Categoria: PROVINCIA

VENDEMMIA A CANELLI E’MURO CONTRO MURO PER L’ACCOGLIENZA.

terlo_ravera.jpg27/07/2016

Muro contro muro a CANELLI tra le associazioni di categoria,sindacati,Caritas e il sindaco della capitale del vino per l’allestimento di una tendopoli per la creazione e l’accoglienza di 100 lavoratori stagionali.I migranti della vendemmia che da metà agosto confluiranno nella città di CANELLI saranno circa 1000 dei quali 25 troveranno posto nel dormitorio della Caritas mentre gli altri dovranno arrangiarsi come capita.La richiesta di una tendopoli nasce dalla necessità di fare ai braccianti provenienti da mezza Europa una sistemazione dignitosa.Il sindaco di CANELLI si è invece opposto adducendo la necessità di non aiutare i trafficanti di braccia che sfruttano a loro vantaggio queste situazioni.La stagione della vendemmia ha il suo calendario e non può bloccarsi per lo scontro politico in corso.

 

FOLLIA RAZZISTA.A SERRAVALLE ACCOLTELLATO GIOVANE MAROCCHINO.Un ragazzo marocchino di 21 anni A.A.è stato accoltellato a Serravalle dopo aver aiutato  una anziana signora aggredita da un doberman.Il proprietario del cane,simpatizzante di estrema destra,ha accoltellato senza motivo apparente il giovane ora ricoverato in ospedale a Novi Ligure. L’aggressore A.V. è stato arrestato per tentato omicidio.


LA SCURE DELLA GLOBALIZZAZIONE SUI KRUMIRI DELLA BISTEFANI

La scure della globalizzazione colpisce anche la Bistefani. La fabbrica di biscotti di Villanova Monferrato acquistata nel 2013 dalla Bauli SpA,azienda Veronese conosciuta per la produzione di panettoni,ha comunicato l’intenzione di spostare lo stabilimento di Villanova M.to a Castel d’Azzano(Verona). La produzione di merendine Buondì,YoYo,Girella e Krumiri Bistefani verrà delocalizzata in veneto e a 115 addetti alla produzione è stato proposto il trasferimento per mantenere il posto di lavoro.

Il trasferimento non potrà interessare tutti gli addetti della Bistefani.Una mazzata per l’azienda che sperava di potersi risollevare dai provblemi lasciati dall vecchia amministrazione ed i dipendenti stanno pensando se avviare forme di lotta o attendere notizie dall’azienda.

L’amm.delegato Stefano Zancan ha dichiarato che la produzione dello stabilimento di Villanova M.to è circa la età degli altri stabilimenti del gruppo visitati a metà febbraio,questo nonostante i cospicui investimenti effettuati e l’impegno degli addetti al lavoro.La situazione era già compromessa all’atto dell’acquisizione.

L’ipotesi di tentativo messi in atto dai sindacati di fronte ad una posizione così netta è di portare a casa i maggiori vantaggi possibili per i lavoratori.Con l’indotto nei settori della manutenzione e delle pulizie si arriva a 150 addetti.

Una delle soluzioni proposte sarebbe quella di ottenere l’affitto gratuito per avviare attività produttive all’interno dello stabilimento ormai in fase di dismissione.6142327-kgeB-U1070572951049SXB-1024x576@LaStampa.it

LA PROTEZIONE CIVILE SI IMPARA DA PICCOLI

Terza edizione della notte in tenda organiz

zata dal gruppo di Protezione Civile di Quargnento in collaborazione con il comune,la partecipazione del COM 6 di cui fanno parte i gruppi di Masio,Quattordio,Bergamasco,Solero e Felizzano; il gruppo provinciale di Alessandria,Castellazzzo Bormida,Rocchetta Tanaroil CAI di Valenza e l’unità cinofila di Asti.

La giornata piovosa non ha scoraggiato gli oltre 30 ragazzi partecipanti all’esercitazione.La camminata sul ponte tibetano reso più attraente e scivoloso dalla pioggia.Il gusto del rischio rende appetitosa l’avventura.I cani del gruppo cinofilo di Asti “SIRIO” coccolati,accarezzati e abbracciati dai ragazzi sono stati le vere star della giornata ed oltre all’immensa pazienza dimostrata si sono prodigati nella ricerca dei dispersi quà e là nel campo allestito per l’occasione.La notte ha riservato ai partecipanti all’esercitazione una sorpresa con l’arrivo di una unità dei vigili del fuoco a sirene per spegnere l’incendio ovviamente finto.Il lavoro di spegnimento è toccato ai ragazzi ed a qualche volontario ancora in vena di sentirsi bambino.

Centri estivi 2016

 

Le foto della festa dei centri estivi organizzati dall’ANSPI in collaborazione con i comuni di Quargnento e Solero.

La festa del  centro estivo che quest’anno ha raccolto 35 bambini per l’occasione ha anche ospitato per la festa 16 ragazze di Coubon che hanno trascorso una settimana con i loro coetanei del borgo.Piscina,visite guidate presso le aziende locali,passeggiate a cavallo e gita alla reggia di Venaria Reale hanno fatto trascorrere alle ragazze una settimana divertente,interessante e sicuramente formativa.

Le lacrime di domenica pomeriggio per la partenza ed il ritorno a casa ne sono la testimonianza.

Il centro estivo si è concluso a fine del mese di luglio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: