Categoria: eccellenza

ALESSANDRIA. ACF ALESSANDRIA CAMPIONESSE D’INVERNO, VITTORIA PER 8 A 0 CONTRO IL PIANEZZA.

Due poker per tempo e le grigie si incoronano campionesse d’inverno.

Una difesa non difficile da sorpassare, il Pianezza gioca solo di fisico e lascia campo libero all’Alessandria che sfrutta bene le occasioni create e si porta casa tre punti importanti.

Le ospiti mettono in difficolta le padrone di casa solo nei primi minuti, quando la chiara occasione da gol viene prontamente murata dal portiere Dalerba. Le grigie rispondono subito al richiamo e si portano in vantaggio al minuto 14, Biasotti prova la conclusione che viene ribattuta dal portiere e sul secondo tempo Bergaglia insacca da pochi passi. Il due a zero è ancora a firma della numero 7, passano meno di dieci minuti dal vantaggio, la sua corsa in solitaria si trasforma in un’ottima conclusione che mette fuori dai giochi la numero 1 avversaria.

Le grigie, padrone assolute del match, colpiscono ancora alla mezz’ora con il terzo gol, la marcatrice è Giada Bagnasco che aspetta l’uscita del portiere e colpisce con un ottimo pallonetto. La numero 17 però vuole anche lei arricchire il suo score e cinque minuti più tardi arriva la seconda doppietta di giornata. Bagnasco colpisce da dentro l’area piccola sfruttando il passaggio di Biasotti ed è un sonoro quattro a zero.

La gara si conclude con altri quattro gol nel secondo tempo. Dopo appena un minuto è il capitano Garavelli ad aprire le marcature della ripresa, il buco enorme in difesa lancia in solitaria Gaia che scarica in porta il suo destro potente che si insacca nell’angolino basso.

Al minuto 10 è calcio di rigore per le Grigie, Biasotti viene abbattuta in area con un contrasto scomposto, l’arbitro non può fare altro che assegnare il penalty e ammonire il difensore. Sul dischetto si presenta Lucia Lepre che apre il suo interno e non sbaglia portando sul 6 a 0 il risultato.

La partita però ha ancora tutto da dire e manca una protagonista all’appello, ovvero Martina Biasotti. La numero 11 ci prova svariate volte sia nel primo tempo che nel secondo, senza mai riuscire a trovare fortuna. Ma si sa, chi la dura la vince e in due azioni consecutive si sblocca. I due gol arrivano con un intervallo di tempo di appena due minuti tra il 36′ ed il 38′. Una doppietta che la porta sempre più in alto nella lista marcatori, adesso sono 13 i gol messi in bacheca per lei.

Il risultato di 8 a 0 è il finale, l’arbitro fischia tre volte e sancisce il grande successo per le grigie che con la vittoria di oggi si incoronano campionesse d’inverno.

__________________________

TABELLINO:
ACF ALESSANDRIA 8-0 PIANEZZA

(Bergaglia 14’, 22’; Bagnasco 30’, 35’; Garavelli 46’, Lepre 58’, Biasotti 74’, 76’)

Formazioni:

Acf Alessandria: Dalerba, Gallo, Russo, Orazzo, Ghio, Lepre, Luison, Bagnasco, Garavelli, Bergaglia, Biasotti; a disposizione: Fara, Bellò, Pironti, Biggi, De Vito, Palacios, De Lio. All. Gabriele Tosi

Pianezza: Rescigno, Pasqualone, Dragone, La Ganga, Cena, Nigro, Streva, Di Benedetto, Sorleto, Pellizzaroli V., Uras; a disposizione: Jiang, Raccagni, Neri Coello, Pellizzaroli G., Sulpizi, Tassin. All. Bizzoco Mario.

CLASSIFICAPUNTIMARCATRICIGOL
ACF ALESSANDRIA19BIASOTTI (ACF)13
Bulè Bellinzago18BERGAGLIA (ACF)8
Torino Women16Clerici (Bulè)7
Novara Women12LUISON (ACF)5
Accademy Pro Vercelli9Curatitoli (Bulè)5
Cit Turin LDE6Veronese (Bulè)5
Pianezza3Gramoni (Bulè)5
Novese Calcio Femminile Vercelli Women0 RITZappone (Bulè) BAGNASCO (ACF)5 5

NOVARELLO. LE GRIGIE COMBATTONO FINO ALLA FINE, RAVERA SIGLA LA RETE DELLA VITTORIA.

Una gara combattutissima e viva fino al 90′

Al Villaggio Azzurro di Novarello è andata in scena la quarta giornata di campionato Eccellenza femminile.

Le Alessandrine hanno affrontato la prima trasferta della stagione dopo i quattro punti maturati contro Bulè e Torino. A Novara però è altra storia, perché le padrone di casa hanno messo a segno tre vittorie consecutive con quasi 20 gol.

Nel primo tempo le due squadre mostrano subito i denti e si affrontano a viso aperto. Partita con possesso alternato, entrambe creano occasioni e arrivano davanti alla porta.
Più nitide le grigie che hanno impegnato a più vie il portiere avversario.

Nei primi 20 minuti mister Tosi è costretto a sostituire Biggi dopo un brutto scontro testa a testa contro l’avversaria. Ad averne la peggio proprio la grigia uscita dal campo con un taglio sulla fronte, al suo posto entra Greta Russo al rientro dall’infortunio ma non ancora al top.

Il primo tempo scivola via in fretta e le due squadre rientrano negli spogliatoi a reti bianche.

Nella ripresa è l’Alessandria ad avere il primo acuto, al minuto 12 Sofia Bergaglia si invola in fascia destra e scarica un bel cross nel mezzo che viene raccolto dai piedi di Ravera. Il portiere viene preso in controtempo ed il pallone si insacca, uno a zero per le ospiti e Novara costretta a buttarsi in avanti per cercare il pareggio.

Spostando il baricentro verso l’alto però, le novaresi, lasciano spazio alle incursioni delle grigie che a più riprese tentano di raggiungere la porta passando dalle ali per poi mettere il pallone in mezzo. La fortuna però non assiste le grigie che sprecano le occasioni create.

Il Novara spaventa nel finale le alessandrine, l’allarme però si consuma in un nonnulla, le padrone di casa vengono bloccate dai guanti di Alice Fara e dai palloni sparati alti.

L’Acf Alessandria conquista i tre punti al termine di una gara combattuta e viva fino alla fine, espugnato il fortino di Novarello e 7 punti in classifica, ciò significa secondo posto, con una gara in meno, a pari merito con il Torino Women che oggi riposava.

Le parole del tecnico al termine della gara: <<Tre punti importanti, maturati su un campo difficile. Abbiamo saputo gestire una situazione difficile contando gli infortuni finalizzando e costruendo, certo la prestazione non mi è piaciuta tantissimo ma il gruppo ha lavorato per i tre punti>>

CALCIO FEMMINILE. ALESSANDRIA E TORINO SI DIVIDONO LA POSTA IN PALIO, BERGAGLIA RIPRENDE LA GARA DUE VOLTE.

Un grande spettacolo, questo è l’aggettivo che si addice per la sfida tra Alessandria e Torino. Alle Ex Casermette è pari tra le due compagini, solamente le grandi parate del portiere granata ed un palo negano la gioia alle grigie. Oggi le squadre sono scese in campo con una spilla Dot41, perché Ottobre è il mese della prevenzione femminile ed entrambe hanno voluto lanciare un messaggio importantissimo, che oggi la partita viene vinta dalla prevenzione perché se c’è salute c’è la vita.

La sfida Alessandria-Torino è sempre stata una classica calcistica, sia maschile che femminile, e mai risultato è scontato. Le due città, unite da grande amicizia e rispetto, hanno sempre dato vita a partite infinite e molte volte spettacolari. Ed è proprio ciò che è successo oggi sul campo dell’Acf Alessandria.

L’ultimo scontro tra le due risale alla passata stagione, quando le grigie hanno rimontato dal 2 a 0 al 3-5 finale in casa delle granata centrando la qualificazione in semifinale di Coppa Piemonte. Alla terza giornata di campionato però le squadre si sono divise la posta in palio con il finale di 2 a 2.

La gara inizia bene per le padrone di casa, subito in avanti a cercare di aprire le marcature. Marica De Lio ha per ben due volte il pallone del possibile vantaggio, ma sulla prima conclusione, al minuto 23, con estremo difensore battuto è il palo ha negarle la gioia mentre nella successiva, al 30’, il suo tiro debole è facile preda di Prundeanu. La legge del gol colpisce ancora e il Torino al minuto 40 trova il vantaggio, il primo tiro viene respinto prontamente da Alice Fara mentre sulla ribattuta non può arrivarci e la numero 11, Cavallo, può insaccare da pochi passi.

Arriva allo scadere del primo tempo la risposta delle grigie, Chiara Mensi mette il pallone sulla corsa di Sofia Bergaglia che entrata in area lascia partire un tiro potente che si insacca alle spalle di Prundeanu.

Nella ripresa passano 7 minuti e le granata tornano momentaneamente vantaggio. Dalla lunga distanza la numero 5, Capello, prova a calciare trovando l’intervento maldestro di Fara che insacca il pallone alle proprie spalle. Grigie costrette nuovamente a rincorrere.

Al minuto 15 arriva il pareggio, ancora Sofia Bergaglia fa esultare i tifosi presenti nonostante la pioggia. Il pallone alto di Ravera viene intercettato dalla numero 7 che va a prendere il pallone in cielo battendo nuovamente il portiere avversario. Il pareggio trema pochi minuti dopo quando sugli sviluppi di un calcio di punizione Martina Biasotti colpisce al volo anticipando anche la sforbiciata della compagna Lucia Lepre. Il bellissimo gol viene però annullato per fuorigioco, entrambe le giocatrici dell’Alessandria si trovavano in offside nel momento della battuta. Si ritorna dunque al pari che sarà poi il finale dopo 3 minuti di recupero.

Mister Tosi al termine della gara si esprime così:<<Non sono contento, per certi versi abbiamo dominato e quando si hanno le occasioni bisogna colpire. Rimane comunque una bella prestazione dove nonostante il doppio svantaggio non ci siamo mai disunite e abbiamo cercato subito di ribaltare la situazione. Resta però il fatto che un palo e le belle parate da parte di Prundeanu ci hanno negato una gioia forse meritata>> -continua – <<speriamo di poter recuperare qualche infortunata, oggi le ragazze hanno dato tutto e ci prepariamo alla prossima gara, sarà la prima in trasferta e sarà importante portare a casa i tre punti, il nostro obiettivo è di classificarci tra le prime quattro per accedere ai playoff, da lì in poi inizierà un campionato totalmente diverso>>.

TABELLINO

ACF ALESSANDRIA: Fara (PT), Biggi, Orazzo, Lepre, Gallo, Luison, Mensi (C) Ravera, Biasotti, De Lio, Bergaglia. A disposizione: Bagnasco, Dalerba, Bellò, Ghio, Palacios, Tasca, Pironti. All. Gabriele Tosi

TORINO WOMEN: Prundeanu (PT), Furione, Aghem, Tesse (C), Palmisano, Capello, Pomati, Calabrese, Cavallo, Molinar, Zappone. A disposizione: Giovannini, Piacentino, Caveglia, Maiella, Martinetto, Ventrice, Villa. All. Domenico Barone

RISULTATO:  2 – 2 (1-1; 1-1)
MARCATRICI: Cavallo (Tor); Bergaglia (Ale); Capello (Tor); Bergaglia (Ale)

ALESSANDRIA. BIASOTTI E LUISON STENDONO IL BULE’ BELLINZAGO, L’ACF ALESSANDRIA PARTE FORTE.

Alle Ex Casermette è andata in scena la prima giornata di Eccellenza 2022/2023, ad affrontarsi Acf Alessandria e Bulè Bellinzago. L’Alessandria schiera in campo un 4-4-2 a rombo, sfruttando la velocità delle fasce, Il Bulè Bellinzago risponde con il più classico 4-4-2 in linea che in fase difensiva si modifica in 5-4-1.
Mister Tosi deve fare a meno di molte sue atlete ferme per infortunio, ultima in lista il portiere Dalerba che deve rinunciare a causa del forte mal di schiena.

La gara, per i primi 45 minuti, si è sviluppata principalmente dai piedi delle padrone di casa, oggi scese in campo con la maglia rossa, e le azioni da gol non hanno tardato ad arrivare.
Il duo Bergaglia-Biasotti mostra subito grande qualità e mette paura alla difesa delle Novaresi. In mezzo al campo Bagnasco e Lepre servono palloni d’oro alle attaccanti lasciando il lavoro sporco a Mensi e Luison. Dopo qualche minuto per famigliarizzare con il campo, le Alessandrine trovano il varco giusto per colpire. Al 20’, dopo un primo calcio d’angolo, la palla viene allontanata sulla fascia di destra dove Ravera crossa bene e trova la testa di Biasotti che non deve neanche saltare. Il suo debutto è promettente.

Passano 8 minuti e la classe 2004 arrivata dalla Juventus trova il raddoppio, questa volta l’assist lo serve Bergaglia. La corsa sul lato destro termina con l’ottimo passaggio al centro, Biasotti tocca il pallone e lo insacca alle spalle dell’estremo difensore ospite. Prima della fine del primo tempo, il Bulè Bellinzago trova la rete che riapre l’incontro. Direttamente da calcio di punizione, l’attaccante trova un gran gol calciando forte sotto la traversa, Fara non può intervenire. Il risultato alla pausa recita 2 a 1.