Tag: san marino

SAN MARINO. Parte il Black Friday della FSGC

Parte oggi il Black Friday della FSGC

Anche quest’anno la FSGC ha il suo Black Friday. L’iniziativa parte ufficialmente quest’oggi e si protrarrà fino a lunedì 5 dicembre. Come sempre, sono tantissime le possibilità da sfruttare sullo shop della Federcalcio. Ad iniziare dallo sconto del 20% sui tutti i prodotti delle categorie “Abbigliamento”, “Accessori” e “Collezionismo” (ad esclusione degli articoli già in offerta) e “Tifo Titano: Linea 2022”. Accedere a queste eccezionali possibilità di sconto è molto semplice: basta cliccare sul pulsante “Carrello”, poi sul link “Clicca qui per inserire il tuo codice promozionale” ed infine inserire il codice “tifotitanofriday”. Ma non è tutto: chi si iscriverà alla newsletter “Tifo Titano”, o vi è già iscritto, riceverà per mail – venerdì 25 novembre – un ulteriore codice sconto da utilizzare per le maglie della Nazionale e per i nuovissimi prodotti dello shop, tra cui la t-shirt e la felpa di Natale griffate Errea e la linea di caffè della FSGC realizzata in collaborazione con Bastimento.

Non perdere l’occasione per un regalo di Natale davvero “titanico”!

FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Titano Futsal Cup, anticipazione andata quarti di finale

Titano Futsal Cup, domani si riparte con l’andata dei Quarti

Neanche il tempo di mettere in archivio l’ottava giornata di campionato sammarinese – conclusasi ieri sera con Tre Penne-Cosmos – che domani ritorna la Titano Futsal Cup con l’andata dei Quarti di finale. Scende in campo la Folgore, che agli ottavi ha osservato il bye in qualità di detentrice del trofeo. La squadra di Max Spada in campionato viaggia ad un ritmo impressionante con sette vittorie su sette partite (in mezzo ci mettiamo anche il miglior attacco e capocannoniere con Massimiliano Bernardi) e che li vede in cima al raggruppamento a braccetto con il Fiorentino. La squadra di Falciano affronterà il Cailungo, che in campionato è fanalino di coda con zero punti ma in Coppa ha saputo dire la sua grazie alla grande rimonta effettuata agli ottavi che ha permesso ai rossoverdi di eliminare il Tre Penne ed avanzare appunto ai quarti.
Molto interessante è anche il match tra Virtus e Juvenes-Dogana. I neroverdi sono la terza forza del campionato e vengono da tre risultati utili consecutivi (nell’ultimo turno successo per 5-0 sul Faetano) mentre la squadra di Serravalle ha ceduto nel derby con la Folgore anche se resta nelle parti alte della classifica. Occhi puntati anche su Tre Fiori-Libertas. I gialloblu di Fiorentino potrebbero sfruttare il turno di riposo di campionato e dove hanno vinto tre delle ultime quattro gare giocate. È reduce da un buon momento di forma anche la Libertas che nel recente turno di campionato ha confezionato la seconda vittoria battendo il Murata.
L’ultimo quarto di finale è la sfida tra Fiorentino e Pennarossa. La squadra di Michelotti ha centrato la settima vittoria di fila in campionato grazie al 2-1 sul Domagnano e vorrà cercare di mantenere il clean-sheet in coppa (nessuna rete subita nella doppia sfida con il San Giovanni agli ottavi). La squadra di Casadei viene dalla bella vittoria in campionato contro il San Giovanni e cercherà di dare filo da torcere ai rossoblu.


Il ritorno delle sfide dei quarti di Titano Futsal Cup si giocherà poi giovedì 8 dicembre. Ecco il quadro completo delle sfide di domani sera:

Titano Futsal Cup 2022-23, andata dei Quarti di finale
SQUADRA SQUADRA COPPIA ARBITRALE DATA ORARIO LUOGO
Folgore Cailungo A1: Ilie – A2: Piccoli 24/11 20:15 Fiorentino
Tre Fiori Libertas A1: Clementi – A2: Ercolani 24/11 20:15 Dogana
Virtus Juvenes-Dogana A1: Piccoli – A2: Ilie 24/11 21:45 Fiorentino
Pennarossa Fiorentino A1: Ercolani – A2: Clementi 24/11 21:45 Dogana

FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Under 19, non basta la grande prova per evitare la sconfitta con la Macedonia

U19, non basta una grande prova ad evitare la sconfitta con la Macedonia

Si chiude con una sconfitta l’avventura della Nazionale Under 19 impegnata a Skopje (Macedonia del Nord) per il girone di qualificazione all’Europeo di categoria. I Titani di Loris Bonesso hanno infatti ceduto per 2-0 contro i padroni di casa ma sino all’ultimo hanno cercato di trovare un prezioso e meritato pareggio.
Partono subito forte i macedoni con Tasov che crossa per Trajkov ma la retroguardia del Titano con Zavoli chiude in corner. La Macedonia spinge ma al 12’ San Marino risponde: Renzi subisce fallo e dalla punizione lancia profondo per Guerra che successivamente calcia in porta ma il portiere avversario Tasev blocca il bel tentativo. Risposta dei padroni di casa poco dopo grazie a Chilafi che punta Gasperoni e calcia sul secondo palo, sfera di poco fuori. San Marino non molla e poco dopo Famiglietti prova a sorprendere la difesa avversaria che non riesce ad allontanare in fase di costruzione ma l’attaccante di Bonesso ne esce solo contuso e resta a terra per qualche minuto per un duro scontro. Alla mezz’ora bel gesto atletico di Trajokv su cross di Chajani, palla fuori di un soffio. San Marino non resta a guardare: bel scambio tra Gasperoni e Renzi, tiro di quest’ultimo che però non trova lo specchio della porta. Poco dopo però arriva il gol che sblocca la gara, grazie al tiro di Gjorgievski deviato da Trajokv che vale il gol del 1-0. Si chiude così la prima frazione col vantaggio di misura per la Macedonia.
Ad inizio ripresa i macedoni vanno vicinissimi al raddoppio ancora con Trajkov ma l’attaccante da due passi spedisce la sfera alta. I Titani provano a rispondere al 57’ con la punizione dalla trequarti di Renzi verso Valli Casadei che prova la conclusione, ma la difesa macedone resiste. I padroni di casa, ancora a secco nel gruppo, vogliono il gol della tranquillità: Trajkov questa volta veste i panni dell’assist man e serve il neoentrato Nazifi che calcia benissimo al volo ma Battistini è altrettanto bravo e nega il gol del raddoppio. I Titani allora ci credono e vogliono il pari: al 67’ Famiglietti dopo corner si gira bene in area e calcia ma il portiere avversario dice di no al giovane Titano. Passa solo un minuto ed è ancora San Marino: Marco Gasperoni si guadagna un corner, sfera sul secondo palo ma sia Renzi che Ciacci non riescono a trovare lo specchio della porta. I Titani spingono sempre più alla ricerca del pari ma i minuti scorrono veloci e nel recupero arriva la beffa con il raddoppio della Macedonia al 94esimo grazie a Nazifi.

Under 19, Qualificazioni Europeo 2023 | San Marino-Macedonia del Nord 0-2

SAN MARINO [5-4-1]

Battistini; Domeniconi (dal 79’ Caddy), Guerra (dal 72’ Vittori), Ciacci (dal 72’ Codispoti), Zavoli, S. Gasperoni (dal 46’ Riccardi); Molinari (dal 72’ Valentini), Valli Casadei, Renzi, M. Gasperoni; Famiglietti.

A disposizione: Amici, Ugolini, Terenzi, Gualtieri.

Allenatore: Loris Bonesso

MACEDONIA DEL NORD [3-4-3]

Tasev; Janevski, Serafimov, Chajani; Gjorgievski, Osmani (dal 85’ Bukji), Chilafi, Zenku; Tasov (dal 72’ Sofjianoski), Talevski (dal 46’ Nazifi), Trajkov

A disposizione: Angelov, Pavleski, Mladenovski, Murati

Allenatore: Nedjat Shabani

Arbitro: Rob Hennessy (IRL)
Assistenti: Eoin Michael Harte (IRL) e Turkka Joonas Valjakka (FIN)
Quarto ufficiale: Mohammed Al-emara (FIN)
Ammoniti: Battistini, Molinari, Valli Casadei, M. Gasperoni, Famiglietti; Sofjanoski

Marcatori: 36’ Trajkov, 90’+4 Nazifi

FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Nazionale | a Santa Lucia una reale opportunità di ritorno a successo

Nazionale: “A Santa Lucia una reale opportunità di ritorno alla vittoria”


Ben lungi dall’essere considerata un viaggio premio o una vacanza fuori stagione, come qualche mente maliziosa avrà pur pensato, la Nazionale di San Marino fa oggi rientro dopo una settimana di fatiche e battaglie – letteralmente, per chi non ha potuto vedere integralmente le due partite – a Santa Lucia. Nove giorni fatti di spostamenti lunghi e impegnativi, costellati da due sessioni di allenamento pressoché quotidiane, sotto il cocente sole caraibico e nell’afosa isola dell’Atlantide.
Destinazione nella quale i Titani hanno però inseguito una vittoria che manca da tempo, dimostrando nella prima sfida con Santa Lucia di avere le qualità per centrare nuovamente il successo e che, forse, il Ranking FIFA che attualmente vuole San Marino al pedice può essere contestato anche attraverso questi incroci intercontinentali, con realtà calcistiche piuttosto lontane dall’ultra-competitivo comparto europeo.


“In questa doppia trasferta a Santa Lucia abbiamo disputato due partite ad armi pari, che si possono vincere o perdere. Torniamo a casa con un pareggio ed una sconfitta che ovviamente non possono soddisfarci, ma abbiamo avuto fattivamente l’opportunità di tornare a vincere. Chi ha visto le partite, in particolare la prima, sa di cosa sto parlando” – commenta al rientro Matteo Vitaioli, capitano della Nazionale di San Marino ed approdato a quota 80 presenze proprio domenica. “Nonostante non abbiamo affrontato squadre dal blasone mondiale, abbiamo assaporato due partite nelle quali la vittoria non era utopia o complicatissimo obiettivo”.
In sintonia, sul punto, il Commissario Tecnico Fabrizio Costantini: “Torniamo con l’innegabile rammarico dell’esito della seconda partita, in particolare, ma con la consapevolezza di aver giocato con il concreto obiettivo di tornare al successo. Non dobbiamo inoltre dimenticare che in queste partite non abbiamo potuto contare su elementi di comprovata importanza per questa squadra. Tuttavia, tanti giovani hanno esordito facendosi subito notare per personalità e qualità. Per questi nove giorni di ritiro, perché di ritiro a tutti gli effetti si è trattato, voglio ringraziare tutti coloro che ne hanno fatto parte: dai giocatori allo staff in primis, per la disponibilità ed i sacrifici fatti in sessioni di allenamento dure e intense, ma anche a chi ha curato l’organizzazione di una trasferta che non ha precedenti nella storia della Federcalcio di San Marino”.
FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Futsal: il derby è della Folgore, Fiorentino e Pennarossa la risolvono nel finale

Futsal: il derby è della Folgore, Fiorentino e Pennarossa la risolvono nel finale

Folgore e Fiorentino continuano a marciare a braccetto. Le due capolista mantengono l’en plein di punti anche dopo gli incroci dell’8° giornata, benchè Juvenes-Dogana e Domagnano si rivelino avversari tutt’altro che morbidi per le compagini di Spada e Michelotti. I campioni in carica, ad esempio, risolvono il derby di Serravalle solamente nella ripresa. Il primo tempo si chiude infatti a reti bianche; poi è Pellegrini a “stappare” l’incontro, che viene ben presto riportato in equilibrio da Simone Chezzi. È sempre Pellegrini a dare il nuovo vantaggio alla Folgore a metà ripresa; vantaggio che viene puntellato da Bernardi, ma quello del 10 giallorossonero non è il colpo del k.o. Santi Ugolini riporta infatti sotto la Juvenes-Dogana nei minuti conclusivi. La rimonta della banda di Zonzini però non prende corpo. Anzi, prima del fischio di chiusura la Folgore arrotonda sfruttando la deviazione sfortunata di Mazza, autore – suo malgrado – del 4-2 finale. Quanto al Fiorentino, la rete da tre punti arriva solo sui titoli di coda. Prima è l’equilibrio a regnare nella sfida tra i Rossoblù e il Domagnano. Sfida che viene decisa interamente su piazzato: al 6’ Busignani la sblocca su punizione, al 21’ Manuel Bollini la riequilibra su rigore, peraltro da lui stesso conquistato. L’1-1 resiste fino al 58’: a quell’altezza dell’incontro il Domagnano, a bonus esauriti, commette il sesto fallo. Busignani va dal dischetto del tiro libero ed è efficace come in occasione dell’1-0. Vittoria sofferta ma che consente al Fiorentino di mantenere il passo della Folgore, mentre il Domagnano si ferma dopo quattro successi filati (più un pareggio) ed è costretto a subire il sorpasso della Virtus, nel frattempo letale nei confronti del Faetano. La seconda gara di Acquaviva in effetti non ha storia: finisce 5-0, con Tomassoni ad aprire suo malgrado il tabellino (autorete al 3’) e Michelotti a raddoppiare prima dell’intervallo. Paolo Casadei amplia la forbice su rigore, poi pensano Pascucci e di nuovo Michelotti a mettere definitivamente in ghiaccio il terzo risultato utile consecutivo della banda di Acquaviva, attesa lunedì prossimo dallo scontro diretto proprio con il Domagnano.

Vittoria molto agevole anche per La Fiorita, che risale la classifica grazie all’8-1 imposto al Cailungo dell’ex Levani. Un altro ex, Gamba, è l’autore dell’unico gol rossoverde. Ma a quel punto la sfida aveva già preso un chiaro indirizzo gialloblù: si era infatti sul 3-0, effetto della doppietta di Bernardi e dell’acuto di Belloni. Dopo il gol del Cailungo gli uomini di Ghiotti riprendono a svolgere il loro tema, gonfiando il parziale fino al 6-1 prima dell’intervallo: segnano Toccaceli, Giuccioli e nuovamente Bernardi. Il copione rimane invariato nella ripresa: La Fiorita completa la goleada sfruttando la vena di Toccaceli, che come il compagno Bernardi chiude la propria serata con tre reti all’attivo. Con questo successo la squadra di Montegiardino scavalca la Juvenes-Dogana e aggancia il Tre Fiori, che era a riposo. Il Cailungo resta invece a zero sul fronte dei punti conquistati e giocherà la prossima gara senza Venerucci, espulso per doppio giallo. La Libertas batte e raggiunge in classifica il Murata, costretto ad incassare la terza sconfitta di fila. È un ispiratissimo Taddei a trascinare la banda granata: tre delle quattro marcature di Borgo Maggiore portano infatti la sua firma. Al quarto d’ora è avanti il Murata con Capicchioni, cui Taddei risponde a strettissimo giro. Francesco Rossi mette la freccia del sorpasso nelle prime fasi della ripresa, ma poco dopo si torna in parità per l’acuto di Casadei. Nei 10’ finali Taddei si prende nuovamente sulle spalle la Libertas, piazzando i due colpi risolutivi che consentono agli uomini di Penserini di centrare la seconda vittoria in campionato e di allontanarsi per il momento dalle acque agitate del Girone Unico. Dove invece continua a stazionare il San Giovanni, beffato sui titoli di coda dal Pennarossa. Anche qui non mancano le reti: la prima è della banda di Chiesanuova, avanti a ridosso del quarto d’ora con Brighi. Rinaldi firma il 2-0 immediatamente dopo aver fallito un tiro libero (lo stesso aveva fatto Brighi al 20’) ed è proprio con questo parziale che le due squadre vanno al cambio campo. Nella ripresa, però, prende corpo la reazione del San Giovanni, che tra il 46’ e il 57’ rimette tutto a posto con Giacobbi e Volpinari. Ma non è finita. Il Pennarossa ne ha ancora per inventarsi il colpo di coda che vale il secondo successo in campionato. La rete risolutiva la segna Brighi quando il cronometro segna il minuto 60’. Stasera la sfida fra Cosmos e Tre Penne: in palio punti pesantissimi per allontanarsi dalle ultime tre posizioni del girone.

Questo il quadro dell’ottava giornata di campionato, al netto del posticipo:

Campionato Sammarinese di futsal 2022-23 | 8. Giornata
SQUADRA SQUADRA COPPIA ARBITRALE DATA ORARIO/ESITO LUOGO
Domagnano Fiorentino A1: Notarpietro – A2: Tonelli 21/11 1-2 Fiorentino
Libertas Murata A1: Lerza – A2: Lanuti 21/11 4-2 Dogana
Pennarossa San Giovanni A1: Delvecchio – A2: Sgrignani 21/11 3-2 Acquaviva
Faetano Virtus A1: Tonelli – A2: Notarpietro 21/11 0-5 Fiorentino
La Fiorita Cailungo A1: Delvecchio – A2: Sgrignani 21/11 8-1 Acquaviva
Folgore Juvenes-Dogana A1: Lanuti – A2: Lerza 21/11 4-2 Dogana
Tre Penne Cosmos A1: Tura – A2: Zani 22/11 21:15 Acquaviva
riposa Tre Fiori

FSGC | Ufficio Stampa