Tag: polfer

ALESSANDRIA. RAIL SAFE DAY-“DASPO URBANO” E ALLONTANAMENTO DALLA STAZIONE FERROVIARIA.

RAIL SAFE DAY 3^ GIORNATA DI CONTROLLI STRAORDINARI DELLA POLIZIA DI STATO NELLE STAZIONI FERROVIARIE DEL PIEMONTE E LA VALLE D’AOSTA

Durante la settimana appena trascorsa sono stati intensificati i servizi di prevenzione e vigilanza per una più incisiva azione di contrasto alla microcriminalità presso alcune stazioni non presidiate dal personale della Polizia Ferroviaria con l’impiego di personale nelle ore pomeridiane e serali anche a bordo treno.

Di rilievo l’attività svolta tramite l’operazione “RAIL SAFE DAY” con servizi finalizzati al contrasto di comportamenti scorretti in ambito ferroviario, quali, per esempio, l’indebita presenza sulla sede ferroviaria e l’attraversamento dei binari, cause di gravi conseguenze per l’incolumità della persona.

In particolare ad Alessandria, durante lo svolgimento degli ordinari controlli nel plesso ferroviario, gli operatori Polfer hanno sanzionato, per violazione al Regolamento di Polizia ferroviaria, due cittadini indiani senza fissa dimora, rispettivamente di 42 e 33 anni. Gli uomini sono stati rintracciati a bivaccare, privi di titolo di viaggio, nell’atrio della biglietteria di stazione, creando disagio ai viaggiatori.

Sono stati emessi nei loro confronti, inoltre, due provvedimenti di allontanamento dall’area ferroviaria, ai sensi della normativa sul “Daspo Urbano”.

ALESSANDRIA. BILANCIO SETTIMANALE DELL’ATTIVITA’ DELLA POLIZIA DI STATO.

Bilancio settimanale dell’attività della polizia di stato nelle stazioni e sui treni in Piemonte e Valle d’Aosta

La settimana appena trascorsa ha impegnato gli agenti della Polizia di Stato nei servizi di prevenzione e vigilanza per una più incisiva azione di contrasto alla microcriminalità nelle stazioni non presidiate dal personale della Polizia Ferroviaria, con l’impiego di personale nelle ore pomeridiane e serali, anche a bordo treno.

I risultati complessivi dal 16 al 22 agosto del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta: 10 indagati, 3.396 persone controllate, di cui 693 con precedenti. 216 pattuglie impegnate nelle stazioni e 11 in abiti civili per attività antiborseggio. 52 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 132 convogli presenziati. 13 i servizi lungo linea e 19 di ordine pubblico.

Sul territorio provinciale di Alessandria gli operatori hanno denunciato una 41enne italiana per minaccia e interruzione di pubblico servizio.

La donna priva del biglietto, a bordo di un treno regionale sulla tratta Torino- Genova, alla richiesta del capotreno di regolarizzare la propria posizione ha ripetutamente aggredito con frasi minatorie il personale ferroviario. La donna, appena Il treno è giunto in stazione con 14 minuti di ritardo, è stata identificata e denunciata dalla Polfer.

Al termine di una indagine gli agenti, sempre ad Alessandria, hanno denunciato un 24enne ecuadoriano per molestie nei confronti di una 20enne italiana avvenute nei pressi del piazzale antistante la stazione.

L’uomo, gravato da precedenti di polizia, è stato identificato e rintracciato grazie alla descrizione accurata della vittima e all’analisi delle immagini delle telecamere di sorveglianza.

Nell’ambito dell’operazione “Stazioni sicure”, promossa dal Servizio Polizia Ferroviaria a livello nazionale, nella giornata del 24 agosto, gli agenti della Polfer hanno effettuato servizi di vigilanza nelle aree ferroviarie mirati al contrasto delle attività illecite e alla prevenzione di possibili azioni improntate all’illegalità, potenziando i dispositivi di controllo nelle stazioni, a bordo treni e lungo linea.

A Tortona, un quarantaquattrenne marocchino è stato sanzionato per violazione al Regolamento di Polizia Ferroviaria, in quanto sorpreso mentre attraversava i binari ferroviari.

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. BILANCIO DEI CONTROLLI NEL MESE DI MAGGIO.

Polizia ferroviaria: il bilancio dei controlli nel mese di maggio

Polizia ferroviaria

Il mese di maggio, appena concluso, ha impegnato gli operatori della Polizia ferroviaria, nel loro lavoro quotidiano, per garantire la sicurezza di tutti coloro che utilizzano il treno come mezzo di spostamento o che transitano nelle stazioni ferroviarie.

Il bilancio generale dell’attività evidenzia controlli effettuati su 289.497 persone, 103 delle quali sono state arrestate, mentre altre 825 sono indagate in stato di libertà per diversi reati.

I servizi sono stati svolti da 17.188 pattuglie impiegate nelle stazioni e 3.161 a bordo dei treni. I servizi antiborseggio messi in atto sono stati 993 e gli stranieri irregolari rintracciati sono stati 274, mentre 119 sono stati i minori non accompagnati rintracciati dagli agenti della Ferroviaria e restituiti alle famiglie o collocati in comunità.

Le giornate di controlli straordinari che, di volta in volta, hanno avuto per oggetto specifici settori della sicurezza in ambito ferroviario sono state molte.

Dal 30 aprile al 6 maggio, con l’operazione nazionale “Action week – Merci pericolose” sono stati messi sotto la lente d’ingrandimento i convogli che trasportano merci pericolose in entrata e in uscita dai principali scali ferroviari italiani.

Particolare attenzione è stata riservata all’applicazione delle normative internazionali concernenti la movimentazione delle merci pericolose nelle diverse fasi del trasporto.

L’11 maggio si è svolta l’operazione “Oro rosso”, mirata a contrastare il fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

L’attività ha richiesto l’impiego complessivo di 660 operatori, che hanno effettuato controlli su 2.265 persone e 288 rottamai, 135 servizi di pattugliamento lungo linea, 73 su strada; le persone indagate in stato di libertà sono state 10, mentre 49 sanzioni elevate, per una somma complessiva di 30.844 euro.

Il 19 maggio è stata la volta del “Rail safe day”, la giornata dedicata ai controlli straordinari mirati alla prevenzione dei comportamenti anomali e scorretti in ambito ferroviario che spesso sono causa di incidenti.

Sono stati impiegati 1.571 operatori della Polizia ferroviaria, che hanno sanzionato 38 persone.

Molti gli interventi particolari di cui sono stati protagonisti uomini e donne della Ferroviaria.

Durante uno di questi, a Milano, è stato arrestato un cittadino straniero di 24 anni che, durante un controllo, è risultato essere ricercato perché destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso pochi giorni prima dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Milano per rapina.

A Milano Rogoredo, la conclusione di un’indagine svolta dalla squadra di polizia giudiziaria della Polizia ferroviaria, ha portato all’arresto di 12 persone per reati connessi agli stupefacenti.

Durante lo svolgimento dell’attività investigativa i poliziotti avevano già arrestato 23 persone in flagranza di reato e sequestrato 13 chili e mezzo di eroina, mezzo chilo di cocaina e 31mila euro in contanti.

La Ferroviaria di Orte ha individuato e arrestato uno straniero perché risultato destinatario di un mandato di arresto europeo emesso in Olanda per aver tentato di uccidere la sua ex fidanzata.

A Palermo i poliziotti della Ferroviaria hanno riaffidato alla madre un bambino di 12 anni che si era perso alla stazione centrale dopo essersi allontanato a bordo di un autobus extraurbano.

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. BILANCIO SETTIMANALE DI CONTROLLO DEL TERRITORIO.

9 INDAGATI E OLTRE 4.500 PERSONE CONTROLLATE. BILANCIO SETTIMANALE DELL’ATTIVITÀ DELLA POLIZIA DI STATO NELLE STAZIONI E SUI TRENI IN PIEMONTE E VALLE D’AOSTA

9 indagati, 4.539 persone controllate, di cui 851 con precedenti. 245 pattuglie impegnate nelle stazioni e 14 in abiti civili per attività antiborseggio. 66 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 174 convogli presenziati. 25 i servizi lungo linea e 62 di ordine pubblico. Questi i risultati dell’attività settimanale, dal 3 al 9 maggio, del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

L’attività ha visto uno sviluppo anche nella nostra Provincia. Ad Alessandria, un cittadino bulgaro di quarantasette anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio e sanzionato per ubriachezza molesta.

L’uomo, in stato di ebbrezza, ha azionato due freni d’emergenza a bordo di un treno regionale tra le stazioni di Spinetta Marengo (AL) e Alessandria. A distanza di un giorno, il 47enne bulgaro è stato sorpreso di nuovo presso la stazione di Alessandria, mentre stava urinando nei pressi dell’ingresso della stazione.

Accompagnato negli uffici di Polizia, è stato allontanato ai sensi della normativa per la sicurezza dei luoghi pubblici ‘Daspo urbano’ e sanzionato per atti contrari alla pubblica decenza e perché privo di mascherina di protezione anti – covid.

Sempre ad Alessandria, la Polfer ha denunciato, per interruzione di pubblico servizio, un trentanovenne marocchino, sorpreso mentre camminava lungo la sede ferroviaria sulla tratta Alessandria- Novi Ligure (AL), in località Frugarolo.

Lo straniero è stato bloccato dai poliziotti che hanno evitato conseguenze che avrebbero potuto essere ben più gravi.

A causa del gesto del 39enne, tutti i convogli in transito hanno registrato ritardi. Un venticinquenne nigeriano è stato denunciato per rifiuto di generalità, infatti lo straniero, all’atto del controllo, si è rifiutato di fornire agli agenti un documento d’identità.

ALESSANDRIA. I RISULTATI DEI CONTROLLI DELLA POLIZIA DI STATO NEL PERIODO DI PASQUA.

8 indagati, 3.329 persone controllate, di cui 647 persone con precedenti.

172 pattuglie impegnate nelle stazioni e 9 in abiti civili per attività antiborseggio per contrastare i furti in danno dei viaggiatori.

36 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 93 treni presenziati. 18 i servizi lungo linea e 52 quelli di ordine pubblico.

Questi i risultati dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta nei giorni delle festività pasquali.

Nei giorni scorsi, da venerdì 2 a martedì 6 aprile, gli agenti Polfer in servizio nelle due Regioni, hanno effettuato controlli straordinari nelle aree ferroviarie di rispettiva competenza in stazione, lungo linea e a bordo treno, espletando attività di vigilanza mirata al contrasto dei reati e illeciti comportamenti in ambito ferroviario.

Nelle stazioni ferroviarie sono stati predisposti controlli per individuare la presenza di persone sospette e a garantire la sicurezza di tutti gli utenti. Con particolare riferimento alla Provincia di Alessandria, un quarantasettenne bulgaro è stato sanzionato per ubriachezza molesta.

Il personale Polfer in servizio presso la stazione cittadina ha controllato l’uomo che vagava in evidente stato di ubriachezza, arrecando disturbo ai viaggiatori presenti. Dopo essere stato accompagnato in Ufficio per proseguire il controllo, è stato sanzionato amministrativamente sia per ubriachezza che per violazione delle norme anticontagio da Covid-19 poiché non indossava la mascherina e si trovava al di fuori del Comune di residenza senza giustificato motivo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: