Tag: CARABINIERI

LA SPEZIA- OERAZIONE ANTIDROGA, SEQUESTRATI 400 KG DI COCAINA.

Maxi operazione antidroga – sequestrati oltre kg 400 di cocaina

Maxi operazione antidroga - sequestrati oltre kg 400 di cocaina

Comando Provinciale La Spezia

la sinergia investigativa dei finanzieri della Guardia di Finanza della Spezia, il ROS Carabinieri di Genova, i funzionari del locale Ufficio delle Dogane hanno portato a termine una complessa ed articolata indagine transnazionale, svolta sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Genova in raccordo con la Procura della Repubblica della Spezia, bloccando nel porto mercantile della Spezia un ingente quantitativo di droga occultata in un contenitore proveniente dalla Repubblica Dominicana e diretto al Porto di Valencia sul quale era stato posto un sigillo falsificato.

La sostanza stupefacente, nascosta in un carico di carta da macero, era suddivisa in 12 pacchi contenenti 359 panetti pronti per essere prelevati con il sistema del cosiddetto rip-off, consistente nel riporre la droga immediatamente dietro i portelloni del container, in modo da poter essere agevolmente prelevata dai trafficanti durante la sosta delle merci nelle aree portuali.

L’esame del drop test ha confermato che la sostanza è risultata essere cocaina di elevatissima qualità e purezza; la droga sequestrata, per complessivi 412 kg, avrebbe fruttato, una volta immessa nel mercato, oltre 100 milioni di euro.

L’attività di servizio, a testimonianza la costante ed efficace azione condotta in sinergia dalla Guardia di Finanza, da ADM e dai Carabinieri, si pone nell’ambito del costante monitoraggio delle spedizioni dal Sudamerica che aveva già consentito ingenti sequestri di droga nel porto spezzino.

Giusto due anni fa nel medesimo scalo portuale erano stati rinvenuti e sequestrati 338 kg di cocaina nascosti all’interno di lastre di granito provenienti dal Brasile. La diffusione del presente comunicato è stata autorizzata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Genova in ottemperanza alle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 188/2021.(fonte G. di F.)

VALENZA(AL). CHIUSO BAR PER VIOLAZONI AMMINISTRATIVE COVID, RISSE, SPACCIO E RISCHIO PER LA SICUREZZA.

Il personale della divisione P.A.S.I. in forza alla Questura di Alessandria e della stazione dei carabinieri di Valenza, su decreto del Questore, hanno notificato la chiusura per 30 giorni di un esercizio pubblico nel centro di Valenza ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico della Legge di Pubblica Sicurezza, la sospensione della licenza per 30 giorni.

Dal mese di luglio 2020 al mese di novembre 2021 sono stati operati numerosi interventi e segnalazioni da parte degli operatori della Stazione dei Carabinieri, che hanno riscontrato numerose e reiterate violazioni amministrative, riguardanti anche la recente normativa per il contenimento del contagio da Covid-19. Non solo.

Nel periodo tra Luglio 2020 e Novembre 2021, nel locale, si sono verificate alcune risse e durante le attività di controllo effettuate dal personale dell’Arma è stata accertata la presenza di persone in stato di ubriachezza, numerosi pregiudicati con a carico reati di vario genere, dallo spaccio di stupefacenti a reati contro il patrimonio e contro la persona.

L’esercizio pubblico è stato oggetto di continue segnalazioni per disturbo della quiete pubblica nelle ore serali e notturne.

Il provvedimento del Questore si è reso necessario per la diminuita percezione di sicurezza registratasi nella cittadinanza ed, in particolare, in coloro che risiedono nella zona dove ha sede l’esercizio pubblico.

Il provvedimento è stato preso per arginare situazioni di pericolo per l’incolumità degli avventori e di impedire il reiterarsi di episodi analoghi, tali da creare pregiudizio al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

SOLERO. INCENDIO ALLA CASA DI RIPOSO “IL CASTELLO”, MORTO UN ANZIANO.

Un incendio è divampato, probabilmente a causa del malfunzionamento di un caricabatteria per cellulare, nella casa di riposo di Solero “Il castello” che ha causato un morto e 2 intossicati

Un anziano ospite della casa di riposo “Il castello” di Solero. Marco Gallinotti di 74 anni, è deceduto a causa dell’intossicazione, con altri due anziani, nell’incendio scoppiato nella stanza della casa di riposo.

L’incendio è divampato alle 23,15 nella struttura nella serata di giovedì 4 novembre in una stanza dove alloggiavano alcuni anziani rimasti intossicati dalle esalazioni di ossido di carbonio.

Per le operazioni di spegnimento dell’incendio, proseguite per tre ore, e portare soccorso agli anziani sono intervenuti il personale del 118, i vigili del fuoco con tre squadra e il funzionario mentre i carabinieri di Alessandria indagano sull’episodio.

CATANZARO. OPERAZIONE CONGIUNTA POLIZIA-CARABINIERI, 21 ARRESTI PER TRAFFICO DI DROGA.

Catanzaro: 21 arresti per traffico di droga

Una operazione congiunta di Polizia e Carabinieri ha portato all’arresto di 21 persone nell’indagine “Aesontium” condotta dalla Squadra mobile di Catanzaro in collaborazione con il comando provinciale dei Carabinieri.

L’operazione prende il nome dal nome latino di viale Isonzo, considerata la roccaforte dei criminali oggetto di Catanzaro.

Al termine delle investigazioni per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, furto, detenzione e porto abusivo di armi, estorsione e ricettazione, 9 persone sono finite in carcere e 12 agli arresti domiciliari.

46 persone sono indagate nello stesso procedimento penale.

Due i filoni di indagini riuniti dalla Direzione distrettuale antimafia perché sono state individuate le comuni fonti di approvvigionamento. Lo stupefacente all’ingrosso arrivava dalla Puglia da un gruppo di criminali albanesi e dalla costa jonica calabrese dove opera una cosca mafiosa specializzata nel traffico di droga.

Le due organizzazioni operavano nella zona sud della città spacciando ogni tipo di droga: marijuana, hashish, cocaina, eroina e anfetamine.(fonte Polizia di Stato).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: