Tag: milan

MILANO. IL TRIONFO DEL MILAN DOPO 4.033 GIORNI, L’INTER BEFFATO IN FINALE.”VINCE L’ULTIMA GARA, MA NON VINCE LO SCUDETTO”.

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on line

Fotoservizi Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

Il Milan: conquista il trionfo atteso per 4.033 giorni e solo dopo undici anni il Diavolo torna campione d’Italia grazie alle intuizioni di Pioli e Maldini

Stefano Pioli salta felice come un bambino abbraccia ad uno ad uno i suoi ragazzi, cammina verso la tribuna e infine si tuffa nel bagno di pubblico che lo attendeva a Milano per festeggiare il primo scudetto dopo l’era Berlusconi.

Al Mapei sorride con gli occhi lucidi, manda un bacio alla sua famiglia prima che gran parte dei 18mila tifosi rossoneri presenti al Mapei Stadium invadano pacificamente il terreno di gioco di Reggio Emilia.

Milan campione d’Italia dopo undici anni tra misteri, sofferenze e speranze fatte di cadute eripartenze.

LA FOTOCRONACA DELLA GARA ELL’INTER CONTRO LA SAMPDORIA A SAN SIRO.

L’INTER ALLO STADIO DI SAN SIRO A MILANO.

L’altra faccia di Milano, l’Inter, ha dovuto acontentarsi del vittoria sulla sampdoria che le regalato il 2° posto in classifica, ma condannata a non vincere il campionato.

MILANO. MILAN 1 JUVENTUS WOMEN 6. LA PARTITA PERFETTA, LE BIANCONERE IPOTECANO LA FINALE DI COPPA ITALIA.

La gara di andata valida per la semifinale di coppa Italia si è disputata su campo de Vismara Sport Center di Milano il 12 marzo 2022 con inizio alle ore 14.30

Le squade di Milan e Juventus si affrontano nella prima gara di andata della semifinale di coppa Italia. Le squadre propongono in questa gara le formazioni tipo del campionato con poche novità di rilievo, le bianconere schierano dal primo minuto Julia Grosso. La Juventus ha giocato una partita perfetta, molto tattica contro le rossonere, controllo palla, contenimento delle avversarie in attacco e le veloci ripartenze in contropiede hanno prodotto il risultato di aver realizzato 6 reti emesso una seria ipoteca sulla finale di coppa Italia.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on line

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

Le formazioni delle squadre in campo

Milan: Giuliani, Andersen, Codina, Fusetti, Bergamaschi, Adami, Grimshaw, Thomas, Longo, Tucceri, Agard

All. Maurizio Ganz

Juventus ù: Gama, Nielden,Cernoia, Girelli, Bonansea, Lundorf, Boattin, Pedersen, Grosso, Peyroud-Magnin Pauline, Sembrant

All. Joe Montemurro

Direttore di gara, Bitorni Paolo di Bologna

Il calcio di inizio affidato al Milan che attacca dalla destra della tribuna.

I primi minuti di gioco non hanno fatto registrare grandi movimenti in campo, con le due formazioni impegnate a studiarsi, al 7° minuto Bergamaschi crea il primo vero pericolo in area bianconera, ma Pauline blocca facilmente il tiro centrale della 7 rossonera. Un minuto dopo Girelli lasciata colpevolmente sola in area di rigore, su calcio d’angolo batte l’ex compagna di squadra Laura Giuliani.

Milan 0 Juventus 1

Il Milan risponde portandosi in attacco, ma Pauline ancora una volta respinge di pugno e la difesa allontana.

I primi 30 minuti di gioco trascorrono con le bianconere impegnate a contenere la reazione delle giocatrici del Milan, una gara molto tattica in cui la Juventus ha cercato gli spazi per il contropiede, che al 31° pro una alle juventine un calcio di punizione. Cernoia al tiro dialoga con Boattin, Boattin ritorna su Cernoia che allarga a favore di Lundorf. Lundorf dal vertice dell’area crossa al centro dell’area affollata di giocatrici, Nilden aggancia e di sinistro supera laura Giuliani.

Milan 0 Juventus 2

Occasione per il Milan con Bergamaschi di nuovo protagonista, ma la difesa bianconera allontana.

Il primo tempo finisce con le bianconere in vantaggio per 2 reti a 0

Alla ripresa della partita due occasioni nitide per Bergamaschi, ma Pauline respinge il primo mentre il secondo tiro finisce abbondantemente fuori dai pali.

Il Milan, sotto di due reti, continua a spingere nell’area bianconera, ma senza produrre risultati positivi.

Contropiede di Bonansea che da sola, inseguita dalle rossonere, attraversa l’intero campo palla al piede, serve Girelli al limite dell’area di rigore che un diagonale imparabile per Laura giuliani porta la Juventus a 3 reti contro 0 del Milan.

esce Bonansea entra Bonfantini tra le fila delle bianconere.

Entra Zamanian esce Cernoia

Esce Fusetti entra Stapelfeldt

Al 30° della ripresa nuova impossibile prodezza di Pauline che salva la porta bianconera.

Le rossonere continuano a spingere per limitare i danni di una partita ormai segnata a favore delle bianconere.

Zamanian al tiro cede a Boattin che appoggia leggero per le compagne in area, ma la difesa rossonera allontana.

Esce Adami entra Selimohdzic

Bonfantini dal suo ingresso in campo continua ad impegnare la difesa rossonera mentre Sara Gama si conferma come una indomita guardiana della metà campo bianconera

Rosucci per Pederesen e Caruso per Lundorf

Rosucci appena entrata realizza il 4 a 0 in favore della Juventus: Zamanian per Bonfantini che va al tiro, Giuliani respinge, Rosucci agguanta la palla e supera Giuliani.

Bonfantini, servita a metà campo, in velocità supera tutti anche Laura Giuliani e deposita in rete per il 5° goal della partita.

Bonfantini di nuovo protagonista riceve palla si accentra e spara contro Giuliani che intercetta e para, ma la palla si impenna e finisce in rete.

Milan 0 Juventus 6

Sugli sviluppi di un corner Girelli liscia la palla e Thomas deposita in rete per il primo goal del Milan

Milan 1 Juventus 6

Finisce la partita e la Juventus mette una seria ipoteca sulla finale di coppa Italia.