YOGA DELLA RISATA E I NON UDENTI di LALLA RIBALDONE.

YOGA DELLA RISATA E I NON UDENTI

 

COSA E’ LA SORDITA’ – IPOACUSIA

La sordità congenita, o meglio l’ipoacusia, deriva da fattori ereditari, ma ci sono anche forme non ereditarie, causate da un deficit di sviluppo durante la gravidanza o da asfissie durante o dopo il parto; può anche essere legata ad una malformazione del canale uditivo che risulta ostruito o parzialmente assente.

received_1703902549643046-1133196584.jpeg

STORIA YOGA DELLA RISATA

Nel 1995 un medico indiano, Madan Kataria, stava scrivendo un articolo Ridere la miglior medicina, dove descrisse in dettaglio i benefici della risata. Il 13 marzo 1995 si recò nel parco pubblico di Mumbai e cercò di convincere quattro persone ad unirsi a lui per dare vita ad un “Club della Risata” che col tempo aumentarono sino a 50 persone raccontando barzellette. Dopo due settimane le barzellette diventarono pesanti e suscettibili di sensibilità di qualche partecipante. E qualcuno volle sciogliere il gruppo. Il dr. Kataria chiese agli astanti un giorno di tempo per sviluppare un’idea per risolvere la questione. E trovò la risposta: scoprì che il corpo non distingue tra una risata vera e una simulata. Il mattino dopo tornò al parco e spiegò la sua scoperta e e chiese di interpretare la risata, senza uso di comicità…. Nonostante lo scetticismo… il risultato fu un successo enorme! Per qualcuno la risata simulata si trasformò in risata spontanea, poiché questa è contagiosa e in poco tempo il gruppo rise come non aveva mai fatto! E così nacque Yoga della Risata, anche grazie all’aiuto della moglie Madhuri tramite una miscela di respirazione yogica profonda, stretching ed esercizi che stimolano la risata e aiutano a stimolare la giocosità tipica dei bambini. E soprattutto noi adulti dobbiamo ritrovare il nostro bambino interiore con la risata spontanea, in qualunque momento della vita.

 

received_1703901896309778-190823659.jpeg

QUALI SONO I SUOI BENEFICI E PERCHE’ FA BENE RIDERE….

Ridere senza motivo fa bene perché….

  • Risolleva il morale (favorisce il rilascio delle endorfine, ormone della felicità)
  • Porta benefici alla salute (riduce lo stress e il sistema immunitario)
  • Porta benefici per il lavoro (ci si sente più carichi di energia e si è molto più produttivi)
  • Funziona da collante sociale (facilita la relazione e favorisce la condivisione e l’empatia)
  • Aiuta nelle situazioni difficili (si guadagna forza nelle avversità e si acquisisce un meccanismo che aiuta a mantenere un atteggiamento mentale positivo.

Non c’è bisogno del senso di umorismo, tipo barzellette, un film comico, gags ecc, si può ridere anche se non si è felici o di buon umore. La giocosità tipica dell’infanzia è l’essenza della risata. Se consideriamo che i bambini ridono sino a 400 volte al giorno, gli adulti al massimo 10 volte (quando va bene) ciò significa che possiamo fare come i bambini. E come? Addestrando il corpo e la mente a ridere con esercizi di respirazione. Volete provarlo? Trovate il club più vicino a voi e provate!

 

LA MIA STORIA PERSONALE…..

Il mio nome è Laura, Lalla per gli amici. Ho 48 anni e vivo a Solero,  un piccolo paesino della provincia alessandrina. Sono affetta da ipoacusia congenita a causa del parto prematuro essendo nata con un mese in anticipo (avevo fretta di uscire evidentemente!) e il mio canale uditivo non si è formato completamente con una perdita d’udito del 75 per cento. E sono portatrice di protesi acustiche dall’età di 5 anni. Sin da piccola non sono mai stata molto socievole con i compagni ed amichetti, solo quei pochi, ma buoni! Mi sentivo un po’ in disparte, un po’ perché non capivo cosa dicessero, e ridevo molto poco! Crescendo, scuola dopo scuola, sentivo sempre di più la mia disabilità, mi sentivo in un mondo a parte e spesso e volentieri anche esclusa. E questo per me, insomma, non era il massimo della felicità per una bambina o adolescente. E avevo sempre paura, dovevo stare sempre con qualcuno per paura di non sentire, mi rendevo dipendente per qualsiasi cosa, per strada, al telefono, e se mi facevo ripetere le parole…mi prendevano come una noiosa o una stupida che non capisce nulla. Nonostante il lavoro, il matrimonio, mi sono sempre sentita ad un passo indietro rispetto ai normoudenti, e non mi accettavo per quello che ero, persino mi vergognavo di avere le protesi. Poi varie vicissitudini familiari tra cui lutti e separazione con conseguente divorzio tra il 2000 e il 2016, mi buttarono ancora più giù moralmente. Il periodo più brutto, all’inizio del 2016, quando sono rimasta da sola, per i pregiudizi della gente sulla fine del mio matrimonio, chi diceva che per via della mia sordità avrei avuto bisogno di una badante, amici che credevo veri per anni che mi hanno voltato le spalle, conosciuto persone sbagliate. A maggio son arrivata in fondo al pozzo… Sino a che…..

 

 

INCONTRO CON YOGA DELLA RISATA

Sino a che…..

(Nella foto alcuni leader del gruppo Novi (e dintorni) che Ride, con l’Ambasciatrice nel mondo Yoga della Risata Elisabetta Grosso, Elisa Bussolo del Club di Solero SoleRiso, Rosalba Riviera e Ester Gatto di Novi Ligure)

A fine maggio 2016 durante la Festa dello sport a Solero notai un gazebo di Yoga della Risata. Chiesi ad Elisa Bussolo (che diventerà la persona più importante della mia vita, la mia guida personale e spirituale), cosa fosse. E mi spiegò che era una disciplina dove si può ridere spontaneamente senza alcun motivo ed alcune delucidazioni. Rimasi molto scettica su questa cosa, mi domandai: “Come posso ridere in una situazione del genere?”.

E passò ancora un mesetto sino a che mi son detta: Lalla devi ricominciare daccapo! E decisi di frequentare il club di Elisa Bussolo. E ci andai…

 

E piano piano, sessione dopo sessione cominciai ad avere qualche sollievo, qualche beneficio… Ad agosto ad una magnifica sessione al Parco del Castello di Novi Ligure conobbi la dottoressa Elisabetta Grosso, una persona molto umana dal grande cuore pieno di amore per la vita… E capii che non mi bastava frequentare le sessioni una volta la settimana per svuotare quello che avevo dentro.

(Nella foto: certificazione leader yoga della risata a settembre 2016)

A settembre diventai leader di yoga della risata, anche se non avevo interesse ad espormi come conduttrice di club od altre attività connesse, sempre per via delle mie paure per la mia sordità, di non essere in grado di farcela, anche se avevo svuotato parte delle mie tribolazioni dal mio corpo e  dalla mia mente. Ma a quasi 47 anni avevo ricominciato a ridere! Anzi COMINCIATO A RIDERE!

Perché non mi ricordo di aver riso da bambina….

A settembre decisi di farmi il regalo di compleanno… E col gruppo dei leaders di Novi Ligure decisi di andare a conoscere di persona il grande dr. Madan Kataria a Civitanova Marche, vicino a Macerata. E lì vidi per la prima volta anche la Master Teacher Lara Lucaccioni.

received_1703901752976459-105652064.jpeg

(Nella foto con il dottor Madan Kataria, il fondatore di Yoga della Risata).

Sono stati due giorni molto intensi e significativi per me, pieni di emozioni, nonostante capissi poco quel che diceva, ma emanava un’energia e un’aura pazzesca con la sua risata contagiosa! A novembre la mia amica leader Elisa per due settimane non potè condurre le sessioni al suo club e mi chiese di farle io…. Panico totale! Come posso io, ipoacusica condurre le sessioni? Ma non si poteva lasciare i nostri partecipanti per due settimane senza ridere! Mi buttai… e andò tutto bene. Tra l’altro proprio in quei giorni l’azienda dove lavoro venne colpita dall’alluvione. Altri pensieri negativi…e se perdo lavoro? Non ho un punto di appoggio per un aiuto, ma con la meditazione giusta riuscii a superare anche questo difficile momento. E visto che la conduzione mi piaceva parecchio mi son domandata: “Perché non creare un club con gli anziani della casa di riposo di Solero?” e ci pensai parecchio tempo.. perché per via della mia sordità mi bloccavo in continuazione, nel senso “E se non sono in grado di farlo? E se poi non sento quello che mi dicono loro? “ Ma ho avuto la fortuna che a fianco a me c’erano persone che mi hanno dato carica, forza, e… a febbraio ecco il club dei Nonnini Ridenti, impresa non facile ma molto soddisfacente a livello personale ed emotivo.

