Categoria: QUARGNENTO

QUARGNENTO .I RITRATTI FEMMINILI: NATALINA FOSSATI, DONNA MODERNA DEL PASSATO, PRESENTATA NELL’EX ASILO GAMBOA.

La presentazione dei lavori di recupero dell’ex asilo Gamboa a Quargnento sono stati l’occasione per presentare la rassegna dei “ritratti quargnentini”.

Il sindaco Luigi Benzi durante la presentazione del lavoro di restauro e recupero dell’ex asilo di Quargnento ha voluto sottolineare come l’importante complesso, recuperato con una spesa di oltre 1 milione di euro, di cui il 30% derivante da contributi regionali ed europei, voglia essere restituito alla comunità attraverso la creazione di una biblioteca pubblica,cedendone l’utilizzo alle associazioni del paese, realizzando nell’ex asilo un punto di incontro di valorizzazione culturale e turistico, un opera destinata ad accogliere i ritratti quargnentini con la dedica delle stanze ai personaggi che hanno dato lustro e visibilità al borgo di Quargnento nel mondo.

Natalina Fossati è giunta a Quargnento nel 1947 dopo aver vinto un concorso. La professione di Ostetrica negli anni ’40 più che un lavoro era un andare in trincea, la difficoltà che Natalina incontrava nel suo lavoro non erano ne facevano semplicemente un lavoro, ma una missione.

La necessità di assistere le partorienti a qualsiasi ora della notte e del giorno, con qualsiasi condizione climatica, il trasporto dell’ostetrica e del dottor Pavia medico condotto del paese con mezzi di fortuna, quasi sempre su carri a trazione animale, le partorienti che non sempre potevano disporre di un letto su cui far nascere il loro figlio, spesso si utilizzavano le cucine o altre stanze presenti nelle cascine come sale parto, ma il “bambino doveva nascere”.

La visita nell’ex asilo preceduta dalla proiezione di foto sullo stato di avanzamento dei lavori, dall’acquisizione del complesso alla bonifica dei 3.000 mq di giardini, alla ristrutturazione e al recupero dei 600 mq del fabbricato del complesso dell’ex asilo e la proiezione di diapositive che hanno ricordato la figura e la storia dell’ostetrica Natalino Fossati.

QUARGNENTO. IL CORO DI VALMADONNA IN BASILICA PER L’OTTAVARIO DELLE ALLEGREZZE.

Quargnento, in Basilica proseguono le serate dedicate alla Madonna per il miracolo compiuto nel 1639 che ha salvato i borghigiani dalla peste che colpì Milano e il nord Italia.

Il programma delle serate è molto ampio che vedranno protagonisti i cori delle parrocchie di Alessandria:

La processione e la consegna dei ceri da parte delle autorità, preceduta dalla simbolica consegna delle 30 monete d’oro che la tradizione attribuisce che vennero offerte alle autorità locali al vescovo di Asti in segno di ringraziamento per l’intercessione della Madonna che salvò il paese dalla peste, ha dato il via all’Ottavario delle Allegrezze e la consegna dei ceri da parte di gruppi, associazioni.

Lunedì i ceri sono stati consegnati dalle Maestre e dall’Ordine Francescano Secolare.

Martedì 20.30 la consegna dei ceri da parte del coro “I 2 campanili” accompagnato da P. Angelo Bellon con il coro Gregorianisti del Duomo di Alessandria.

Mercoledì 21.00 le associazioni del paese offriranno i ceri e saranno accompagnati dal P. Giorgio Noè con il coro di S.Rocco in Castelceriolo.

Giovedì 21.00 Don Hilton con i gruppi di Rinnovamento nello Spirito mentre i ceri saranno offerti dall’Azione Cattolica, catechisti e Rev.de Suore.

Venerdì 21.00 il coro di “Sant’A” e don Mauro Bruscaini con i seminaristi mentre i ceri saranno offerti dai ministranti, giovani dell’oratorio don Bosco.

Sabato alle 18.15 la polifonica monferrina e don Vincenzo Pawlos e offerta dei ceri da parte di tutti i quargnentini

Domenica alle 10 il coro de “I 2 campanili” e P. Angleo Borghino, ceri offerti dalla compagnia del santo rosario e benedizione dei mezzi agricoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: