Categoria: Pallavolo

ALESSANDRIA.ALESSANDRIA VOLLEY AD ALMESE FATALE IL TIE-BREACK CON L’ISIL.

Campionato FIPAV Serie C femminile PLAYOFF
ALESSANDRIA VOLLEY AD ALMESE FATALE IL TIE-BREAK CON L’ISIL


Terza giornata della post-season. Terza giornata valida per i Playoff della serie C femminile e seconda trasferta consecutiva per le ragazze dell’Alessandria volley. Avversario di turno la formazione dell’Isil Volley Almese che ha guadagnato l’accesso ai playoff grazie al secondo posto nel proprio girone. Le alessandrine chiamate a riscattarsi dopo aver conquistato un solo punto nelle due precedenti gare e dopo l’opaca prestazione di Verbania sono riuscite nell’intento ma solo in parte. A fine gara il risultato ha sorriso alle locali vittoriose al tie break. 3 a 2 il risultato finale a favore delle torinesi frutto dei parziali di 25/17 20/25 25/21 18/25 15/13. Per la trasferta ad Almese coach Marco Ruscigni ha convocato Arianna Bernagozzi, Chiara Cazzulo, Alessia Falocco, Arianna Filip, Melissa Franzin, Matilde Furegato, Alice Giacomin, Elisa Marku, Romina Marku, Laura Nieddu, Francesca Oberti, Giulia Ponzano, Martina Ronzi e Martina Sacco. L’inizio gara ha visto le ragazze alessandrine molto contratte e ciò ha influito sulla precisione e fluidità del gioco permettendo alle avversarie di portarsi sul 13 a 5 creando i presupposti per una difficile rimonta. Infatti nonostante segnali di risveglio che hanno permesso di avvicinarsi parzialmente al sestetto locale un nuovo appannamento ha concesso una sequenza di 6 punti consecutivi creando un nuovo divario di 10 punti e un punteggio di set di 25 a 17. Nel secondo parziale abbiamo visto quel riscatto auspicato nel prepartita. Una miglior ricezione e difesa ha permesso all’Alessandria di svlluppare un gioco più fluido e vario ottenendo punti su punti fino al reggiungimento di un più 12 punti determinato da un 21 a 9 a proprio favore. Ma nel momento di chiudere la frazione una nuova flessione e una crescita avversaria ha permesso alle locali di riavvicinarsi ma il punteggio finale dice 25 a 20 per le ospiti. Terzo set inizialmente giocato punto a punto fino al 10 a 8 per l’Isil seguito da una impennata delle locali che si portano sul 18 a 12. Pronto riscatto delle ragazze del Presidente Andrea La Rosa e 19 a 19 ma alcuni colpi vincenti delle locali permettono di chiudere a loro favore il set 25 a 21. Siamo al quarto set quello del dentro o fuori giocato in sostanziale equilibrio fino al 16 pari. A questo punto del match Marku e compagne inanellando un filotto di 7 punti consecutivi mettono una seria ipoteca alla vittoria che arriva segnando il punto numero 25 contro i 18 avversari. Siamo al tie break, che come detto è stato purtroppo fatale per l’Alessandria Volley con punteggio finale di 15 a 13 per le torinesi. Tie break fatale ma anche e soprattutto set su cui recriminare molto perché dei 15 punti segnati a referto dalle avversarie ben 9 sono stati frutto di errori alessandrini comprese le 5 battute sbagliate. Non è buona cosa recriminare su ciò che è stato ma con una maggior attenzione e determinazione finale le ragazze di Ruscigni e Oberti avrebbero potuto portare a casa la vittoria. Ora appuntamento alla prossima gara dei play off ancora in trasferta il 28 maggio a Rivarolo attuale capolista con 6 punti seguita da Verbania e Mts Ser 5, Isil Almese 4 e Alessandria Volley 2.

ALESSANDRIA. ALESSANDRIA VOLLEY TRASFERTA AMARA A VERBANIA.

Campionato FIPAV serie C femminile Play off
ALESSANDRIA VOLLEY TRASFERTA “AMARA” A VERBANIA


Partita sottotono dell’Alessandria Volley in questa seconda gara valevole per i Playoff giocata in trasferta a Verbania con avversaria di turno il team del Rosaltiora. Per Marku e compagne una sconfitta senza attenuanti e condita da una prestazione incolore ben lontana figlia delle ottime prestazioni precedenti. Netto il 3 a 0 a favore delle lacuali con 25 a 23, 25 a 17 e 25 a 19 i parziali. Le alessandrine si sono trovate ad affrontare una squadra molto quadrata che ha messo in evidenza un buon gioco con buona ricezione e difesa ed ottimi attacchi sfruttando tutte le possibili soluzioni. Ma nel fermarci a riflettere nel dopo partita è sorta spontanea la domanda, a prescindere dell’effettivo valore dell’avversaria, quanto ha inciso nel determinare il divario la prestazione “impalpabile”, senza determinazione e senza quella cattiveria agonistica che porta ad avere fame di vittoria, delle ragazze del Presidente Andrea La Rosa? Queste domande saranno sicuramente il filo conduttore della disamina della gara da parte dello staff tecnico alla ripresa degli allenamenti e coach Ruscigni ne farà sicuramente tesoro perché per un team che è work in progress, vista la giovane età media, con programmi e obiettivi a medio termine anche le sconfitte, e soprattutto sconfitte di questo tipo costruiscono valore e valori per la crescita futura. Giulia Ponzano, Arianna Filip, Arianna Bernagozzi, Melissa Franzin, Alessia Falocco, Martina Ronzi, Elisa Marku, Alice Giacomin, Matilde Furegato, Francesca Oberti, Elisa Serone, Chiara Cazzulo e capitan Romina Marku le ragazze che agli ordini di Marco Ruscigni e del secondo Giorgio Oberti hanno affrontato la trasferta di Verbania. La parte iniziale del primo set non è stato giocato ad alti ritmi e con scarsa intensità con un punto a punto fino al 15 a 13 per le alessandrine al giro di boa del punteggio e, come si diceva, giunti a metà frazione le verbanesi, complice anche una serie di errori e imprecisioni dell’Alessandria, con un filotto 8 punti consecutivi creava i presupposti per segnare il primo punto set ma la volontà di ripresa di Ponzano e compagne porta ad un recupero che fa segnare sul tabellone il 23 a 23 però seguito da 2 colpi vincenti delle avversarie e set chiuso sul punteggio di 25 a 23 e 1 a 0 i set. Nella seconda frazione le locali hanno preso in mano le redini del gioco e le alessandrine come svuotate e prive di mordente hanno recitato il ruolo di sparring partner. Parziale set 25 a 17 tenendo in considerazione che dei 17 punti a favore 7 sono derivati da errori di battuta delle avversarie e da 2 attacchi fuori misura, questi dati sono la dimostrazione che la squadra scesa in campo al Bonaventura Cavalieri di Verbania non è da paragonare al team delle ultime prestazioni. Il terzo set sul punteggio di 2 a 0 solitamente segna l’appagamento di chi è in vantaggio e il tentativo di riscossa e ripresa dei perdenti per riaprire la tenzone. In questa terza frazione di gioco, se non nelle primissime battute giocato punto a punto, si sono registrati continui allunghi avversari fino alla conclusione del set col punteggio di 25 a 19 per le lacuali e 3 a 0 finale. Alla luce dei risultati della seconda giornata si può leggere una classifica che vede Verbania con 5 punti, seguita da Lilliput e Rivarolo con 4, Mts Ser e Almese con 2 e a chiudere Alessandria Volley 1.

Prossimo impegno per le ragazze del Presidente La Rosa ancora in trasferta sabato 21 maggio alle ore 20,45 ad Almese avversaria la Isil Volley.

ALESSANDRIA. OPEN DAY S3-MINIVOLLEY DI FINE STAGIONE PER L’ALESSANDRIA VOLLEY.

