Tag: Alessabdria

ALESSANDRIA. “ALESSANDRIA DESIGN DISTRICT”, IL PRIMO EVENTO DIFFUSO SU DESIGN, ARCHITETTURA E ARTE.

“ALESSANDRIA DESIGN DISTRICT”
IL PRIMO EVENTO DIFFUSO SU DESIGN, ARCHITETTURA E ARTE

Il 25 giugno presso l’area verde ‘Parco Villa’ di via Don Luigi Orione 1 (quartiere Pista) – su iniziativa di Confcommercio in collaborazione con le rinomate aziende alessandrine “Kimono Casa” e “Fracasso-Centro del colore”, con il patrocinio ed il supporto del Comune di Alessandria e del Gruppo Amag – si terrà l’evento ‘Alessandria Design District’. Ispirata al ‘Fuorisalone’ milanese, la manifestazione alessandrina, vuole porsi come nuovo modello in tal senso.
Il ‘Fuorisalone’ milanese: si tiene tutti gli anni a Milano durante la ‘Design Week’, ossia l’insieme delle iniziative distribuite in diverse zone di Milano in corrispondenza del “Salone Internazionale del Mobile”.

Su ispirazione dunque dei grandi eventi dedicati al design in Italia, nasce ‘Alessandria Design District’, un vero e proprio evento collettivo nato spontaneamente da un’idea di due giovani referenti di aziende attive nel settore dell’arredamento e del design, Francesca Fracasso e Francesca Gualeni. L’appuntamento è fissato per il prossimo 25 giugno dal mattino a sera in zona Pista, nell’area delimitata da via Bruno Buozzi, Piazza Villa e Spalto Gamondio 27.

Ecco che nasce un nuovo format in città. Una giornata dedicata ad attività legate ai tre macro-temi protagonisti dell’evento: design, arte e intrattenimento. Sin dal mattino i partecipanti potranno visitare l’area allestita per l’evento, scoprire gli ultimi trend in fatto di arredamento, design e finiture di interni presso il ‘Centro del Colore Fracasso’, ‘Kimono Casa’ e ‘Tripo Arredamento’, ottenere ispirazioni e consulenze sorseggiando un bicchiere di vino, intrattenersi con live-painting e mostre d’arte fisiche e virtuali. Non mancheranno panel dedicati ed interventi di esperti dei settori chiave dell’iniziativa.
Dalle 18 aperitivo con dj-set presso ‘Parco Villa’, con cibo e bevande degli attori food & beverage più in voga nel panorama alessandrino.

Per la prima volta Alessandria ospiterà nello stesso giorno riflessioni sul mondo del design, degli spazi abitativi e dell’arte, e di come questi potranno evolversi in futuro. Non solo: sarà anche un’occasione per allargare la riflessione ai temi dell’ambiente, della città e della rigenerazione urbana e sostenibile, anche grazie al contributo di Gruppo AMAG.

L’evento prende vita grazie al contributo di realtà alessandrine che credono nell’iniziativa.
Nell’area dedicata alla manifestazione verranno anche ospitati operatori del settore ‘food’ che offriranno prodotti tipici locali del nostro territorio.

La manifestazione è aperta a tutti ed è possibile prendervi parte a qualsiasi orario. Nei prossimi giorni verrà condiviso il programma dell’iniziativa attraverso i canali social di ‘Alessandria Design District’, rimanete sintonizzati per scoprire di più.
sito: https://www.alessandriadesigndistrict.com
email: info.alessandriadesigndistrict@gmail.com
Instagram: @alessandriadesigndistrict
Facebook: Alessandria Design District

Le ideatrici:

“Vorremmo contribuire alla creazione di una corrente di rigenerazione culturale con impatto sul tessuto sociale e urbano, guidata dai giovani e ispirata alle best-practice delle grandi città: un evento che valorizzi il potenziale di Alessandria. Per fare impresa oggi è necessario portare impatto sociale e innovazione, restituire al territorio e alla comunità”, dichiara Francesca Fracasso.

“Ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, ma riuscire a lavorare insieme è un successo. Alessandria Design District nasce, grazie alla collaborazione dei nostri Sponsor, per aprire le porte ad una nuova opportunità di condivisione tra i commercianti e i cittadini, un nuovo evento per lanciare il design nella nostra città”, dichiara Francesca Gualeni.