 

E da lì il mio cuore disse… VAI! BUTTATI!

Presi la seconda certificazione leader, partecipai ai vari eventi della zona, al workshop a Milano di RIDI AMA VIVI della Master Teacher Lara Lucaccioni e presi la decisione di affrontare la più grande sfida della mia vita, diventare Teacher Laughter Yoga.Perchè ho sempre pensato che nella mia vita avrei voluto comunque progettare un qualcosa con i non udenti. Con molto timore partii per Reggio Calabria per fare il corso di certificazione Teacher Laughter Yoga. Sfida vinta in tutti i sensi. Ora ho più coraggio di affrontare la vita da sola, ma con a fianco dei compagni di viaggio meravigliosi, scacciate via le paure, i blocchi, il tirarsi indietro per via della mia sordità. Con Yoga della Risata, se si vuole si può!

Concludendo: SOGNI E PROGETTI CON YOGA DELLA RISATA….

Il mio grande sogno è quello di poter aprire un club, o comunque fare sessioni in varie associazioni dei non-udenti. Impresa non facile, ma se non ci provo non lo saprò mai! E di fare i workshop, corsi base per gli operatori e i diversamente abili.

Perché?

Semplicemente, se io, ipoacusica, ce l’ho fatta, perché non possono farcela anche gli altri? Io ne son certissima che chiunque diversamente abile sia UGUALE ai normodotati, davanti a tutti, coi propri limiti fisici. Voglio far capire loro che non devono mai sentirsi ad un passo indietro per paura di non farcela, che trovino il coraggio di buttarsi nella vita, nei progetti, nelle emozioni.Ecco perché fare yoga della risata. Per stare meglio con se stessi, per amarsi di più, e stare bene con gli altri, senza dare importanza ai propri limti fisici. E nonostante TUTTO si può ridere senza motivo!

Per chi vuole partecipare alle sessioni, in provincia di Alessandria abbiamo un gruppo dei Leaders davvero stupendo, Novi (e dintorni)Che Ride e diversi club:

  • Alessandria Ridi di cuore, con Nicoletta Scotti
  • Molare Sulle ali della Risata con Simonetta Albertelli
  • Gavi Ligure Gavi ridente con Cristina Lauri
  • Solero SoleRiso con Elisa Bussolo
  • Novi Ligure con Elisabetta Grosso e i vari leaders novesi

Oppure cercate sul sito il club più vicino a voi!

 

 

 

Un ringraziamento particolare va alle persone che mi hanno accompagnata nel cammino della mia vita nell’Universo di Yoga della Risata…

  • Elisa Bussolo del club Soleriso, che mi ha presa per mano nei momenti più difficili e dolorosi della mia vita
  • Elisabetta Grosso Ambasciatrice nel Mondo di Yoga della Risata e Paolo Favato per la loro umanità, il loro AMOre, la loro disponibilità, i loro insegnamenti e valori della vita.
  • Lara Lucaccioni Ambasciatrice e Laughter Master Teacher, donna di grande valore umano, sempre disponibile e vicina che mi ha infuso certezze, coraggio, forza, e…. mi ha risvoltata come un calzino! E quanto Amore, quanto Cuore mi ha riempito la vita!
  • Andrea Magnabosco teacher da un cuore enorme, per essermi stata vicina nei progetti, nelle condivisioni come un vero buddy!
  • Massimo Ambrosio teacher e soprattutto un grandissimo amico!
  • Tutti i leader del gruppo NOVI (e dintorni) CHE RIDE che sono dei meravigliosi compagni di vita che mi hanno sostenuta in ogni mio passo della mia vita
  • I compagni del corso Teacher Training Holiday che sono meravigliosi!
  • A tutti gli Amici Teacher e Leader d’Italia
  • A MADAN e MADHURI KATARIA per aver diffuso questo meraviglioso e magico Universo della Risata incondizionata. Che l’AMOre e la Pace regni in tutti noi!

GRAZIE DI CUORE A TUTTI!

 

 

 

 Alcune foto con i meravigliosi compagni di Yoga della Risata.E dei vari Club della zona.

 

Annunci