OPEN DAY S3-MINIVOLLEY


La stagione agonistica per l’Alessandria Volley sta volgendo ai titoli di coda. Ancora 2 mesi scarsi e il rompete le righe dopo oltre 10 mesi di attività e intenso lavoro sancirà lo stop di questa sesta stagione per poi riprendere la preparazione alla fine di agosto. Una annata che ha sancito, ancora una volta, il valore e la crescita di questa Società nata nel 2016 dalla fusione di 3 storici sodalizi del capoluogo. Una annata sportiva che ha portato il team della SERIE C FEMMINILE ai PLAYOFF per la promozione in serie B2 e il team della SERIE D MASCHILE ai PLAYOFF per accedere alla serie C. Una annata sportiva che ha visto 3 formazioni delle giovanili alle final four per l’assegnazione dello scudetto territoriale FIPAV Comitato T.S.T. e più precisamente l’UNDER 13 femminile e l’UNDER 14 femminile che hanno conquistato la seconda piazza del podio e l’UNDER 16 femminile che ha ottenuto un buon terzo posto. La dirigenza alessandrina, con in testa il Presidente Andrea La Rosa e il Direttore Tecnico Massimo Lotta, da mesi sta programmando la prossima stagione valorizzando tutto il buono e positivo di questa stagione e studiando le giuste contromisure per migliorare ciò che di meno positivo ci possa esser stato. Una delle positività individuate in questa stagione è stata la crescita di tesserati nelle fasce d’età che comprendono le annate dal 2010 al 2016 con una importante particolarità che arricchisce il già riconosciuto valore dell’Alessandria volley oltre i confini della città. Infatti, dalla Società ci fanno sapere, che molte e molti sono i nuovi iscritti e tesserati provenienti dai sobborghi del Comune di Alessandria e altrettanti da Comuni limitrofi e non solo. Tutto questo sta a dimostrare che la Società alessandrina, nel suo crescere, inizia ad avere una eco ben più ampia a livello territoriale rispetto alle annate precedenti. Basandosi proprio su questi aspetti, su questi risultati e su questi attestati ricevuti l’Alessandria volley prima di chiudere i battenti della stagione 2021/2022 ha messo in cantiere un “OPEN-DAY S3” ai più conosciuto come “MINIVOLLEY” per femmine e maschi nate e nati negli anni dal 2011 al 2016. L’open day è un invito ad avvicinarsi al mondo del volley rivolto alle giovani leve che rappresentano il futuro della Società e di tutto il movimento pallavolistico. Gli allenamenti saranno condotti da tecnici qualificati e preparati. Gli open day saranno gratuiti e si svolgeranno nei giorni 12, 19, 26 e 31 maggio dalle ore 17,00 alle ore 18,30 presso l’impianto del Palacima (Palasport Alessandria) L.go Tanaro San Martino n. 8/12 dove ha sede anche la Segreteria dell’Alessandria Volley disponibile per qualsiasi ulteriore informazione.

ALESSANDRIA. ALESSANDRIA VOLLEY TRIONFO IN TRASFERTA AD OCCIMIANO, VOLA AI PLAYOFF

Campionato serie C femminile FIPAV
ALESSANDRIA VOLLEY TRIONFO IN TRASFERTA AD OCCIMIANO E VOLA AI PLAYOFF


Con la disputa della 20ma e ultima partita del girone “C” del campionato di serie C femminile di pallavolo è calato il sipario sulla regular season. Al palaGerbida di Occimiano è andato in scena il derby provinciale tra le locali della Fortitudo e l’Alessandria volley del Presidente Andrea La Rosa. I due team si sono affrontati con la certezza di aver già acquisito il diritto matematico alla fase dei playoff per la promozione in B2 ma sono scese in campo alla ricerca di una vittoria per il prestigio e perché la vittoria in un derby ha sempre valore doppio.

L’incontro tra le ragazze alessandrine di coach Marco Ruscigni e le monferrine di coach Giorgio Gombi è stato molto avvincente e ricco di momenti di ottima pallavolo e al fischio finale da parte dell’arbitro Sig. Roberto Traverso il tabellone luminoso indicava Fortitudo Occimiano 1 Alessandria Volley 3 punteggio derivato dai seguenti parziali 12 a 25, 13 a 25, 25 a 20, 20 a 25. Primi 2 set giocati ad altissima intensità e velocità da parte delle alessandrine e con momenti di buon gioco accompagnato a determinazione e voglia di vincere. 2 set con continui allunghi e importanti filotti di punti per Ponzano e socie che non hanno dato scampo alle monferrine, 2 set terminati con un netto vantaggio per 25 a 12 e 25 a 13 a favore di Marku e compagne. Terzo set invece giocato in parte sottotono con qualche battuta sbagliata di troppo e una flessione nella parte finale di frazione che ha consegnato il set alla Fortitudo con un parziale a sfavore di 25 a 20. Quarta frazione con partenza nuovamente in salita quasi ad aver perso lo smalto e la brillantezza dei primi due. Ma giunti al giro di boa del set sul punteggio di 15 a 12 per le locali Bernagozzi e compagne hanno ritrovato il giusto ritmo e con un filotto di 7 punti consecutivi ribaltavano la situazione a proprio favore e con accortezza e buon gioco portavano a casa il set col punteggio di 25 a 20 e soprattutto partita per 3 a 1. Un bellissimo percorso per le ragazze di coach Marco Ruscigni e del secondo e preparatore atletico Giorgio Oberti, un percorso non derivato da casualità o da situazioni favorevoli, ma ottenuto solo grazie al lavoro e alla programmazione dello staff tecnico e all’organizzazione e presenza dello staff dirigenziale e del D.T. Massimo Lotta. Un percorso di crescita che ha portato le giovani alessandrine (media età del team poco più di 17 anni) a portare in porto 11 vittorie nelle ultime 12 gare disputate. Con una classifica finale che vede il Lilliput con 55 punti, Fortitudo Occimiano 45, Alessandria volley 42 e Safa2000 37 accedere ai playoff, quartetto seguito da Montalto Dora 36 e Ovada 33 ottenere la conferma in serie C per il prossima stagione agonistica ed infine Venaria Real 25, Club76 Playasti 17, Valenza 16, To.volley 14, Vercelli 10 andranno a disputare i Playout. Ora si volta pagina e tutta l’Alessandria Volley è proiettata verso i playoff con l’obiettivo di ben figurare, di essere mina vagante e perché no outsider. Le 12 squadre ammesse ai playoff saranno divise in 2 gironi e solo la vincente del raggruppamento conquisterà la promozione in serie B2. Al termine di questa regular season le 12 squadre dei 3 gironi ammesse ai playoff sono: per il girone A Team volley Lessona, Cus Collegno, Verbania e M.S. Santena, per il girone B Chieri, Almese, Rivarolo volley e La folgore San Mauro T.se e per il girone C Lilliput Settimo T.se, Fortitudo Occimiano, Alessandria volley e Safa 2000 TO. Terminiamo con un plauso alle alfiere di questa impresa Arianna Bernagozzi, Chiara Cazzulo, Alessia Falocco, Melissa Franzin, Matilde Furegato, Alice Giacomin, Elisa Marku, Romina Marku, Laura Nieddu, Francesca Oberti, Giulia Ponzano, Martina Ronzi, Martina Sacco ed Elisa Serone oltre a Veronica De Meo e Martina De Magistris e non ultimi i Team Manager della serie C femminile Marco Bernardelli e Simone Ponzano, il Dott. Francesco Mele responsabile dell’Alessandria volley Medical Zone e il massofisioterapista Antonio Aita.

ALESSANDRIA. VITTORIA ALESSANDRIA VOLLEY SERIE C con OVADA e PLAYOFF

BRAVISSIME!
L’ALESSANDRIA VOLLEY SERIE C FEMMINILE CONQUISTA IL PASS PER I PLAYOFF


Sabato al Palacima di Alessandria è andato in scena il diciannovesimo atto del campionato di serie C femminile. Diciannovesimo atto di un “film” che ha visto, al di là delle più rosee aspettative, le ragazze alessandrine staccare il pass per i playoff. L’obiettivo prefissato dalla Società e dallo staff tecnico di inizio stagione per questo team, che ricordiamo ha una età media di 17 anni e tutte provenienti dal settore giovanile alessandrino diretto dal D.T. Massimo Lotta, era la salvezza, una salvezza possibilmente tranquilla senza passare dai playout. Ma strada facendo, partita dopo partita, soprattutto dopo la pausa causa covid, si è registrata una importante crescita tecnica e tattica unita alla acquisizione di una mentalità vincente e di una elevata autostima che hanno portato la formazione di coach Marco Ruscigni dapprima ad una salvezza tranquilla e con largo anticipo, quindi obiettivo stagionale raggiunto. Come si diceva grazie ad una crescita esponenziale che ha portato ad ottenere 9 vittorie nelle ultime 10 giornate si è giunti al penultimo atto di questo girone con l’Alessandria volley in terza posizione, quattro i pass per accedere ai playoff, ed un solo punto da conquistare per raggiungere la matematica certezza ad una giornata dal termine.

Qui siamo allora a descrivere quel diciannovesimo atto che si citava all’inizio. Diciannovesimo atto che ha visto l’Alessandria volley affrontare l’Ovada pallavolo sesta forza del girone C del campionato di serie C femminile. Diciannovesimo atto che ha visto l’Alessandria Volley vincente per 3 set ad 1 con i parziali di 25 a 21, 25 a 17, 22 a 25 e 25 a 20 portando il bottino di vittorie a 10 nelle ultime 11 giornate e risultato più importante l’aver staccato il pass per i playoff con una giornata di anticipo. Bella partita ricca di spunti interessanti e buon gioco messo in campo dalle due contendenti di fronte ad un numerosissimo, entusiasta e “chiassosissimo” pubblico che non ha smesso un istante di incitare le proprie beniamine locali. Manca ancora una giornata di campionato in questo girone e sabato prossimo sarà altro derby provinciale infatti, in trasferta, avversario di turno per l’Alessandria Volley sarà la Fortitudo Occimiano seconda forza del girone. Al termine di questa diciannovesima giornata il tabellone scrive questa classifica: Lilliput 52, Fortitudo Occimiano 45, Alessandria Volley 39, Safa 37, Montalto Dora 36, Ovada 30, Venaria Real 22, Playasti 17, Valenza 16, To.volley 11, Vercelli 10.


A questo punto è doveroso citare le atlete che guidate da coach Marco Ruscigni e dal secondo e preparatore atletico Giorgio Oberti hanno compiuto questa “impresa” partendo dalla capitana Romina Marku (2003), Arianna Bernagozzi (2002), Chiara Cazzulo (2002), Alessia Falocco (2004), Melissa Franzin (1999), Matilde Furegato (2004), Alice Giacomin (2006), Elisa Marku (2006), Laura Nieddu (2004), Francesca Oberti (2004), Giulia Ponzano (2004), Martina Ronzi (2002), Martina Sacco (2006) ed Elisa Serone (2004). E per finire non possiamo non citare due alfiere di questo team sempre presenti nella prima parte della stagione Martina De Magistris (1998) attualmente in stand-by in Finlandia per motivi di studio e Veronica De Meo (1993) attualmente fuori dai giochi perché lei e il marito Ricky Tavernelli, giocatore e capitano della Bertram Derthona Basket di serie A, hanno messo a segno il loro miglior punto vincente in quanto sono in attesa del loro primo figlio.
Queste le impressioni del Presidente dell’Alessandria Volley Andrea La Rosa.


“Abbiamo raggiunto un risultato strepitoso al di là di ogni aspettativa e non certo con i favori del pronostico. E’ il frutto del grande lavoro dell’allenatore e di tutto lo staff tecnico, ma il merito è da ascrivere principalmente alle ragazze. Hanno iniziato la stagione con qualche difficoltà, ma non hanno mai smesso di lavorare, anzi hanno aumentato la qualità e l’intensità degli allenamenti credendo in loro stesse e nel gruppo. Così allenamento dopo allenamento, partita dopo partita, sono diventate una squadra solida, compatta, coesa, capace di inanellare dieci vittorie nelle ultime undici giornate, facendo 30 punti e balzando dai 9 punti all’attivo a 39, raggiungendo la qualificazione matematica ai playoff già dalla penultima giornata. A loro dico che vincere aiuta, ma soprattutto insegna a vincere. Siamo tutti consapevoli che gli step da fare sono ancora molti.

Dobbiamo crescere nei fondamentali e nelle letture delle situazioni di gioco, ma adesso sul campo c’è una squadra già capace di fare grandi cose, come ha dimostrato a tutti. Sono sicuro che nei playoff spenderemo fino all’ultima goccia di sudore e batterci sarà difficile per chiunque. Onore alle nostre ragazze. Hanno ancora tanta strada da percorrere, ma quello che stanno facendo è sotto gli occhi di tutti, ed io, nel vederle giocare, personalmente gli occhi me li lustro”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: