Tag: Pallavolo

ALESSANDRIA. LA VOLLEY CONQUISTA IL PRIMATO DEL GIRONE, AVANTI IN COPPA PIEMONTE.

Se la Coppa Piemonte per il team dell’Alessandria volley doveva rappresentare un banco di prova in vista dell’inizio del campionato di Serie C femminile possiamo tranquillamente dare una inequivocabile risposta: “Esame superato”.

Domenica al Palacima di Alessandria è andato in scena il terzo concentramento di questa importante competizione che ha visto l’Alessandria Volley affrontare in un derby provinciale la forte e ben organizzata formazione dell’Ovada pallavolo, 2 a 1 il risultato finale con i parziali di 25/18 20/25 25/12 e in ultima battuta l’Isil Almese team già incontrato nelle fasi finali per la promozione in serie B dello scorso campionato.

Quest’ultimo incontro ha visto sul tabellone luminoso segnare il risultato di 2 a 1 a favore del team alessandrino con i parziali di 25/15 26/24 21/25. Al termine del girone di qualificazione il team del presidente Andrea La Rosa ha brillantemente conseguito il passaggio al turno successivo grazie a 6 vittorie su 6 incontri disputati, vittorie conseguite grazie a 15 set vinti e soli 3 persi. Pertanto alla luce di questi ultimi risultati possiamo leggere una classifica che vede nelle prime dodici posizioni, posizioni che permettono di staccare il pass per la seconda fase di Coppa Piemonte dell’8 Dicembre, al primo posto l’Alessandria volley, al secondo posto appaiate Lilliput e Chieri e a seguire Venaria, Involley, P.V.B., Vicoforte, A.F. volley, Santena, Cigliano, Almese e Toplay. In questo terzo concentramento roster al completo per il team guidato da coach Marco “Jus” Ruscigni ad esclusione per infortunio del centrale Arianna Bernagozzi ma presente in panchina e comprendente gli opposti Francesca Oberti e la capitana Romina Marku, i liberi Arianna Ferrari e Chiara Cazzulo, al palleggio Giulia Ponzano e Silvia Rinaldi, nel ruolo di centrali Martina Fracchia, Valentina Soriani e Alessia Falocco, gli attaccanti Alice Giacomin, Matilde Furegato ed Elisa Marku. In panchina a completare lo staff del team alessandrino Giorgio Oberti allenatore in seconda e preparatore atletico, lo scoutman Paolo De Mgistris, i Team Manager Marco Bernardelli e Simone Ponzano, il medico sociale Dott. Francesco Mele e il massofisioterapista Antonio Aita. Di fronte ad una bellissima, numerosissima e assordante tifoseria, tra quest’ultima anche l’Assessore Vittoria Oneto, e con la presenza di tutto lo staff dirigenziale e tecnico ha avuto inizio il primo incontro tra le locali e l’Ovada pallavolo. Incontro molto avvincente e combattuto. Nel primo parziale si è visto il team locale condurre sempre ma con margini altalenanti e seguita nel finale, sul punteggio a favore di 19 a 18 ecco la classica zampata finale con 6 punti consecutivi e set vinto. Secondo set con le alessandrine a commettere troppi ed insoliti errori, andamento del set molto randomico e parziale ovadese di 25 a 20.

Nella terza frazione un monologo di Fracchia e compagne che con un filotto di ben 10 punti finali portano a casa il set e 2 punti in dote alla classifica che le avvicina alle prime posizioni. E siamo alle battute finali di questo girone di Coppa e la partita è da prendere con le giuste cautele e attenzioni. L’Isil Almese temibile, ben impostato e quadrato che già lo scorso campionato ha dimostrato il suo valore. Primo set, come dice il punteggio finale di 25 a 15 dominio assoluto delle locali che con ottime trame di gioco, sicurezza e determinazione conquistano quel punto in classifica che le permette di raggiungere la testa della classifica in coabitazione con il Lilliput e il Chieri. Seconda frazione ben giocata da entrambe le squadre con fasi alterne nel punteggio fino al 19 pari e da quel momento è stato un finale set palpitante con vantaggi a fasi alterne fino al 24 a 24. Su questo punteggio un preciso e potente attacco ed un muro vincente hanno consegnato anche il secondo set a Marku e compagne e soprattutto altro punto in classifica che ha sancito il primato in solitaria. Terzo set appannaggio dell’Almese che non si arrende e alla ricerca di quel punto che le possa consacrare nelle 12 formazioni che avranno accesso alla seconda fase di Coppa Piemonte. Punto che conquistano al termine di un set combattuto e ben giocato.

