Tag: genova

GENOVA. FALSI INCARICATI DI SERVIZI LUCE E GAS RUBAVANO IN CASA DI ANZIANI.

Furti in casa di anziani, due arresti a Genova

 

Truffa anziani

Due criminali si prsentavano in casa di anziani in qualità di incaricati dei servizi luce e gas a Genova. I due truffatori si offrivano agli anziani per risolvere problemi relativi alla fornitura, che rischiava di essere sospesa, ma con il loro intervento e la sottoscrizione di un nuovo contratto tutti i problemi si sarebbero risolti.

I due truffatori, di 29 e 31 anni, ottenuta la fiducia delle vittime riuscivano ad introdursi nelle loro abitazioni per razziare tutto ciò che trovavano.

I due criminali, al termine di una indagine avviata dopo numerose denunce, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato Prè di Genova con l’accusa di aver messo a segno 13 colpi tra furti in abitazione, truffe aggravate, sostituzione di persona, indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito.

La vittima veniva distratta dalla descrizione dei benefici relativi al nuovo contratto mentre l’altro si allontanava con la scusa di fare una telefonata o per andare in bagno, ma in realtà setacciava il resto della casa a caccia di denaro, oggetti d’oro, preziosi, orologi, assegni, bancomat e carte di credito.

Gli investigatori del commissariato Prè hanno mostrato alle vittime dei furti il loro archivio fotografico, nel quale sono stati riconosciuti i due ladri e a quel punto è scattata l’analisi dei tabulati telefonici che ha confermato la presenza dei due sui luoghi dei furti, proprio nei giorni e negli orari in cui questi si erano svolti.

Dall’indagine è inoltre emerso che una delle utenze telefoniche utilizzate nei finti contratti per la nuova fornitura, anche se intestata ad un’altra persona, era stata attivata tramite una email che appartiene a uno dei due arrestati.

Ulteriore elemento a carico dei due criminali è stato l’ostentazione, sulle loro pagine social, di banconote di grosso taglio, vestiti firmati e, in generale, di un elevato tenore di vita, non in linea con le loro possibilità.

Si stima che durante i furti i due ladri abbiano sottratto più di 20mila euro in contanti.(fonte Polizia di Stato).

GENOVA. LA RIMONTA DEL GENOA SULLA JUVENTUS AL MARASSI.

Servizio a cura dell’Ufficio Stampa Juventus football club

IL GENOA PASSA IN RIMONTA, 2-1 A MARASSI 

IL GENOA PASSA IN RIMONTA, 2-1 A MARASSI 

01 Genoa Juventus 6 Maggio 2022

Una sconfitta, una rimonta subita al termine di un secondo tempo in altalena: la Juve prima passa a Marassi, poi viene raggiunta e superata proprio al 96′ da un calcio di rigore di Criscito.

LA GARA

La Juve, fresca di qualificazione in Champions League, approccia bene alla partita, la manovra bianconera è veloce e Kean, schierato in un tridente con Dybala e Vlahovic, raccoglie proprio un cross della Joya dopo 4 minuti e anticipa tutti di testa, non trovando lo specchio. Il primo tempo non è però scoppiettante come l’inizio bianconero lascerebbe presagire, il Genoa minuto dopo minuto prende le misure e per vedere un altro pericolo di marca juventina bisogna aspettare la mezz’ora. Protagonista ancora Kean, che impegna Sirigu da posizione defilata. Al minuto 39 è invece Dybala a testare il portiere genoano da fuori area, ma la sua buona conclusione è bloccata. Si sblocca, invece, proprio a fine frazione, il Genoa: prima, al 44′, Destro costringe Szczesny a un’uscita perfetta nei tempi, seppur per niente facile, in mezzo all’area. Il genoano è in off-side, ma il gesto tecnico di Tek resta, così come quello di pochi istanti dopo, su una sassata da fuori area dell’ex Portanova. Primo tempo che si chiude dunque a reti inviolate, con più Juve che Genoa, ma non abbastanza per sbloccarla.

02 Genoa Juventus 6 Maggio 2022

03 Genoa Juventus 6 Maggio 2022

04 Genoa Juventus 6 Maggio 2022

RIPRESA E SUBITO JOYA

Il secondo minuto della seconda frazione è molto importante, per molti motivi, tutti in un’azione. Dybala colpisce, porta in vantaggio la Juve con una conclusione precisa, da fuori area, all’angolino. Ma si tratta di un gol significativo, intanto perché è siglato col destro. e poi perché è il suo sigillo numero 115 in bianconero, cifra che finora apparteneva solo a un altro grande 10 della nostra storia, Roberto Baggio. Da questo momento la Juve comanda il gioco, e va vicina al raddoppio in più di un’occasione: al 22′ protagonista ancora Dybala, la cui conclusione si stampa sul palo. Minuto 24: bella azione sull’asse Miretti (di nuovo titolare) – Rabiot – Kean, con Moise a impensierire ancora severamente Sirigu. L’estremo genoano si ripete, due minuti dopo, su una fiammata di Vlahovic dopo azione personale di Dusan. Il Genoa ha assoluto bisogno di punti salvezza, e verso fine partita si scuote. Al 34′ Ekuban si rende molto pericoloso in anticipo su Bonucci, ma non trova la porta. Poco dopo, i genoani potrebbero pareggiare su uno scivolone di Szczesny, ma non c’è nessuno pronto a raccogliere la palla. Poi, in pochi minuti, due episodi di segno completamente opposto, che vedono protagonista Gudmundsson. Prima, al 38′, l’arbitro Sozza fischia un calcio di rigore per un suo intervento su Aké, ma il penalty non viene poi concesso dopo l’intervento del VAR. Rovesciamento di fronte (minuto 41) e proprio l’islandese batte Szczesny, per il pareggio genoano.

NEL FINALE, SUCCEDE DI TUTTO

Grandi emozioni si concentrano nei minuti finali, anzi, in quelli di recupero. Prima Kean sfiora il gol non centrando la porta su una gran palla di Morata. Poi, e siamo al 96′, l’episodio decisivo: fallo di De Sciglio su Yeboah, in area bianconera, calcio di rigore. Lo batte Criscito, che pochi giorni fa aveva sbagliato un rigore pesantissimo nel Derby con la Samp. Stavolta l’ex bianconero è freddo, segna un gol che ferma la Juve e che per il Genoa, in attesa degli altri risultati in coda alla classifica, vale oro.

GENOA-JUVENTUS 2-1 

Reti: 48’Dybala (J), 87’Gudmunsson (G), 90’+6 Criscito rig. (G) 

Genoa: Sirigu; Hefti, Ostigard, Bani, Criscito; Galdames (45′ Frendrup), Badelj; Amiri, Melegoni (59′ Ekuban), Portanova (58′ Yeboah); Destro (68′ Gudmundsson). A disposizione: Semper, Vodisek, Masiello, Vasquez, Ghiglione, Hernani, Cambiasso, Rovella. All.: Blessin. 

Juventus: Szczesny; Cuadrado (60′ Alex Sandro), Bonucci, Rugani, De Sciglio; Miretti (74′ Bernardeschi), Arthur (60′ Zakaria), Rabiot; Dybala (80′ Aké); Vlahovic (74′ Morata), Kean. A disposizione: Perin, Pinsoglio, Chiellini, de Ligt. All.: Allegri. 

Arbitro: Sozza 

Ammoniti: 29′ Dybala (J), 34′ Rugani (J), 43′ Melegoni (G), 44′ Arthur (J), 78′ Badelj (G)

GENOVA. GENOA 1 CAGLIARI 0. AL GRIFONE SERVONO 89 MINUTI PER FAR RINASCERE LA SPERANZA.(LA FOTCRONACA)

La gara di ritorno del campionato di calcio serie A TIM tra Genoa e Cagliari si è disputata sul campo dello stadio Ferraris di Genova tra con calcio di inizio alle 18.

Una sfida decisiva per il Genoa in chiave salvezza. Le due formazioni hanno affrontato un campionato difficile ed entrambe sono a rischio retrocessione.

I rossoblù di Blessin, reduci da tre ko di fila, sono ultimi in classifica con Salernitana e Venezia, ma i campani della Salernitana devono recuperare due partite, i lagunari una.

Il Cagliari di Walter Mazzarri dopo cinque sconfitte consecutive sono tornati al successo con Deidola contro il Sassuolo firmato Deiola.

Nelle ultime sei gare interne di Serie A contro il Cagliari, il Genoa ha raccolto cinque vittorie e un pareggio mentre l’ultimo successo del Cagliari al Ferraris contro il Grifone risale al 19 aprile 2014.

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Frendrup, Ostigard, Bani, Vasquez; Badelj, Sturaro; Amiri, Galdames, Portanova; Ekuban. Allenatore: Blessin. 

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Altare, Ceppitelli, Carboni; Bellanova, Deiola, Grassi, Marin, Dalbert; Joao Pedro, Keita. Allenatore: Mazzarri. 

ARBITRO: Valeri di Roma 2.

ASSISTENTI: Alassio-Rocca. 

IV UOMO: Cosso.

VAR: Abisso.

ASS. VAR: Ranghetti.

Il Genoa di Blessin torna a credere nella salvezza dopo la vittoria all’89° contro il Cagliari. Il Genoa deciso a vincere la partia, ma che non riesce a finalizzare il risultato per la granitica difesa del Cagliari pronta a vanificare le ambizioni dei Grifoni.

Il Cagliari sfiora l’impresa al Marassi nella ripresa con Joao Pedro che colpisce il palo pieno, Blessin cambia la squadra in campo con Melegoni e Destro, ma M. BADELJ all’89° batte Cragno e segna per il Grifone il goal del vantaggio, che da la svolta a una gara che sembrava segnata alla parità.

MILANO. ARTITOODE-LA MOSTRA COLLETTIVA NEL PALAZZO GRILLO DI GENOVA.

Artitoode – 29 aprile – 12 maggio 2022
La mostra collettiva all’interno della suggestiva location Palazzo Grillo, a Genova.

Milano, 06/04/2022 – Dal 29 Aprile al 12 Maggio 2022 a Genova, presso Palazzo Grillo, si terrà la prima mostra Artitoode, che vedrà protagonisti 12 artisti di fama internazionale.
La collettiva presenterà le opere dei pittori SAFU, Federica Poletti e Attilio Cianni, le sculture degli artisti Gennaro Barci, Paolo Nicolai e Marcello Silvestre, le illustrazioni di Luisa Piglione e le performance di CRI ECO, Claudia Taccia e Grazia Inserillo. Tra gli artisti già affermati sarà presente alla mostra Valter Adam Casotto. Milena Nicosia, Christian Mariani e Giuseppe De Faveri completano, infine, l’elenco dei protagonisti dell’evento.
Un’ambientazione di carattere storico, l’incantevole Palazzo Grillo ospiterà la mostra nella sua area espositiva al primo piano, impreziosito da pareti riccamente decorate con interi cicli di affreschi a lavorazione grottesca realizzati dal Bergamasco dal 1560 in avanti.
Palazzo Grillo sarà la cornice di opere di artisti emergenti e affermati, che coniugano il valore della tradizione con le proposte artistiche più innovative.

Al centro dell’esposizione ci saranno l’indagine del rapporto fisico tra l’uomo e la dimensione spazio/temporale in cui vive, e tutte le risposte psicologiche che da questo legame scaturiscono.
Un’indagine che l’uomo si porta dietro dall’alba dei tempi e che, oggi più che mai, influenzato dal contesto socioculturale del nuovo millennio e, soprattutto, degli avvenimenti degli ultimi anni, è sempre più profonda. Il mondo digitale, spazio virtuale e immaginario, ha infatti modificato il significato ancestrale di luogo, sempre meno fisico e reale.
Le idee che circolano non sono più strettamente locali, ma viaggiano globalmente e creano connessioni, fitte reti di interazione tra luoghi lontani e identità sempre più vicine.
ARTITOODE intende approfondire, attraverso un progetto espositivo, le diverse possibilità di unione fisica e tangibile e rendere evidente come, in un mondo sempre più interconnesso, lo scambio delle idee crei nuove dimensioni culturali, spiriti globali più che locali e relazioni umane profonde, che determinano creatività, cultura e arte in senso stretto.
Le stanze di Palazzo Grillo saranno, come le stanze sconfinate dei sogni, il luogo in cui ritrovare legami profondi e costruire una comprensione condivisa del mondo, in cui lo spazio interagendo con l’esperienza umana costruisce una comprensione condivisa del mondo, che giunge a compimento nella dimensione onirica.

Dimensioni vissute o immaginate rivivono nei ricordi, nella memoria e, infine, nel sogno: dobbiamo infatti sognare, in un processo in cui le associazioni di pensiero scorrono libere e non filtrate dalla razionalità, affinché un sito assorba la nostra energia, assumendo un’aria distintiva e peculiare.
L’aspetto onirico si sovrappone così, nella concezione spaziale, a quello reale e mnemonico, permettendo di valicare i limiti fisici alla ricerca di una misura più elevata e ideale.
ARTITOODE è, infine, anche un progetto nato con l’obiettivo di istituire un punto di riferimento esclusivo e internazionale nel settore artistico. Potrete scoprire i lavori di alcuni degli artisti presenti alla mostra, ma anche di molti altri, all’interno della nuova piattaforma Artitoode.com, un social commerce creato per dar vita ad una community esclusiva in grado di instaurare connessioni forti, favorendo la nascita di nuove idee, avviando e consolidando rapporti di grande valore tra i vari operatori del settore.

ARTITOODE
A cura di
Prodes Italia
Palazzo Grillo, Genova
29 Aprile – 12 Maggio 2022
Inaugurazione: Venerdì 29 Aprile 2022 – ore 18:00

Press Contacts
Prodes Italia Press Office
press@prodesitalia.com
+39 02 3658 0208

ALESSANDRIA. G.di F.- IN VACANZA CON 28 KG DI COCAINA, ARRESTATO.

Un corriere della droga alessandrino fingeva di imbarcarsi per andare in vacanza, ma nascondeva nel camper 28 kg di cocaina per un valore di oltre 4 milioni di euro.

Un alessandrino di 44 anni è stato arrestato dai militari della Guardia di Finanza, che sabato mattina 2 aprile nel porto Isola Bianca di Olbia hanno fermato il camperista per un controllo dopo essere sbarcato dal traghetto in arrivo Sharden Tirrenia proveniente da Genova. La nave era diretta a Porto Torres, ma a causa del maltempo era stata dirottata nello scalo gallurese dove le unità cinofile della Guardia di finanza del Gruppo di Olbia hanno fiutato la droga nascosta nel doppiofondo del camper.

I militari, guidati dal capitano Carlo Lazzari, dopo aver fermato il camper per un normale controllo di verifica dei documenti hanno proceduto alla perquisizione del mezzo perché i cani antidroga Semia e Holiver hanno segnalato di aver fiutato presenza la presenza della droga, che è stata trovata nascosta in un doppiofondo ricavato all’interno del camper.

I militari hanno trovato 28 panetti di cocaina da 1 kg ciascuno.

La droga è stata sequestrata e il 44enne arrestato e, su disposizione della Procura di Tempio Pausania, trasferito nel carcere di Sassari. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: