Tag: lnd

ALESSANDRIA. LE GRIGIE CONQUISTANO IL SECONDO POSTO, L’ALBA SI ARRENDE AI COLPI DI LUISON.

Una partita equilibrata fino al 45esimo, nella ripresa le orse sbranano l’Alba.

Foto Andrea Amato-PhotoAgency

Alle Ex Casermette è andata in scena la nona giornata del campionato di Eccellenza. Le grigie ospitano l’Area Calcio Alba Roero e nonostante un primo tempo serrato trovano il tris vincente con secondo posto in solitaria.

Per le grigie un avversario di pari livello che sino ad ora ha totalizzato gli stessi punti in campionato ed è arrivata ad Alessandria con l’obiettivo di vincere.

La gara si consuma mostrando da entrambe le parti cattiveria agonistica e tenacia, ritmi alti e pressing costante.
La partita si è conclusa con la vittoria dell’Acf Alessandria per 3 a 1 (1-0/2-1 i parziali).

Durante la prima parte di gara l’Alessandria fatica ad uscire dalla propria metà, le ospiti mettono più volte sotto pressione la difesa arrivando anche al tiro. Grigie troppo frettolose e poco lucide sul piano del gioco fino al 20′, il portiere grigio Angelica Dalerba si sporca i guantoni e richiama le sue che iniziano a concentrarsi e ad attaccare.

Doppia occasione al minuto 25 per le Alessandrine, Garavelli davanti alla porta prende in pieno l’estremo difensore che allontana nella mediana, recupera il pallone Ghio che prova il tiro da fuori area, sfiora il palo e la gara rimane in equilibrio.
Il tentativo è solo un pretesto per aggiustare la mira, infatti, le padrone di casa nei minuti di recupero del primo tempo guadagnano un calcio d’angolo.

Luison va alla battuta mettendo un cross teso che taglia l’area di rigore e trova la testa di Sofia Bergaglia che da pochi passi insacca.

Nella ripresa, l’Alba sembra aver accusato il colpo e lascia campo alle grigie.

In pochi minuti le grigie si fanno avanti più volte con Marica De Lio dalla fascia sinistra, l’esterno decide di non e entrare in area ma di servirla alle compagne per cercare di guadagnare un calcio di punizione.

Saranno proprio due tiri da fermo a far esultare la tifoseria di casa, merito della doppietta magistrale di Martina Luison. Segna e punisce il portiere avversario sia da destra che da sinistra al minuto 56 e 76.

La gara sembra ormai indirizzata, il conto è chiuso ma l’Alba non molla e all’86esimo trova il gol della bandiera, che metterà parola fine ai giochi.

Da segnalare l’espulsione del mister ospite per bestemmie e della numero 2 per aver dopo un calcio sulla schiena mentre Bergaglia era a terra dopo il fallo.

Dopo 3 minuti di recupero la gara termina sul risultato di 3 a 1 consegnando alle grigie i tre punti ed il secondo posto in solitaria.

Il commento di mister Gabriele Tosi al termine della gara <<Partita vera, partita che tutti gli allenatori vorrebbero giocare per vedere i progressi del proprio gruppo e se la mentalità sta migliorando. La risposta l’ha data il campo, le ragazze sono state bravissime a fare tutto quello che ci eravamo prefissati.>> – continua – << Primo tempo equilibrato dove abbiamo pagato qualche errore di troppo, ma nel secondo tempo per mezz’ora abbiamo fatto molto bene chiudendo tutti i varchi e ripartendo. Sul 3 a 0 ci siamo rilassate un pochino ed abbiamo corso qualche rischio. Comunque sono soddisfatto anche se chiedo alle ragazze di non crogiolarsi ma di pensare a lavorare per migliorare ancora perché è molto bello provare emozioni positive come oggi e bisogna essere consapevoli che senza il lavoro sul campo negli allenamenti queste sensazioni non si possono vivere, chiudo dicendo a tutte BRAVE! oggi proprio brave!>>.

LERICI. ACF ALESSANDRIA ANCORA UN PARI, DOPPIETA DI BERGAGLIA NELLA SFIDA SALVEZZA.

Un punto a testa e salvezza sempre più lontana.

In foto Sofia Bergaglia – Acf Alessandria-Ivrea (Andrea Amato – PhotoAgency)

Le grigie partono forte nel primo tempo e sugli sviluppi di un calcio d’angolo Bergaglia trova la rete, poi annullata su segnalazione di fuorigioco da parte dell’assistente. L’Alessandria continua ad attaccare, Bagnasco ha la possibilità di sbloccare il risultato ma colpisce palo, il primo dei tanti legni colpiti dalle grigie durante la partita. Prima dell’intervallo, le grigie iniziano a soffrire un po’ e a subire le ripartenze, con le padrone di casa che riescono a trovare il gol dell’1-0 con Buono.

Nella ripresa le due squadre si scatenano ed in 12 minuti vengono segnate quattro reti, due per parte. Trova il pareggio l’Alessandria grazie ad una bella azione costruita da Arroyo e Di Stefano, che dalla destra mette in mezzo un pallone perfetto per la conclusione di Ravera su cui il portiere non riesce ad intervenire. Dopo pochi minuti le grigie passano in vantaggio con Bergaglia al termine di un’azione fotocopia. Lo Spezia però non ci sta e realizza prima il pareggio, con un preciso tiro dalla distanza di Polese e sull’azione successiva anche il 3-2 con una conclusione sul secondo palo di Predoi. A 10 minuti dalla fine Bergaglia riporta il match sulla parità fissando il risultato finale sul 3 a 3, che, nonostante le sviste costate care, non rende giustizia alle numerose occasioni avute dall’Alessandria anche in un finale di partita giocato con un uomo in meno dallo Spezia per la doppia ammonizione di Serban, espulsa al minuto 35.

Per entrambe questo pareggio significa allontanarsi dalla zona salvezza, le grigie ora dovranno affrontare le ormai campionesse del girone A, la Pro Sesto, che già domenica con un pareggio potranno festeggiare la promozione in Serie B.

ALESSANDRIA. ACF ALESSANDRIA CHE BEFFA! L’IVREA PAREGGIA SU RIGORE AL 95ESIMO

Molti dubbi e poche certezze sul rigore concesso dal direttore di gara, l’Acf Alessandria vede sfumare i tre punti.

Fotoservizio Andrea Amato – PhotoAgency

Una gara gestita sulla difensiva, l’Ivrea mette pressione ma non riesce mai a centrare lo specchio della porta. Solo in due casi il gol è stato negato dalle grandi prodezze di Alice Fara. All’Alessandria servono punti e la sfida non inizia nei migliore dei modi per le grigie che dopo un minuto devono correre ai ripari sulla ripartenza fulminante delle ospiti, la palla viene allontanata ed il pericolo è risolto. Dopo il guizzo delle arancioni le alessandrine riescono ad imboccare il binario giusto e la partita si accende.

Nessun colpo è escluso dal match, soprattutto a centrocampo dove le marcature strette permettono all’Ivrea di controllare il possesso palla e di dettare legge. L’Alessandria attende in copertura e prova a bucare la linea arancione con i contropiedi, tattica che sembra funzionare visto che in un paio di occasioni Arroyo e Bagnasco si ritrovano a tu per tu con il portiere avversario, le azioni si concludono con due calci d’angolo a favore delle grigie che però non riescono a sfruttare. Trema anche la difesa alessandrina che lascia da sola l’attaccante dell’Ivrea, ad imporsi c’è Fara che salva il risultato.

Tabellino di gioco che si sblocca al minuto 37, Arroyo dalla lunga distanza vede il portiere avversario fuori dai pali e lascia partire un destro potente e preciso che si insacca, 1 a 0 per le padrone di casa che esultano prima di andare a riposo.

Nella ripresa le ospiti tentano in ogni modo di raggiungere il pareggio ma di fronte a loro si schiera il muro difensivo alessandrino che fino a 10 minuti dalla fine riesce a mantenere equilibrio e ad allontanare la palla cercando di creare ripartenze veloci che però non trovano le attaccanti. Dall’85’ in poi i rischi per le alessandrine iniziano a destare preoccupazioni, Lavarone va vicinissima al pareggio colpendo di testa dalla vicina distanza, pallone che finisce alto sopra la traversa. Ancora un’occasione per l’Ivrea, l’attaccante entra in area e calcia, Alice Fara fa gli straordinari e para l’ennesima palla-gol.

La beffa per le grigie però arriva al 95esimo quando Di Stefano carambola addosso all’avversaria al limite dell’area, la giocatrice dell’Ivrea era vistosamente fuori dall’area di rigore ma l’arbitro concede, tra le proteste di tutti i presenti, il calcio di rigore. Un penalty dubbio che la numero 6 di Ivrea insacca sul palo sinistro, le ospiti riacciuffano il pareggio e le grigie vedono i tre punti sfumare dopo una gara combattuta, dura e gestita con intelligenza.

ALESSANDRIA. COLPO IN EXTREMIS DELL’ACF ALESSANDRIA, ARRIVA LUCREZIA LUPI.

L’Acf Alessandria fa sul serio, in extremis arriva l’ultimo grande colpo.

Lucrezia Lupi – foto Andrea Amato – PhotoAgency

La società grigia proprio nell’ultima giornata disponibile per i trasferimenti mette sotto contratto la calciatrice di Novi Ligure, Lucrezia Lupi. Centrocampista, classe 1991, arrivata dal Novara, lasciata libera vista la non ripartenza dell’eccellenza. Lucrezia Lupi è una delle calciatrici vincitrici del campionato di Serie C con la Novese nel 2019, la stagione successiva è passata alla Biellese per poi approdare in casa Novara dove purtroppo non ha mai visto il campo causa il blocco del campionato per le restrizioni Covid.

Per Mister Giovanetti si tratta di una réunion con una calciatrice che conosce molto bene, visto che anche lui è passato per Novi. L’atleta porta un altro tassello di qualità per la formazione grigia, dopo gli arrivi di Laura Lupi, Giada Bagnasco e Lucia Lepre (Giada e Lucia in foto). Già domenica prossima nella trasferta di Campomorone sarà possibile vederla in campo, a seconda delle decisioni tattiche di mister Giovanetti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: