Tag: VALENZA

ALESSANDRIA VOLLEY CONVINCE NEL DERBY COL VALENZA.

Campionato FIPAV Serie C femminile

CONVINCENTE SUCCESSO NEL DERBY COL VALENZA PER
L’ALESSANDRIA VOLLEY

Nel dire che “Il mondo è un villaggio globale”, citando una frase del sociologo Marshall McLuhan, non possiamo però nascondere e affermare che il sapore delle cose del “piccolo mondo quotidiano” rivestono ancor oggi un sapore molto particolare che rende vivo l’essere e l’appartenere. Il vivere appunto valorizzando le piccole cose cambia sicuramente anche il nostro essere e, perché no, il nostro umore. Ecco perché un derby, seppur circoscritto e sentito nello spazio globale locale, assume valori importanti per chi lo vive. Sabato in un clima di “festa”, grazie al numeroso pubblico e tifosi presenti, alla presenza dell’assessore Vittoria Oneto e di alcuni “SPONSOR” e all’insegna dello sportività, al Palacima di Alessandria, per la settima giornata del campionato di Serie C femminile di pallavolo è stato giocato il molto sentito derby provinciale tra il team dell’Alessandria Volley e quello dei vicini di casa del Valenza pallavolo. Al termine di un incontro avvincente le locali del Presidente Andrea La Rosa si sono affermate con un netto 3 a 0, 25/10 25/21 25/17 i parziali. Tre set che non si possono descrivere con la stessa trama. Infatti il primo è stato un monologo per Marku e compagne vinto con fin troppa facilità, il secondo, complice un pizzico di vanità e la convinzione di essere invincibili derivate dall’esito del primo set, ha fatto registrare una frazione più combattuta e giocata punto a punto, l’ultimo al contrario dei primi 2 è stato affrontato con nuova determinazione e si è concluso senza patemi e con apparente tranquillità. Coach Marco Jus Ruscigni per l’occasione ha avuto a disposizione la capitana Romina Marku, Alice Giacomin, Matilde Furegato, Elisa Marku, Francesca Oberti, Valentina Soriani, Martina Fracchia, Alessia Falocco, Giulia Ponzano, Silvia Rinaldi, Chiara Cazzulo, Arianna Ferrari e la quasi recuperata Arianna Bernagozzi ma ancora alle prese nel percorso di recupero definitivo. E in panchina, come sempre, l’intero staff della serie C che affianca coach Ruscigni il vice e preparatore atletico Giorgio Oberti, i Team Manager Marco Bernardelli e Simone Ponzano, il medico sociale Dott. Francesco Mele, il massofisioterapista Antonio Aita e lo scoutman Paolo Demagistris.
Passando alla partita giocata, come dicevamo in precedenza, primo set vinto da Furegato e compagne con estrema facilità grazie in primo luogo alla determinazione e alla attenzione nelle fasi di gioco messe da subito in campo. Punteggio mai messo in discussione grazie a due filotti iniziali, grazie anche a battute vincenti, di 10 punti il primo e 8 il secondo. Pertanto con un punteggio di 20 a 3 ha permesso di chiudere con tranquillità la prima parte dell’incontro sul punteggio di 25 a 10. Seconda frazione molto più equilibrata nel punteggio con un susseguo di cambi palla e contrattacchi vincenti da ambo le parti. Nel corso del set non si è mai notata la supremazia netta di un team sull’altro se non nelle battute finali quando sul 21 pari le locali con una accelerata si sono aggiudicate la frazione per 25 a 21. Terzo set, come si diceva altro film e altro copione, con Ferrari e compagne a conquistare da subito punti su punti e facendo registrare i parziali di 15 a 7, 20 a 12 che hanno permesso in tranquillità di chiudere questo terzo set 25 a 17 e incamerare 3 punti in classifica mantenendo il secondo posto alle spalla del Lilliput con la minima differenza di 2 punti.
Al termine soddisfazione in casa alessandrina da parte del Presidente Andrea La Rosa e di tutto lo staff dirigenziale e soddisfazione da parte del Direttore Tecnico Massimo Lotta non solo per il risultato ma soprattutto nel vedere crescere un team composto da dieci tredicesimi da atlete provenienti dal proprio settore giovanile da anni da lui impeccabilmente gestito.
Alla luce di questa settima giornata possiamo leggere una classifica che vede in testa il Lilliput con 20 punti seguita dall’Alessandria Volley con 18, Verbania 16, Issa Novara 14, La Vanchiglia, Sammaborgo, Ovada con 12, Piossasco 10, Pavic Romagnano 9, Real Venaria 7, Cigliano 6, Valenza e Pianezza 4, Igor Novara 0.
Prossimo incontro domenica 27 novembre alle ore 18,30 Pianezza Volley – Alessandria volley – impianto “A. Manzoni” di Pianezza. Come sempre si potrà vedere l’incontro sulla pagina facebook dell’Alessandria volley.

VALENZA. L’AVIS DONA 4 DEFIBRILLATORI PER IL 65° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE.(FOTOCRONACA).

L’Avis di Valenza, in occasione del 65° anniversario della fondazione, ha deciso di donare 4 defibrillatori alle forze dell’ordine presenti sul territorio: Polizia Stardale, Polizia Locale, Carabinieri e Guardia di Finanza.

Al termine della cerimonia religiosa nel Duomo di Valenza, officiata da don Santiago, i defibrillatori sono stati benedetti e donati alle forze dell’ordine.

I motivi che hanno spinto l’Avis di Valenza a donare i defibrillatori sono dovuti alla tempestività con cui Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale intervengono sui luoghi degli incidenti, anticipando l’intervento dei sanitari, motivo per cui è statto deciso di dotare le forze dell’ordine dei defibrillatori, che possono rivelarsi utili, se usati tempestivamente, a salvare vite umane.

Don santiago durante l’omelia si è soffermato sul significato che accompagna il lavoro del volontariato e sul lavoro delle forze dell’ordine.

VALENZA(AL). VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE E RISSE, CHIUSO PER 30 GIORNI LOCALE

Nuova chiusura per 30 giorni di un esercizio pubblico nel centro di Valenza

Gli agenti della Polizia di Stato, della divisione P.A.S.I., in forza alla Questura di Alessandria e della Stazione Carabinieri di Valenza hanno comunicato l’attuazione del decreto (art.100 del Testo Unico della legge di Pubblica Sicurezza) del Questore che ha disposto la sospensione della licenza per 30 giorni al titolare di un esercizio pubblico nel centro cittadino di Valenza.

Il provvedimento di chiusura era stato applicato nel dicembre scorso, quanto nel corso di numerosi controlli gli operatori della Stazione dei Carabinieri avevano riscontrato numerose e reiterate violazioni amministrative.

Non solo amministrative perché nel locale si erano verificate alcune risse e nelle conseguenti attività di controllo effettuate dal personale dell’Arma è stata accertata la presenza di persone in stato di ubriachezza oltre che di numerosi pregiudicati, con a carico reati di vario genere, dallo spaccio di stupefacenti, a reati contro il patrimonio e contro la persona.

L’esercizio pubblico era stato oggetto di continue segnalazioni per disturbo della quiete pubblica in orari serali e notturne.

Nonostante fosse già stata disposta una chiusura gli episodi si sono ripetuti in questi primi 3 mesi dell’anno.

Oltre alla continua frequentazione di persone pregiudicate, inclini all’uso della violenza e alla manifestazione di disprezzo per le norme che regolano la comunità, si sono registrate ulteriori due risse in una delle quale è stato usato un taglierino come arma impropria mentre in un’altra occasione le dipendenti del locale sono state vittime di lancio di oggetti presenti nell’esercizio.

Il nuovo provvedimento del Questore si è reso necessario a causa della recidiva della condizione che aveva condotto alla prima sospensione della licenza oltre che la diminuita percezione di sicurezza che è stata registrata nella cittadinanza ed, in particolare, in coloro che risiedono nella zona.

La chiusura è stata disposta per arginare situazioni di pericolo per l’incolumità degli avventori e di impedire il reiterarsi di episodi analoghi, tali da creare pregiudizio al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

VALENZA(AL). CHIUSO BAR PER VIOLAZONI AMMINISTRATIVE COVID, RISSE, SPACCIO E RISCHIO PER LA SICUREZZA.

Il personale della divisione P.A.S.I. in forza alla Questura di Alessandria e della stazione dei carabinieri di Valenza, su decreto del Questore, hanno notificato la chiusura per 30 giorni di un esercizio pubblico nel centro di Valenza ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico della Legge di Pubblica Sicurezza, la sospensione della licenza per 30 giorni.

Dal mese di luglio 2020 al mese di novembre 2021 sono stati operati numerosi interventi e segnalazioni da parte degli operatori della Stazione dei Carabinieri, che hanno riscontrato numerose e reiterate violazioni amministrative, riguardanti anche la recente normativa per il contenimento del contagio da Covid-19. Non solo.

Nel periodo tra Luglio 2020 e Novembre 2021, nel locale, si sono verificate alcune risse e durante le attività di controllo effettuate dal personale dell’Arma è stata accertata la presenza di persone in stato di ubriachezza, numerosi pregiudicati con a carico reati di vario genere, dallo spaccio di stupefacenti a reati contro il patrimonio e contro la persona.

L’esercizio pubblico è stato oggetto di continue segnalazioni per disturbo della quiete pubblica nelle ore serali e notturne.

Il provvedimento del Questore si è reso necessario per la diminuita percezione di sicurezza registratasi nella cittadinanza ed, in particolare, in coloro che risiedono nella zona dove ha sede l’esercizio pubblico.

Il provvedimento è stato preso per arginare situazioni di pericolo per l’incolumità degli avventori e di impedire il reiterarsi di episodi analoghi, tali da creare pregiudizio al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.