Tag: Italia

MILANO. LE AZZURRE APPLAUDITE IN AEROPORTO

Azzurre accolte in trionfo da alcuni tifosi presenti a Malpensa.

IL VIDEO DELL’ARRIVO:

Un Europeo con tanto rammarico, ma i tifosi vogliono bene a questa nazionale, vogliono bene a questa azzurre che da 40 giorni erano in ritiro per il torneo.

Questa sera l’arrivo a Malpensa, dove ad aspettare c’erano numerosi tifosi azzurri, ad accompagnarle un lungo applauso.

WEURO 2022. SABATINO E BARTOLI “SIAMO TRANQUILLE, AFFRONTEREMO IL BELGIO A VISO APERTO”.

A due giorni dal big match Bartoli e Sabatino suonano la carica.

Partita decisiva, lunedì sarà dentro o fuori. Un occhio anche alla partita Francia-Islanda, Sabatino però afferma “dobbiamo fare la nostra partita, non possiamo distrarci. A fine gara guarderemo i risultati”.

Concentrazione ma anche serenità, è questa l’aria che si respira all’interno del gruppo delle azzurre. Notizia positiva che alza gli umori riguarda Valentina Cernoia, al rientro dopo essersi negativizzata dal covid.

Bartoli sottolinea “Se con la Francia era scontata la sconfitta, con l’Islanda era d’obbligo vincere e purtroppo non siamo riuscite a concretizzare le occasioni create”.

Entrambe le atlete condividono la linea della tranquillità e concentrazione, il gruppo è solido e servirà fare la partita perfetta per poter conquistare il passaggio del turno.

LONDRA. LE AZZURRE RIMONTANO E RESTANO IN CORSA PER IL TITOLO EUROPEO.

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on ine

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

A Manchester Milena Bartolini ha voluto osare e ha rivoluzionato la squadra d’esordio con ben 5 cambi che, però dopo solo tre minuti è andata sotto di un goal: Vilhjálmsdóttir, centrocampista del Bayern Monaco, approfittando di un passagio troppo corto e prevedibile per Sara Gama con un destro preciso ha centrato l’angolo alto della porta dove Laura Giuliani non poteva arrivare.

La rimonta sul campo del Manchester City Academy Stadium contro l’Islanda si è realizzata solo nella ripresa con Valentina Bergamaschi e le azzurre reduci da una sconfitta e un pareggio restano in corsa per i quarti di Women’s EURO 2022.

La nazionale guidata da Milena Bertolini trova il primo punto nel Gruppo D e lunedì sera, contro il Belgio (battuto 2-1 dalla Francia nell’altra sfida del girone), dovrà conquistare la prima vittoria nel torneo sperare nella qualificazione.

La neo giocatrice della Juventus, Sara Björk Gunnarsdóttir, firma il primo goal contro le azzurre che faticano a costruire occasioni pericolose.

Una delle migliori capita a Martina Piemonte, in questa partita, schierata titolare in attacco con Valentina Giacinti, ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta islandese.

Barbara Bonansea e Cristiana Girelli sostituiscono Arianna Caruso e Martina Piemonte, ma è la nazionale guidata da Þorsteinn Halldórsson che ha la seconda opportunità per allungare sulle azzurre: Alexandra Jóhannsdóttir a due passi dalla porta manda incredibilmente a lato.

La squadra di Milena Bertolini si scuote e al 62′ con una azione da manuae di Bonansea sulla sinistra serve un assist perfetto per Bergamaschi, che di piatto destro mette il pallone alle spalle di Sandra Sigurðardóttir.

L’andamento della partita cambia e Bonansea centra il palo complice il tocco impercettibile di Sandra Sigurðardóttir, portiere dell’Islanda. Flaminia Simonetti a un passo dal gol del vantaggio con un destro dal limite dell’area.

L’Islanda potrebbe chiudere la partita, ma Vilhjálmsdóttir non riesce a firmare la doppietta personale, grazia Laura Giuliani e le azzurre, con un destro dentro l’area.

Le azzurre sono chiamate agli esami di riparazione lunedì contro il Belgio, che possono solo vincere pre continuare l’avventura europea, sperando che l’Islanda non batta la Francia.

LONDRA. CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO FEMMINILE. ITALIA 1 FRANCIA 5. “SACRIFICIO E CORAGGIO NON BASTANO ALLE AZZURRE”. (FOTOGALLERY DI ANDREA AMATO).

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on line

fonte FGCI/UEFA

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

Il programma della UEFA Women’s EURO 2022, che si disputerà, dal 6 al 31 luglio, in Inghilterra dopo 17 anni evinta dalla Germania nel 2005.
La 13ª edizione dei Campionati Europei Femminili UEFA è cresciuta da quando nel 1984 parteciparono solo quattro squadre: Inghilterra, Danimarca, Italia e Svezia.