Per la Coppa Piemonte appuntamento all’8 dicembre per la seconda fase a mini gironi che concederanno il pass alle final four. E domenica 9 ottobre in trasferta a Novara prima giornata del campionato di serie C alle ore 18,00, gara trasmessa in diretta su facebook alla pagina Alessandria volley. “Erano 2 partite complicate e ne eravamo consapevoli. In settimana abbiamo lavorato bene per raggiungere l’obiettivo di conquistare 4 punti che ci avrebbero permesso di raggiungere la vetta della classifica e accedere alla seconda fase. Così è stato perché abbiamo messo in campo quella sana cattiveria agonistica che ci ha permesso di fare questo grande passo frutto del lavoro svolto consapevoli che dall’anno scorso stiamo facendo una crescita pazzesca e speriamo di poter continuare su questa strada per far bene sia nelle fasi successive di Coppa che in Campionato” queste le parole a fine partita della capitana Romina Marku che ricordiamo è un prodotto del fiorente vivaio alessandrino diretto dal D.T. Massimo Lotta. E noi possiamo solo concludere con un NEVER GIVE UP.

Pallavolo Acqui Terme B1 | Secondo posto al Torneo internazionale sempre con noi di Carcare

ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME – SERTECO GENOVA 2-1 (25/10, 25/15, 14/25)

Dopo un inizio in cui le genovesi rimangono a ridosso, le termali iniziano ad allungare le distanze per poi consolidare nella seconda metà del parziale e cavalcare facilmente sino ad un netto 25/10. Nel secondo parziale le liguri riescono a mantenere un distacco più ridotto, provando in alcuni frangenti a rimettersi in moto, ma le termali sono brave a mantenere alta la concentrazione e guidate da Ruggiero in battuta da 17/14 si portano a -2 dalla chiusura. A completare il lavoro ci pensa capitan Mirabelli. La terza frazione, dopo una fase di punto a punto iniziale, vede Serteco salire al comando mantenendosi inizialmente due lunghezze avanti, per poi allungare da 10/12 a 10/17 mandando in crisi Acqui, che non si riprende più.

ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME – SALISBURGO 3-0 (25/20, 25/9, 25/21)

Dopo essere partite un po’ contratte, le termali si rimettono in carreggiata ed agguantano il pari ai 10, le austriache avanzano ancora di quattro lunghezze ma le termali riagguantano il risultato e danno vita una battaglia colpo su colpo. Sul 18 pari Tommasin e Mirabelli avanzano e due errori avversari raddoppiano il vantaggio. Poi Bondatenko e un muro di Cattozzo chiudono il set. Nel secondo set l’inizio è scoppiettante per le termali che vanno subito sopra: Salisburgo cerca di rimanere aggrappata ma un bel break di Bondarenko che porta il porta il punteggio da 5/3 a 12/3 si spengono: Acqui Terme con una bella prestazione di tutte cavalca trionfalmente fino alla fine (25/9). Nella terza frazione, dopo un inizio in equilibrio, le austriache vanno al comando: le acquesi dopo due tentativi andati a vuoto trovano il pareggio con Falocco e il sorpasso con Grotteria sul 16/15. Il match torna in equilibrio. Salisburgo avanza di tre dopo il 18 pari, poi un colpo di Ruggiero e un muro di Scardigli le mandano il black out: dopo una serie di errori Scardigli mette la firma sulla chiusura.

ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME – RUBIERESE 3-0 (25/19, 25/19, 25/18)

Rubierese parte subito tre passi avanti ma Bondarenko e Scardigli si rimettono al passo: equilibrio fino all’8 pari quando Scardigli avanza di due, poi Mirabelli e ancora Scardigli e il vantaggio raddoppia. Le emiliane si rimettono in moto, fallendo, però il colpo del pareggio che risveglia le termali dopo qualche istante di calo. Il prosieguo è abbastanza a senso unico: l’Arredo Frigo Valnegri chiude a +6. La seconda frazione è in equilibrio per la prima metà, poi le termali ingranano la marcia ed il risultato è il medesimo. Nel terzo la musica non cambia ed il risultato è quasi lo stesso: le acquesi agguantano il primo posto del girone e conquistano le semifinali

ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME – VOLLEY 2001 GARLASCO 2-0 (25/21, 25/11)

Acqui Terme e Garlasco iniziano subito a darsi battaglia colpo su colpo. Poi, dopo l’8 pari le lombarde avanzano di tre passi, ma Tommasin ci mette una pezza e, guidate da da una super Cattozzo al servizio, le termali ribaltano da 9/12 a 16/12. Garlasco riaggancia ai 17, ma Scardigli riprende il comando e un break di Ruggiero riallarga lo strappo a favore. Sul 24/20 le pavesi annullano il setball ma ci pensa capitan Mirabelli a prendersi il set. Colpo in battuta di Scardigli e pallonetto di Bondatenko e l’Arredo Frigo Valnegri ingrana bene il secondo set, mettendo pressione alle avversarie che, dopo aver mancato il pareggio vengono travolte da Bondarenko che, prima colpisce e poi insacca tre ace intervallati da due segni di Tommasin (12/5). Garlasco si rialza accorciando di tre. Sul 15/10 Lombardi piazza subito un punto e due ace, poi Bondarenko sigla il 19/10 e le rivali sono piegate. È capitan Mirabelli

ARREDO FRIGO VALNEGRI ACQUI TERME – VBC CHESEAUX (31/29, 19/25, 14/25, 18/25)

Sotto un tifo accorso a sosteberle apposta per l’occasione, le termali partono grintose rispondendo e contrattaccando agli attacchi elvetici. Scardigli e capitan Mirabelli, dopo sei scambi provano a passare avanti, ma la battaglia torna sul filo. Dopo due errori che avantaggiano le avversarie, un pallonetto di Cattozzo e un attacco di Tommasin rimettono la situazione a posto. Lo scontro continua colpo su colpo, con diversi errori da ambo le parti, poi, dopo il 17 pari Cheseaux trova il ciclo positivo che manda sotto le termali, ma Lombardi con un ace rimette il match sulla retta via. Sul 22/24 Bondatenko annulla il setball, poi un errore e un ace di Cattozzo ribaltano. Dopo vantaggi interminabili a suon di cannonate e rocambolesche difese il capitano mette la doppia firma al termine della prima battaglia 31/29. Nella seconda parte la musica sembra la stessa: poi, la formazione svizzera inizia a spingere forte rimontando un 8/6 a 8/12. Acqui barcolla ma non molla, cercando di riprendersi i passi persi ma la VBC Cheseaux rimane compatta e non sbaglia più un colpo, imponendosi 19/25. Nel terzo set l’avvio è tragico: le svizzere la piazzano subito consecutivamente sette volte. Acqui prova inizialmente a recuperare quota poi torna in apnea. Alti e bassi, contro una corazzata che per strada lascia poco: non c’è via di fuga. Lo svantaggio finale è di undici punti.
Dopo un inizio in equilibrio nella quarta frazione, Cheseaux avanzano 3/6. Tommasin e Mirabelli rimettono in equilibrio ai sette, ma le svizzere risalgono, dopodiché non c’è più niente da fare. Nonostante un riaggancio finale e due setball mancati: Cheseaux chiude 18/25 e conquista il trofeo.

