Categoria: serie D

LEGA PRO. MONZA, VICENZA E REGGINA IN SERIE B, SI RIPARTE DAI PLAYOFF. PROMOZIONI E RETROCESSIONI ANCHE IN SERIE D.

Monza, Vicenza e Reggina in Serie B. Si riparte dai Playoff.

La Figc si è pronunciata sulla Serie C ed il piano rimane quello presentato la scorsa settimana. Approvato in Consiglio Federale il piano B in caso di blocco del campionato: in programma playoff e playout, l’algoritmo è da considerarsi come Piano C. Stilate anche le linee per Lega Pro e Serie D.

Bocciata l’ipotesi di blocco delle retrocessioni, passa la linea Gravina: il Consiglio Federale ha approvato le linee guida proposte dal presidente della FIGC da applicare in caso di nuovo e definitivo stop. Si disputeranno dunque playoff e playout, mentre in caso di ulteriore necessità si ricorrerà all’algoritmo con cui saranno stabilite le squadre qualificate nelle competizioni europee e le retrocessioni.

Promozione diretta per le tre capoliste dei suddetti gironi, ovvero Monza nel girone A, Vicenza nel girone B e Reggina nel girone C. Stessa sorte per le ultime, rispettivamente Gozzano, Rimini e Rieti.

Scenario Serie D confermato con promozione diretta per Lucchese, Pro Sesto, Campodarsego, Mantova, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto e Palermo. Le ultime quattro in ciascuno dei nove Gironi di Quarta Serie retrocedono. 

ROMA. COSIMO SIBILIA ”SENZA DI NOI NON ESISTE LA MAGGIORANZA, NO AL BLOCCO DEI RIPESCAGGI”.

”Senza noi nessuna maggioranza, no al blocco ripescaggi”.

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, è intervenuto oggi su SportChannel parlando della decisione da parte della Lega Pro di concludere il campionato di C.

“Una decisione di cui si era discusso a lungo passata poi a larga maggioranza, se non all’unanimità, qualcosa che era nell’aria e quindi nessuna sorpresa. Nuovo format della Lega Pro? Si è discusso anche di questo ma sono anni che si parla di una riforma visto che con circa 100 società professionistiche in Italia il sistema non regge, c’è una riflessione doverosa. Ma per fare delle riforme ci deve essere un largo consenso.

Abbiamo detto più volte che dobbiamo avere le 9 promozioni dalla D, non siamo d’accordo sul blocco dei ripescaggi ma tutto sarà valutato nel prossimo Consiglio Federale che spero sia convocato a breve e si potrà fare chiarezza. Senza di noi non si fa maggioranza qualificata, tutti si devono porre la domanda se è possibile portare avanti le decisioni senza consenso di tutti compresa la Lnd”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: