Tag: eccellenza

VINOVO. L’ACF ALESSANDRIA NON RIESCE NELL’IMPRESA, ALLA FREEDOM LA COPPA ITALIA DI ECCELLENZA.

A Vinovo la Freedom si aggiudica la Coppa Italia di categoria, all’Alessandria il merito di una grande prestazione.

Freedom e Alessandria si incontrano per la terza volta in campionato, in palio l’ambita Coppa Italia di Eccellenza. Sfuggita alle grigie nella stagione 2017/2018 contro il Biella.

Nel primo tempo la Freedom non riesce a bucare e le alessandrine difendono e mettono in soggezione le avversarie. La partenza a trazione delle cuneesi diventa presto un possesso palla alternato nella linea di metà campo. Entrambe le squadre non si allargano con la paura di una possibile ripartenza. La Freedom si avvicina al gol alla mezz’ora, il cross taglia l’area e impatta tra i piedi dell’attaccante che da pochi passi mette a lato, le grigie si salvano di un nulla. È partita alla pari e l’Alessandria cresce costantemente fino ad arrivare a bussare alla difesa cuneese. L’occasione ghiotta da calcio di punizione viene fermata per fuorigioco e Pastorino vede annullarsi la rete.

Termina a reti bianche il primo tempo e la gara, da che sembrava potesse essere a senso unico in favore della Freedom, si trasforma presto in gioco tattico e difesa ad oltranza alla pari.

Nella ripresa, l’Alessandria prosegue la sua crescita e per dieci minuti costringe le padrone di casa a difendersi, le ragazze di Tosi sembrano poter prendere in mano la gara. Sogni spezzati al settantacinquesimo, sugli sviluppi del calcio d’angolo Nicco colpisce di testa e insacca in precisione nell’angolino basso sinistro. Le grigie subiscono la rete e si spengono, il blackout favorisce le bianche che sfruttano l’occasione e raddoppiano con Colombero all’ottantatreesimo. L’attaccante colpisce indisturbata da fuori area, la difesa può solo guardare il pallone finire in rete.

Termina così, la Freedom FC si aggiudica la Coppa Italia di Eccellenza, tanto rammarico per le grigie ma anche tanti applausi per una grande prestazione contro una squadra costruita per vincere.

Al termine della gara il mister Gabriele Tosi commenta così: <<Usciamo dal campo a testa altissima, il cammino è stato importante, sapevamo che contro una società organizzata come la Freedom le speranze erano poche. Sono orgoglioso delle mie ragazze, oggi non posso fare altro che dire a tutte un immenso grazie>> -continua- <<Adesso pensiamo ai playoff, dobbiamo lottare fino alla fine, dopodiché, se la società vorrà continuare con Tosi io sarò ben contento di poter continuare, io sono qui, e fino all’ultimo giorno lavorerò per far crescere le mie ragazze>>

ALESSANDRIA. LE GRIGIE PAREGGIANO 0 A 0 CONTRO LA JUVENTUS TORINO, I PLAYOFF SARANNO DECISI NEL RITORNO.

Alle ex casermette di Alessandria va in scena l’andata dei play-off di eccellenza femminile. Mister Tosi che deve rinunciare ad alcune titolari per infortunio rimescolando la formazione.

Alessandria e Femminile Juventus Torino si sfidano per ipotecare già dai primi 90 minuti il passaggio del turno. Al termine dei 90 minuti però il risultato è uno solo 0 a 0 è tutto rimandato al ritorno che si giocherà domenica 8 maggio a Torino.

La gara si consuma pressoché a centrocampo, saranno solamente sei i tiri in porta da ambo i lati nei tempi regolamentari, per l’Alessandria le protagoniste sono due, Angelica Dalerba che nel primo tempo salva un pallone indirizzato verso il 7 della porta e il capitano Gaia Garavelli che sul finire dei primi 45, dopo il controllo e la discesa verso la porta sbaglia la finalizzazione.

Nella ripresa stesso copione, ACF Alessandria che difende e Juventus Torino che pressa. La difesa grigia fa buona guardia allontana ogni pericolo, questa volta le alessandrine non trovano lo spazio per mirare e colpire.

Termina così, Acf Alessandria e Femminile Juventus Torino che pareggiano e rimandano le speranze al ritorno, per le padrone di casa esordisce Asia Toniato promettente giovane delle fila dell’Under 17 convocata più volte nella selezione regionale.

Al termine della gara il mister Gabriele Tosi commenta così: <<Abbiamo dovuto fare i conti con gli infortuni, ho deciso di difendere e non rischiare troppo. Abbiamo giocato una buona gara e ringrazio le ragazze Under 17 che ogni volta rispondono presente, mostrando grande qualità anche in campo quando vengono chiamate in causa.>>  -Continua- <<Adesso pensiamo a mercoledì sera, una finale è pur sempre una finale e la nostra avversaria è molto forte, confido nelle mie ragazze e ricordo loro che sognare non è vietato!>>.

TORINO. L’ACF ALESSANDRIA SI AGGIUDICA L’ANDATA DEI QUARTI, BATTUTO IL TORINO WOMEN IN RIMONTA 5 A 3.

Un primo tempo dal doppio volto, grigie sotto due a zero dopo 20 minuti ma rientrano nello spogliatoio in vantaggio 3 a 2.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Per le grigie un test di maturità, questo l’aggettivo fissato dal mister Tosi al termine della gara contro un Torino a tratti dominante.

Nel turno di andata di coppa Italia di Eccellenza la partita si è conclusa con la vittoria dell’Acf Alessandria per 5 a 3 (2-3/1-2 i parziali) sul campo del CIT Turin.

È il Torino a fare la partita nei primi venti minuti trovando il vantaggio sulla prima occasione utile.
Da calcio d’angolo, Ponzio lasciata sola e senza marcatura colpisce di testa e insacca alle spalle di Angelica Dalerba.
Il raddoppio da calcio di punizione, due minuti più tardi, la numero 8 del Torino carica il destro e insacca sotto la traversa, Dalerba troppo lenta nei riflessi ed il pallone passa.

Mister Tosi chiede concentrazione e concretezza e le grigie iniziano a giocare e si impossessano della gestione palla e delle azioni pericolose.

Al quarantesimo Giada Bagnasco, ricevuto il passaggio di Bergaglia, scarta due difensori in area e sola davanti al portiere la piazza nell’angolino basso sinistro.
Un minuto dopo Bergaglia pareggia i conti: da calcio di punizione Luison serve l’attaccante che elude tutta la difesa e in girata di destro insacca.
Recuperato il passivo le grigie si fomentano e poco prima del riposo arrivano due volte vicine al vantaggio, la prima con Sofia Bergaglia che da fuori area prova l’eurogol ma spedisce il pallone contro la traversa ed infine nel secondo tentativo le alessandrine trovano la rete del 3 a 2. Il gol è di Bagnasco che aiutata da un rimpallo e con portiere già a terra appoggia il pallone nell’angolino basso destro. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro manda le squadre a riposo.

Nel secondo tempo entrambe le squadre faticano a fare gioco, soprattutto la formazione ospite che sembra non aver ancora le misure del campo, difatti al dodicesimo minuto il Torino pareggia sfruttando lo spazio lasciato libero nel contropiede. Ponzio dalla sinistra infila sul secondo palo di Dalerba, è 3 a 3.

La gara rimane ferma per più di 5 minuti a causa dell’infortunio della numero 15 del Torino women l’arbitro comunica che i minuti verranno recuperati, permettendo così al medico di controllare e medicare l’atleta rimasta a terra per tutto il tempo necessario.

Il vivo della partita arriva verso la fine del secondo tempo quando all’85° sugli sviluppi del calcio di punizione Garavelli insacca dopo il rimpallo del portiere, portando così le grigie sul risultato di 4 a 3. Un minuto più tardi Giada Bagnasco si libera bene della marcatura, da fuori area lascia partire il tiro a giro che si insacca alle spalle dell’estremo difensore Granata 5 a 3.

Nei minuti di recupero Alessandria continua a mantenere palla e cercare il sesto gol, due tiri di Garavelli da fuori area però finiscono altissimi.

La gara termina consegnando alle grigie due gol di vantaggio per il ritorno.

Il commento di mister Gabriele Tosi al termine della gara <<Maturità da parte delle mie ragazze, nonostante il passivo ampio dopo venti minuti hanno reagito e portato a casa la vittoria >> – continua – <<I sacrifici che fanno queste ragazze dimostrano quanto tengano al progetto, stasera anche se per la prima parte di gara non abbiamo praticamente giocato, sono comunque contento della prestazione>>.

ALESSANDRIA. L’ACF ALESSANDRIA SUL CAMPO DELL’ASCA BATTE LA CUS TORINO, ANCORA A SEGNO SOFIA BERGAGLIA.

Una partita dal doppio volto, grigie in difficoltà nel secondo tempo, Bergaglia stende di testa il Cus Torino.

Foto Andrea Amato/PhotoAgency

Gara casalinga sul campo Renato Cattaneo di Alessandria, Ex casermette in manutenzione. Le grigie però riescono lo stesso a dominare e portare a casa i tre punti, nonostante un una ripresa da dimenticare.

Per le grigie un avversario di pari livello che per tutta la partita ha mostrato le sue qualità diventando anche, a varie vie, temibile.

La partita si è conclusa con la vittoria dell’Acf Alessandria per 1 a 0 (1-0/0-0 i parziali).

Durante la prima parte di gara l’Alessandria parte forte,sin dai primi minuti la difesa avversaria fatica a contenere gli attacchi delle grigie, ricorrendo spesso all’alleggerimento con falli laterali e lanci lunghi. Il portiere grigio Angelica Dalerba si sporca i guantoni al 12°, quando deve mettere parola fine ad un’offensiva avversaria. Paura, tre minuti più tardi, sul calcio di punizione, la palla impatta sul palo indirizzandosi al centro dell’area dove Mensi spazza via. Il vantaggio grigio nasce dal calcio d’angolo battuto da Luison al 30°, la sfera arriva precisa sulla testa di Bergaglia che schiaccia a terra e batte il portiere.

Al 40° l’arbitro non concede il gol del raddoppio alle alessandrine. Il portiere avversario, dopo aver intercettato in un primo momento il tiro di Bergaglia, tira via da dentro la porta il pallone, che sul rimpallo e ancora in volo aveva superato la linea. Le Grigie inizialmente esultano per poi andare a protestare dal direttore di gara per il gol-no gol.