Tag: nazionale femminile

WEURO 2022. LE AZZURRE HANNO VOGLIA DI RISCATTO. GIACINTI E SIMONETTI IN CONFERENZA STAMPA ”SIAMO PRONTE”.

Pochi minuti fa si è svolta la conferenza stampa della nazionale femminile, impegnata nell’europeo inglese. A prender parola sono state Valentina Giacinti, nuova attaccante della Roma, e Flaminia Simonetti, Centrocampista Inter.

Mancano tre giorni alla prima partita decisiva di questo europeo, per le azzurre l’obiettivo è cancellare la pesante sconfitta contro la Francia e ripartire subito per guadagnarsi la qualificazione. Giovedì alle 17, 18 italiane, la nazionale affronterà le islandesi, un anno fa la doppia amichevole che ha dato come risultato ex equo. Il Belgio sarà la chiave di volta, impegnata contro le francesi, la gara in programma Lunedì potrebbe essere la conferma o la definitiva per le sorti delle nostre azzurre.

durante la conferenza stampa Giacinti e Simonetti si sono espresse così:

Valentina Giacinti: ”la sconfitta forse è arrivata nel momento giusto, adesso è il momento di risollevarci e di portare a casa i tre punti. Conosco bene le qualità delle nostre avversarie, abbiamo l’obbligo di non disunirci e ripartire insieme.” – continua ”di tutte le critiche teniamo conto solo di quelle costruttive, le aspettative sono alte e lo sappiamo. Noi stiamo crescendo, non siamo ancora tra le top mondiali ma con il duro lavoro e tempo ci toglieremo molti sfizi. Parlerà il campo”.

Flaminia Simonetti: ”Sto bene sia fisicamente che mentalmente, sono pronta a scendere in campo dal primo minuto se la ct deciderà di schierarmi. Contro la Francia ho cercato di esprimere al meglio il mio modo di giocare, ero tranquilla e sono contenta di aver ricevuto i complimenti.” -continua- ”Nel mio passato ho provato l’esperienza di arrivare fino in fondo ad un europeo, con la nazionale primavera, spero di riuscirci anche qui. Il nostro compito adesso è voltare pagina e ripartire, il livello tra noi e le nazionali come la Francia è abissale e servirà lavoro e tempo, siamo sulla strada giusta.”

THUN(SVIZZERA). SVIZZERA 0 ITALIA FEMMINILE 1. CRISTIANA GIRELLI E LA CODA DI CAVALLO PORTANO L’ITALIA ALLA QUALIFICAZIONE AI MONDIALI.

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on line

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

La vittoria contro la Lituania e la punizione di Cristiana Girelli portano al primo posto nel girone di qualificazione ai mondiali di calcio femminile.

le Azzurre hanno battuto la Svizzera, prima nel girone, a Thun e conquistato la prima posizione con 21 punti contro i 19 punti delle Elvetiche. Nella gara di andata al Renzo Barbero di Palermo la Svizzera si era imposta per 2-1 contro la squadra di Milena Bertolini, che si sono riscattate alla Stockhorn Arena, ipotecando il pass diretto per i Mondiali di calcio del 2023 che si giocheranno in Australia e Nuova Zelanda.

SVIZZERA (4-1-4-1): Thalmann; Maritz, Buhler, Kiwic, Aigbogun; Walti; Bachmann, Reuteler (45′ Folmli), Xhemaili (63′ Maendly), Sow (75′ Stierli); Crnogorcevic. A disp. Friedli, Peng, Stierli, Megroz, Rinast, Maendly, Calligaris, Touon, Folmli, Humm, Mauron, Lehmann. Ct. Nielsen

ITALIA (3-4-1-2): Giuliani; Bartoli, Gama, Linari; Cernoia (61′ Bergamaschi), Giugliano (75′ Rosucci), Galli, Boattin; Caruso (75′ Sabatino); Girelli, Bonansea (89′ Lenzini). A disp. Schroffenegger, Durante, Bergamaschi, Piemonte, Rosucci, Sabatino, Bonetti, Serturini, Greggi, Lenzini, Di Guglielmo. Ct. Bertolini

AL FOTOCRONACA DELLA PARTITA.

La prima occasione della gara con barbara Bonansea dopo 5 minuti dal fischio di inizio: Bonansea si inserisce in area di rigore, ma non trova la porta.

Il primo corner per l’Italia per l’ottimo l’intervento di Thalmann su Cernoia.

La reazione delle Elvetiche non si fa attendere, ma è brava Giuliani ad intervenire su una situazione pericolosa.

All’11° Maritz, in fuorigioco, riceve la palla in area e con un gran destro centra sotto la traversa.

La partita prosegue con una fase di possesso palla per le Svizzere, che però non riescono a superare la propria zona difensiva.

Al quarto d’ora Boattin carica troppo il sinistro.

Dopo due minuti Bartoli serve Girelli, ma è un passaggio per il portiere.

Al 21° il primo angolo per la Svizzera e provvidenziale l’intervento di Giuliani sulla conclusione di Crnogorcevic.

Giugliano dalla distanza prova la conclusione, ma il suo tiro è centrale.

Le Azzurre creano azioni da goal, ma fanno fatica a concretizzare. 

Al 35° un lancio di Giugliano per Galli che serve con un cross Girelli,ma fatica a girarsi in area circondata dalle avversarie e a trovare lo specchio della porta.

Secondo tempo

L’Italia ci prova con Cernoia su un calcio di punizione da posizione interessante, palla fuori di pochissimo.

Conclusione dalla distanza di Galli al 55°.

Le azzurre continuano a spingere sull’acceleratore alla ricerca della rete del vantaggio. 

Girelli spreca un’occasione in area a pochi passi dalla porta.

Al 64° Bergamaschi punta Kiwic e ottiene un corner che Boattin serve sul secondo palo sulla testa di Girelli, palla deviata.

La Svizzera riparte, ma spreca e rstituisce la palla a Giuliani.

Al 74° Bartoli cerca l’azione individuale in mezzo a due avversarie, ma è fermata regolarmente.

Milena Bertolini decide di far entrare in campo la coppia Rosucci-Sabatino cambiando il modulo in un 4-2-3-1, la centrocampista bianconera smuove al suo ingresso la partita. 

Mancano 10 minuti al termine della gara e Lisa Boattin guadagna un calcio di punizione da posizione ravvicinatissima. Girelli al tiro e complice la coda di cavallo della barriera delle svizzere va a rete spiazzando il portiere, che non può arrivare sulla deviazione fortuita. rete.

Dal Goal alla fine della gara manca poco, ma per le azzurre è arrivato il tempo di difendere il risultato contro le ragazze di Nielsen,che provano a spingere.

Al 90+5′ arriva il triplice fischio dell’arbitro: finisce 0-1 il match tra Svizzera e Italia!

MARCATRICI: 83′ Girelli.

AMMONITE: 20′ Bachmann.

ARBITRO: Welch (ENG)

NOVARELLO. ANCHE LA SECONDA AMICHEVOLE SORRIDE ALLE AZZURRINE, ESTONIA BATTUTA 7 A 0

Dopo la gara amichevole la ct Grilli dovrà iniziare a pensare alla formazione titolare che affronterà la seconda parte della qualificazione ai prossimi europei di categoria.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Secondo successo nel giro di tre giorni per la Nazionale Under 17 Femminile, che fissa la netta vittoria di mercoledì (8-1) superando nuovamente, stavolta per 7-0, l’Estonia nell’amichevole disputata in mattinata sul campo del Villaggio Azzurro di Novarello a Granozzo con Monticello (NO).

L’Italia parte forte, portandosi in vantaggio dopo due minuti grazie a Veronica Bernardi, già autrice di una doppietta nella prima amichevole con le pari età estoni. A siglare il secondo e il terzo gol è l’attaccante della Juventus Ginevra Moretti, mentre in chiusura di primo tempo e in apertura di ripresa Giulia Dragoni realizza la sua seconda doppietta consecutiva dopo quella messa a segno mercoledì. Al 54’, per non essere da meno, anche Bernardi firma la sua doppietta personale, poi è Eva Schatzer a trasformare il rigore del definitivo 7-0, a procurarsi il penalty è stata la numero 10 Dragoni.

Le Azzurrine si avvicinano nel migliore dei modi alla seconda fase del Campionato Europeo, che dal 16 al 22 marzo le vedrà di scena in Portogallo in un girone assai impegnativo, in cui dovranno affrontare la nazionale di casa, i Paesi Bassi e il Montenegro: “Sarà dura – avverte Grilli – ma siamo fiduciose, ce la vogliamo e possiamo giocare. Le ragazze dovranno scendere in campo felici per aver conquistato la qualificazione a questa seconda fase, il nostro compito è pensare alla loro crescita e prepararle a nuove sfide”. (fonte FIGC)