Tag: corteo

TORINO. POLIZIA DI STATO. SCONTRI 1° MAGGIO 2019, UN ARRESTO E TRE DIVIETI DI DIMORA.

I poliziotti della Digos di Torino al termine dell’indagine per gli scontri del 1° maggio 2019 hanno chiesto un arresto domiciliare, tre divieti di dimora a Torino e nei comuni della Val Susa oltre a nove obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. L’indagine condotta dalla Digos di Torino nei confronti di leader e militanti del centro sociale Askatasuna per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata aggravata.

Per uno dei leader storici che nell’occasione aveva ricoperto il ruolo di coordinamento e direzione nelle fasi violente della manifestazione sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Tra i destinatari dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria la storica portavoce di Askatasuna, attualmente detenuta in carcere per altri reati, per aver assunto il ruolo di speaker ufficiale del corteo il 1° maggio 2019, fomentando ed incitando i militanti.

I militanti di Askatasuna durante la manifestazione posizionati in testa al corteo composto da circa 2 mila persone, legate al movimento No-Tav, all’area anarchica e ai vari movimenti antagonisti cittadini, agirono in modo violento anche contro le Forze dell’ordine con l’obiettivo di dare una connotazione “NoTav” al tradizionale corteo dei lavoratori.

Poco prima della partenza del corteo istituzionale i militanti di Askatasuna avevano più volte tentato di sfondare i cordoni delle Forze di polizia, riuscendo poi a sorpassare, all’inizio della manifestazione, il furgone del partito Liberi e Uguali, tentando successivamente di scavalcare lo spezzone del Partito Democratico, aggredendo, in più occasioni, sia alcuni esponenti politici che i componenti del servizio d’ordine del partito, uno violentemente colpito con calci e pugni.

I manifestanti avevano poi tentato di sfondare un altro cordone di polizia, costringendo gli agenti ad intervenire dopo il lancio di bottiglie, aste di bandiere ed altri oggetti contundenti a causa del quale era rimasto lievemente ferito un agente della questura.

I poliziotti della Digos hanno individuato e denunciato in stato di libertà altri 30 militanti d’area per reati simili.

ALESSANDRIA.SEZZADIO VINCE ANCHE QUEST’ANNO IL CARNEVALE ALESSANDRINO.(VIDEO E FOTO DEI PROTAGONISTI).

Il Carnevale Alessandrino 2020 è partito da viale della Repubblica per raggiungere piazza Ceriana dove i gruppi si sono esibiti in attesa della premiazione del vincitore di questa edizione.

Dal centro città al quartiere Cristo per unire le due anime della città in collaborazione con il comune di Alessandria, l’associazione Attività e Commercio di Corso Acqui, Amag e Alegas.

L’appuntamento per i carri e le attrazioni per i più piccoli con gonfiabili, stand e animazione a cura dell’associazione Linguadoc di Torino in viale della Repubblica.

Il tradizionale corteo è partito alle 14.45 scortato dai gruppi di volontari del “Gruppo comunale di Protezione civile”, i”volontari della Polizia municipale”, “i Bersaglieri”, “Castellazzo Soccorso e dell’Unione Nazionale Arma Carabinieri Onlus – Castellazzo Bormida”.

L’ordine di sfilata che da viale della Repubblica, via Savona, cavalcavia, via Carlo Alberto e corso Acqui giungeranno a piazza Ceriana è stato: Tecnocasa Alessandria Carneval, Banda musicale Città di Alessandria “Cantone”, Majorettes “Silver” di Villanova d’Asti, Soms e Comitato Carnevale Acqui Terme con “Gruppo con re e regina Sgaientò con corte reale e maschere”, gruppo a piedi scuola primaria “Ferrero” con “Differenziamoci, il riciclo dei rifiuti”, gruppo a piedi scuola dell’infanzia “Sabin” con “Cartoons”, Oratorio di Mirabello con il carro “Mirabè Constructions”, gruppo a piedi “I pirati Jack Sparrow e la piratessa”, sezione Avis Sale con il carro “Goccia Rossa”, sbandieratori dell’Associazione Aleramica con il gruppo a piedi a tema “I Cuochi”, 500 in maschera a tema “Le Befane”, palestra Yume Alessandria con il gruppo a piedi “Il clan del loto arancio”, Oratorio Campanone San Salvatore Monferrato con il carro “Il Campanone di San Salvatore”, Oratorio Don Bosco con il gruppo a piedi “La carica dei 101”, Oratorio Campanone San Salvatore Monferrato con il gruppo a piedi “I cattivi Disney”, Cissaca – Punto D con il gruppo a piedi “La band del Punto D On The Road”, Oratorio Campanone San Salvatore con il carro “La torre di San Salvatore e Pro Loco di Sezzadio con carro e gruppo a piedi ‘Il circo vintage di Sezzadio”.



Alle 17 la premiazione del’edizione 2020 del carnevale alessandrino, che per l’ennesima volta ha visto vincitore il gruppo di sezzadio mentre a seguire dopo la premiazione Gianni Pasino ha letto la Businà dedicata in maniera sarcastica alle cattive abitudini degli alessandrini che le loro colpe le scaricano sul virus cinese del coronavirus; in parte dedicata al consigliere Carminuccio che combina guai e fa un quarantotto.

Il dj Stefano Venneri ha presentato la manifestazione per la 18^ volta.