Accession Council, organo ufficiale per la proclamazione del successore di Elisabetta, si radunerà per formalizzare l’ascesa al trono del principe Carlo. Saranno tantissime le personalità presenti, tutte vestite a lutto, tra cui la prima ministra Liz Truss. Dopo tre giorni il principe Carlo, ora Re, riceverà le condoglianze ufficiali da Westminster, sede del Parlamento, e in seguito inizierà il tour del Regno Unito, con prima tappa il parlamento scozzese.

Siccome la Regina è morta nella sua residenza scozzese di Balmoral, viene messa in atto l’operazione Unicorno. Il suo corpo verrà trasportato a Londra tramite treno reale dove verrà accolto dalla prima ministra e da vari ministri. Le campane in tutto il paese verranno ovattate per rendere il suono più cupo e funereo. Dopo quattro giorni, ci saranno le prove per la processione della bara da Buckingham Palace al palazzo di Westminster e il giorno dopo ci sarà la processione ufficiale. Allora la Regina sarà posta per tre giorni a Westminster. I funerali avranno luogo dieci giorni dopo il decesso, all’abbazia di Westminster. Oltre ai funerali ufficiali, si terranno due minuti di silenzio nazionali a mezzogiorno e due processioni sia a Londra sia a Westminster. La regina verrà sepolta nella cappella commemorativa di Re Giorgio VI a Windsor.

Il giorno dei funerali numerosi servizi inglese, tra cui la borsa e numerose banche, rimarranno chiuse. Inoltre, questa giornata diventerà festa nazionale, dunque il prossimo anno nel giorno 8 settembre verrà ricordata la morte della Regina Elisabetta II, colei che ha governato 70 anni cavalcando due millenni e diventando la donna più potente del mondo.

UK. ”GOD SAVE THE KING” LIZ TRUSS CHIUDE COSI’ IL MESSAGGIO DI COROGLIO PER LA MORTE DELLA REGINA ELISABETTA II.

Il passaggio della storia, l’impatto mondiale e la premier Liz Truss.

Liz Truss Neo premier del governo inglese.

Durante il messaggio di cordoglio, la neo premier, Liz Truss ha ricordato la storia della Regina Elisabetta II, venuta a mancare nella giornata di oggi 8 settembre 2022. Ricorda i rapporti con internazionali, il grande lavoro svolto e la sua gratitudine per l’averla ricevuta per affidarle il ruolo da primo ministro.

Il messaggio è chiaro e coinciso, il Regno Unito continuerà ad essere grande nella storia e la scriverà ancora. Nel finale del suo messaggio stravolge di fatto il mondo con una semplice frase che passa da ”Dio salvi la Regina” (God save the Queen) a ”Dio salvi il Re” (God save the King).

Verrà modificato anche l’inno nazionale, che recita appunto la frase rivolta alla regina, e non sarà l’unico impatto che la morte della Regina darà su tutto il mondo, che di fatto si è fermato guardando le dirette della BBC, leggendo gli aggiornamenti dei tabloid inglesi e attendendo note ufficiali da Buckingam Palace.

UK. E’ MORTA LA REGINA ELISABETTA II, CARLO PRENDERA’ LA CORONA.

E’ morta nella residenza scozzese, Elisabetta II ha scritto la storia di due secoli.

La sovrana, 96 anni, è morta oggi nella residenza scozzese di Balmoral, dove le sue condizioni, fragili negli ultimi tempi specialmente dopo il Covid, si erano aggravate nelle scorse ore. L’annuncio ufficiale è arrivato con una nota di Buckingham Palace: “Sua Maestà è morta pacificamente oggi pomeriggio a Balmoral”, vi si legge. Nel testo si precisa, in riferimento a Carlo e Camilla, che “il Re e la Regina consorte rimarranno a Balmoral stasera e torneranno domani a Londra”. La Bbc ha fatto seguire l’annuncio da un momento di silenzio e dal suono dell’inno God Save the Queen.

La sovrana, mostratasi in pubblico in piedi ma fragile due giorni fa nella residenza scozzese di Balmoral per il passaggio di consegne alla testa del governo britannico fra Boris Johnson e Liz Truss, quindicesima premier e terza donna dei suoi 70 anni di regno, era stata già costretta ieri a rinunciare a una riunione virtuale. 

Come riporta ANSA, Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Sua Maestà la Regina Elisabetta II. La Regina Elisabetta, si legge in una nota, è stata “protagonista assoluta della storia mondiale degli ultimi settant’anni”. Alla Famiglia Reale, ai Governi e a tutti i cittadini del Regno Unito e dei Paesi del Commonwealth, le più sentite condoglianze.