MILENA BERTOLINI: ”FUORI VALENTINA CERNOIA, CAUSA COVID, E OCCORRERÀ AFFRONTARE LA FRANCIA CON CORAGGIO E SACRIFICO”

La gara di apertura degli Europei di Londra delle azzurre contro la Francia è stata oggetto di una attenta e profonda analisi della C.T. Milena Bertolini durante una chiacchierata nello “New York Stadium” di Rotherham: lo stato fisico delle sue ragazze e i problmi fisici di Valentina Cernoia, che salterà lagara contro la Francia causa Covid: “Quando si affrontano in un torneo come questo, con partite di altissimo livello, bisogna pensare a 23 titolari e non ha una formazione tipo. Non ci sarà Valentina, che per noi è una giocatrice importante, ma abbiamo altre valide ragazze che la possono sostituire nello stesso ruolo. Queste sono gare che nel suo interno si sviluppano altre partite dove bisogna essere pronte in corsa a ruotare. Il Mondiale è stato bellissimo, ma è passato, prosegue la CT,  porteremo il ricordo dentro a questa competizione ma adesso occorre voltare pagina e pensare con esperienza al nostro futuro. E chiaro che quei famosi 15 anni di non progettualità, non investimento, che l’ Italia ha fatto rispetto ad altre azioni hanno portato a questo, adesso ci troviamo indietro, ma attraverso l’organizzazione tattica e lo spirto di squadra potremmo mettere sul campo quel valore aggiunto che va oltre alle tue qualità tecniche e fisiche. In Italia, forse, quello che abbiamo in più rispetto ad altri paesi è la conoscenza del gioco: fa parte della nostra cultura, è chiaro che occorre sempre crescita e lavoro tecnico, grazie ai Club si sopperisce appunto grazie a questi aspetti”.

infine Milena Bartolini parlando della gara contro la Francia ha spiegato che forse servono due parole soltanto “coraggio e sacrifico”, coraggio di giocare la palla anche se sappiamo di affrontare una squadra molto forte e sacrifico del gruppo sul piano del buon gioco”.

Sara Gama: “Ogni squadra vuole andare più avanti possibile. Non mi piace fare pronostici, ma dobbiamo dare il massimo: se lo facciamo, non ci sono limiti a quello che possiamo raggiungereSappiamo che la Francia è tra le favorite. Sappiamo anche però quanto siamo cresciute noi, quindi scenderemo in campo per cercare di vincere e iniziare col piede giusto

LA CRONACA DELLA PARTITA.

Francia-Italia

Le formazioni ufficiali in campo

FRANCIA (4-3-3): Peyraud-Magnin; Pérsisset, Karchaoui, Renard, Tounkara; Geyoro, Bilbault, Toletti; Diani, Katoto, Cascarino. 

All.: Corinne Diacre. 

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli, Gama, Linari, Boattin; Galli, Giugliano, Caruso; Bergamaschi, Girelli, Bonansea. 

Direttore di gara Rebecca Welch(Eng).

All.: Milena Bertolini. 

Il calcio di inizio affidato alla Francia, che parte in attacco, l’Italia risponde con Boattin.

Le Francia come da pronostico ha schierato una formazione aggressiva, ma è Bonansea ad avere la prima vera occasione da goal, ma è la compagna di squadra nel campionato italiano Pauline a negare il vantaggio alle azzurre: spiazzata è arrivata con i piedi a toccare lapalla e mandarla fuori dai pali.

La Francia in vantaggio dopo solo 9 minuti di gioco Geyoro riceve la palla sui piedi, dopo il tentativo di Sara Gama di allontanare la palla dall’area di rigore, e dalla breve distanza fulmina Laura Giuliani. Il secondo goal arriva con Katoto, pochi minuti dopo, che raccoglie una palla respinta dal Laura Giuliani e porta la Francia a 2 goal a 0.

Al 14° il palo salva le azzurre dal 3° goal, cross dal fondo di Diani, Giuliani respinge e Katoto centra il palo in pieno.

L’Italia soffre gli assalti delle francesi, prova ad uscire dalla propria metà campo con Girelli prova a sfonadare, si gira crossa, ma Pauline smaaccia e Bergamaschi era stata comunque pescata in fuori gioco.

La Francia sfiora di nuovo il goal con il solito schema: Diani crossa dal fondo per Katoto, che sfiora la palla che, sfiora il palo.

L’Italia guadagna un corner, che serve alle francesi di innescare un contropiede con Diani che attaccata da due difensori azzurri mantiene palla e mette in difficoltà Laura Giuliani.

Cascarino recuperato un pallone vagante ha fatto partire un diagonale micidiale da fuori area porta la Francia sul punteggio di 3 a 0.

Il 4° goal appena ripresa la gara Katoto riceve palla e da sola si lancia verso l’area azzurra, supera Giuliani e deposita in rete per il 4 a 0.

Laura Giuliani salva le azzurre dal 5° goal e Gama spazza l’area e manda a lato.

Il primo tempo finisce con il 5° goal realizzato da Geyoro, che ricevuta la palla ha fulminato nuovamente Laura Giuliani.