Categoria: serie c

ALESSANDRIA VOLLEY, BATTE LILLIPUT IN FINALE DI COPPA PIEMONTE ED ENTRA NELLA STORIA DELLA PALLAVOLO.(FOTOGALLERY)

COPPA PIEMONTE FIPAV SERIE C FEMMINILE
ALESSANDRIA VOLLEY DA SOGNO CONQUISTA LA COPPA PIEMONTE

Servizio Claudio Capra

fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com


Alessia Falocco, Alice Giacomin, Arianna Bernagozzi, Arianna Ferrari, Chiara Cazzulo, Elisa Marku, Francesca Oberti, Giulia Ponzano, Martina Fracchia, Matilde Furegato, Romina Marku, Silvia Rinaldi e Valentina Soriani. Iniziamo sciorinando i nomi delle favolose ragazze che hanno trasformato un sogno in una splendida realtà andando a conquistare la prestigiosa Coppa Piemonte FIPAV che mai nessuna società di Alessandria aveva portato a casa dalla prima edizione del 1983/84 ad oggi. Team guidato da coach Marco “Jus” Ruscigni e completato dallo staff tecnico dirigenziale che vede Giorgio Oberti secondo allenatore e preparatore atletico, Simone Ponzano e Marco Bernardelli Team Manager, lo scoutman Paolo Demagistris il medico sociale Dott. Francesco Mele e il massofisioterapista Antonio Aita.


Per la semifinale, al mattino, le ragazze alessandrine sono scese in campo nel prestigioso Pala Fenera di Chieri per affrontare il Real Venaria, l’altra semifinale è stata Lilliput Settimo e Chieri, semifinali he si potrebbero tradurre nel titolo di un film “una provinciale sfida le torinesi”. La semifinale vede la vittoria sorridere alle ragazze di Ruscigni con un netto 3 a 0 25/19 25/12 25/18 i parziali. Primo set con partenza un po’ contratta visto probabilmente il peso che l’incontro da dentro o fuori rivestiva. Partenza che ha visto le venariesi al comando, ma senza distacchi importanti, fino ad un terzo della frazione poi, salita in cattedra, l’Alessandria volley vince comodamente lasciando le avversarie a 19 punti. Ancora più incisiva la marcia di Ponzano e compagne nel secondo e terzo set mai messi in discussione e chiusi sui punteggi di 25 a 12 e 25 a 18 per un netto 3 a 0 che ha spalancato le porte della finalissima delle ore 18,00 al Palaser di Santena.


Nulla all’Alessandria volley viene lasciato al caso pertanto, ragazze, staff tecnico e dirigenziale della prima squadra e staff dirigenziale societario al completo al termine della gara si è trasferito a Cambiano dove all’Hotel Panorama ha consumato il pranzo, rigorosamente da atleti, e al termine le ragazze per recuperare le giuste energie hanno potuto rilassarsi nelle camere dell’albergo in attesa del trasferimento a Santena.


Nell’altra semifinale il Lilliput Settimo è uscito vittorioso per 3 a 1 con il Chieri quindi la finale ripeterà il refrain del campionato che vede al comando le ragazze di Andrea Mosso seguite dalle alessandrine di Marco Ruscigni. In campionato il Lilliput è uscito con una vittoria al tie break al Palacima di Alessandria e questo avrebbe potuto essere l’unico handycap psicologico per Furegato e compagne ma subito dalle prime battute si è capito che la musica e la sinfonia avrebbe potuto assumere toni trionfali.

Prima frazione molto combattuta con continui cambi palla e contrattacchi che non fa scrivere supremazie ne da una parte e tantomeno dall’altra e il punteggio di 21 a 21, 22 a 22, 23 a 23 ne è la più limpida dimostrazione e solo 2 errori in battuta, saranno 6 in totale nel set, nella bagarre finale a “regalato” il set alle settimiesi per 25 a 23. Dal secondo set Soriani e compagne hanno preso in mano la matassa del gioco e sciorinando a tratti una buona pallavolo prendono il comando nel punteggio e il Lilliput sempre ad inseguire. 25 a 19 il punteggio finale con alcune sequenze di punti importanti e significative.

Nel terzo set come nel precedente alessandrine sempre al comando fino al 15 a 9 seguito da un veemente recupero avversario complice anche qualche ingenuità “mandrogna” che porta il parziale sul punteggio di 16 a 16. Nuova impennata di Marku e compagne con un filotto di 7 punti e sul tabellone si può leggere 22 a 16, 23 a 18, 24 a 19 e un errore in battuta al set point regala nuova linfa alle avversarie che portano a 23 il loro bottino ma un magico colpo in attacco regala il venticinquesimo punto e il 2 a 1. E siamo al quarto set, quel set che per entrambe le squadre significa molto.

Set che significa vittoria e successo in Coppa per l’Alessandria Volley e nuove speranze di succcesso per il Lilliput. Partenza attenta e spregiudicata allo stesso tempo per Fracchia e compagne che prendono il comando nel punteggio fino ai due terzi della frazione ma con esegui vantaggi quantificabili sempre dai 2 ai 4 punti fino al recupero del Lilliput che porta il punteggio sul 13 pari seguito da alcuni punti alternati tra le due formazioni sul 18 a 17 per l’Alessandria volley ecco una nuovo fuoco di fiamma delle alessandrine che con 4 punti consecutivi sul 22 a 18 segnano di fatto la vittoria nel set che si chiude con il punteggio di 25 a 18 e vittoria per 3 a 1 che consegna la Coppa Piemonte al team del Presidente Andrea La Rosa presente in tribuna unitamente al vice Presidente Claudio Capra, al Direttore Tecnico Massimo Lotta, a molti dirigenti e componenti lo staff tecnico alessandrino e tra loro moltissimi tifosi al seguito che mai hanno fatto mancare il calore e l’incitamento alle ragazze in campo.
Grande festa in campo alla consegna della Coppa soprattutto perché è stata festa a due in quanto nella presedente finale di Coppa Piemonte di Serie D il successo è arriso alle ragazze del Pirates Gavi-Novi quindi coppe portate in provincia e soprattutto nella pallavolo piemontese si parla “alessandrino”.
Dopo questa vittoria anche l’Alessandria volley potrà fregiarsi dell’utilizzo del grido di battaglia “ADOSSSSSS” a dimostrazione che questo team non è esclusiva di pochi ma patrimonio di una intera città. Ma chiusa una pagina se ne apre subito un’altra che vedrà le ragazze di Ruscigni, da subito, proiettarsi sulle fatiche del campionato nel tentativo di raggiungere traguardi da sogno.