Tag: milano

MILANO. INTER 1 NAPOLI 1. GARA ENTUSIASMANTE, GIOCATA ALLA PARI CON MOLTE OCCASIONI E QUALCHE DELUSIONE.

La prima giornata di ritorno del campionato di calcio femminile di serie A tra Inter e Napoli si disputa sul campo del centro sportivo Suning di Milano.

Servizio Giuseppe Amato – Foto Andrea Amato/PhotoAgency

La partita non presenta particolari difficoltà per la formazione di casa, ma che deve comunque confermare l’impostazione e le prestazioni dell’ultimo periodo. La squadra diretta da Rita Guarino diretta da Rita Guarino con una vittoria sul Napoli, terzultima nella classifica generale e a rischio retrocesssione, si porterebbe in parità in classifica con le cugine rossonere in 4^ posizione.

Le formazioni in campo

Inter: Durante, Sonstelvold, Landstrom, Karchouni, Marinelli, Bonetti, Merlo, Sousa, Pandini, Simoneti, nchout

All.Rita Guarino.

Napoli: Aguirre, Golob, Garnier, Popadinova, Erzen, Colombo, Awona, Yoniolo, Severini, Mauri, Jaimes

All. Marco Ceolin

Direttore di gara Marco Ricci di Firenze

Il calcio di inizio alle ore 14,30 affidato al Napoli e l’Inter che attacca dalla destra della tribuna.

Il primo quarto d’ora di gioco è stato sostanzialmente giocato alla pari dalle due formazioni, ma l’Inter ha avuto quattro occasioni nitide er portarsi in vantaggio la prima con Bonetti, fuori di poco dalla porta difesa da Aguirre.

Il Napoli nella prima fase di gioco non ha rinunciato ad attaccare l’area neroazzurra, ma ha creato poco nella fase di finalizzazione del gioco. Ottima fino a questo punto la prestazione di Aguirre, che non ha concesso spazi alle interiste.

Karchouni al 26° ricevuta la pala al centro dell’area ospite finta una girata, manda fuori tempo Aguirre, che batte sul lato opposto .

Inter 1 Napoli 0

L’Inter cu i riprova due minuti dopo su calcio di punizione, ma la palla colpita di testa vola alta sulla traversa.

Il Napoli in svantaggio, dal 15° minuto dall’inizio della partita ha ammainato le vele e rinunciato ha affondare nella metà campo neroazzurre e tranne che in rare occasioni le interiste sono padrone del campo, impongono alle partenopee il gioco e il ritmo particolarmente sostenuto di gioco.

Il Napoli ha uno scatto di orgoglio e dopo alcune incursioni al 37° Mauri con un gran tiro dalla distanza sorprende Durante, che nulla può fare per recuperare la palla colpisce il palo interno e si infila nella rete.

Il Napoli dopo il pareggio ha riacquistato sicurezza e la 23 Toniolo prova ripeter la prodezza della compagna di squadra, ma il tiro troppo centrale non sorprende Durante che blocca facilmente.

Il primo tempo finisce sul punteggio di parità, un goal per parte in una partita aperta e giocata alla pari tra l due formazioni. Il Napoli, che nella fase centrale della gara ha preferito non rischiare facendo arretrare tutta la squadra nella propria metà campo, aspettando il momento opportuno per organizzare le ripartenze, che hanno portato il risultato in parità. Aguirre migliore in campo per gli interventi effettuati contro le neroazzurre meglio organizzate, veloci e che hanno prodotto numerose azioni da goal.

Secondo tempo.

L’Inter riparte in attacco e Karchouni al 5° minuto impegna Aguirre in una presa a terra.

Il Napoli risponde con Popadinova, ma trova pronta Durante in presa a terra.

Brivido al 10° della ripresa per le neroazzurre: Durante sbaglia un rilancio in area e regala la palla alle partenopee, che con Colombo vanno al tiro, ma il sette della porta colpito in pieno nega al Napoli il goal del vantaggio.

Altra disattenzione di Durante al 12°, messa fuori causa la porta viene salvata dall’intervento provvidenziale di un difensore.

L’Inter è vistosamente calato nei primi minuti della ripresa, non ostruisce gioco in attacco e lascia ampi spazi di manovra al Napoli.

Esce Marinelli e Pandini per Arietta e Polii per l’Inter mentre il Napoli ha sostituito la Colombo 14 per la 17 Acuti.

Il gioco riprende e riprende l’iniziativa delle neroazzurre che colpiscono la traversa.

Simonetti al termine di una azione iniziata a centro campo, dopo una serie di passaggi si impossessa della palla, che manda fuori di un soffio.

Bonetti si propone dalla distanza e riprova a sorprendere Aguirre, che blocca facile.

La partita dopo un inizio opaco si è accesa con le due formazioni che giocano a ritmi forsennati, concedendo e riconquistando ampi spazi di campo.

Fuori 11 Erzen infortunata e dentro Di Marino per il Napoli.

Occasione per Bonetti che perde il tempo, prova Simonetti che spara alto sulla traversa.

Calcio di punizione battuto da Goldoni e angolo per il Napoli al 33°. Nulla di fatto il punteggio è sempre di parità.

Napoli vicina al vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo che ha provocato una mischia in area, risolta da un colpo di testa contro la parte bassa della traversa. La palla dopo l’impatto è caduta sulla linea di porta e di nuovo contro la traversa, ma senza superare la linea di porta.

Inter 33 Nyoja fuori entra la 17 Portales

Ultimi minuti di gioco e ultimi fuochi d’artificio sul campo del Suning. Le neroazzurre decise a sbloccare il risultato attaccano l’area partenopea a pieno organico, Bonetti si propone con continuità in area, ma senza trovare varchi utili al tiro. Ultima occasione per l’Inter Merlo tira e centra il palo pieno, la palla di ritorno viene intercettata dalle attaccanti neroazzurre, Portales di testa prova a infilare la porta, ma il tentativo viene vanificato da Di Marino che sempre di testa impatta la palla e le impedisce di superare la linea di porta.

Finisce la partita con l’Inter in attacco, ma sempre in parità.

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

MILANO. AGGRESSIONE DI CAPODANNO, DUE ARRESTI.

Milano: 2 arresti per le aggressioni di Capodanno

Le indagini della Polizia di Stato hanno permesso di individuare i giovani che la notte di Capodanno, in piazza Duomo a Milano si sono resi protagonisti delle aggressioni a sfondo sessuale ai danni di alcune ragazze.

I poliziotti hanno eseguito a Milano e a Torino perquisizioni nei confronti di 18 ragazzi, di età compresa tra i 15 e i 21 anni sia italiani che stranieri, responsabili delle violenze.

L’indagine della Squadra mobile di Milano e del Commissariato “Centro”, ha permesso di accertare tre diversi episodi di violenza consumati quella notte ai danni di nove ragazze presenti in piazza per i festeggiamenti.

L’attività investigativa, basata sulla visione delle immagini dei sistemi di sorveglianza, sulle testimonianze di diversi presenti e delle stesse vittime e, infine, sull’analisi dei vari social network ha permesso di identificare i 15 ragazzi maggiorenni e i tre minorenni che hanno partecipato ai raid di Capodanno.

Le perquisizioni delle abitazioni di due giovani si sono concluse con il fermo dei due, uno a Torino e uno a Milano.

Il provvedimento cautelare è stato effettuato grazie al ritrovamento di materiale informatico e capi di abbigliamento che corrispondono con quelli indossati la sera del 31 dicembre e l’identificazione è stata confermata dalle dichiarazioni di 5 vittime e dalle analisi dei video che hanno documentato i fatti.

Uno è coinvolto nella violenza sessuale di gruppo ai danni di due giovanissime donne e nella rapina di una, l’altro nella violenza di gruppo ai danni di quattro ragazze e nella rapina di una di esse.

Particolarmente importante e rilevante è stato il lavoro degli esperti della Polizia scientifica del Gabinetto Regionale della Lombardia che hanno contribuito alle indagini con l’impiego di personale specializzato nell’utilizzo di software per il riconoscimento facciale.(fonte Polizia di Stato).

ROMA. LA BELLA PIAZZA DI BELLA CIAO, CGIL E UIL MANIFESTANO PER LA GIUSTIZIA SOCIALE.

Manifestazioni sindacali organizzate da CGIL e UIL in 4 piazze italiane in occasione dello sciopero generale a sostegno della giustizia sociale, l’occupazione stabile e il diritto all’accesso volontario alla pensione per i lavoratori con almeno 62 anni di età

I temi affrontati dai leader sindacali che hanno chiesto di scioperare e di scendere in piazza perché tutti insieme abbiamo bisogno di combattere una pandemia salariale e sociale che non ha precedenti. La vita e le condizioni delle persone sono nettamente peggiorate e quindi i provvedimenti del governo devono essere cambiati, ha detto il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, invitando a manifestare insieme alla Uil a Roma, Milano, Bari, Palermo e Cagliari.

fotografie fonte sindacale

MILANO. L’AMBROGINO D’ORO ALLA DIRIGENTE DELLA POLIZIA DI STATO IDEATRICE DEL PROTOCOLLO ZEUS

Milano: l’Ambrogino d’oro per il protocollo Zeus

la consegna dell'ambrigino d'oro ad alessandra simone

Milano. La dirigente superiore della Polizia di Stato, Alessandra Simone, è stata insignita dell’Ambrogino d’Oro dal comune di Milano. Il sindaco Beppe Sala ha consegnato la benemerenza alla poliziotta, dirigente della divisione anticrimine della Questura di Milano, che ideò il Protocollo  Zeus.

Il protocollo Zeus stipulato con il Centro italiano per la promozione della mediazione con lo scopo di garantire una risposta integrata ai fenomeni di violenza proponendo all’autore dei maltrattamenti un percorso riabilitativo, che per i risultati ottenuti è stato esteso a tutto il territorio nazionale.

Il riconoscimento è stato conferito nel giorno della ricorrenza del Santo patrono Sant’Ambrogio ed è stato istituito per indicare alla pubblica estimazione tutti coloro che, con atti di coraggio e di abnegazione civica, abbiano in qualsiasi modo giovato alla città sia rendendone più alto il prestigio attraverso la loro personale virtù sia servendone con disinteressata dedizione le singole istituzioni.

Nelle precedenti edizioni il comune di Milano ha attribuito, agli uffici e associazioni della Polizia di Stato presenti a Milano, i seguenti riconoscimenti:

•             Attestato di civica benemerenza 2020

III Reparto Mobile di Milano

•             Attestato alle Associazioni 2017

Associazione Nazionale Della Polizia Di Stato sezione Di Milano

•             Attestato alle Associazioni 2015

Commissariato PS Quarto Oggiaro

•             Attestato alle Associazioni 2014

Compartimento Polizia Ferroviaria Lombardia – Settore Operativo Milano Centrale

•             Attestato alle Associazioni 2009

Commissariato PS Quarto Oggiaro

•             Attestato alle Associazioni 1981

Squadra di polizia giudiziaria del Commissariato Porta Ticinese.