Il Sindaco:

“Da parte di attestate realtà imprenditoriali alessandrine in collaborazione con Confcommercio, è scaturita questa straordinaria proposta per una grande manifestazione che vede in pole position il design e l’architettura. L’Amministrazione comunale l’ha accolta con entusiasmo confermando convinta la sede prescelta del nostro ‘Parco Villa’ della Città, uno dei luoghi verdi per eccellenza del quartiere ‘Pista’ già attestato punto di incontro per i giovani e sicuramente idoneo ad ospitare la bellezza dell’esposizione, ma anche tutti gli appuntamenti artistici, musicali, di ristorazione e di intrattenimento che andranno a comporre la giornata di sabato 25 giugno in questo atteso piccolo ‘Fuorisalone’ di Alessandria. Un ringraziamento caloroso agli organizzatori che hanno lavorato vivacemente con l’Assessorato al Marketing Territoriale e con la Città”.

L’Assessore al Commercio, Turismo e Marketing Territoriale:

“Davvero suggestivo l’evento che pone Alessandria al centro di un percorso altamente specializzato del settore del design, dell’architettura e dell’arte, carico di aspettativa come in genere lo sono le novità. Infatti è nuova per la nostra Città la manifestazione ispirata al ‘Fuorisalone’ milanese: ‘Alessandria Design District’ intende, con questo primo evento diffuso, richiamare l’attenzione sulle proprie eccellenze imprenditoriali in materia facendole dialogare – in una bellissima vetrina all’aperto, che è quella di ‘Parco Villa’ – con live painting e installazioni artistiche, nonché con intrattenimento food & beverage. Una giornata dedicata anche al colore e all’interior design tra consulenze, visite guidate e percorsi allestitivi che daranno ragione di diverse professionalità, le quali hanno fatto della progettazione e dell’estetica, una storia importante. Grazie quindi a Confcommercio che ha coordinato l’iniziativa, ai promotori dell’evento ‘Centro del colore Fracasso’ e ‘Kimono Porte’ e naturalmente agli artisti Lele Gastini ed Elena Zecchin”.

L’Assessore alle Manifestazioni ed Eventi:

“Con la manifestazione ‘Alessandria Design District’, la nostra Città va a ribadire la sua fitta e vivace rete di proposte per il grande pubblico e per il pubblico specializzato. Infatti la giornata che Confcommercio e i promotori dell’evento ‘Centro del colore Fracasso’ e ‘Kimono Casa’ promuovono, unitamente alla nostra Amministrazione, al ‘Parco Villa’ il prossimo 25 giugno, vuole raccogliere non solo il meglio dei settori coinvolti – architettura, design e arte – ma anche vuole mantenere dinamico l’intrattenimento fatto di musica e piccola ristorazione, andando così a creare un’iniziativa a tutto tondo. Ci si potrà così avvalere di consulenze specialistiche e confrontare con il bello artistico testimoniato sia dal percorso di design che dai contributi dei giovani autori Gastini e Zecchin. Sabato ricco di spettacoli in Città e sicuramente di grande attrazione al ‘Parco Villa’”.

Il Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Alessandria:

“Fa piacere vedere una parte di città, solitamente esterna agli eventi che coinvolgono il centro, diventare protagonista, a maggior ragione se tutto ciò avviene grazie alla voglia di fare di giovani imprenditrici che si sono prodigate per creare qualcosa di nuovo per Alessandria. Un piccolo evento diffuso destinato al design, con un ottimo mix di momenti adatti a tutti, dagli allestimenti dei rivenditori coinvolti ai percorsi liberi e guidati, dalle installazioni artistiche alle aree food & beverage, senza dimenticare la musica e l’arte. La Confcommercio, mettendo in campo le proprie competenze, ha subito accettato di essere promotrice di questa giornata curando gli aspetti organizzativi, con l’augurio che possa diventare un appuntamento tradizionale nel giugno degli alessandrini”, spiega Alice Pedrazzi.

Il Presidente del Gruppo AMAG:

“Quando ci è stato proposto di sostenere il progetto Alessandria Design District, ispirato al celebre Fuorisalone di Milano, abbiamo subito aderito con interesse, poiché ci sembra un’iniziativa che guarda al futuro, e mira alla crescita di Alessandria e a rendere il nostro territorio più attrattivo. I tratti di innovazione di Alessandria Design District ci sembrano in assoluta sintonia con i progetti che il Gruppo AMAG sta sviluppando, dall’economia circolare a basso impatto ambientale, con la produzione di energia pulita e la creazione di comunità energetiche, fino alla Smart City, che durante la giornata del 25 giugno avremo modo di illustrare ad un pubblico giovane, sensibile e attento”, interviene Paolo Arrobbio.

Organizzato da:
● Centro del Colore Fracasso
● Kimono Casa
● Tripo Arredamento
Con il patrocinio del Comune di Alessandria
In collaborazione con Ascom Confcommercio Alessandria, Gruppo Amag e IdeAle
Ideato e coordinato da Francesca Fracasso e Francesca Gualeni

Sponsor:
● Centro del Colore Fracasso
● Kimono Casa
● Tripo Arredamento
● Gruppo Amag
● Lombardi Lampadari
● Officine Bonato
● Studio Canestri
● Sapimed
● Resicar
● Guru
● Bagliano Pompe Funebri
● CB Projects Srls
● Degiovanni Matteo Srls
● Agenzia Borsa Immobiliare SNC
● Eurobios
● Caffè Menabò

Food & Beverage by:
● El Chiringuito
● Koela
● Route 66 Bar & Hamburgeria
● Caffe degli Artisti
● Cane di Guerra
● Fanciot
● Wake up poke
● Vite Colte
● Elli gelati

Enti partner/collaboratori lato design e arte
● Boero (vernici e colori)
● Kartell (arredamento)
● Lago (arredamento)
● IdeAle (arte)

Identità grafica & branding: Giovanni Garrone

ALESSANDRIA. LE FOTO DEI DANNI DEL TEMPORALE DI QUESTA SERA.

Su Alessandria il fini mondo, ingenti danni.

Macchine, tetti, alberi, pali e cartelli, il vento ha spazzato via tutto. Intorno alle 21 Alessandria e provincia sono state colpite da un violentissimo temporale, acqua e grandine hanno accompagnato un vento fortissimo che ha divelto pali, cartelli, scoperchiato case e sradicato alberi, danneggiando anche le auto parcheggiate.

Tutta l’acqua piovuta ha nuovamente intasato i tombini creando enormi problemi alla viabilità per le strade allagate, che unita alle macerie sparse in strada hanno causato il blocco di alcune strade principali.

Anche la tangenziale è stata completamente bloccata dai rami e alberi, in direzione Castellazzo si viaggiava solamente su una corsia, quella di sorpasso, ad una velocità di 30 Km/h.

La provincia e la popolazione hanno subito ingenti danni e la protezione civile, insieme alle forze dell’ordine e vigili del fuoco lavoreranno a lungo per liberare e pulire completamente le strade.

ALESSANDRIA. JAZZAL 2019. ON JONI MITCHELL’S PATHS AL TEATRO PARVUM DI ALESSANDRIA.

Venerdì 21 febbraio 2020 ore 21
Teatro Parvum, via Mazzini 85, Alessandria

On Joni Mitchell’s Paths
Giulia Cancedda – Voce, Chitarra
Dino Cerruti – Basso Elettrico, Contrabbasso, Basso Fretless
Rodolfo Cervetto – Batteria
Stefano Riggi – Sax tenore, Soprano, Tastiere

“La musica non conosce generi o limiti, solo percorsi. Alcuni di questi decidono di continuare a viaggiare in parallelo, altri scelgono di incontrarsi” (On Joni Mitchell’s Paths)

“On Joni Mitchell’s Paths” è un progetto nato dalla passione di quattro musicisti per Joni Mitchell, riconosciuta come una delle più grandi autrici ed interpreti della musica senza confini.  Quello che il quartetto propone è appunto un viaggio che ripercorre alcuni dei “sentieri” intrapresi da Joni durante la sua carriera musicale, partita dalla musica Folk per lasciare sempre più spazio a nuove sonorità più vicine al Blues e al Jazz, frutto della collaborazione con artisti del calibro di Pat Metheny, Jaco Pastorious, Herbie Hancock, Michael Brecker e Charles Mingus.
Informazioni utili.
Biglietti interi €10
Tessera club €10
Ingresso con tessera €8
Ingresso con tessera under 30 €5
Sarà possibile fare la tessera direttamente alla cassa il giorno del concerto.
Prenotazioni:
inviare una mail a alessandriajazzclub@libero.it con oggetto “Prenotazione” indicando un nome di riferimento, il numero dei biglietti e delle tessere. Specificare se ci sono degli under 30.
“Jazzal 2019” si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territori”.

Bio:
Giulia Cancedda: Cantante e cantautrice ligure, Giulia parte dal Pop/Soul per poi avvicinarsi al Jazz, diplomandosi nel 2015 presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova in Canto Jazz. Nel corso della sua attività live partecipa a manifestazioni quali “Radio Bruno Estate Tour” e “Festival Show” al fianco di grandi nomi della canzone italiana e non solo, come Paul Young, Stadio, Noemi, Irene Grandi, Luca Barbarossa, Mario Venuti, Dolcenera, e tanti altri.  Reduce da un’esperienza Londinese che l’ha portata a conseguire un Master in Popular Music Performance presso l’ICMP London ed essere finalista di “GIGS”, la più grande competizione di artisti di strada organizzata ogni anno nel Regno Unito, attualmente vive e svolge attività didattica a Milano in diverse scuole: “Nel Centro della Musica” di Paolo Pellegatti, “Ricordi Music School” e “Garage Music School”. Giulia porta avanti svariati progetti musicali tra cui la realizzazione del suo primo EP di brani inediti in qualità di solista.
Dino Cerruti: Musicista e didatta con numerosi progetti all’attivo. Approfondisce gli studi Jazz presso la “Scuola Jazz di Quarto” e con i maestri P. Leveratto ed A. Zunino. Parallelamente frequenta i seminari tenuti dal contrabbassista statunitense C.Haden ed il bassista A. Caron.  Nel corso della propria attività concertistica ha suonato e collaborato con: R. Zegna, A. Pozza, D. Moroni, F. Cerri, G. Trovesi, E. Rava, Scott Hamilton, Carl Anderson, Bobby Dhuram, Bob Mover, Josè Louis Cortes, T. De Piscopo, E. Cisi, A. Marangolo, S. Gibellini, G. Casati, D. Torto, D. Satragno, M. Pia De Vito, L. Fedele, T. Ghiglioni, Annalisa, F. Bosso, A. Mandarini, A. Menconi, Paul Jeffrey, Alfred Kramer, C. Marchini, A. Ferrario, C. Capurro e tanti altri.
Rodolfo Cervetto: Rodolfo è sicuramente uno tra più apprezzati batteristi jazz italiani. Suona stabilmente con Roberto Cecchetto, Antonio Marangolo, Mattia Cigalini, Nicholas Folmer, Philippe Perrucciani e Dominique Dipiazza. Ha suonato in festival, club e teatri di molti paesi Europei. Ha partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche, ha inciso diversi dischi tra cui un omaggio alle musiche di Michel Petrucciani con cui ha raggiunto il 28° posto in classifica negli Stati Uniti.  Ha inoltre collaborato con i seguenti musicisti italiani: A. Bonacasa, G. Cairo, N. De Luca, M. Faraò, D. Moroni, M. Rusca, R. Sportiello, F. Trullu, A. Zambrini, M. Zara, R. Zegna, P. Benedettini, R. Bonaccorso, N. Muresu, L. Garlaschelli, F. Bosso, E. Rava, C. Chiara, F. Reggio, M. Tamburini, F. Albano, E. Cisi, D aiello, S. di Battista, C. Marchini, B. Marini, F. Chiara, L. Capobianco, Invernizzi, Moccia, S. Calcagno, Castelli, Ferrario, Tomelleri, A. Menconi, M. Tindiglia, E. Pinna, J. Villotti, C. Atti, F. Cerri, G Coscia, P. Conti, M. Vaggi, C. Pastorino, G. Sanguineti e altri.. e stranieri: Ralph Sutton, George Masso, Red Holloway, Benny Golson, Gary Bartz, Paul Jeffrey, Lisa Pollard, Bruce Forman, J.Williams, John Canady, Shawn Monteiro, Rev.Lee Brown, Buster Williams, J. Golubev, Chassagny, A. Gravish, D. Schachter e J. Faber.
Stefano Riggi: Insegnante presso la scuola del “Louisiana Jazz Club” di Genova e direttore artistico presso il “Count Basie Jazz Club”. Dopo alcune esperienze in ambito rock e rhythm & blues, nel 1991 si dedica allo studio del jazz. Nello stesso anno entra a far parte della Bansigu Big Band di cui ora è direttore. Da allora sono moltissime le sue collaborazioni con alcuni tra i più prestigiosi artisti italiani ed esteri, tra i quali Paul Jeffrey, Jimmy Cobb, Scott Hamilton, Lee Konitz, Charlie Mariano, Andrea Pozza, Riccardo Zegna, Rossano Sportiello, Pietro Leveratto, Aldo Zunino, Luciano Milanese, Alfred Kramer, Sandro Gibellini, Alessio Menconi, Giampaolo Casati, Luca Begonia, Carlo Atti, Danila Satragno.  Stefano fa inoltre parte dal 2010 della band del cantautore italiano Zibba, progetto che lo porterà a collaborare con Eugenio Finardi, Vittorio De Scalzi, Federico Zampaglione (Tiromancino), Roy Pacy, e Bunna (Africa Unite). Sempre con lo stesso partecipa alla trasmissione televisiva “Parla con me” su RAI 3 e al Festival di Sanremo 2014 nella sezione “Nuove Proposte” (Premio della critica “Mia Martini”, Premio Sala Stampa “Lucio Dalla”).