Categoria: NAZIONALE

RUSSIA. TRIS ITALIANO NEL PUGILATO EUROPEI U22. TESTA, CARINI E MARCHESE SUI TRE GRADINI DEL PODIO.

Tris tutto italiano negli europei U22 di pugilato. Oro, Argento e Bronzo made in italy.

testa-europei-podio---550

Sul ring dello Sports Complex Manege di Vladikavkaz (Russia), dove si sono svolti Campionati europei under 22 di boxe, le ragazze delle Fiamme oro hanno contribuito con tre medaglie al bottino totale di cinque (1 oro, 2 argenti, 2 bronzi) conquistato dalla spedizione azzurra che alla fine si è piazzata terza nel medagliere generale della competizione, seconda nella classifica femminile.

Irma Testa ha fatto il bis e si è confermata, come lo scorso anno in Romania, medaglia d’oro nella categoria 57 chili battendo in finale l’inglese Scotney con un netto 5 – 0, al termine di un incontro dominato dal primo al terzo round.

Irma “The butterfly” Testa, alla sua quarta vittoria continentale, è stata anche eletta miglior boxer della competizione europea.

Nei 69 chilogrammi Angela “Tiger” Carini ha raggiunto la finalissima, dove è stata però superata dalla turca Surmeneli, conquistando così la medaglia d’argento.

Terzo gradino del podio per Concetta Marchese che nei 51 chili è stata fermata in semifinale dall’armena Grygorina.

NOVI LIGURE. MISTER FOSSATI SARÀ IL MISTER DELLA RAPPRESENTATIVA DI SERIE D.

Il Mister Biancoceleste, Maurizio Fossati,per il secondo anno consecutivo sarà il C.T. della Rappresentativa del girone A di Serie D.

Sarà incaricato di selezionare i giocatori nei 3 ritrovi che si terranno ad Asti e a Novi Ligure nelle prossime settimane, quest’anno saranno ben 80 i ragazzi da visionare.

Nel mese di Maggio, il Mister Fossati, dopo aver selezionato i 20 atleti, li guiderà nella fase finale della Juniores Cup 2019 che si svolgerà a Viareggio.

CYPRUS CUP 2019. ITALIA, 3 SU 3. LE AZZURRE SONO IN FINALE!

Nessuna chance per la Thailandia che si arrende difronte alla superiorità fisica e tattica delle nostre azzurre. L’obbiettivo della finalissima è centrato, le ragazze padrone del girone.

nazionale-che-italia-un-gol-di-sabatino-piega-la-svezia-3

Sono bastati 20 minuti, alle ragazze di Bertolini, per portarsi in vantaggio. Bonansea conclude a rete colpendo la palla di schiena sul cross di Bergamaschi. Il primo tempo, nonostante l’espulsione del capitano Duangnapa, mette in mostra una bella Thailandia capace di arrivare al tiro e di mettere sotto pressione le azzurre.

Nella ripresa le Thailandesi rallentano e lasciano spazi che le azzurre sfruttano per colpire due volte in tre minuti, al 53°, con Sabatino che insacca il pallone libero in area ribattuto dal portiere Son Pao; Al 56° con un gran gol di Galli che si accentra e batte a rete da fuori area.

Partita sospesa per pioggia intensa al 63° e ripresa 5 minuti più tardi. Le due squadre decidono di far girare palla per qualche minuto per permettere al campo di assorbire lo strato d’acqua formatosi dal violento acquazzone.

Al 73° minuto la Thailandia accorcia le distanze, Dangda supera con un pallonetto Pipitone, concludendo l’azione partita da un fallo laterale sulla trequarti azzurra. Nel recupero, Sabatino di testa, fissa il risultato sul 4 a 1.

All’Aek Arena finisce così, l’Italia conquista la terza vittoria, completando il girone a punteggio pieno.

 

CYPRUS CUP 2019. L’ITALIA CHE VINCE E CONVINCE. GIACINTI SULLE ALI DELL’ENTUSIASMO.

Le azzurre superano anche l’ostacolo Ungheria. Lunedì lo scontro per il primo posto contro la Thailandia.

italia

Le ragazze di Bertolini partono forte e dopo 17 minuti trovano l’uno a zero firmato Giacinti, con assist di Greta Adami. Gara in mano alle Azzurre che gestiscono bene il gioco, arrivano spesso al tiro e bloccano sul nascere le ripartenze delle ungheresi, che chiameranno qualche volta all’attenzione il portiere azzurro, Marchitelli.

Il raddoppio arriva verso la pausa, precisamente al 43°, dopo una prima conclusione a rete di Guagni, il portiere non trattiene il pallone e sulla ribattuta arriva Giacinti che insacca, 4 reti in 2 gare finora per lei.

Nella ripresa, Ungheria che cresce ed inizia a pressare alto, fermando in varie occasione l’armata azzurra. Il tecnico dell’Italia alza il baricentro del gioco e chiede alle sue ragazze di chiudere definitivamente la partita.

Il 3 a 0 azzurro arriva al 54esimo, Adami cerca in profondità Serturini che scatta in posizione regolare lasciandosi alle spalle i difensori avversari, il portiere ungherese esce dai pali cercando di fermare in scivolata l’attaccante azzurro, cosa che non gli riesce e Serturini si aggiusta il pallone e lo appoggia in rete. Primo gol in azzurro per lei.

All’82esimo rigore per l’Ungheria, l’arbitro punisce con il giallo Fusetti per il suo tocco di mano. Marchitelli salva il risultato e mantiene la porta inviolata, parando il gran destro della numero 13, Jakabfi.

Le azzurre adesso sono chiamate a far bene nella sfida decisiva contro la Thailandia, gara che potrà valere l’accesso alle fasi finali del torneo.

class

COVERCIANO. MANCINI NUOVO CT DELLA NAZIONALE.

Roberto Mancini è il nuovo commissario tecnico della nostra Nazionale.
La FIGC comunica tramite il sito ufficiale di aver concluso l’accordo con Roberto Mancini, che ricoprirà l’incarico di Ct della Nazionale e sarà presentato domani, martedì 15 maggio, alle ore 12 presso il Centro tecnico federale di Coverciano.

WEMBLEY. L’ITALIA PAREGGIA NEL FINALE. DI BIAGIO “L’ATTEGGIAMENTO È QUELLO GIUSTO”

L’amichevole tra Inghilterra e Italia finisce sull’1 a 1 dopo una gara di crescita e spirito da parte degli azzurri e di velocità e astuzia per gli inglesi.

Nel primo tempo tre azioni, tutte di Ciro Immobile, nel giro di 10 minuti fanno tremare i tifosi di casa, dove il numero 17 della nazionale recupera palloni insidiosi e tira in porta ma senza trovare fortuna. Il gol della nazionale Inglese arriva grazie ad una ingenuità difensiva azzurra che lascia scoperta la porta e con un’esecuzione veloce di un calcio di punizione per i padroni di casa permette a Vardy di ritrovarsi faccia a faccia con Donnarumma, che non riesce a fermare il tiro.

Nei primi 20 minuti del secondo tempo l’Italia prova più volte a superare la metà campo ma senza riuscirci, complice un centrocampo compatto e organizzato.

Di Biagio cambia Candreva e inserisce Chiesa, rivelato poi un cambio chiave per la partita, infatti, proprio il giovane esterno destro della Fiorentina a 5 minuti dalla fine si procura un calcio di rigore, confermato poi dal Var e sul dischetto si presenta Insigne, che si prende carico di una responsabilità pesantissima, ma non sbaglia.

Di Biagio ai microfoni Rai dichiara “soddisfatto per il risultato, potevamo fare di più” aggiunge “è una rosa giovane, che deve migliorare ma l’atteggiamento è quello giusto”.

ALESSANDRIA. TORNEO 8 NAZIONI UNDER 20. GLI AZZURRINI SCONFITTI DA UNA TENACE SVIZZERA.

Allo stadio Moccagatta di Alessandra va in scena una partita divertente e ricca di emozioni, con cinque gol e con l’Italia che prima rimonta, poi si fa raggiungere e di nuovo superare, complice l’espulsione di Coppolaro che lascia gli Azzurrini in inferiorità numerica per circa un’ora di gioco.

Non bastano i gol di Marchizza e Bonazzoli,alla Nazionale Under 20, per evitare la sconfitta per 3 reti a 2 dalla Svizzera, nell’ultimo incontro del torneo ‘8 Nazioni’.

Dura solo sette minuti il vantaggio della Svizzera, avanti al 15’ con il gol dell’esordiente Vargas, A pareggiare i conti è il capitano Riccardo Marchizza, che trasforma il rigore concesso per un atterramento del portiere svizzero ai danni di Federico Bonazzoli.

DSC_4402.JPG

Al 37’ il 2-1 degli Azzurrini arriva con Bonazzoli che con un mancino violento a mezza altezza non dà scampo a Racioppi, ma anche il 2-1 dell’Italia dura solo cinque minuti perché da una bella iniziativa di Obexer sulla sinistra il pallone arriva a Vargas, che calcia in porta trovando la respinta di Felicioli; sulla ribattuta Pickel lascia partire un diagonale rasoterra che si infila all’angolino.

l’Italia non si chiude e prova a continuare a fare la partita. Al 62’ il portoghese Godinho fischia il secondo rigore di giornata, stavolta in favore degli elvetici per un fallo del neo entrato Baroni ai danni di Schättin: dal dischetto Schmid batte Zaccagno.

DSC_4695.JPG

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: