Tag: cani antidroga

ALESSANDRIA. G.di F.- IN VACANZA CON 28 KG DI COCAINA, ARRESTATO.

Un corriere della droga alessandrino fingeva di imbarcarsi per andare in vacanza, ma nascondeva nel camper 28 kg di cocaina per un valore di oltre 4 milioni di euro.

Un alessandrino di 44 anni è stato arrestato dai militari della Guardia di Finanza, che sabato mattina 2 aprile nel porto Isola Bianca di Olbia hanno fermato il camperista per un controllo dopo essere sbarcato dal traghetto in arrivo Sharden Tirrenia proveniente da Genova. La nave era diretta a Porto Torres, ma a causa del maltempo era stata dirottata nello scalo gallurese dove le unità cinofile della Guardia di finanza del Gruppo di Olbia hanno fiutato la droga nascosta nel doppiofondo del camper.

I militari, guidati dal capitano Carlo Lazzari, dopo aver fermato il camper per un normale controllo di verifica dei documenti hanno proceduto alla perquisizione del mezzo perché i cani antidroga Semia e Holiver hanno segnalato di aver fiutato presenza la presenza della droga, che è stata trovata nascosta in un doppiofondo ricavato all’interno del camper.

I militari hanno trovato 28 panetti di cocaina da 1 kg ciascuno.

La droga è stata sequestrata e il 44enne arrestato e, su disposizione della Procura di Tempio Pausania, trasferito nel carcere di Sassari. 

MESSINA. G.di F.-ALESSANDRINO ARRESTATO AGLI IMBARCADERI DI MESSINA PER TRAFFICO DI DROGA.

Maxi sequestro di cocaina agli imbarcaderi di Messina

Comando Provinciale Messina

Un alessandrino è stato arrestato dai Finanzieri del Comando Provinciale di Messina agli imbarcaderi dei traghetti che collegano con la Calabria con 20 chili di cocaina, occultati a bordo di un’autovettura, individuata nel corso dei controlli effettuati sugli automezzi che sbarcano dai traghetti provenienti da Villa San Giovanni.

L’intensificazione dell’attività di controllo del territorio hanno portato all’operazione antidroga. La consolidata esperienza investigativa delle Fiamme Gialle del Gruppo di Messina e l’ausilio dei cani anti droga hanno portato i militari al ritrovamento della droga nel doppio fondo di un grosso fuoristrada.

L’atteggiamento sospetto del conducente del fuoristrada di grossa cilindrata ha insospettito i finanzieri, che hanno notato il passaggio inconsueto, in questo periodo dell’anno, del SUV a stagione estiva e vacanziera conclusa, che porta con se una diminuzione dei flussi turistici.

L’intuizione dei militari è stata confermata dal fiuto dei cani antidroga “DIA” e “GHIMLY”, altamente specializzati in operazioni della specie.

I due pastori tedeschi dopo una prima ricognizione esterna all’auto mostravano evidenti segni circa la presenza di un carico di sostanza stupefacente che, dopo ulteriori e più mirati controlli, veniva rinvenuto abilmente occultato in un doppiofondo creato nel vano portabagagli.

La droga, 20 Kg, divisa in 18 panetti di cocaina purissima era pronta per invadere il fiorente mercato siciliano e che, opportunatamente tagliata avrebbe potuto fruttare, alla vendita al dettaglio, guadagni illeciti per oltre 2,7 milioni di euro.

Il corriere della droga , L.G.R, un 50 enne di origine lucane, ma residente nell’alessandrino è stato arrestato in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti e successivamente sottoposto a custodia cautelare in carcere, in attesa di giudizio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Messina.

L’operazione testimonia il continuo e quotidiano impegno della Guardia di Finanza e della Procura della Repubblica di Messina a tutela della legalità ed ha consentito di impedire l’immissione sul mercato illegale di un considerevole quantitativo di droga che, come noto, costituisce la principale fonte di guadagno delle organizzazioni criminali.