Tag: Torino fc

TORINO. TORO 2 EMPOLI 2. L’ESPULSIONE DI SINGO ROVINA LA FESTA PER I 115 ANNI DELLA SOCIETA’.

Allo Stadio grande Torino succede di tutto.

L’incontro valido per la tredicesima giornata di Serie A Tim, Torino-Empoli, regala emozioni ad entrambe le squadre. Il toro scende in campo con la maglia celebrativa dei 115 anni dalla nascita del club che sembra avere una sorte di boost per chi la indossa, vista la partenza indiavolata dei padroni di casa. Il toro affonda e pressa la difesa dell’Empoli, che sembra non riuscire a carburare. Pronti, via al minuto 10 Pobega apre le marcature sfruttando a dovere la ribattuta del portiere sul primo tentativo di Sanabria.

Passano 5 minuti e Pjaca finalizza la sua azione in solitaria partita dalla fascia sinistra, il centrocampista offensivo rientra centralmente e si porta al limite dell’area dove lascia partire il tiro, Vicario prova ad allungarsi, ma non riesce a negare il doppio vantaggio ai granata.

La partita che sembra ormai indirizzata e senza storia si riapre al 32°: Singo commette un fallo sull’ultimo uomo ed inizialmente viene ammonito. Il direttore di gara Colombi viene chiamato al Var e in seguito al check estrae il rosso diretto.

Il Toro subisce il colpo, arretra la linea di difesa e da agli ospiti l’opportunità di creare azioni da goal, che al 34°, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, favorisce Romagnoli, il quale intercetta il cross e insacca di testa riaprendo il match.

Il primo temo termina con il risultato ancora favorevole al Tori: 2 a 1

Il secondo tempo avvantaggia l’Empoli che forte della superiorità numerica e continua una pressante azione sulla line di difesa del Toro, che subisce il gioco dei toscani senza la lucidità necessaria per ripartire in attacco.

Il pareggio dell’Empoli al 72° realizzato da La Mantia, che pochi minuti prima si era visto annullare il goal per fuorigioco.

Il Toro all’80° potrebbe portarsi nuovamente in vantaggio con Bremer, che in contropiede, dopo aver rubato palla a centro campo, si avvia con una corsa solitaria di 70 metri fino davanti alla porta difesa da Vicario e al tiro spreca l’ultima occasione sparando la palla al cielo.

L’Empoli sul finale di partita ha l’occasione per portarsi in vantaggio, ma Savic nega il goal afferrando la palla a terra.

La gara finisce in parità con qualche malumore per i granata che avrebbero potuto festeggiare il 115 anni della società, che invece si è trasformata in una festa solo a metà.

L’espulsione di Singo ha spostato gli equilibri in campo e il Toro ha subito l’inferiorità numerica nei confronti degli ospiti.

TORINO. IL TORO SI GODE BREKALO, BREMER RADDOPPIA MA L’UDINESE CI PROVA FINO ALLA FINE.

Sul campo dello stadio Olimpico Grande Torino la squadra del Toro, dopo sconfitta subita a La Spezia, si scontra con l’Udinese che lo ha agganciato a 14 punti, vittorioso nell’incontro con il Sassuolo. Il Toro alla ricerca della vittoria, che li proietti in zona Europa, contro i bianconeri friulani, che nella scorsa stagione si erano imposti per 3 a 2 in casa del Toro ed erano poi caduti in casa per 1 a 0 per il goal di Belotti.

Foto Andrea Amato – PhotoAgency

La formazione del Torino(3-4-2-1): Milinkovic, Bremer, Pobega, Belotti, Lukic, Brekalo, Ola Aina, Buongiorno.

All. Juric

Udinese(3-4-2-1):Silvestri, Samir, Beto, Deulofeu, Walace, Udogie, Molina, Nuytinck, Pussetto, Pereyra, Becao.

All. Gotti

Direttore di gara Pezzuto di Lecce

La cronaca della partita.

Il calcio di inizio affidato all’Udinese e Toro che attacca dalla sinistra della tribuna.

Le squadre dopo una breve fase di studio e tentativi di gioco aereo e lanci lunghi a scavalcare il centro campo chiama in causa Belotti con n cross in area seguito da un tentativo del capitano di colpire la palla di testa in tuffo. Un minuto dopo ci pensa Brekalo con un tiro dalla distanza a portare in vantaggio il Toro.

Rinvio di Milinkovic per Sacìvic,torre di Belotti al limite dell’area e Brekalo dai 25 metri non da scampo a Silvestri.

Toro in contropiede sugli sviluppi di calcio d’angolo, superata la metà campo Lukic atterrato e primo giallo per Molina dell’Udinese.

La partita si scala e il gioco si fa molto intenso, duelli continui e improvvisi rovesciamenti di fronte mentre sugli sviluppi di un calcio d’angolo i granata di nuovo vicinissimi al goal del raddoppio.

Due nuove occasioni per il Toro negli ultimi minuti del primo tempo Belotti prima in contropiede con Belotti e palla che da Brekalo torna a Belotti. Poi Belotti servito in area messo fuori causa dal tocco della difesa non trova il tempo giusto per calciare a rete. Era comunque in fuorigioco.

sul punteggio di 1 a 0 in favore del Torino finisce il primo tempo.

Secondo tempo

Al 49° Belotti ruba palla, per il disimpegno sbagliato di Molina, al limite dell’area, ma il suo tiro viene respinto in angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo si forma una mischia in area a ridosso della porta difesa da Silvestri, dopo un batti e ribatti Bremer infila la palla nella rete.

Altra occasione per il Toro, Pobega riceve e spara rete fuor idi un soffio.

Giallo per il 50 friulano Becao.

Fuori 17 Nuytinck per il 5 Arslan nell’Udinese e 23 Pussetto per il 45 Forestieri

Nel Toro esce 22 Praet per 77 Linetty e dentro anche il 17 Singo

Nuovo giallo per l’Udinese

esce il 26 Djidji per il 6 Zima nel Toro

L’Udinese accorcia le distanze al 38° gran goal, su calcio di punizione, di Forstieri

Sostituzione nel Toro esce il 9 Belotti per il 7 Zaza e 14 Brekalo con 11 Pjaca

L’Udinese negli ultimi minuti di gioco attacca l’area granata alla ricerca del pareggio. Prima interviene Milinkovic su Arslan e poi Buongiorno su Beto.

Servizio Giuseppe Amato

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com