Tag: droga

BRESCIA. POLIZIA DI STATO. TRAFFICO DI DROGA 12 ARRESTI.

Brescia: operazione antidroga, 12 arresti

operazione

La Polizia ha scoperto un’associazione criminale e arrestato 12 persone, alcuni dei quali cittadini marocchini, specializzate nel traffico di sostanze stupefacenti nella città di Brescia.

A capo dell’organizzazione due fratelli marocchini che si avvalevano degli altri connazionali per le attività esecutive di approvvigionamento e smercio della droga.

I due fratelli avevano organizzato una base operativa in un circolo privato di Lonato (Brescia) da dove impartivano gli ordini e ricevevano i clienti, i grossisti e i fornitori.

L’attività investigativa, iniziata nel 2018, ha permesso di documentare il modo in cui agiva il gruppo e di valutare il volume di droga che veniva ceduta ad acquirenti provenienti anche dalle province di Mantova, Trento, Trieste e Verona.

I poliziotti hanno sequestrato una parte dei proventi del notevole giro d’affari: 200 mila euro in contanti a uno degli indagati.

Le quantità di droga( da un etto al kg) venivano materialmente consegnate dai complici che si attenevano alle disposizioni impartite dei due fratelli.

In alcune intercettazioni gli investigatori hanno registrato frasi convenzionali utilizzate nelle conversazioni telefoniche tra i membri del gruppo, in cui alcuni rimasti senza stupefacente per le numerose richieste.

Durante l’operazione sono finiti nella rete degli investigatori due albanesi, uno dei quali era il maggior fornitore di cocaina e l’altro era uno dei principali clienti insieme ad un italiano della provincia di Trieste.

Durante le indagini sono state arrestate cinque persone e sequestrati un chilo e mezzo di cocaina e oltre quattro chili di hashish. 

VALENZA. SEQUESTRATI 5 KG DI COCAINA, ARRESTATI DUE GIOVANI.

Una coppia di giovani di di Valenza è stata arrestata dai carabinieri perché trovata in possesso di 5 chili di cocaina

I carabinieri hanno scoperto 4 panetti contenti cocaina nel cofano dell’auto di un 30 enne domiciliato a Valenza, il resto nell’appartamento della coppia sottoposto a perquisizione. 

PRESSPHOTO Firenze, Carabinieri in servizio con le nuove divise e immagini di repertorio. Foto Marco Mori/New Press Photo

Durante un servizio di controllo dei carabinieri di Valenza hanno notato un uomo intento ad armeggiare dentro la sua auto. Insospettiti dal comportamento dell’uomo i Carabinieri perquisito l’auto dove nel sottovano della ruota di scorta era stato ricavato un sottofondo dentro cui erano nascosti quattro panetti incellofanati, del peso di un chilo ciascuno, contenenti cocaina.

I Carabinieri dopo aver sottoposto l’uomo al fermo di polizia hanno perquisito il suo appartamento dove è stata rinvenuta altra cocaina e tre panetti di marijuana oltre a 20 mila euro in contanti.

La compagna dell’uomo era presente alla perquisizione nell’appartamento è stata arrestata.

La donna, 24 anni, è stata trasferita al carcere di Vercelli mentre l’uomo, trentenne domiciliato a Valenza con diversi precedenti penali, è stato condotto nel carcere di Alessandria.

La droga era destinata allo spaccio nelle zone di Valenza e Alessandria.

TERNI. POLIZIA DI STATO. OPERAZIONE “ALI’ PARK”, EROINA CAMUFFATA DA VALIGIE.

Terni: eroina camuffata da valigie, 16 arresti con l’operazione “Alì Park”

Un gruppo composto da 16 persone rifornivano di eroina le piazze di spaccio ternane e parte del mercato toscano importando la droga dal Pakistan, ma la loro attività illecita è stata interrotta grazie alla operazione antidroga “Alì Park”.

L’attività investigativa di Polizia di Stato e Guardia di finanza ha portato all’arresto di sedici persone, dieci dei quali eseguiti in esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per le indagini preliminari di Perugia con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Sei arresti sono stati eseguiti in flagranza di reati di spaccio di stupefacenti durante le indagini.

L’attività investigativa ha preso il via sugli sviluppi dei controlli svolti su un corriere della droga fermato a Ventimiglia dalla Squadra mobile di Terni.

L’indagine proseguita con il supporto del Servizio centrale operativo della Direzione centrale per i servizi antidroga e del Servizio polizia scientifica ha fatto emergere l’attività strutturata di un’organizzazione criminale che, con il traffico e lo spaccio di droga, guadagnava migliaia di euro al mese.

Molto importante è stata la collaborazione con la sezione antidroga del Gruppo d’investigazione sulla criminalità organizzata (Gico) della Guardia di finanza di Ancona che ha permesso di eseguire arresti in flagranza di reato, di sequestrare 12 chili di eroina e 300 grammi di cocaina.

Ingegnoso il metodo escogitato dai criminali per cercare di occultare lo stupefacente durante il trasporto in aereo.

L’eroina veniva trasportata in forma solida, tipo plastica o gomma per il rivestimento interno delle valigie, in maniera perfettamente occultata, ma la droga giunta a Terni veniva sottoposta ad una particolare procedura chimica per riacquistare la consistenza originale.

Alla esecuzione delle misure cautelari hanno partecipato: la Guardia di finanza di Ancona, i commissariati di Empoli e Voghera, le Squadre mobili di Roma e Pavia, il Reparto prevenzione crimine Umbria-Marche, unità cinofile di Nettuno e un elicottero della Polizia di Stato.

SIRACUSA. POLIZIA DI STATO. ARMI E DROGA RITROVATE IN UN CASOLARE.

Siracusa: armi e droga in un casolare, un arresto

Il ritrovamento a Siracusa di armi e droga

I poliziotti del commissariato della zona di Lentini e della squadra mobile hanno scoperto un deposito di droga e armi nascoste sottoterra e nelle intercapedini di un casolare a Lentini, Siracusa, di proprietà di un 37 enne che è stato arrestato.

Il ritrovamento è avvenuto a conclusione di un’indagine per il contrasto dello spaccio di droga nella provincia siciliana.

L’uomo, noto alle Forze dell’ordine per la sua appartenenza alla malavita locale, è stato trovato in possesso di 300 grammi circa di cocaina, di un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi, di oltre 8 mila euro in contanti, armi, munizionamento e due carte di identità non intestate.

Tra le armi desta preoccupazione il ritrovamento di 50 bossoli esplosi di fucile mitragliatore AK 47, Kalashnikov.
Il ritrovamento a Siracusa di armi e droga

Attraverso ricerche più approfondite,con l’utilizzo di un georadar, gli investigatori sono riusciti a trovare una pistola calibro 38 risultata essere stata rubata nel 2010 a Piazza Armerina, una pistola mitragliatrice tipo Skorpio, un revolver cal. 22 e tre pistole semiautomatiche.

Tra le armi ritrovate una pistola con matricola abrasa ed è stato anche sequestrato un grosso quantitativo di munizioni nascoste in un’auto e nei muretti presenti nel fondo di proprietà dell’uomo per un totale di 1.074 cartucce.

ROMA. POLIZIA DI STATO. 7 ARRESTI PER SPACCIO DI DROGA.

Roma: operazione antidroga, 7 arresti

Operazione antidroga a Roma

Gli uomini del commissariato di Torpignattara della questura di Roma hanno arrestato 7 persone per spaccio di stupefacenti in un’operazione antidroga, tra questi anche la mamma 63 enne di uno degli indagati.

Gli investigatori sono riusciti a scoprire i ruoli dei componenti dell’organizzazione che aveva tra le sue fila diverse donne occupate principalmente nella gestione del denaro provento dell’attività di spaccio.

Nel corso dell’indagine sono stati sequestrati circa 400 mila euro depositati in diversi istituti bancari e durante le perquisizioni sono stati trovati 25 mila euro in un immobile a Roma in uso a uno degli indagati, e 70 mila euro in banconote di vario taglio nascoste sotto il forno della cucina in un appartamento a Genzano di Roma.

Operazione antidroga a Roma

Le indagini hanno permesso agli agenti di sorprendere tre degli arrestati dentro di un box allestito a centrale operativa per la lavorazione e il confezionamento della droga; contestualmente di trovare e sequestrare 2 chili di cocaina, una pistola calibro 7,65, macchinari per la lavorazione e il confezionamento dello stupefacente.

L’indagine ha evidenziato come i componenti del gruppo erano soliti ascoltare musica “trap” ad alto volume mentre percorrevano la città a bordo delle loro auto di grossa cilindrata tanto da identificarsi nei personaggi di note serie televisive imitandone l’atteggiamento e programmando l’acquisto di orologi in oro con incisi i propri nomi.