ALESSANDRIA. PALLAVOLO ACQUI TERME E ALESSANDRIA VOLLEY INSIEME NEL PROGETTO ”2A”

Insieme per valorizzare i talenti: Pallavolo Acqui Terme e Alessandria Volley danno vita a “Due A” Collaborare per puntare all’eccellenza. Questa è la finalità dell’ambizioso progetto “Due A” nato dalla collaborazione tra Alessandria Volley e Pallavolo Acqui Terme che è stato presentato il 29 agosto al Palacima di Alessandria. Due delle principali società femminili del territorio alessandrino hanno deciso di unire le sinergie per realizzare assieme un vivaio di qualità, dove le giovani pallavoliste potranno esprimere al meglio il proprio talento, sentirsi valorizzate tecnicamente e crescere.

Da una parte l’Alessandria Volley la cui prima squadra affronta la massima categoria regionale e dall’altra la Pallavolo Acqui Terme che, con la sua serie B1, è da sette anni la formazione della provincia di livello più alto. Entrambe le compagini, da tempo, puntano a portare più giocatrici possibili cresciute internamente ai massimi livelli. Un patto sportivo che prende vita proprio da questa visione comune, come raccontano i due massimi dirigenti: “Abbiamo voluto unire le nostre risorse per valorizzare al meglio le atlete e per creare un bacino nel settore giovanile sempre più specializzato a livello agonistico. Cercheremo di dare il nostro massimo contributo per fornire il miglior percorso possibile. Speriamo in un’annata proficua sotto tutti i punti di vista” ha dichiarato il presidente alessandrino, l’avvocato Andrea La Rosa. ”Siamo riusciti finalmente a concretizzare questa collaborazione. Uniamo due forze molto importanti nella provincia e riusciamo a fare quasi tutte le categorie giovanili: U14 eccellenza, U16 eccellenza, serie D e Prima Divisione. L’Alessandria ha una prima squadra di serie C con ambizioni di crescita, noi ad Acqui abbiamo un progetto per valorizzare ragazze in serie B1. Sono convinto che è solo unendo le forze che si possono dare vita alle cose migliori. Per questo motivo, sono molto contento di questo inizio di collaborazione. Credo possano esserci i presupposti per creare assieme qualcosa di molto ambizioso” ha aggiunto il patron termale Claudio Valnegri.

Massimo Lotta, direttore tecnico del Progetto Due A, entrando nel dettaglio, ha spiegato: “L’obiettivo è mettere in comune le risorse economiche, tecniche e organizzative per dare alle ragazze un percorso di qualificazione ed eccellenza. L’investimento iniziale sulla serie D ha lo scopo di dare una chance in più alle ragazze fornendo un percorso tecnico dove mettere a frutto gli insegnamenti delle due società e trovare nel territorio la migliore opportunità di crescita possibile. Molte giovani talentuose, infatti, non sono ancora riuscite a trovare in provincia di Alessandria un percorso di crescita appetibile e per questo si spostano altrove. Noi, con questa nuova realtà puntiamo a invertire questa tendenza. Abbiamo iniziato a proporre questo nuovo percorso alle ragazze di Acqui Terme ed Alessandria, ma l’augurio è che possano aggiungersi anche altre società aperte in modo da creare un polo sportivo di alto livello dove le atlete del territorio possano rimanere e crescere”

ALESSANDRIA. UN BOTTO CON 3 COLPI PER L’ALESSANDRIA VOLLEY.

Serie C femminile pallavolo
UN BOTTO CON 3 COLPI PER L’ALESSANDRIA VOLLEY


Non è ancora giunta ufficialmente al termine la stagione sportiva 2021 2022 e l’Alessandria
volley, come noto, da tempo è entrata in modalità “work for the future”. E l’annuncio
dell’ingaggio di Arianna Ferrari, Valentina Soriani e Martina Fracchia è la dimostrazione
che la società alessandrina ha intenzione di alzare ulteriormente l’asticella. Tre atlete ben
note negli ambienti pallavolistici provinciale, regionale e non solo. L’attività programmatica
messa in campo dal presidente Andrea La Rosa, dal Direttore Tecnico Massimo Lotta e dal
Consiglio Direttivo per quanto riguarda il team della serie C, che ricordiamo ha raggiunto
nell’ultimo campionato i play off schierando atlete con età media di 17 anni, ha avuto i giusti
input per dare un maggior coefficiente di esperienza al già valido “roster mandrogno”. Tre
atlete che nei loro percorsi hanno calcato, dopo le giovanili, i campi delle serie C, B2, B1 ed
anche A2.
ARIANNA FERRARI, libero, classe 1987, ultima stagione disputata con il Garlasco
Pallavolo campionato serie B1
VALENTINA SORIANI, centrale, classe 1989, ultima stagione disputata con il Savigliano
campionato serie B2
MARTINA FRACCHIA, centrale, classe 1991, un ritorno a casa Alessandria volley, ultimi
campionati disputati, in prestito, con la Junior Casale serie B2.
Ora tutto lo staff societario è attivo per mettere a punto tutti i tasselli volti a raggiungere gli
obiettivi prefissati per quanto riguarda il settore giovanile femminile, l’S3 e non ultimo tutto il
settore maschile

ALESSANDRIA. ALESSANDRIA VOLLEY SCONFITTA DALLA CAPOLISTA A RIVAROLO.

Campionato FIPAV Serie C Femminile Playoff
ALESSANDRIA VOLLEY SCONFITTA A RIVAROLO CON LA CAPOLISTA


Il penultimo atto dei playoff del Campionato di pallavolo femminile di serie C ha visto la compagine del Presidente Andrea La Rosa misurarsi nella terza trasferta consecutiva in quel di Rivarolo. Avversaria di turno la formazione locale del Finimpianti Rivarolo Volley capolista del girone D dei playoff. Coach Marco Ruscigni e il vice Giorgio Oberti hanno affrontato questa trasferta convocando Arianna Bernagozzi, Melissa Franzin, Alessia Falocco, Martina Ronzi, Matilde Furegato, Alice Giacomin, Elisa Marku, Romina Marku, Francesca Oberti, Giulia Ponzano, Arianna Filip, Chiara Cazzulo e Laura Nieddu. Il risultato finale di 3 a 0 per le rivarolesi, parziali 25/18 25/23 25/15, legittima il primo posto in classifica delle torinesi che a un turno dalla fine dei playoff hanno così messo una forte ipoteca sulla promozione in B2. Le alessandrine hanno forse perso un po’ la brillantezza nel gioco messo in mostra nella seconda parte della regular season, seconda parte condita da ottime prestazioni frutto di determinazione, buona tecnica e tattica. In questa gara solo nella seconda frazione, pur senza brillare eccessivamente, sono riuscite a tenere testa alle avversarie mentre nel primo e nel terzo le sorti dell’incontro sono sempre state nettamente nelle mani delle locali. Locali che sono risultate vincenti grazie ad una buona difesa, frutto anche di non efficacissimi attacchi alessandrini, seguita da colpi determinanti in attacco e grazie anche ad un buon muro vincente che le alessandrine poche volte sono state in grado di eludere. Per questo giovane team, età media 17 anni, il raggiungimento dei playoff è stato di fatto un risultato più che positivo, risultato che ha messo in evidenza il buon lavoro svolto nel settore giovanile, tutte le atlete provengono dalla “cantera” mandrogna, soprattutto grazie alle capacità di un ottimo staff tecnico coordinato dal Direttore Tecnico Massimo Lotta, risultato che nel contempo si è dimostrato il giusto volano per costruire e programmare il futuro come già sta facendo da tempo lo staff dirigenziale alessandrino. Nota positiva di questo match l’esordio assoluto in campo nel campionato di serie C del giovane libero, classe 2004, Laura Nieddu anche lei con un percorso tutto nel settore giovanile dell’Alessandria Volley. Sabato prossimo ultimo appuntamento stagionale per Ponzano e compagne che vedrà ospite al Palacima la formazione dell’Mts Ser Santena. Quindi appuntamento alle 17,30 per tributare il giusto ringraziamento a queste giovani atlete.