Categoria: QUARGNENTO

QUARGNENTO.GRANDE SODDISFAZIONE PER IL SUCCESSO DELLA MOSTRA INTITOLATA A CARLO CARRÀ.


Martedì 1° novembre si è conclusa la mostra “CARLO CARRÁ DA QUARGNENTO. 1881 – 1966 CINQUANT’ANNI DOPO”, che ha avuto il patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Alessandria e il fondamentale sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e di importanti realtà aziendali del nostro territorio come Alessandria News, Axa Art, BBBell, Cadir Lab, Cassette Pucci, Colle Manora, DS Smith, Enosis Meraviglia, Lucato Termica, Storgaz e l’Associazione per l’Arte e la Cultura Il Nuovo Futurismo Onlus. 

Sono stati quasi 6.000 i visitatori della mostra allestita dal 24 settembre nella sala d’Arte Carlo Carrà del Palazzo municipale. L’ultimo visitatore, il numero 5.819, è il dr. Alberto Cavalchini di Valenza, accompagnato dalla mamma sig.ra Francesca Malvicino, insegnante in pensione, “Abbiamo approfittato della proroga per non perdere l’occasione di vedere le opere di un grande artista della nostra zona”.

Sono stati 753 gli studenti che hanno visitato la mostra, tra scuole primarie, medie, istituti superiori e licei e numerosi i gruppi organizzati (associazioni e club).

Lo straordinario successo è confermato dalle numerose attestazioni di stima e riconoscenza, per quanto allestito, nei “due libri delle firme”, come quanto scritto dalla delegazione FAI di Casale Monferrato “Complimenti a Quargnento per l’organizzazione e la vivacità culturale”, oppure “Mostra molto garbata, con il gusto delle piccole cose. Complimenti per lo sguardo completo sull’artista”, poi “Un piccolo gioiello pieno di vita artistica e calda umanità pittorica. Un apprezzamento speciale all’accoglienza e alla guida della signora Gloria” e molti altri ancora.

Quest’ultimo conferma l’apprezzamento delle visite guidate, effettuate dagli studenti del Liceo Artistico Carrà di Valenza (Istituto di Istruzione Superiore “Benvenuto Cellini”), dell’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne e dell’Accademia Albertina di Torino con le quali l’Amministrazione di Quargnento si è convenzionata; l’iniziativa ha permesso agli studenti di maturare e ricevere crediti formativi per il loro percorso di studi.

Sono stati oltre 1100 i cataloghi distribuiti e oltre 500 le cartoline raffiguranti i quadri di Carrà [La strada di casa (1900), Lacerba e bottiglia (1914), Pagliai (1930)] con e senza l’annullo postale creato per l’occasione e il francobollo del futurista Boccioni che hanno trovato l’interesse degli avventori.

Soddisfatto il Sindaco Luigi Benzi “è stato uno straordinario successo che ripaga i numerosi sforzi organizzativi e gestionali della mostra. L’affetto e la gratitudine dimostrati nei confronti di Carlo Dalmazio Carrà e delle sue opere confermano la nostra identità culturale; non dobbiamo dimenticare da dove veniamo (il bel paese) e i grandi artisti che l’hanno reso tale, tra i quali c’è sicuramente il grandissimo pittore quargnentino”.

QUARGNENTO. DERBY IL DEI DUE CAMPANILI: QUARGNENTO 1 SOLERO 1.

EDIZIONE STRAORDINARIA PER IL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA,IL DERBY DEI DUE CAMPANILI,QUARGNENTO SOLERO.

Sicuramente il derby Quargnento Solero ha rappresentato questo domenica un fatto eccezionale; per la prima volta dopo molto tempo  le due squadre si affrontano in campionato.Il risultato di 1 a 1 non scontenta nessuno in questo,che è già il derby dei due campanili,a rappresentare la comunione dei due paesi che distano meno di tre chilometri l’uno dall’altro, e che in comune hanno il parroco don Mario Bianchi,il coro parrocchiale de i 2 campanili ed ora anche il derby calcistico,come ha tenuto a rimarcare don Mario al termine dell’omelia domenicale,non esponendosi comunque per nessuna delle due squadre.

La partita combattuta e a tratti dura con alcuni calciatori contusi,ma che come nel rugby giocheranno il terzo tempo al bar del castello di Solero,punto di incontro dei giovani della zona fiumi di Alessandria.

QUARGNENTO.PROROGATA FINO AL 1° NOVEMBRE 2016 LA MOSTRA PER I 50 ANNI DI CARLO CARRA’

Mostra Carlo Carrà da Quargnento. 1881 – 1966 cinquant’anni dopo 

24 settembre – 1° novembre 2016 Sala d’Arte Carlo Carrà, Palazzo Municipale

dscf8928

STRAORDINARIO IL SUCCESSO CHE STA OTTENENDO  LA MOSTRA  “CARLO CARRÁ DA QUARGNENTO. 1881 – 1966 CINQUANT’ANNI DOPO”.

Martedì 18 ottobre i visitatori erano oltre 3700 (3715 per la precisione).La necessità di rendere disponibile la mostra ai molti che ancora non hanno potuto visitarla,in considerazione delle molte richieste di gruppi organizzati (scuole, associazioni e club),ha convinto  l’Amministrazione Comunale a prolungare l’esposizione  con una proroga fino a MARTEDÌ 1° NOVEMBRE 2016 con i seguenti orari: dal lunedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30, sabato 22 e 29, domenica 23 e 30 con orario serale dalle 21.00 alle 23.00; ingresso gratuito.

Grande interesse e successo sta ottenendo anche il catalogo “Carlo Carrà da Quargnento 1881 – 1966 cinquant’anni dopo” che prosegue la linea editoriale del Comune iniziata con la monografia del 2007 “Giulio Benzi 1907-2007 Cento anni di nostalgia per Quargnento”; oltre a comprendere le trenta opere esposte in mostra contiene molte fotografie inedite fornite dalla famiglia Carrà, che mettono in risalto il lato umano del maestro quargnentino come gli affetti famigliari e le passioni, un breve racconto biografico, una conversazione con i nipoti Laura, Fiammetta e Luca Carrà a cura di Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella e l’elenco delle principali esposizioni (Archivio Carrà).

Le cartoline raffiguranti i quadri di Carlo Carrà a margine della mostra,distribuite dal comune, hanno suscitato interesse e curiosità da parte del pubblico,che ne ha decretato il successo  successo di pubblico esaurendo in breve tempo le scorte a disposizione durante la mostra,la  disponibilità attuale è limitata alla cartolina raffigurante il quadro “La strada di casa (1900)”.

luigi-benzi03

Soddisfatto il Sindaco Luigi Benzila mostra sta riscuotendo un grandissimo successo, la proroga in considerazione delle numerose richieste è stato praticamente un atto dovuto ma reso possibile sono grazie alla disponibilità dei prestatori delle opere, degli amministratori e dei dipendenti comunali, dei numerosi volontari e degli studenti che permettono le visite guidate. Un ulteriore ringraziamento alla Fondazione CRT, alla Fondazione CRAL e alle aziende che hanno sposato e supportato il progetto che ha permesso ancora una volta di confermare Quargnento, Terra di Pittori, D’Arte e Cultura”.

Centri estivi 2016

 

Le foto della festa dei centri estivi organizzati dall’ANSPI in collaborazione con i comuni di Quargnento e Solero.

La festa del  centro estivo che quest’anno ha raccolto 35 bambini per l’occasione ha anche ospitato per la festa 16 ragazze di Coubon che hanno trascorso una settimana con i loro coetanei del borgo.Piscina,visite guidate presso le aziende locali,passeggiate a cavallo e gita alla reggia di Venaria Reale hanno fatto trascorrere alle ragazze una settimana divertente,interessante e sicuramente formativa.

Le lacrime di domenica pomeriggio per la partenza ed il ritorno a casa ne sono la testimonianza.

Il centro estivo si è concluso a fine del mese di luglio.