Tag: SPETTACOLI

ALESSANDRIA. MONFERRATO CLASSICA CON IL QUARTETTO DI CREMONA.

MONFERRATO CLASSICA
TERZO APPUNTAMENTO
QUARTETTO DI CREMONA
4 agosto Acqui, 5 agosto Nizza, 6 agosto Casale, 7 agosto Alessandria

Alessandria, 1° agosto 2022

Al giro di boa il festival diffuso Monferrato Classica firmato dal Maestro Alex Leon e sostenuto dall’Associazione H.E.R, che vede questa volta, salire sul palco il Quartetto di Cremona con le note di Puccini, Crisantemi Elegia per Quartetto d’Archi; Giuseppe Verdi Quartetto in mi minore e Franz Schubert Quartetto in re minore -La morte e la fanciulla.
Le note dei grandi compositori, eseguite dal Quartetto di Cremona, risuoneranno per il Monferrato a partire da giovedì 4 agosto dalla Piazza Duomo di Acqui Terme, per toccare poi venerdì 5 agosto al Foro Boario di Nizza Monferrato, sabato 6 agosto a Casale e concludere domenica 7 agosto ad Alessandria.
“Prosegue con entusiasmo la rassegna Monferrato Classica che ha portato la musica classica più bella di sempre, eseguita dai maestri, tra i migliori sul piano nazionale e internazionale, nel nostro territorio. Monferrato Classica è una finestra aperta sulle nostre colline, è un calice del nostro vino, è l’aria che si respira tra i filari. È la nostra storia che viene raccontata ai tanti spettatori che anche da fuori regione arrivano per ascoltare le note interpretate dai concertisti.” Racconta Leon “Monferrato Classica è soprattutto un messaggio culturale di sostenibilità, che trova nel pentagramma il suo vettore di diffusione.”
Monferrato Classica, si inserisce all’interno del progetto culturale Revolution Culture, ideato sempre dal Maestro Leon e sostenuto anche questo dall’associazione H.E.R, che tra giugno e luglio, ha animato le piazze della città di Acqui Terme con dibattiti, confronti, tavole rotonde e tanta musica diffondendo il concetto di sostenibilità non solo economica ma anche sociale come spiega Graziella Boi, project manager di H.E.R: ”Con la presenza del Quartetto di Cremona al Monferrato Classica sicuramente possiamo sottolineare ancora una volta la vocazione internazionale non solo del festival ma dell’italianità. Made in Italy è un’espressione commerciale nota al mondo almeno quanto i marchi Coca Cola o VISA. Made in Italy rappresenta un brand legato alla storia, alle radici culturali, alla cucina, ai beni architettonici, ai paesaggi, made in Italy è uno tra i brand più importanti al mondo. Monferrato Classica vuole essere un’esperienza per chi lo ama e vuole approfondire un pezzo di questo made in Italy. L’obiettivo del festival è quello di confermare l’Italia, in particolare il Monferrato, come primo posto tra turismo e cultura, ma sicuramente aiutare a riposizionare tra i primi posti l’attrattiva in termini economici. L’Italia è un posto per ricchi, i dati sul Monferrato confermano l’interesse di investitori stranieri e questo dovrebbe restituire un risultato complessivo di attrattività e di prestigio. Ci auguriamo che con questa nostra iniziativa di marketing territoriale e con Revolution Culture sia possibile nei tre anni a venire raggiungere questi obiettivi. Vi aspettiamo alle prossime date del festival”.

Calendario Quartetto di Cremona
Acqui Terme, 4 agosto, ore 21.00, Hotel La Meridiana
Nizza Monferrato, 5 agosto, ore 21.00, Foro Boario
Casale Monferrato, 6 agosto, ore 21.00, Palazzo Langosco
Alessandria, 7 agosto, ore 21.00, Palazzo Cuttica
Il costo del biglietto è di euro 20 comprensivo di una degustazione vino e prodotti monferrini.
Per informazioni e biglietti contattare il numero: 339 408 3494 o consultare il sito https://monferratoclassica.it/

Per interviste e approfondimenti artisti
Laura Gobbi
Mobile 3383937605

Quartetto di Cremona
Sin dalla sua formazione nel 2000, il Quartetto di Cremona si è affermato come uno degli ensemble cameristici più interessanti sulla scena internazionale. Invitato regolarmente a esibirsi nei principali festival e società di concerti in Europa, America e Asia, raccoglie unanimi consensi di pubblico e critica per il suo alto livello artistico. Tra i successi più recenti, i concerti di Milano, Madrid, Roma, Napoli, Cuenca, Zurigo e i debutti al Rudolfinum di Praga, alla Bruckner Haus di Linz, alla Chamber Music Society del Lincoln Center di New York. La prossima stagione include concerti in Scandinavia, Austria, Germania, Spagna, tour in India e in Nord America, e numerosi concerti nelle principali società di concerti italiane. Nell’ottobre 2023 è previsto il debutto alla Carnegie Hall di New York e nel 2024 a Dvorak Festival di Praga.

Cartellone Monferrato Classica
Stagione 2022
Seconda edizione

Massimo Quarta & MCO
1° settembre Acqui Terme
2 settembre Nizza Monferrato
3 settembre Alessandria
4 settembre Casale Monferrato

BIOGRAFIE
L E O N – Direzione Artistica
Nome d’arte di Alex Florin Leonte è un giovane violinista di formazione classica volto alla sperimentazione e alla ricerca di nuovi linguaggi musicali. Nasce nel 1987 a Sighetu Marmatiei, città del nord della Romania, e inizia lo studio del violino all’età di 5 anni in una piccola scuola di musica dedicata al grande violinista romeno George Enescu. All’età di 13 anni viene ammesso al prestigioso Liceo Musicale “Sigismund Toduta” a Cluj-Napoca sotto la guida del Maestro Soltan Viorel. Nel 2003 si trasferisce a vivere in Italia, per proseguire gli studi al Conservatorio “N. Paganini” di Genova, dove si diploma sotto la guida del Prof. Valerio Giannarelli. Nel 2011 studia alla “International Menuhin Music Academy” in Svizzera con Maxim Vengerov, Liviu Prunaru e Oleg Kasiv. Nel 2014 studia e si perfeziona con la violinista Bin Huang vincitrice di numerosi premi tra cui il 1° Premio Paganini. Dal 2016 al 2019 studia e si perfeziona in musica da camera con Massimo Quarta a Genova e successivamente Piergiorgio Rosso a Torino. Nel cammino musicale incontra vari musicisti con i quali collabora, tra i quali il pianista Stefano Nozzoli. I due artisti formano un duo stabile e costruiscono negli anni un repertorio cameristico che spazia da J. S. Bach, Mozart, Schubert a Beethoven, Brahms, Schumann, Poulenc, R. Strauss, Debussy e Prokofiev. Violinista versatile trova interesse anche verso altri generi musicali. Nel 2008 inizia la collaborazione con gli Yo Yo Mundi gruppo folk-rock Piemontese, con i quali inciderà diversi dischi, Album Rosso, Munfrà. Insieme agli Yo Yo Mundi terrà numerosi concerti in Italia e all’Estero in teatri e palchi prestigiosi. La collaborazione durata fino al 2013 con la band Piemontese, porterà un enorme bagaglio culturale ed artistico all’artista in divenire. Tra il 2010 e il 2013 sarà tra i fondatori di un progetto musicale e multiculturale chiamato “Orchestra Multietnica Furasté”, con il quale ha tenuto numerosi concerti in giro per l’Italia. Viene invitato come turnista in diversi concerti della band “The Vad Vuc” in Svizzera e insieme alla band “In Vivo Veritas” suona al Festival de Chassepierre in Belgio e a numerosi concerti in Italia. La ricerca di nuove forme e linguaggi lo portano ad approfondire la musica d’improvvisazione, attraverso la quale sente di poter esprimere al meglio le proprie idee ed emozioni. Studia improvvisazione jazz con Marco Tindiglia, Masa Kamaguchi, Dave Douglas, Karl Berger, Ingrid Sertso e Furio di Castri. Ha suonato con: Faondail, Orchestra Multietnica Furastè, In Vivo Veritas, The Vad Vuc, Sharon Shannon, Stefane Mellino (Les Negresses Vertes), Trivette Bluegrass Band, The Thomas, Class Ingstrom, Marius Seck, Valerio Carboni, Maria Teresa Lonetti, Miriam Gallea, Toti Canzoneri, 20 Strings, Andy Sheppard. L E O N suona un violino Ansaldo Poggi del 1974.

Trio Debussy
I torinesi Piergiorgio Rosso, Francesca Gosio e Antonio Valentino, dopo gli studi al Conservatorio, si sono formati nel 1989 alla scuola del Trio di Trieste e dell’Altenberg Trio Wien (grazie ad una borsa di studio della De Sono). Nel 1993 hanno debuttato alla Grosser Saal del Musikverein di Vienna; nel 1995 ottengono il secondo premio al Concorso Internazionale “Gui” di Firenze; nel 1997 il primo premio al Concorso Internazionale “Trio di Trieste”; nel 1999 tengono un ciclo di concerti al Teatro Coliseum di Buenos Aires; nel 2002 sono protagonisti all’Accademia di Santa Cecilia di Roma con il Concerto Albatro di Ghedini, diretti da Jeffrey Tate.
Quartetto di Cremona
Nasce nel 2000, durante un periodo di studio all’Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Rocco Filippini. L’ensemble, nell’attuale formazione dal 2002, si perfeziona con Piero Farulli del Quartetto Italiano presso la Scuola di Musica di Fiesole e con Hatto Beyerle dell’Alban Berg Quartett e in breve si afferma come una delle realtà cameristiche più interessanti sulla scena internazionale. Si esibisce regolarmente nei principali festival e rassegne di tutto il mondo, in Europa, in Sudamerica, Australia e Stati Uniti.
Massimo Quarta e Monferrato Classic Orchestra
Vincitore del Primo Premio al Concorso Nazionale di Violino Città di Vittorio Veneto (1986) e del Primo Premio al Concorso di Violino Opera Prima Philips (1989), nel 1991 Massimo Quarta ha vinto il Primo Premio al prestigioso Concorso Internazionale di Violino N. Paganini di Genova. La sua intensa attività concertistica lo porta ad esibirsi per le più prestigiose istituzioni concertistiche, suonando con direttori quali Yuri Temirkanov, Myun Wun Chung, Christian Thielemann e molti altri. Massimo Quarta è considerato uno dei piú importanti violinisti della sua generazione ed è stato ospite di alcuni tra i maggiori festival.
Human Evolution Resource
Siamo una sola associazione, ma costituita da persone, aziende, enti formativi, altre associazioni. Un unico gruppo, un insieme di persone che lavorano insieme per costruire qualcosa di grande. Ognuno conta perché porta qualcosa, aggiunge un pezzo al puzzle che una volta composto costruisce una risorsa imperdibile. Condividiamo e portiamo avanti un obiettivo: l’umanizzazione in ambiti quali l’educazione, la salute e il lavoro. Non si tratta solamente di ciò che possiamo fare, ma di come possiamo pensare insieme e di conseguenza agire.
L’Associazione HER si occupa di Ricerca, Salute e Formazione, si ispira al movimento dell’ecologia profonda di Arne Naesse e vuole fornire la base filosofica e spirituale per un vivere più vicino alla natura e con la sua costituzione e il suo nome segna il punto di svolta. H.E.R. “Di lei” segna la tendenza del cambiamento della nostra epoca dal maschile al femminile; nel pensiero: da auto assertivo a integrativo, da razionale a intuitivo, da analitico a sintetico, da riduzionistico a olistico, da lineare a non lineare. Dal punto di vista dei valori da auto assertivi a integrativi, da conservazione a espansione, da competizione a cooperazione, da quantità a qualità, da dominazione ad associazione.
L’associazione HER APS ETS è partner dei due progetti culturali, Monferrato Classica e Revolution Culture per supportare la realizzazione di eventi culturali in una logica di turismo sostenibile, sostenere le progettualità di transizione green e di economia circolare delle aziende dei territori coinvolti, attraverso la ricerca di fondi o con sostegno diretto.
La HER intende coinvolgere gli stakeholder al fine di definire la stesura del documento di politica di sviluppo sostenibile e la condivisione tra soggetti pubblici e privati di un nuovo modello economico a supporto dello sviluppo territoriale.

ALESSANDRIA. YOUTH Festival-Gala Lirico_1.8

ULTIMO APPUNTAMENTO CON “ALESSANDRIA MUSIC YOUTH FESTIVAL”

‘GALA LIRICO’

Si svolgerà il prossimo 5 Agosto 2022 alle ore 21 in piazza Giovanni XXIII (piazza Duomo) ad Alessandria l’ultimo appuntamento della Prima edizione dell’Alessandria International Music Youth Festival (AMYF), organizzato dal Comune di Alessandria – in collaborazione con il conservatorio ‘A. Vivaldi’ – e dall’Associazione Internazionale delle Culture Unite (direttore artistico Lorenzo Tazzieri, project manager Alberto Macrì).

Una serata dedicata all’Opera lirica, che vedrà protagonista l’Orchestra Sinfonica Cilena de la Universidad de Concepción, che accompagnerà i cantanti Marta Mari (Soprano), Camila Guggiana (Soprano), Giada Venturini (Mezzosoprano), Alessandro Fantoni (Tenore), Daniel Ihn-Kyu Lee (Baritono) ed il ‘Genova Vocal Consort’, diretti dalla bacchetta del Maestro Lorenzo Tazzieri.

Il programma prevede le più belle pagine della tradizione operistica italiana da Verdi a Puccini con incursioni francesi (Bizet e Saint Saens). Ad aprire il concerto Bizet con il celebre preludio della Carmen, a seguire Habanera. Di Giuseppe Verdi verranno eseguite due meravigliose arie tratte dalla Traviata cui faranno seguito Bohème e Tosca di Puccini. Per finire lo splendido quartetto di Rigoletto ‘Bella figlia dell’amore’ e il famosissimo ‘Nessun Dorma’ tratto dalla Turandot di Puccini.

Il Festival vuole essere punto di partenza per attività di cooperazione culturale che favoriscano la nascita di relazioni culturali e diplomatiche con i paesi partner anche attraverso l’organizzazione di incontri istituzionali con le delegazioni ospiti. Ad oggi, grazie a un proficuo lavoro di cooperazione culturale internazionale, l’Associazione Internazionale delle Culture Unite (AICU) può vantare accordi con 13 paesi nel mondo e una collaborazione attiva dal 2019 con il CHOF (Chile Opera Festival), primo festival operistico internazionale del Paese, che ha permesso di avere ospite in Italia per la prima volta un’orchestra proveniente dal Sud America.

Ingresso libero su prenotazione all’indirizzo mail: eventi@asmcostruireinsieme.it .

L’‘Alessandria Music Youth Festival’ è realizzato dal Comune di Alessandria in collaborazione con A.I.C.U., sul modello del ‘Genoa International Music Youth Festival’, attivo a Genova, con successo,  dal 2018. Un “format” innovativo che unisce cultura e relazioni internazionali, al fine di generare partnership, visibilità e occasioni di sviluppo per le Città.

Il Festival, partendo dalle opportunità presenti nei Paesi dove A.I.C.U. ha realizzato accordi con importanti realtà culturali e istituzionali, ha come obiettivi principali – oltre alla realizzazione di progetti in campo culturale – la promozione e sviluppo del brand Alessandria, lo sviluppo turistico della destinazione presso importanti mercati internazionali e l’individuazione di opportunità produttive o di mercato per le imprese interessate o già impegnate in processi di internazionalizzazione. Quest’anno i Paesi partner sono la Georgia e  il Cile.

***

ORCHESTRA SINFONICA UDEC

Era il 1958 quando un gruppo di musicisti del Concepción Chamber Music Ensemble si unirono ad alcuni membri dell’Università di Concepción, creando la UdeC Symphony Orchestra.

Da allora, con più di 50 musicisti professionisti nell’organico l’Orchestra Sinfonica è diventata un’icona musicale della Regione, posizionandosi come una delle tre orchestre più importanti a livello nazionale, sviluppando più di cento stagioni e concerti di vario genere.

Negli anni è stata diretta da rinomati insegnanti, quali Wilfried Junge, Ernst Huber-Contwig, Joachim Harder, Luis Gorelik, Mika Eichenholz e Lorenzo Tazzieri tra gli altri grandi maestri.

Oltre alla sua tradizionale stagione sinfonica, l’Orchestra esegue spettacoli particolari come concerti di Natale all’aperto, concerti di musica da film, trasmissioni orchestrali itineranti e numerosi concerti educativi in cui condividono le conoscenze musicali raccolte con centinaia di studenti provenienti da tutta la regione.

Un altro progetto da mettere in evidenza e portato avanti dall’Orchestra è l’International Young Talent Contest, un concorso di formazione e ricerca di nuovi interpreti organizzato dalla Udec Symphony, ente che ogni anno invita i giovani a partecipare ad un progetto che permette loro di lavorare con un’orchestra sinfonica professionale e quindi di mostrare e perfezionare la propria attività interpretativa. Quest’anno due vincitori si recheranno in Italia per suonare con le orchestre a Genova, grazie all’accordo di collaborazione con questo comune.

Le stagioni liriche sono uno degli eventi più importanti nel sud del nostro paese, con il Chile Opera Festival come grande progetto. Nel 2019 l’orchestra si distingue con la produzione di Madama Butterfly e inizia il percorso per la realizzazione del primo festival lirico in Cile con sede a Concepción, con l’obiettivo di promuovere la città come polo culturale di questo genere. Ed è così che dopo la Pandemia del 2021 si sviluppa il CHOF, con una variegata attività, tra cui il Concorso internazionale di canto lirico, e la produzione dell’opera Rigoletto. Questo lavoro va di pari passo con l’accordo con Genova, l’Associazione Internazionale delle Culture Unite ed il maestro Lorenzo Tazzieri.

Un traguardo importante durante il 2019 è stato l’inizio della sua internazionalizzazione, in tournée in vari paesi come Brasile, Messico e Argentina, posizionando questo gruppo di musicisti di talento e Concepción fuori dai confini del nostro paese. E nel mese di agosto di quest’anno è in corso il primo tour in Europa, attraverso l’Italia e l’Austria.

MARTA MARI (soprano)

Nata a Brescia nel 1992, all’età di undici anni inizia a suonare il pianoforte, e nel 2015 consegue con il massimo dei voti la laurea magistrale in canto presso il Conservatorio Luca Marenzio di Brescia, sotto la guida di Cristina Pastorello. Partecipa a varie masterclass, tra cui quelle con Françoise Ogèas, Kristjan Jòhannsson e Rajna Kabaivanska. Negli ultimi anni si perfeziona con Daniela Dessì. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, tra i quali lo «Zandonai», lo «Spiros Argiris» e il «Magda Oliviero», nel 2014 al Carlo Felice di Genova partecipa a Madame Butterfly, a fianco di Daniela Dessì e Fabio Armilliato, e alle Nozze di Figaro.

Nel 2015 canta a Piacenza nell’Amico Fritz di Mascagni sotto la direzione di Donato Renzetti.

L’anno successivo è Liù in Turandot al Petruzzelli di Bari. Nel 2017 incarna Azema nella Semiramide diretta da Gustav Kuhn e Berta nel Barbiere di Siviglia a Sassari. Nel 2018 è Suor Angelica al Lirico di Cagliari diretta da Donato Renzetti e Azema nella Semiramide di G. Rossini al Teatro “La Fenice”di Venezia diretta d Riccardo Frizza.

Nel 2019 è Mimì ne La Bohème al Teatro San Carlo di Napoli e Leonora ne Il Trovatore di G. Verdi.

Sempre nello stesso anno è Contessa ne le Nozze di Figaro al Teatro Goldoni di Livorno e Lola nella Cavalleria Rusticana e Suor Angelica in Suor Angelica al Teatro Coccia di Novara. Nel 2020 è Violetta ne La Traviata di G.Verdi al Teatro lirico di Cagliari diretta dal M° Fabrizio Maria Carminati.

A gennaio 2021 canta come soprano solista nella Sinfonia n 9 di L. van Beethoven al Teatro Lirico di Cagliari diretta dal M° Fabrizio Maria Carminati.

A Luglio canta “Madama Butterfly” ( Cio- Cio- San) di G. Puccini al Luglio Musicale Trapanese.

A Gennaio canta “Cecilia” ( Cecilia) di L. Refice al Teatro Lirico di cagliari.

A Febbraio canta il “Gloria” e il “Magnificat di Vivaldi presso la Cattedrale di Lima (Perù).

A Maggio canta “Il trovatore “ (Leonora).

A dicembre canterà “Le nozze di figaro” ( contessa) di W.A.Mozart al Teatro il Giglio di Lucca.

CAMILA ANTONIA GUGGIANA STUPARICH (soprano)

Ha iniziato gli studi di canto lirico nel 2012 con il baritono di Concepción Pablo Castillo Carrasco. Attualmente è allieva di Zulema Reynaga e Pablo Salas.

Ha debuttato al Municipal de Santiago nella stagione 2017 interpretando la parte di soprano solista nella produzione de Il Messia di G.F Händel. Nello stesso anno ha partecipato alla stagione da camera del Teatro Universidad de Concepción interpretando la Cantata op. 87 del compositore L.V. Beethoven e al Teatro Regionale Maule con il ruolo di Inés nella produzione de “Il Trovatore” di G.Verdi.

Nel 2018 è stata soprano solista nella produzione di El Mesías all’Universidad Alberto Hurtado ed ha partecipato alla stagione concertistica del Municipal de Santiago, interpretando la Cantata op.51 del compositore J.S Bach.

Nel 2019 interpreta il ruolo di Zerlina nell’opera Don Giovanni di W.A Mozart, nella produzione della Compañía Lírica Disidente.

Nel 2022 interpreta il ruolo di Lena dall’opera La principessa gialla di Camille Saint-Saëns, nella produzione della Fondazione Verdi.

Finalista alla seconda edizione del Concorso canoro Mujeres en la música (Santiago, 2016) e al IV Festival Internazionale dell’Opera “Laguna Mágica” a San Pedro de la Paz, Concepción (2018). Nel 2020 vince il primo posto nella categoria nazionale del Concorso Lirico Internazionale Cile-Italia.

Nel novembre 2021 si aggiudica il primo posto al Concorso Jóvenes cantantes líricos.

GIADA VENTURINI (mezzosoprano)

2021 – Quale finalista dell’audizione promessa dall’Associazione Internazionale delle Culture Unite di Genova e grazie al Maestro Lorenzo Tazzieri, ha preso parte ad importanti manifestazioni canore:

– Concerto “OPERA POP” durante il quale ha suscitato l’interesse dei telecronisti di Rai3 che hanno parlato di lei come di una “Carmen” sensuale ed accattivante.

– TOUR INTERNAZIONALE di CONCERTI in Romania a Bacau e Ramnicu, in Ucraina ad Odessa e a Kiev e in Cile a Concepción per un Festival in onore della Musica Italiana, in particolare per le musiche di Verdi e Puccini. A Concepción si è esibita allo Stadio Municipal, con un pubblico di 4000 persone, per un grande evento del CILE OPERA FESTIVAL, la rappresentazione del “RIGOLETTO” nel ruolo di MADDALENA.

Per il PORTOFINO INTERNATIONAL FESTIVAL di Genova ha preso parte a due rappresentazioni, la prima quale “BADESSA” nell’opera Pucciniana “Suor Angelica”, la seconda nel Gala PREMIO ECCELLENZA 2021 in onore del Tenore Fabio Armiliato.

2020 – Durante il prime Concorso “OTTAVIO GARAVENTA” le è stato attribuito il premio del pubblico al Teatro RINA GOVI di Genova e la partecipazione al Concerto OPERA IN PIAZZA a Campoligure.

2019 – Si è esibita:

– nel Concorso Lirico dell’OPERA FESTIVAL DI RAPALLO in seguito alla partecipazione alla Master Class dei Maestri Leone Magiera e Harning Brockhause.

– nella serata clou di “VARAZZE È LIRICA”.

A seguito dell’audizione promossa dagli “Amici della Lirica” di Milano è entrata direttamente in semifinale al Concorso “MAGDA OLIVERO” aggiudicandosi una borsa di studia quale promettente giovane talento.

2017-2018 – Si è qualificata al secondo posto nel Concorso Internazionale OTTAVIO GARAVENTA della città di Alessandria

Ha partecipato al concorso internazionale Città di Ravello di Amalfi, grazie al quale avrebbe dovuto esibirsi nel Festival di Amalfi non celebratosi per l’emergenza Covid-19.

Ha aderito alla Master Class diretta dal Soprano Linda Campanella ed ha interpretato “Marcellina” in Nozze di Figaro al teatro Rina Govi di Genova.

ALESSANDRO FANTONI (tenore)

Nato a Genova, si è perfezionato con il baritono Roberto Sèrvile e nell’ Accademia IOS dell’Opernhaus di Zurigo dove ha lavorato sotto la bacchetta di rinomati direttori d’orchestra del calibro di Nello Santi, Fabio Luisi e Marco Armiliato. Negli ultimi mesi ha interpretato il ruolo di Alfredo ne  La Traviata di G. Verdi al Romanian Opera di Craiova, ha cantato nel Gala Opera Verdi/Puccini al National Academic Theater of Opera and Ballet di Odessa, ha debuttato il ruolo di Errico Settebellezze in Napoli Milionaria di N.Rota al teatro del Giglio di Lucca, debuttato come Primo tenore ne L’opera Minima di Joe Schittino al teatro Municipale di Piacenza e cantato il ruolo di Turiddu ne la Cavalleria Rusticana alla House of music of Moscow e al Petruzzelli di Bari(recite per le scuole). Nell’estate 2020 ha cantato rispettivamente i ruoli di Rinuccio nel Gianni Scicchi e Rodolfo in Bohéme di G. Puccini al Festival Puccini di Torre del Lago e Canio ne I Pagliacci di R. Leoncavallo al Capri Opera Festival. Nei mesi di Giugno,Luglio e Agosto 2019 ha cantato il ruolo di Alfredo in Traviata rispettivamente nel circuito Aslico, Teatro Sociale di Como e al Teatro Carlo Felice di Genova. Nel Maggio 2019 era invece impegnato nel ruolo di Pinkerton nella Madama Butterfly di Puccini presso il Teatro Massimo Bellini di Catania. Recentemente ha partecipato al Festival Pucciniano di Torre del Lago nel ruolo di Rinuccio nel Gianni Schicchi e nel ruolo di Ruggero ne La Rondine. 

Ha interpretato il ruolo di Alfredo nella Traviata di G.Verdi per Banska Bystrica, in Slovacchia e per il circuito Aslico, presso il quale ha vestito anche i panni di Don Josè nella Carmen di J.Bizet. Nel Dicembre 2019 ha brillato nel ruolo di Nino nella nuova opera di Gianni Bella “La Capinera” andata in scena per la prima volta nel Teatro Massimo Bellini di Catania.

Ha debuttato il ruolo di Prunier ne La Rondine al Carlo Felice di Genova, Ismaele all’ Arena di Verona e l’Incredibile nell’Andrea Chenier al Teatro San Carlo di Napoli, sotto la direzione di Nello Santi. Billy Budd (Novice) e Amico Fritz (Federico) in forma di concerto al Teatro Carlo Felice di Genova diretto da Andrea Battistoni, la Messa da Gloria di Puccini nella Cattedrale di Thun in Svizzera, lo Stabat Mater di Rossini presso la Cattedrale di Livorno, Roberto Devereaux e Salome diretti da Fabio Luisi al Teatro Carlo Felice di Genova.

Tra le prime esperienze di palcoscenico, vanta diversi debutti in ruoli principali alla Dänische Nationaloper di Aarhus tra cui Roberto in Maria Stuarda, Nemorino ne L’Elisir d’Amore, Alfredo ne La Traviata, Manrico ne Il Trovatore, Rodolfo ne La Bohème, Ernesto nel Don Pasquale, Duca di Mantova nel Rigoletto.

Tra gli altri ruoli ha debuttato Arlecchino in Pagliacci a Pavia, Arvino ne I Lombardi alla Prima crociata al Teatro Comunale di Piacenza. Ha cantato inoltre in Oz on the road di Coli al Teatro Carlo Felice di Genova e in Manon Lescaut (Edmondo) ad Ascoli Piceno e in altri teatri delle Marche.

In concerto si è esibito a Tokio ne la Nona di Beethoven diretto da M. Natsuda e a Marsiglia ne la Petite Messe Solennelle di Rossini. Con la Fondazione Luciano Pavarotti è intervenuto inoltre in diversi concerti a Modena, Zurigo, Pechino, Venezia e Basilea. Ha lavorato con l’Accademia Chigiana, con la Società Arturo Toscanini di Parma e con il Cantiere Lirico del Teatro Goldoni di Livorno.

Tra i concorsi vinti, da segnalare: “Ruggero Leoncavallo” (terzo premio, 2010), “Toti dal Monte” (premio speciale per lo studio di Pinkerton in Madama Butterfly, 2011), “Una voce per l’Arena” (2014).

Compare nei dvd commercializzati dalla DECCA nelle opere di Roberto Devereux e Fedora presso il Teatro Carlo Felice di Genova.  

Tra i prossimi impegni: Traviata in Banska Bystrica, Napoli Milionara nel circuito Toscano (Pisa, Lucca, Livorno) e Tosca al Teatro Principal di Saragozza.

DANIEL IHNKYU LEE (baritono)

Il baritono verdiano Daniel Ihnkyu Lee è apprezzato per la sua ricca voce belcantista, la forte presenza scenica e l’abile musicalità. Recentemente ha cantato al Concerto di Capodanno del 2021 con la KBS Symphony Orchestra presso la Seoul Art Center Concert Hall ospitato dal Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo coreano, ed il concerto è stato trasmesso in diretta ed in televisione a livello nazionale.

Nel 2019 ha cantato Amonasro in “Aida” alla Cava La Beola di Monte, Montecrestese Summer Festival, Conte di Luna ne “Il Trovatore” al Teatro Comunale Riccardo Zandonai, Figaro ne “Il barbiere di Siviglia” al Chengdu Art Center, Cina ed è stato baritono solista nel Festival Internazionale di Musica di Genova al Concerto di Gala dell’Opera a Genova e Bardonecchia, Italia.

Nel 2018 ha cantato The Dutchman in “Der Fliegende Holländer” alla Fondazione Petruzzelli di Bari, Barak nella “Turandot” di Busoni alla Fondazione Lirico di Cagliari, Sharpless in “Madama Butterfly” al Teatro Comunale Riccardo Zandonai e come baritono solista nel Gran Galà al Teatro Massimo Bellini di Catania.

Nell’estate del 2017, Lee ha eseguito una cover di Rigoletto, Nabucco e Sharpless all’Arena di Verona. Ha cantato Germont ne “La Traviata” al Teatro Comunale Riccardo Zandonai, Marcello ne “La Boheme” al Teatro Politeama di Catanzaro.

Nella stagione 2015-2016, ha interpretato Gleby in “Siberia” al Teatro Grattacielo di New York e Oreste in “Iphigénie en Tauride” di Gluck al Novaya Opera Theatre di Mosca.

Il New York Times ha elogiato la sua interpretazione della “Siberia” di Giordano al Teatro Grattacielo: “Tra i ruoli principali, la parte baritonale del malvagio Gleby è particolarmente intrigante, Daniel Ihn-kyu Lee ha cantato con intelligenza e tono risonante”.

Ha avuto un trionfo interpretando Oreste. “Per interpretare il ruolo di Oreste serve un baritono drammatico e il baritono americano Daniel Ihn-Kyu Lee, vincitore di numerosi concorsi internazionali, affronta la sfida con la sua voce imponente. La sua pronuncia francese e la sua interpretazione del ruolo sono assolutamente impeccabili”. [Illustre critico Alexy Parin, Radio Orpheus, Mosca].

Ha cantato Metifio ne “L’Arlesiana” con l’Orchestra dell’Opera di New York alla Carnegie Hall nel 2007 e il New York Times ha elogiato la sua apparizione ne L’Arlesiana con l’Orchestra dell’Opera di New York: “il premio per la completezza dovrebbe andare a un altro baritono, Ihn -Kyu Lee, ben cantato e ben concepito.”

Mr. Lee ha debuttato con successo in un recital europeo al Prinzregententheater nella Bell’Arte Concert Series, Monaco (2007) e Süd Deutsch Zeitung lo ha acclamato come “The Asian Thomas Hampson, con una voce magnifica che fonde profondità e fluidità lirica. Ha partecipato a numerosi Concerti tra cui il Concerto di Gala dell’Opera del Nuovo Mondo alla Sala, i Concerti del Seoul Art Center, il Gran Galà al Teatro Massimo Bellini di Catania, il Concerto della Fondazione Arena di Verona alla Gran Guardia con il soprano SaeKyung Rim, il Concerto dell’Operngala al Musikverein di Vienna, una serie di concerti della Contessa Schoenborn a Vienna, il Concerto dell’Operngala con la Mahler Philharmoniker al Palazzo di Schönbrunn di Vienna, il Concerto della Metropolitan Opera Guild, il Concerto dell’Organizzazione Mondiale al Lincoln Center Alice Tully Hall sponsorizzato dalle Nazioni Unite, l’Opera Pagliacci con la Westfield Symphony Orchestra al PNC Bank Arts Center, il Concerto di Capodanno con la Korean Symphony Orchestra al Seoul Art Center con il soprano Su-Mi Jo, Mahler’s Lieder eines fahrenden Gesellen con la New York AAC Symphony Orchestra all’Alice Tully Hall del Lincoln Center, Concerto per il 60° anniversario delle Nazioni Unite con la New York AAC Symphony Orchestra nella General Assembly Hall, Cantata Dona Nobis Pacem di Vaughan Williams con la New England Symphony Orchestra al Carnegie Hall, il concerto per il 40° anniversario dell’Opera di Stato del New Jersey e il concerto della Korea Music Foundation al Lincoln Center Alice Tully Hall.

Daniel Ihn-Kyu Lee ha vinto numerosi concorsi e ricevuto numerosi premi, tra cui il Sorantin International Music Competition, il New Jersey Alliance of Performing Artists Vocal Competition, il Joyce Dutka Foundation Competition in cui ha vinto il primo posto, il Connecticut Opera Guild Competition per il secondo posto, Il Concorso Internazionale di Canto della Fondazione Puccini per il terzo posto, il Concorso lirico di San Antonio per il terzo posto e vincitore del Premio del Concorso Internazionale di Canto Caruso. Vincitore inoltre delle borse di studio della Fondazione Laural Schwartz, della Fondazione Olga Forrai e del Centro Culturale Coreano New York.

Il signor Lee ha ricevuto borse di studio complete alla Juilliard School, dove si è laureato al Programma di studi professionali sotto Daniel Ferro. Ha conseguito il master e il bachelor in musica presso la Korean National University of Arts. Ha inoltre studiato al Santa Cecilia Opera Studio di Roma e alla Renata Scotto New York Academy con la borsa di studio Laural Schwartz e la borsa di studio The Korean Cultural Center New York Scholarship.

SOCIETÀ DEI CONCERTI – GENOVA VOCAL CONSORT

Nacque dalla collaborazione di due realtà corali importanti di Genova l’ex Gonfalone di Coronata e l’ex Giuseppe Verdi di Genova che, nel Natale del 2017, si unirono per una tournée di concerti, da questa collaborazione nacque l’idea di unire le due realtà e creare una sola e nuova formazione corale.

La volontà e collaborazione di alcuni artisti del Teatro Carlo Felice e l’entusiasmo di 60 coristi diede vita all’Associazione SOCIETA’ DEI CONCERTI GENOVA che inizia la sua attività ufficiale l’11 settembre del 2018.

GENOVA VOCAL CONSORT diretto dal Maestro Pier Luigi Rosso, curato tecnicamente dai Maestri di vocalità Annalisa Cerretti e Roberta Cotrozzi e accompagnati e preparati al pianoforte dai Maestri Umberto Musso e Andrea Maucci, ha come scopo la promozione di ogni iniziativa atta a valorizzare e diffondere direttamente e indirettamente la musica sacra e sinfonica, in particolare il patrimonio storico musicale nazionale ed internazionale, mediante l’apporto di artisti e complessi locali, italiani e stranieri.

Repertorio:

Gloria di A. Vivaldi

Requiem di W.A. Mozart

Messa dell’Incoronazione di W.A. Mozart

La Misa Criolla di Ariel Ramirez

Navidad Nuestra di Ariel Ramirez

Petite Messe Solennelle di G. Rossini

Stabat Mater di G. Rossini

Stabat Mater di J. Haydn.

LORENZO TAZZIERI

Nato a Genova nel 1985, il Maestro Lorenzo Tazzieri è uno dei più accreditati esponenti della nuova generazione italiana di direttori d’orchestra.

A soli 36 anni, è direttore principale della Tokyo Metropolitan Opera Foundation, direttore artistico del Genoa International Music Youth Festival, del Batumi International Music Festival (Under Sky) e del Chile Opera Festival, primo festival operistico del Paese.

Recentemente è stato il più giovane musicista insignito dal Sindaco di Genova e dalla Presidente del Senato della Repubblica Italiana del titolo di Ambasciatore di Genova nel Mondo.

Principali collaborazioni

Il debutto operistico avviene nel marzo 2010 con il Werther di J. Massenet al Teatro Wielki di Poznan.

Il suo ricco percorso lavorativo, soprattutto all’estero, lo porta a contatto con diverse realtà ponendo le basi di prestigiose collaborazioni: in Giappone con Yokohama Minato Mirai Hall, Nagoya Civic Concert Hall, Sendai Opera House (La Bohème) e Toyota City Concert Hall (La Bohème, La Traviata e L’Elisir d’Amore); in Cina con Harbin City Concert Hall e Deluxe Concert Hall (Chengdu); in Medio Oriente Amman Opera Festival (La Traviata e La Bohème); in Sud e Centro America con Teatro Biobio – Orquesta Sinfónica Universidad de Concepción (Madama Butterfly), Gran Teatro Nacional di Lima (Madama Butterfly e Gala Vedi/Puccini), Teatro Municipal di Lima (Pagliacci/Adiós a la Bohemia e Don Giovanni), Teatro Pedro II di São Paulo (Cavalleria Rusticana), Teatro Nacional Miguel Angel Asturias (Città del Guatemala), Teatro Nacional Ruben Dario (Managua), Teatro Teresa Careño (Caracas), Teatro Municipal di Cusco, Orquesta Nacional de Guatemala, Camerata Bach (Managua) e Orquesta Nacional Juvenil de Perù.

Intensa anche l’attività in Russia edd Europa dell’Est: dirige a San Pietroburgo un Gala dedicato a Paganini in occasione dell’apertura del Forum Mondiale dell’Economia (Palazzo Mikhailovsky), a Mosca alla Casa Internazionale della Musica (Cavalleria Rusticana e Zanetto), al Teatro dell’Opera e Balletto di Tirana e al Azerbaijan State Academic Opera and Ballet Theater di Baku (La Bohème) e alla Štátna Opera di Banská Bystrica con La Traviata, alla Lviv City Hall con la Lviv Philarmonic Orchestra, al Batumi Arts & Musical Center (Georgia) con Pagliacci e Cavalleria Rusticana e, presso il Teatro dell’Opera, il Gala Lirico di apertura del Batumi International Music Festival (under Sky), e al Festival Opera Miniatyura di Kamyanets-Podilsky con Turandot; significativa la collaborazione con la Filarmonica de Stat Arad per la quale nel 2011 cura l’allestimento ed esegue Cavalleria Rusticana ottenendo un successo che lo porta a essere invitato regolarmente come Direttore Ospite anche negli anni a seguire. Ha inoltre diretto la Filarmonica Mihail Jora di Bacau, la FilarmonicaGeorge Enescu presso l’Atheneum di Bucarest, la Filarmonica Ion Dumitrscu di Ramnicu, l’orchestra del Teatro dell’opera di Odessa e la National FIlarmonic di Kiev.

Molto attivo anche in Italia, si segnalano il rapporto continuativo con il Teatro Zandonai (Il Trovatore nel 2019, Madama Butterfly nel 2018, La Traviata nel 2017, Tosca nel 2016 e Il Barbiere di Siviglia nel 2015), la collaborazione con il Musica Riva Festival e la Direzione della Cavalleria Rusticana con l’Orchestra sinfonica siciliana presso il Teatro antico di Taormina.

Nel 2011, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, dietro assegnazione di incarichi artistici da parte del Ministero della Cultura Italiano e degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, riscuote importanti consensi di pubblico e critica dirigendo filarmoniche di teatri nazionali e internazionali.

Nello stesso anno, in occasione del 60° anniversario dell’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, esegue concerti con l’Orquesta Sinfónica de Venezuela al Teatro Cachao e con l’Orquesta de Aragua nella sede di Casa Italia Maracay.

Nel 2017, 2018, 2019 è in tournée con la Sichuan Philarmonic Orchestra in Cina, Giordania, Georgia e Italia.

A Lima dirige l’Orquesta e Coro Nacional de Perù eseguendo un Gala verdiano per celebrare il bicentenario del compositore di Busseto al Museo de la Nación.

Prossimi impegni

Dopo aver inaugurato con Madama Butterfly il primo festival operistico del Cile (Chile Opera Festival) ne diventa direttore principale ed in questo contesto prossimamente dirigerà Cavalleria Rusticana e Pagliacci. Inciderà per Amadeus un CD dedicato al repertorio Sinfonico italiano.

Sono inoltre previsti: Il Gala di inaugurazione del Festival di San Paolo (Brasile), La Bohème presso il Teatro Bicentenario di San Juan (Argentina), La Traviata presso il Teatro dell’Opera di Tunisi, il Gala Mascagni per l’International Music Festival under Sky (Batumi, Georgia), Tosca al Teatro dell’Opera di Tashkent (Uzbekistan).

Formazione

Lorenzo Tazzieri inizia gli studi musicali a 6 anni, proseguendo la propria preparazione presso il Conservatorio Niccolò Paganini (GE), dove studia prima violino e poi, sotto la guida del prof. G. Carlascio, pianoforte. Si perfeziona al Conservatorio Pyotr Ilyich Tchaikovsky di Mosca con Elena Nathanson specializzandosi nel repertorio russo, e nel frattempo approfondisce lo studio della musica da camera con il Maestro Massimiliano Damerini. Gli studi di direzione d’orchestra avvengono sotto la guida dei Maestri Donato Renzetti e Gilberto Serembe e del Maestro Roberto Tolomelli del quale diventa assistente collaborando a numerosi titoli: Nabucco, Aida, Norma, Bellisario, Cinderella, Raymonda, Don Carlos, Madama Butterfly, La Cenerentola.

Ambasciatore di Genova – Bridging Cultures

Contestualmente all’attività di direttore d’orchestra e di direzione artistica affianca quella relativa alla diplomazia culturale collaborando con le più importanti Istituzioni culturali, artistiche e diplomatiche nel mondo al fine di creare legami tra diverse culture attraverso la musica perseguendo il concetto di Bridging Culture che è il cardine del ‘Genoa International Music Youth Festival’ co-organizzato dall’Associazione Internazionale delle Culture unite e dal Comune di Genova (Assessorato alla Cultura). Grazie a una rete internazionale con istituzioni pubbliche e private nel mondo in Cina, Giappone, Brasile, Perù, Paraguay, Cile, Libano, Russia, Tunisia, Georgia, Ucraina, Romania, Uzbekistan etc. si favorisce la realizzazione di coproduzioni in ambito concertistico e operistico oltre a progetti in ambito formativo. Un esempio virtuoso di imprenditoria culturale che ha favorito la nascita dell’Amman Opera Festival (Primo Festival Operistico in Medio Oriente realizzato presso l’Anfiteatro Romano di Amman, in Giordania), del Chile Opera Festival (Concepcion, Cile) e del “Batumi International Music Festival” (Batumi, Georgia) che hanno ottenuto unanimi riscontri di critica sia sul piano artistico che progettuale a livello internazionale, nonché l’invito a partecipare alla ‘Music City Convention’ di Chengdu(Cina) nel 2019 nell’ambito delle Buone pratiche di imprenditoria culturale.

ALESSANDRIA.Una serata su Maurizio Martinotti, incontri/concerto con Morgan, Statuto, Vasco Brondi, omaggi a Battiato e Fenoglio ed altro ancora.

MORGAN, STATUTO, VASCO BRONDI, PILAR FOGLIATI, LUCA MORINO, OMAGGI A BATTIATO, FENOGLIO, MAURIZIO MARTINOTTI: ECCO I PRIMI APPUNTAMENTI DEL ‘PEM! FESTIVAL” 2022

DA FINE AGOSTO LA 17A EDIZIONE DELLA RASSEGNA PIEMONTESE DI INCONTRI, RACCONTI E CANZONI, TRA MONFERRATO, SITO UNESCO, E DINTORNI, A SAN SALVATORE, VALENZA, LU-CUCCARO, MIRABELLO, BALZOLA, ALESSANDRIA, RIVE VERCELLESE, PONTESTURA

DIREZIONE ARTISTICA DI ENRICO DEREGIBUS

Morgan

Morgan, Statuto, Vasco Brondi, Luca Morino, Pilar Fogliati, un tributo a Franco Battiato con Pino Marino, una passeggiata letteraria con Davide Longo dedicata a Beppe Fenoglio, una serata omaggio per Maurizio Martinotti. Sono i primi appuntamenti annunciati della 17a edizione del “PeM! Festival – Parole e Musica in Monferrato”, la rassegna piemontese di incontri, racconti e canzoni che da fine agosto a inizio ottobre toccherà i comuni di San Salvatore (capofila), Lu-Cuccaro, Balzola, Valenza, Mirabello, che già facevano parte del festival, e Alessandria, Pontestura e Rive Vercellese, che si aggiungono quest’anno.

Novità del 2022 è anche il “PeM Music Contest”, il concorso musicale per giovani artisti della provincia di Alessandria, la cui finale è prevista a settembre, in data da definire, al Country Sport Village di Mirabello.

Molti altri appuntamenti sono in via di definizione, tutti a ingresso gratuito, per quella che si annuncia come l’edizione più estesa e fitta della storia della rassegna.

Il “PeM ! Festival” è una manifestazione unica, il cui fulcro è costituito da incontri/intervista con artisti che si raccontano inframezzando alle parole una parte musicale che può essere minimale, intima, ma in alcuni casi più ricca. I primi protagonisti saranno Morgan (previsto il 16 settembre a San Salvatore), gli Statuto (il 27 agosto a Balzola), Vasco Brondi (il 31 agosto a San Salvatore), Luca Morino (il 29 settembre a Pontestura), intervistati come tradizione da Enrico Deregibus, il direttore artistico della manifestazione.

Ma non mancano altri format, come la tradizionale passeggiata letteraria sulle colline, quest’anno dedicata a Beppe Fenoglio a cento anni dalla nascita e che vedrà protagonista lo scrittore Davide Longo (il 25 settembre, in mattinata, a San Salvatore). O le serate tematiche, che saranno incentrate su Franco Battiato, omaggiato da Pino Marino (il 28 settembre a Valenza), e sul musicista piemontese Maurizio Martinotti, colonna della musica trad italiana, scomparso pochi mesi fa, che verrà ricordato in musica da alcuni dei colleghi che lo hanno affiancato, sotto il nome di “The Ciapa Rusa Archives” e con varie testimonianze (il 13 settembre a Lu Cuccaro). Ed ancora: un incontro con l’attrice Pilar Fogliati (il 1° ottobre a Valenza, nel pomeriggio) e un evento sulla letteratura per ragazzi in collaborazione con Biennale Junior / Fondazione Palmisano (a San Salvatore in data da definire).

Appuntamenti in luoghi di grande fascino, tra le colline e il Po, prevalentemente nel Monferrato, una territorio da qualche anno diventato patrimonio Unesco, a un’ora da Torino, Milano e Genova.

“PeM ! Parole e Musica in Monferrato” si avvale della direzione artistica di Enrico Deregibus con la collaborazione di Riccardo Massola, ideatore della manifestazione nel 2007.

Corrado Tagliabue, sindaco di San Salvatore Monferrato, comune capofila della rassegna, dichiara: “Il PeM! Festival nasce con un orizzonte ampio, a San Salvatore Monferrato, sulla collina della Torre Paleologa, uno straordinario luogo di avvistamento su tutto il Monferrato e la pianura circostante. È un festival che allarga lo sguardo, che offre appuntamenti nei luoghi più belli del nostro territorio, coinvolge i Comuni e le loro comunità e porta la straordinaria bellezza della contaminazione fra parole e musica, arte e spettacolo. Quest’anno diamo il benvenuto ai nuovi Comuni che si uniscono: Alessandria, Pontestura e Rive Vercellese, allargando ulteriormente la propria visione, invitando personaggi che possiedono fascino e capacità di attrarre attenzione, meravigliare e dare piacere”.

Il direttore artistico Enrico Deregibus dichiara: “Poter realizzare un festival di questo tipo nei posti in cui sono nato è una grande soddisfazione, così come è una grande soddisfazione poter portare artisti in cui credo, più o meno noti e di varia estrazione, ad un pubblico che ci segue ormai da anni con una attenzione che è diventata affetto. A fianco agli ormai classici incontri con gli artisti, che caratterizzano il festival, aumentano le serate di altro tipo, sempre con l’idea di offrire qualcosa di particolare, di unico o almeno raro. Questo anche nell’ottica di continuare ad attrarre spettatori dalle altre regioni, che possano scoprire o riscoprire la bellezza ed il valore del nostro territorio”.

Il festival è diventato ormai un punto di riferimento nel panorama musicale e culturale italiano, come dimostra l’attenzione della stampa nazionale e gli artisti che vi hanno partecipato, nomi come Enrico Ruggeri, Diodato, Malika Ayane, Nada, Samuel, Roy Paci, Zen Circus, Tosca, Motta, Ghemon, Ex-Otago, Frankie hi-nrg mc, Luca Barbarossa, Irene Grandi, Giovanni Truppi, Marina Rei, Bobby Solo, Davide Van De Sfroos, Francesco Bianconi, Erica Mou, Ensi, Giorgio Conte, Vittorio De Scalzi, Massimo Bubola, Francesco Baccini, Ricky Gianco, Paolo Bonfanti, Pino Marino, Zibba, Carlot-ta, Francesca Incudine, Carlo Massarini e, in ambiti non musicali, Guido Catalano, Ernesto Ferrero, Luca Sofri, Franco Arminio, Rosetta Loy, Gianluigi Beccaria, Natalino Balasso, Guido Davico Bonino, Anita Caprioli, Giuseppe Cederna, Fabio Troiano, Bruno Gambarotta.

PROGRAMMA PROVVISORIO (ALTRE DATE SONO IN VIA DI DEFINIZIONE)

27 agosto: concerto/incontro con gli Statuto (Balzola)

31 agosto: incontro con Vasco Brondi (San Salvatore)

13 settembre: serata su Maurizio Martinotti (Lu Cuccaro)

16 settembre: concerto/incontro con Morgan (San Salvatore)

25 settembre: passeggiata letteraria su Fenoglio con Davide Longo (San Salvatore)

28 settembre: omaggio a Franco Battiato con Pino Marino (Valenza)

29 settembre: concerto/incontro con Luca Morino (Pontestura)

1 ottobre: incontro con Pilar Fogliati (Valenza)

Tutti gli aggiornamenti su: www.facebook.com/PAROLEeMUSICAinMONFERRATO 

 www.instagram.com/pem_festival

Il PeM! Festival è organizzato dai Comuni di San Salvatore Monferrato, Valenza, Lu-Cuccaro Monferrato, Balzola, Pontestura, Rive Vercellese, Alessandria e Mirabello Monferrato e da Country Sport Village Mirabello.

Grazie a Fondazione CRT e Fondazione CRAL

Media Partner: RadioGold, Traks, BlogAl

Con il patrocinio di Provincia di Alessandria e Regione Piemonte Paesaggi Vitivinicoli Unesco

—–

Ufficio stampa: Monferr’Autore

monferrautore@gmail.com

ALESSANDRIA. GEORGIAN BALLET ALL’ALESSANDRIA MUSIC YOUTH FESTIVAL.

SECONDO APPUNTAMENTO CON “ALESSANDRIA MUSIC YOUTH FESTIVAL”

”GEORGIAN BALLET”
LA GRANDE TRADIZIONE DI DANZA FOLKLORISTICA GEORGIANA

Grande attesa, sabato 16 luglio 2022 alle ore 21 in piazza Giovanni XXIII (piazza Duomo), ad Alessandria, per “Georgian Ballet”, secondo appuntamento dell’‘Alessandria Music Youth Festival’, organizzato dal Comune di Alessandria – in collaborazione con il conservatorio ‘A. Vivaldi’ – e dall’Associazione Internazionale delle Culture Unite (Direttore artistico Lorenzo Tazzieri, Project Manager Alberto Macrì).
Protagonista della serata il corpo di ballo folkloristico georgiano “Nanila”.
Una serata dedicata alla grande tradizione di danze e canti popolari della Georgia, Paese caucasico di antica civiltà, arricchiti da preziosi costumi dal grande impatto visivo grazie ai colori vivaci e alle forme fantasiose.
I movimenti del balletto, ritmici e sinuosi allo stesso tempo, ripropongono i modi delle relazioni quotidiane e trasmettono l’immenso orgoglio nazionale del popolo georgiano.
Sarà presente Téa Tchanturishvili, Capo del Dipartimento Relazioni Pubbliche Internazionali presso il Ministero dell’educazione, cultura e sport della Repubblica Autonoma Ajara (Repubblica della Georgia), che incontrerà il Sindaco Giorgio Abonante per valutare eventuali partnership o collaborazioni nei settori della cultura, promozione turistica, internazionalizzazione delle imprese e sviluppo economico.

Ingresso libero su prenotazione all’indirizzo mail: eventi@asmcostruireinsieme.it .

Il terzo e ultimo appuntamento con l’“Alessandria Music Youth Festival” sarà, sempre in piazza Giovanni XXIII, con il Gala Lirico, che è stato posticipato dal 4 al 5 agosto 2022.

’‘Alessandria Music Youth Festival’ è realizzato dal Comune di Alessandria in collaborazione con A.I.C.U., sul modello del ‘Genoa International Music Youth Festival’, attivo a Genova, con successo, dal 2018. Un “format” innovativo che unisce cultura e relazioni internazionali, al fine di generare partnership, visibilità e occasioni di sviluppo per le Città

Il Festival, partendo dalle opportunità presenti nei Paesi dove A.I.C.U. ha realizzato accordi con importanti realtà culturali e istituzionali, ha come obiettivi principali – oltre alla realizzazione di progetti in campo culturale – la promozione e sviluppo del brand Alessandria, lo sviluppo turistico della destinazione presso importanti mercati internazionali e l’individuazione di opportunità produttive o di mercato per le imprese interessate o già impegnate in processi di internazionalizzazione. Quest’anno i Paesi partner sono, oltre alla Georgia, il Cile, con l’ultimo appuntamento del 5 agosto, di cui sarà protagonista la Città di Concepcion.

TORINO. CHE SPETTACOLO! GLI EVENTI TI EMOZIONANO, LA CITTÀ TI SORPRENDE – ESTATE 2022

TORINO, CHE SPETTACOLO! GLI EVENTI TI EMOZIONANO, LA CITTÀ TI SORPRENDE – ESTATE 2022

Da giugno a settembre un’estate di teatro, musica, danza, cinema

Il programma di iniziative che animerà la città è consultabile su http://www.comune.torino.it/eventi/ e sui siti dei singoli punti verdi.

Con l’estate torna la voglia di stare all’aperto, di trascorrere del tempo in compagnia, di partecipare con gli amici e familiari a occasioni di svago e socialità.
Per il 2022 l’assessorato alla Cultura della Città attraverso la Fondazione per la Cultura Torino e grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo ha selezionato un cartellone variegato di proposte ad alto profilo culturale: 12 progetti organizzati da altrettante associazioni e dislocati in diversi punti della città che, per tre mesi, da giugno fino a settembre offriranno – a cittadini e turisti – spettacoli teatrali, musica, danza, cinema, laboratori per bambini e giovani, attività di wellness a contatto con la natura, talk e seminari nei cortili, parchi e giardini in diverse zone della città.
Un palinsesto diffuso e multiforme rivolto a tutte le fasce d’età che saprà incuriosire, coinvolgere e soddisfare interessi diversi.
“Sarà l’estate del ritorno alla socialità e allo stare insieme – sottolinea il Sindaco Stefano Lo Russo – dopo un lungo periodo di limitazioni. La Città di Torino vuole promuovere in ogni modo la voglia di stare all’aperto, di condividere il tempo con amici e familiari nei tanti luoghi della città. Il programma per l’estate è ricco e offre tante opportunità per i cittadini e i turisti, vogliamo rendere Torino sempre più accogliente, vivace e con un programma diffuso in tutti i quartieri. Infine, ringrazio – continua il Sindaco – tutti coloro che stanno lavorando con noi per rendere il cartellone di ‘Torino che Spettacolo! Estate 2022’ un programma di qualità per i prossimi tre mesi”.

PUNTI ESTIVI:
Associazione Tedacà
EVERGREEN FEST 2022
Parco della Tesoriera, corso Francia 186-192, Torino
http://www.evergreenfest.ithttp://www.tedaca.it

Hiroshima Mon Amour
HIROSHIMA SOUND GARDEN
via Carlo Bossoli 83, Torino
https://hiroshimamonamour.org/

l’ARTeficIO
APS ESTATE IN CIRCOLO
Giardino dell’Anagrafe Centrale, via Carlo Ignazio Giulio 14/A, Torino
http://www.larteficio.com

Associazione sPAZImUSICALI- sPAZIO211
SUN OF A BEACH Vol. IV
SPAZIO211, via Cigna 211, Torino
http://www.spazio211.com

Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario onlus
ESTATE SENZA CONFINI
Casa del Quartiere San Salvario, via Morgari 14, Torino
http://www.casadelquartiere.it

Associazione Museo Nazionale del Cinema
BARRIERA A CIELO APERTO 2022
Bagni pubblici, via Agliè 9, Torino
Laboratori di Barriera, via Baltea 3, Torino
Arena Monterosa, via Brandizzo 65, Torino
Agrobarriera, Orto urbano del Boschetto, via Petrella 28, Torino
Centro Interculturale, corso Taranto 160, Torino
http://www.amnc.it

Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus
ESTATE A SUD 2022
Casa nel Parco, via Panetti 1, Torino
CPG, Strada delle cacce 36, Torino
http://www.casanelparco.ithttp://www.fondazionemirafiori.it

Associazione Culturale Goodness
IL GIARDINO DI OFF TOPIC OFF TOPIC
Via Pallavicino 35, Torino
https://www.thegoodnessfactory.it

Associazione Nessuno
IL CORTILE DELLA FELICITÀ
Via Lombroso 16, Torino
http://www.lombroso16.it

Assemblea Teatro
ANCORA TI RACCONTO UN LIBRO dalla pagina alla scena
MAUSOLEO DELLA BELA ROSIN, strada Castello di Mirafiori 148/7, Torino
CASCINA ROCCAFRANCA, via Rubino 45, Torino
Spazio ARENA TEATRAZIONE, via Artom 23, Torino
http://www.assembleateatro.com

Stalker Teatro Soc. Coop.
IL CORAGGIO DI ESSERE FELICI
Cortile officine CAOS, piazza Montale 14/A, Torino
http://www.officinecaos.nethttp://www.stalkerteatro.net

Banda Larga
APS IMBARCHINO ESTATE OF MIND
Imbarchino, viale Umberto Cagni 37, Parco del Valentino, Torino
PAV, Parco d’Arte Vivente, via Giordano Bruno 31, Torino
https://rbl.media/it