Categoria: lnd

ALESSANDRIA. LE GRIGIE FERMANO IL CAPRERA GRAZIE ALLE PRODEZZE DEL PORTIERE ANGELICA DALERBA.

Da Angelica non si passa, l’Acf Alessandria ferma il Caprera.

Una partita di esami per l’Alessandria, con la costante ricerca di rinascere dalle proprie ceneri. I nuovi acquisti si mettono in mostra e giocano 90 minuti di carattere ma a spuntare più di tutte è la giovanissima e talentuosa Angelica Dalerba che ieri in porta ha mostrato le sue grandi doti, unite anche da qualche piccola fortuna.

La partita termina 0 a 0 consegnando alle grigie la consapevolezza di esserci e che possono ancora combattere per risalire un po’ la classifica, infatti il Caprera è arrivata ad Alessandria cercando i tre punti per scrollarsi di dosso la brutta sconfitta in casa contro il Pinerolo. Ad attenderle però l’armata grigia che nonostante qualche errore riesce a trovare il proprio assetto e a mantenere il risultato sul pari. Come detto, risultato tenuto in piedi anche grazie al talento del portiere, chiamata in causa dalla sua categoria, la primavera e lanciata al debutto già a Febbraio, quando la squadra era nettamente in crisi di risultati. Testimonianza del fatto che per giocare in queste categorie l’esperienza non basta.

Nel complesso la squadra grigia è in crescita, dopo il cambio in panchina e l’avvento di Mister Giovanetti, le ragazze hanno iniziato a lavorare in maniera coesa ed in campo ognuna si spende per l’altra. La qualità a questa squadra non manca, il campionato è ancora lungo e settimana prossima il test si chiama Campomorone.

ALESSANDRIA. GIADA BAGNASCO E LUCIA LEPRE UFFICIALIZZATE DALL’ACF ALESSANDRIA.

Due colpi da novanta per la formazione Acf Alessandria.

Foto Acf Alessandria

Nella giornata di oggi l’Acf Alessandria ha accolto ufficialmente i due nuovi acquisti Lucia Lepre e Giada Bagnasco. La comunicazione è arrivata tramite i propri social della stessa società alessandrina. Le due atlete sono arrivate in prestito fino al termine della stagione. Lucia Lepre arriva in accordo con la squadra militante in Eccellenza piemontese, la Santostefanese, vista anche la non ripartenza del medesimo campionato. Di seguito il comunicato:

”L’Acf Alessandria comunica di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Giada Bagnasco e Lucia Lepre. Le calciatrici hanno firmato un contratto che le lega al Club sino al termine di questa stagione. BENVENUTE RAGAZZE!”

Due innesti molto importanti che porteranno qualità e sostanza all’undici titolare grigio.

ALESSANDRIA. IL GENOA VINCE NEI MINUTI FINALI, L’ACF ALESSANDRIA MANCA LÌ DAVANTI.

Prestazione di contenimento per le grigie, il Genoa esulta.

foto Andrea Amato – PhotoAgency

Alle ex casermette di Alessandria va in scena una delle più classiche del calcio, ovvero Alessandria-Genoa. Oggi però in veste femminile e valida per la 13^ giornata di Serie C. Nel primo tempo parte bene la squadra di casa, subito incursione dalla sinistra con Barbara Di Stefano ma pallone messo fuori dalla difesa. Le genovesi rispondono con un pressing asfissiante sulla linea difensiva delle grigie costrette a giocare una partita di contenimento per non lasciare campo libero alle giovanissime e velocissime atlete del grifone.

Il fraseggio da parte di quest’ultime si rivela inefficace difronte alla difesa attenta schierata dal mister Marco Giovanetti, primo match sulla panchina grigia dopo le dimissioni di Pino Primavera. Alessandria che fatica a trovare spazi e non viene aiutata dal proprio comparto offensivo, il quale perde costantemente contatto con il pallone dopo il primo rimbalzo. Anche per le genovesi la fatica sta tutta negli attaccanti, complici le due buone difese.

Genoa vicina al gol al 25′, l’attaccante si libera bene del difensore, calcia un pallone debole e insidioso che Alice Fara riesce a deviare con la punta delle dita. Occasione Alessandria al 30′, Cavallero ha tutto il tempo per giostrare la palla piovuta sui suoi piedi ma preferisce colpire al volo e servire con un campanile il portiere Genoano. Vicine al riposo le alessandrine hanno ancora un guizzo per tentare il colpo vincente, Arroyo parte in quarta con il pallone verso la porta, il difensore sopraggiunge e sporca il tiro dell’attaccante grigia che finisce senza preoccupazioni tra le mani del portiere. Al termine del primo tempo il risultato rimane sullo 0 a 0, Genoa mantiene il possesso palla ma l’Alessandria si rivela più pericolosa.

Nella ripresa le due squadre giocano a viso aperto e le ospiti subiscono nei primi minuti il pressing dell’Alessandria. Nei primi 20 minuti le alessandrine guadagnano terreno e palloni inattivi dall’angolo, che però non riescono mai a creare un vero pericolo se non in una occasione dove Barbara Di Stefano raccoglie il pallone calciato lungo e prova la Volée di prima che non gli riesce. Al minuto 30 sul cronometro Martina Luison atterra in area l’attaccante rossoblu e l’arbitro concede il calcio di rigore. Dagli 11 metri si presenta Parodi che insacca e apre le marcature per le liguri.

Dopo il gol l’Alessandria tenta una ripresa ma le forze e la lucidità calano drasticamente lasciando campo al Genoa che ne approfitta e al 45′ su assist di Marenco trova il raddoppio con Favali che colpisce da pochi passi e spiazza il portiere e tutta la difesa grigia.

Tre punti importanti per le genovesi e alle grigie rimane solo la buona prestazione in campo. Il mister Giovanetti si ritiene soddisfatto nonostante la sconfitta, buoni propositi per il futuro e prestazioni in crescita.

ALESSANDRIA. MISTER PRIMAVERA RASSEGNA LE DIMISSIONI, AL SUO POSTO GIOVANETTI. L’ACF ALESSANDRIA DEVE RIPARTIRE.

Dopo l’ennesima sconfitta arrivano le dimissioni.

Mister Trivellato insieme a Mister Primavera

La tempesta in casa Acf Alessandria non si placa, dopo la rinuncia alla trasferta in terra sarda, le numerose sconfitte e qualche incomprensione, Mister Pino Primavera lascia la guida della panchina grigia.

Un fulmine a ciel sereno arrivato dopo la pesante sconfitta in casa dello Speranza Agrate. Primavera, arrivato in estate, aveva fin da subito rialzato gli animi dopo una stagione deludente e bloccata dal covid, infatti nelle prime uscite si è vista una squadra rinata e concentrata dopo il grande lavoro svolto durante la preparazione.

La coppa Italia è sfuggita solamente nello scontro diretto contro il Torino ed il campionato era iniziato due pareggi ed una sconfitta, poi il covid ha bloccato nuovamente tutto annientando completamente le poche speranze delle grigie e soprattutto dello stato di forma in crescita obbligando il mister a ripartire da zero. Ripartenza obbligata e che ha condannato la società a fissarsi nell’ultima casella della classifica, che per fortuna quest’anno non causerà la retrocessione vista la non ripartenza dell’eccellenza.

Dunque da questa mattina Marco Giovanetti è a tutti gli effetti il nuovo mister dell’Acf Alessandria, toccherà a lui portare la squadra e le atlete a fine anno per poi dar vita ad una nuova era per la società alessandrina.

SERIE C FEMMINILE. QUANDO LA PASSIONE DIVENTA COLLEZIONABILE. GLI ALBUM UFFICIALI LND DEI QUATTRO GIRONI.

Un progetto unico e dal grande significato.

Per l’Acf Alessandria le foto sono state realizzate da PhotoAgency che tramite il suo titolare Andrea Amato, il quale si dichiara enormemente onorato, non ha esitato a fornire il materiale per realizzare il progetto degli album da collezione della Serie C femminile, realizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti in collaborazione con Akinda, agenzia digitale specializzata in produzioni editoriali ed attiva nel settore del marketing sportivo che ha curato un’iniziativa finora mai realizzata in Italia.

L’oggetto di culto che accompagna generazioni di appassionati di calcio arriva dunque in una versione inedita dove troveranno posto i volti di tutte le protagoniste di questo campionato. Il progetto editoriale è stato presentato questo pomeriggio dai suoi ideatori collegati in videoconferenza con i dirigenti delle società e i rappresentanti regionali di calcio femminile.

Dalla sinistra il moderatore dell’evento Marco Calabresi, il delegato al calcio femminile Sandro Morgana e il segretario del DCF Patrizia Cottini

“L’album delle figurine è simbolo di una passione per il calcio che non ha età, siamo davvero entusiasti di averlo portato per la prima volta in un mondo che merita di essere scoperto da un pubblico più ampio – ha esordito Sandro Morgana, delegato al calcio femminile della LND intervenuto in video insieme al segretario del Dipartimento Calcio Femminile Patrizia Cottini – La trovo una bellissima iniziativa che potrà solo giovare all’intero movimento avvicinando molte più persone a conoscere questo sport e le sue talentuose protagoniste. Ne è assolutamente convinto anche il presidente Cosimo Sibilia che è stato il primo sostenitore del progetto. Il campionato sta andando nonostante le mille difficoltà. Non posso che ringraziare le Società per gli sforzi che stanno compiendo, unitamente alle calciatrici, ai tecnici e a tutti i dirigenti”.

“In epoca Covid non era semplice mettere in piedi un progetto così ambizioso, ma grazie al supporto della LND e alla collaborazione delle società siamo riusciti ad ottenere un risultato eccezionale che crediamo possa contribuire alla promozione del calcio femminile in tutta Italia”  ha concluso Jessica Binfaré, Business Developer manager in Akinda, spiegando i dettagli dell’iniziativa.

IL PROGETTO EDITORIALE – Sono circa milleduecento, 1.176 per l’esattezza, le figurine da collezionare nei quattro album del campionato 2020/2021, uno per ciascuno dei quattro gironi della Serie C. Al loro interno le sezioni esclusive delle quarantotto squadre con tutte le info societarie, quali organigramma, foto squadra, contatti e account social, oltre alle pagine con gli spazi dove applicare le figurine dello scudetto, delle calciatrici, dell’allenatore e del suo vice. Ogni album contiene inoltre un poster dedicato alla campagna di sensibilizzazione “Palla alle donne contro ogni violenza“, sostenuta anche in questa stagione dal Dipartimento Calcio Femminile. I raccoglitori e i pacchetti di figurine, in vendita al pubblico rispettivamente al prezzo di 3 euro e 1 euro, sono disponibili presso le sedi dei club e nei punti indicati di seguito:

Rivendite Girone A

Rivendite Girone B

Rivendite Girone C

Rivendite Girone D

Articolo ripreso dal comunicato LND.