Categoria: PROVINCIA

CASALE MONFERRATO(AL). CARABINIERI-MINACCE IN PRONTO SOCCORSO.

Minacce in pronto soccorso. Denunciato in stato di libertà.

Comando Provinciale di Alessandria – Casale Monferrato (AL), 18/07/2019

Un pregiudicato di Coniolo,M.C. 40 anni, è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Casale Monferrato e rimesso in libertà per minacce aggravate e porto abusivo di arma atta a offendere.

M.C., 40 enne residente in Coniolo, pregiudicato la sera del 16 luglio verso le 23.30 minacciava l’infermieri di turno alla reception della triade, un dottore e la guardia giurata nel pronto soccorso di Casale Monferrato. 
Armato di un coltello a serramanico di 18 centimetri urlava frasi minacciose contro i tre che immediatamente allertavano il personale di sicurezza dell’Ospedale e la Centrale Operativa dei Carabinieri di Casale Monferrato.

I carabinieri delle Stazioni di Ozzano Monferrato, di Pontestura e del NOR giungevano al pronto soccorso pochi minuti,dopo aver calmato e disarmato il pregiudicato lo accompagnavano alla locale stazione di Casale Monferrato per gli accertamenti e la denuncia.

CASALE MONFERRATO(AL). CARABINIERI- CONTROLLO E PREVENZIONE: ABBRACCIA LA VITTIMA E VIA IL ROLEX.

Controllo del territorio: prevenzione e repressione di furti e truffe.

Comando Provinciale di Alessandria – Casale Monferrato (AL), 17/07/2019

Nel corso degli ultimi giorni, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato ha impiegato numerose risorse nella prevenzione e repressione dei furti e delle truffe, con controlli straordinari del territorio di competenza, conseguendo i seguenti risultati:
i Carabinieri della Stazione di Balzola, a conclusione degli accertamenti, denunciavano in stato di libertà per furto aggravato S.C., 30 enne rumena, pregiudicata, in Italia senza fissa dimora, poiché nel corso del mese di giugno, nel Comune di Villanova, utilizzando il modus operandi dell’abbraccio, asportava un orologio marca Rolex a un imprenditore 67enne villanovese. L’identificazione della rumena avveniva attraverso il riconoscimento fotografico da parte della vittima e la comparazione con i filmati della videosorveglianza;
i Carabinieri della Stazione di Pontestura, al termine dell’attività di indagine, in seguito alla denuncia presentata da una 40enne residente in Pontestura per il furto di un telefono cellulare avvenuto nel marzo di quest’anno presso il centro commerciale Orio Center di Orio al Serio (BG), denunciavano in stato di libertà per ricettazione C.S., 54enne, residente in Misano di Gera d’Adda (BG) con precedenti di polizia. L’attività di indagine ha accertato che il 54enne stava utilizzando il telefono della vittima, poi ritrovato a seguito di una perquisizione presso la sua abitazione e riconsegnato alla proprietaria.

CASALE MONFERRATO(AL). CARABINIERI- TRUFFE ON LINE E REPRESSIONE REATI INFORMATICI.

Prevenzione e repressione delle truffe on-line

Comando Provinciale di Alessandria – Casale Monferrato (AL), 11/07/2019

Nel corso dell’ultimo periodo, la Compagnia Carabinieri di Casale M.to ha impiegato molte risorse investigative nel campo della prevenzione e repressione dei reati informatici. La maggiore attenzione è dovuta ad un aumento delle truffe “on line”, purtroppo sempre più frequenti e sempre più elaborate.

Il volume degli affari generati dal “Web shopping” è cresciuto in maniera esponenziale, mettendo in evidenza anche un aumentato interesse delle aziende e dei consumatori italiani verso i mercati stranieri. Le transazioni “on line” aprono lo scenario a nuove forme di crimine come il furto dei codici delle carte di credito oppure la violazione all’accesso e all’uso dei dati sensibili. Alcuni consigli possono evitare di essere truffati da incauti acquisti da venditori italiani o stranieri:
– Diffidate sempre dagli acquisti molto convenienti e dai guadagni facili: spesso si tratta di truffe o di merce rubata;
– Non partecipate a lotterie non autorizzate e non acquistate prodotti miracolosi od oggetti presentati come pezzi d’arte o d’antiquariato se non siete certi della loro provenienza;
– Non accettate in pagamento assegni bancari da persone sconosciute;

Nel campo della repressione alle truffe informatiche sono stati ottenuti i seguenti risultati:
– I Carabinieri della Stazione di Balzola (AL), a conclusione degli accertamenti in seguito alla querela presentata da un 22enne studente universitario, residente a Casale M.to (AL), denunciavano per truffa un 38enne residente ad Alpignano (TO), pluripregiudicato, commerciante di auto, poiché in seguito alla vendita allo studente universitario di un telefono cellulare: Samsung Galaxy S10, per € 650, smetteva di pagare l’abbonamento mensile con la compagnia telefonica dalla quale lo aveva acquistato, conseguentemente il cellulare cessava di funzionare e diventava inutilizzabile.

– I militari della Stazione Carabinieri di Occimiano (AL), a conclusione degli accertamenti in seguito alla querela presentata da un 22enne commerciante, residente a Camagna M.to (AL), denunciavano per truffa una 60enne napoletana, con numerosi precedenti di polizia, poiché nel mese di aprile, metteva in vendita sul sito internet: “Market Place” di Facebook, un costoso televisore, facendosi accreditare sul suo conto corrente € 250, rendendosi irreperibile e non consegnando mai la merce.

OVIGLIO(AL). CARABINIERI- DENUNCIATI DUE 30ENNI PER FURTO A MASIO.

Deferite in stato di libertà due persone per furto aggravato

Comando Provinciale di Alessandria – Oviglio (AL), 11/07/2019

Deferiti in stato di libertà per il reato di furto aggravato in abitazione dai Carabinieri della Stazione di Oviglio due sinti 30 enni, pregiudicati,  che in base agli elementi emersi sono stati individuati quali autori del furto del valore stimato di circa 6000 euro, lo scorso 24 giugno presso l’abitazione di una 52enne di Masio.   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: