Tag: incidente stradale

QUARGNENTO. DOPPIO LUTTO A QUARGNENTO, ADDIO ALL’IMPRENDITORE GIORGIO COLONNA E GIUSEPPE MONDINI.

Giuseppe Modini, 59 anni di Quargnento, è morto ieri sera all’ospedale di Alessandria dove era stato trasportato d’urgenza dal personale del 118 a seguito di un incedente stradale. La sua moto è finita fuoristrada per cause ancora da accertare.

I carabinieri di Vignale sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente.

L’imprenditore Giorgio Colonna: “Figura di riferimento per gli industriali alessandrini” si è spento a 82 anni, presidente dell’Azienda Metalli Laminati spa di Quargnento.

La sua storia imprenditoriale è iniziata alla guida dell’azienda Mino. Il Diretore di Confindustria Alessandria ha sottolineato che per oltre 30 anni è stato un riferimento per tutti gli industriali alessandrini.

Giorgio Colonna nel sindacato degli industriali era membro del consiglio direttivo ed era stato tesoriere oltre che nell’organo dei revisori dei conti.

Renzo Gatti ha aggiunto che la sua scomparsa addolora il mondo dell’imprenditoria alessandrina che improvvisamente ha dovuto dire addio a una figura di rielevo, valore e prestigio.

ALESSANDRIA. GRAVE INCIDENTE SUL LAVORO:SCONTRO FRONTALE TRA DUE FURGONI MORTI 4 OPERAI AGRICOLI, DUE FERITI GRAVI.

Due furgoni, uno attrezzato per i mercati della ditta Bellani, proveniente da Acqui, conosciuto per la rosticceria e i polli arrosto; il secondo, un cassonato, adibito al trasporto degli operai agricoli impegnati nell’azienda Gmp Agri, con sede al confine tra Acqui e Alice Belcolle si sono scontrati frontalmente per motivi in via di accertamento, in cui hanno perso la vita 4 operai agricoli di 31, 39 e 61 anni provenienti dal Bangladesh, Senegal e Marocco. L’incidente alle 14,30 dopo l’imbocco della variante di Strevi, che ha coinvolto Pasquale Tammaro, 63 anni, mentre tornava dal mercato di Acqui e il gruppo di lavoratori agricoli.

I lavoranti stranieri sono risultati regolari sul territorio nazionale mentre si stanno facendo gli accertamenti sul loro inquadramento contrattuale.

Nell’impatto due colleghidei lavoraratori deceduti sono rimasti gravemente feriti e trasportati in elicottero in prognosi riservata al Cto di Torino con fratture multiple e il secondo al Santi Antonio e Biagio di Alessandria.

Le indagini sono state affidate alla polizia stradale di Acqui, che con i colleghi di Alessandria ha effettuato i rilievi, i vigili del fuoco hanno operato per per estrarre i feriti e le vittime dalle lamiere contorte dei veicoli semidistrutti.

La polstrada giunta sul posto ha raccolto le prime testimonianze e avviato le indagini per accertare le responsabilità: dagli accertamenti sembrerebbe che ad invadere la corsia opposta sia stato il furgone con a bordo i lavoratori, ma non sono chiari i motivi, che potrebbero essere imputati all’asfalto reso viscido dalla pioggia.

La strada è rimasta interrotta per l’intero pomeriggio, i carabinieri di Acqui e Carpeneto impegnati a regolare il traffico insieme ai volontari della Protezione Civile di Strevi.

I Vigili del Fuoco hanno lavorato ore per recuperare i corpi delle vittime, rimuovere i mezzi e ripulire l’asfalto dai detriti.

TORTONA. CARABINIERI, OPERAZIONE “TAXI DRIVER”CONTRO LO SPACCIO DI DROGA.

Operazione “Taxi driver”, 12 persone in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti.

Comando Provinciale di Alessandria – Tortona (AL)

Un incidente mortale avvenuto a Sale(AL) ha permesso ai Carabinieri di avviare approfondite indagini su un traffico di droga in cui erano coinvolte alcune persone di origine marocchina.

I Carabinieri della Compagnia di Tortona al termine delle indagini hanno arrestato, dando esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Alessandria, dottor Stefano Tacchino, arresto quattro persone, tre uomini di 30, 27 e 24 anni e una donna di 28, e un 34enne italiano, ritenuti responsabili di detenzione e spaccio in concorso di eroina, cocaina, hashish e marijuana.


L’attività di indagine partita da un incidente stradale mortale del 21 gennaio 2020 nel Comune di Sale in cui perse la vita il conducente 27enne di origini marocchine.


I Carabinieri della locale Stazione intervenuti per gli accertamenti rinvennero nel veicolo 4,4 grammi di cocaina, 3,7 di eroina e 767 euro in contanti e nell’occasione accertarono inoltre che, dopo l’impatto, dal veicolo era fuggita una persona.

Gli accertamenti preliminari suffragati dall’analisi dei traffici telefonici e dalle dichiarazioni dei testimoni hanno permesso ai Carabinieri di identificare la persona fuggita dal veicolo e di accertare il coinvolgimento dello stesso nell’attività di spaccio di stupefacenti in concorso con il conducente del mezzo rimasto ucciso.


Le successive indagini svolte dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona e dai Carabinieri di Sale, mediante attività tecniche e pedinamenti, hanno permesso di fare luce su una fiorente attività di spaccio di stupefacenti organizzata da un gruppo di marocchini dell’hinterland milanese e italiani delle provincie di Pavia e Alessandria all’interno della boscaglia tra i comuni di Castelnuovo Scrivia, Molino dei Torti e Casei Gerola.


I Carabinieri nei mesi di giugno e luglio 2020 hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti una 33enne, trovata in possesso di 11,23 grammi di cocaina e 36,45 di eroina; due 32enni, uno dei quali marocchino, trovati in possesso di 47,65 grammi di hashish e 33,77 di marijuana, oltre a 4.098 euro in contanti; un 23enne marocchino, trovato in possesso di 3,26 grammi di eroina e 5.327,55 euro; un 20enne marocchino, un 41enne e una 43enne, trovati in possesso di 60 grammi di cocaina, 270 di hashish e 1.200 euro.

Le successive investigazioni, effettuate tra il 24 settembre e l’8 ottobre 2020, hanno permesso di accertare che i cinque indagati, arrestati nei giorni scorsi nei comuni di Peschiera Borromeo)(MI), Brescia, Milano e Volpedo , hanno ceduto complessivamente 220 dosi di cocaina, eroina e hashish.

Quattro dei cinque arrestati sono stati condotti presso le competenti Case Circondariali mentre la donna presso il domicilio con sottoposizione del braccialetto elettronico.(fonte Carabinieri).

SOLERO. TRAGICO INCIDENTE MORTALE DOPO I FESTEGGIAMENTI DI EURO 2020.

I festeggiamenti per la vittoria degli azzurri al campionato europeo 2020 sono finiti in tragedia quando nella notte, sulla strada provinciale 10 all’altezza di Solero, Emanuel Ronzini di 27 anni ha perso la vita mentre era alla guida della Ford Fiesta che si è scontrata frontalmente con un Fiat Bravo intorno alle 4,45 di lunedì 12 luglio.

I carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente, insieme alla vittima viaggiavano tre ragazzi rimasti feriti mentre alla guida della Fiat Bravo c’era una donna rimasta anch’essa ferita.

Per uno dei feriti è stato necessario il trasportato in codice rosso all’ospedale di Alessandria, per gli altri due, in codice giallo, sono state trasportati all’ospedale di Alessandria e di Asti, una quinta persona ha riportato ferite lievi.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti il personale del 118, i carabinieri, per bloccato il traffico sulla provinciale ed effettuare i rilievi sul posto, e i vigili del fuoco per estrarre la conducente della Bravo rimasta incastrata tra le lamiere dell’auto.

FELIZZANO. INCIDENTE STRADALE DAVANTI AL FAMILY PARK, FERITO IL GUIDATORE.

Un auto immatricolata da pochissimo tempo è andata distrutta davanti al Family Park di Felizzano.

L’ incidente è avvenuto nelle immediatezze dell’autovelox posto sulla regionale che che da Felizzano porta ad Alessandria, ma le cause dell’incidente sono ancora da accertare perché l’autovettura è uscita di strada senza alcun impatto con altre auto in circolazione. Il conducente dell’auto è rimasto ferito ed è stato estratto dai vigili del fuoco, che hanno recuperato anche i resti dell’automobile sparsi nel fosso in cui si è ribaltata.

Il conducente è stato trasportato all’ospedale in codice giallo mentre il traffico è rimasto bloccato per tutto il tempo servito a rimuovere la carcassa dell’auto incidentata. I carabinieri intervenuti per effettuare i rilievi hanno regolato il traffico e smaltito e code che si sono prodotto in prossimità dell’incidente.