Categoria: FSGC

SAN MARINO. I TITANI FESTEGGIANO I 90 CONTRO L’INGHILTERRA. I VICE CAMPIONI D’EUROPA PORTANO A CASA I TRE PUNTI.

C’è un meteo decisamente meno british rispetto a quello della mattina e del pomeriggio ad accogliere San Marino e Inghilterra nella serata di congedo dalle European Qualifiers.

Foto Marco Montrone – PhotoAgency

Allo Stadium davvero non mancano le condizioni ideali per una serata di calcio, che la FSGC dedica anche alla celebrazione dei propri 90 anni facendo indossare ai giocatori della Nazionale la speciale divisa ispirata ai colori della bandiera originale della Repubblica. I quasi 1500 giunti dall’Inghilterra cantano a perdifiato fin dalla fase di riscaldamento, e al kick-off spingono subito gli ospiti di bianco vestiti verso la porta di Benedettini.

L’Inghilterra pende soprattutto a sinistra, dove le accelerate di Saka producono pericoli e angoli come quello che Maguire sfrutta per portare in vantaggio la Nazionale dei tre Leoni al 5’: stacco perfetto del centrale del Manchester United sul traversone di Phoden e gara sbloccata nel boato dei tifosi che affollano e colorano la tribuna sud. All’11 ci vuole il perfetto posizionamento di Rossi per bloccare il colpo di testa di Smith Rowe sul traversone – in scivolata involontaria – di Saka. San Marino prova a respirare sfruttando la fisicità di Nanni, che al 13’ è bravo a farsi fare fallo e conquistare una punizione da cui originano tre cross in sequenza da parte dei padroni di casa, tutti controllati dai difensori ospiti, certo non in difetto di chili e centimetri. Al quarto d’ora Saka imperversa per l’ennesima volta a sinistra, poi si accentra e scocca un destro debole che incontra la deviazione fortuita e sfortunata di Fabbri , decisiva nel mettere fuori causa Benedettini che era proteso dalla parte opposta. L’estremo di casa è poi impegnato anche da Bellingham, la cui botta da fuori è ben controllata.

Al 24’, altra accelerazione di Saka a sinistra e altro cross che Phoden prova a tramutare in una rete d’antologia con una sforbiciata che si spegne fuori. Non senza deviazione, però: l’arbitro viene richiamato dai colleghi al V.A.R. e dopo una rapida on field review decreta il calcio di rigore per il mani di Rossi, che viene anche ammonito. Batte Kane, che spiazza Benedettini dando inizio ad una prova da autentico mattatore. Dopo il tentativo volante di Saka, bloccato da Benedettini, il fuoriclasse del Totthenam – in lotta con Lewandowski per la vetta dei bomber del girone – torna a marcare sfruttando il cross da sinistra di Smith Rowe: palla girata con precisione nell’angolino e doppietta per il bomber, a caccia anche del podio nella classifica all time dei marcatori della Nazionale inglese, in quel momento distante tre lunghezze.

L’obiettivo Gary Lineker (terzo posto) viene ulteriormente avvicinato al 39’ quando Kane si ripresenta dal dischetto per il mani di D’Addario, stavolta sanzionato senza l’ausilio della tecnologia. La palla viene spedita con violenza sotto la traversa e l’Inghilterra migliora già sè stessa rispetto alla gara di andata a Wembley, finita 4-0. Nel frattempo, però, San Marino si era visto con una bella combinazione fra le due punte, accompagnata dall’ “oooh” speranzoso di tutta la tribuna nord, quella occupata dai (tanti) tifosi di casa: Hirsch apparecchia un buon pallone al limite per Nanni, che si coordina di destro (non il suo piede) e destina il pallone all’angolino, laddove Ramsdale riesce ad arrivare in allungo. Ne nasce un angolo su cui il portiere dell’Arsenal deve intervenire coi pugni, non senza qualche affanno.

Nel finale l’Inghilterra riprende il suo tema offensivo e al 42’ ritocca ancora il risultato con lo scatenato Kane , che subentra in area ad Alexander-Arnold e, dopo un breve slalom, piazza la palla nell’angolino per la quarta rete personale, che gli vale il sospirato aggancio a Lineker. Al punto il pensiero dell’Uragano non può che essere già rivolto al secondo posto, occupato da Sir Bobby Charlton e distante appena una lunghezza.

Nella ripresa, però, a fare 7-0 non è Kane bensì Smith Rowe, lui al primo hurrà con la Nazionale dei Tre Leoni. Intanto Franco Varrella si è giocato tre cambi in uno: fuori D’Addario, Fabio Tomassini e Hirsch per Censoni, Alessandro Golinucci e Vitaioli, che fa 71 in Nazionale avvicinandosi di un altro passo al primatista Andy Selva (73). L’assist del 7-0 lo aveva messo Abraham, entrato a inizio ripresa e subito pericoloso con un pallonetto troppo alto nel tu per tu con Benedettini. San Marino prova un break con la fuga di Enrico Golinucci, accompagnato dall’incitamento del pubblico ma troppo stanco al momento di affondare in area. È sempre il centrocampista della Libertas, al 67’, che cerca la porta da fuori area, mancandola di qualche metro. Poco dopo, altra tegola per San Marino: Rossi aggancia da dietro Gallagher e si prende il secondo giallo di serata . Dalla stessa punizione che ne consegue, Mings si avvita bene e la mette vicino al palo opposto . L’Inghilterra torna a martellare e a segnare con Bellingham, la cui botta vincente viene cancellata dal V.A.R. per fallo di Abraham.

L’attaccante della Roma si rifà poco più tardi: è lui, in girata, a mettere la firma sul 9-0 – stavolta valido – e a piazzare poco dopo anche la doppietta, salvo vedersi negata la rete dal direttore di gara, che ne ravvisa un fallo. Intanto l’Inghilterra aveva già raggiunto la doppia cifra con la conclusione vincente di Saka , a coronamento di una prestazione sopra le righe. San Marino finisce coi crampi ma comunque con l’abbraccio del pubblico di casa, al quale i Titani danno appuntamento per il 2022.

WC 2022 European Qualifiers | San Marino – Inghilterra 0-10 SAN MARINO [3-5-2] E. Benedettini; Ma. Battistini, Fabbri (dal Conti), Rossi; F. Tomassini (dal 46’ Vitaioli), Lunadei (dal 74’ Grandoni), E. Golinucci, Mularoni, D’Addario (dal 46’ Censoni); Nanni, Hirsch (dal 46’ A. Golinucci)
A disposizione: S. Benedettini, Marconi, D. Tomassini, Zonzini, Zafferani, Ceccaroli, Mi. Battistini Allenatore: Franco Varrella

INGHILTERRA [3-4-3] Ramsdale; Maguire (dal 46’ Chilwell), Coady, Mings; Alexander-Arnold, Bellingham, Phillips (dal 46’ Gallagher), Saka; Foden (dal 46’ Abraham), Kane (dal 61’ James), Smith Rowe (dal 74’ Stones)
A disposizione: Johnstone, Pickford, Walker Allenatore: Gareth Southgate

Arbitro: Rade Obrenovic (SVN)
Assistenti: Grega Kordez e Aleksandar Kasapovic (SVN)
Quarto ufficiale: Asmir Sagrkovic (SVN)
VAR: Slavko Vincic (SVN)
AVAR: Dragoslav Peric (SVN)
Marcatori: 5’ Maguire, 14’ aut. Fabbri, 27’(rig.), 32’, 38’ (rig.) e 42’ Kane, 57’ Smith Rowe, 69’ Mings, 78’ Abraham, 79’ Saka Ammoniti: F. Tomassini, Rossi, D’Addario, Ma. Battistini
Espulsi: Rossi

SAN MARINO. LE TITANE PARTONO CON IL BOTTO IN SERIE B, 3 A 0 ALLA SASSARI TORRES.

Parte con uno staff tecnico totalmente rinnovato ed un rosa modificata per metà, la stagione 2021-22 della San Marino Academy – impegnata nel campionato di Serie B femminile, dopo l’esperienza dell’anno passato nella massima serie –.

Fonte FSGC

Nonostante una prima fase di studio, sotto un caldo sole di metà settembre, sono le Titane a farsi preferire fin dalle prime battute. Tanto che nel primo quarto di gara si contano solo opportunità biancoazzurre: dopo il tentativo impreciso di Fusar Poli, contratta al limite per il primo calcio d’angolo arrivato già nel corso del primo minuto, è Menin a provarci senza troppa potenza. Difetto comune anche al colpo di testa di Jansen, arrivata da ghiotta posizione, ma abbrancato da Fabiano.

Al quarto d’ora l’Academy va in porta sull’asse Fusar Poli-Papaleo, con quest’ultima a controllare in maniera imprecisa e finendo per favorire l’uscita coraggiosa dell’estremo sardo. Nell’occasione, contrasto doloroso per la caviglia dell’attaccante di casa, uscita per una manciata di secondi e tornata prontamente in campo. In quella porzione di inferiorità numerica, Menin si è resa protagonista di uno sfondamento dei suoi, contrato sul più bello da Scarpelli. La Torres si fa vedere in ripartenza con Gomes, che battezza il corridoio centrale per far correre Bassano. Nell’occasione è attenta e veloce Piazza nel lasciare la porta ed anticipare di piede la giocata in profondità potenzialmente ferale.

Episodio che non destabilizza la San Marino Academy, che torna prontamente a tessere interessanti trame di gioco. Alcune delle quali, favorite da errori avversari: così al 24’, quando un rinvio corto di Fabiano diviene preda di Menin. Dopo un contrasto al vertice, la palla schizza al limite per Barbieri che arma un destro a giro troppo abbondante rispetto al montante. Nella prima giornata di campionato c’è lavoro anche per Chiara Gualtieri, intervenuta per Papaleo in precedenza e al 25’ per soccorrere Yesica Menin. Accasciatasi a terra, il capitano sammarinese ha regalato momenti di apprensione salvo rientrare presto in campo. Si gioca poco nella fase centrale del primo tempo, anche per il contatto testa contro testa tra Jansen e Peddio dove ad avere la peggio è il laterale ospite, tornata comunque sul rettangolo verde di lì a poco. L’Academy continua spingere, ma il gol sembra non voler arrivare. Non sullo scarico di Brambilla per Jansen, che calcia debolmente dai 25 metri, e nemmeno sull’azione manovrata che passata dalla verticalizzazione di Montalti e l’apertura di Jansen, per mettere in moto Papaleo. Immediato il cross per Barbieri, che non arriva all’impatto. Si segnala al 37’ il primo tiro in porta della Torres, ripartita in velocità con l’imbucata di Gomes per Bassano che si fa trenta metri palla al piede prima di convergere e saltare Montalti. Brava ad uscire Groff, che devia il destro dell’avversaria, impennatosi per una facile presa di Piazza. Nella porzione finale di frazione, timide proteste dell’Academy per un presunto tocco col braccio in area di una tra Pederzani e Peddio. Sulla conclusione di Menin, infatti, sono due le avversarie arrivate a murata il capitano di casa che ravvisa un impatto illecito palla-mano.

La Torres, dal suo canto, gioca solo in contropiede e c’è mancato davvero poco affinché la tattica di Genovese fruttasse il vantaggio. Dieci secondi prima del 45’, infatti, Gomes si fa trovare in posizione regolare sul centro-sinistra. Inutile e rischioso il tentativo in extremis di Montalti, che non riesce a fermare l’avversaria arrivata a sparare a dieci metri dalla porta, sparando incredibilmente alto al tu per tu con Piazza. Pericolo scampato per le Titane, che tornano a provarci nel finale, senza riuscire a calciare nello specchio della porta sassarese. Nella ripresa suona tutta un’altra musica nello spartito biancoazzurro: già al 48’ Menin si conquista di ostinazione un angolo corto che Fusar Poli recapita a centro area. Colpo di testa da breve distanza di Barbieri, su cui si supera Fabiano, aiutata da una compagna nel negare un semplice tap-in a Menin. Dista però appena trenta secondi ulteriori il vantaggio sammarinese, che arriva dagli undici metri. Decisivo il tocco di mano di Ladu sull’iniziativa di Barbieri, che si incarica anche della battuta: spiazzata Fabiano, che battezza la battuta incrociata, e partita sbloccata dalla San Marino Academy. Immediato intervento sullo scacchiere tattico di Genovese, che getta nella mischia Iannazzo e Lorieri, ma è sempre l’Academy a fare la partita.

È il 54’ quando Menin fa il vuoto sulla corsia di competenza e appoggia d’esterno a Barbieri, che calcia col mancino trovando una deviazione in corner di un’avversaria. Peraltro il medesimo esito della simile combinazione che, passata da capitano e bomber, arriva a recapitare il pallone in area sul piede di Massa. Stop di destro e tiro di sinistro della neoentrata, che trova il determinante muro fuori di Blasoni. Tra le due opportunità, occasione Torres su calcio d’angolo: avvitamento di Iannazzo che arriva a colpire col tacco, spedendo fuori rispetto al montante presidiato da un difensore di casa. Decisamente più convincente l’Academy, ancora con Massa che ci prova dalla distanza al 68’, portando a casa un tiro dalla bandierina. Sugli sviluppi del quale la difesa sarda non libera, permettendo a Jansen di calciare dal cuore dell’area, purtroppo alle stelle. Nonostante le sostituzioni, la Torres continua a prediligere le azioni di ripartenza risultando di tanto in tanto piuttosto pericolosa. Come al 77’ quando un mancato intervento di Montalti apre una prateria dove può correre Bassano, che allarga troppo la sua traiettoria per fare male a Piazza col diagonale mancino. In precedenza, bella combinazione tra Menin e Brambilla, che porta quest’ultima al traversone sul primo palo per l’intelligente velo di Barbieri che sorprende anche le compagne appostate nelle vicinanze.

Le padrone di casa continuano a provarci, facendosi vedere con l’elegante giocata di Massa che si sposta il pallone con la suola e corre sul centro sinistra per scambiare con Micciarelli e crossare al centro dove la terza linea di casa anticipa Barbieri. In seguito, la stessa attaccante torinese lavora bene spalle al corpo, porgendo un interessante pallone per Jansen che nuovamente spedisce alto sulla traversa. Nel finale c’è spazio anche per Venturini e Baldini, che rilevano Montalti e Barbieri. Proprio Baldini, dopo meno di tre minuti dal suo ingresso in campo, chiude definitivamente i conti: il lancio in profondità per Massa porta a contatto la leggerissima attaccante dell’Academy con Airola. Il pallone rimane lì per Baldini che segue l’azione e di slancio arriva davanti a Fabiano. Sangue freddissimo per la romagnola, che batte con un destro radente l’estremo sardo e raddoppia il vantaggio di casa. Che diventerà triplo di lì a poco: merito ancora di Baldini, che scappa alle spalle di Blasoni e si conquista un calcio di rigore solare che comporta anche l’espulsione della centrale ospite. Dal dischetto Massa, che apre il piattone e cala il tris sammarinese all’alba di una nuova stagione in Serie B.

Serie B Femminile, 1. giornata | San Marino Academy-Sassari Torres 3-0

SAN MARINO ACADEMY [3-5-2] A. Piazza; Montalti (dall’82’ Venturini), Groff, Kiamou; Marrone, Fusar Poli, Jansen, Brambilla, Menin (dal 72’ Micciarelli); Barbieri (dall’82’ Baldini), Papaleo (dal 60’ Massa) A disposizione: Montanari, Nozzi, Bertolotti, Cecchini, Prinzivalli
Allenatore: Alessandro Recenti

SASSARI TORRES [3-5-2] Fabiano; Blasoni, Airola, Congia; Peddio (dal 51’ Iannazzo), Accornero, Pederzani, Gomes, Ladu; Scarpelli (dal 51’ Lorieri), Ladu A disposizione: Ventura
Allenatore: Antonio Genovese

Arbitro: Alessio Vincenzi di Bologna
Assistenti: Matteo Lauri di Gubbio e Mattia Piccinini di Ancona
Marcatori: 49’ rig. Barbieri, 86’ Baldini, 90’ rig. Massa
Ammoniti: Groff
Espulsi: Blasoni

SAN MARINO. LE TITANE TORNANO IN CAMPO, AMICHEVOLE AD ACQUAVIVA CONTRO LA LAZIO DI CAROLINA MORACE.

Amichevole in arrivo per le ragazze di mister Recenti, che sabato ospiteranno ad Acquaviva la Lazio . Un’altra tappa nella preparazione al campionato per le Titane, il cui test sarà in questo caso quanto mai probante, considerato che di fronte avranno una formazione in procinto di iniziare la stagione in Serie A .

Archivio Serie A 2020/2021 – As Roma – San Marino – Domenico Cippitelli – PhotoAgency

Le Biancoazzurre e le biancocelesti allenate da Carolina Morace incroceranno i tacchetti a partire dalle ore 17:00. L’ingresso all’impianto di Acquaviva sarà consentito, secondo il regolamento FIGC, ai possessori di un certificato vaccinale riconosciuto, tampone negativo con validità di 48 ore o certificato di accertata guarigione dal Covid-19.

Lo stadio, in ogni caso, potrà ospitare un numero di spettatori non superiore al 50% della capienza totale. Va altresì ricordato che, secondo la normativa sammarinese in vigore, sussistono specifiche condizioni per entrare in territorio riferite a coloro che provengano da Paesi diversi da Italia o Città del Vaticano o per coloro che, indipendentemente dalla nazionalità, abbiano soggiornato in Paesi diversi da Italia o Città del Vaticano nei 14 giorni precedenti. Per maggiori informazioni è possibile consultare il portale web della Segreteria di Stato per gli Affari Esteri.

SAN MARINO. LA NAZIONALE UNDER 21 AL LAVORO PER LE QUALIFICAZIONI EUROPEE.

Non solo la Nazionale maggiore in campo, questa sera. Anche l’Under 21 prosegue il percorso di avvicinamento alle Qualificazioni Europee. Nell’agenda del Commissario Tecnico Fabrizio Costantini e dei Biancoazzurrini sono circolettati in rosso i giorni 2 e 7 settembre, date rispettivamente delle sfide interne alla Germania (San Marino Stadium, ore 19:00) e all’Ungheria (San Marino Stadium, ore 20:30). Questa sera il CT non avrà a disposizione tutti i ragazzi. Mancheranno quelli impegnati con i club di appartenenza. In ogni caso, pur a ranghi ridotti, il CT proseguirà nel lavoro intrapreso da oltre mese a questa parte e lo farà a Domagnano nella prima di due sedute settimanali. La seconda, sempre a Domagnano, giovedì 12 agosto.

Fonte FSGC

I convocati a disposizione di mister Costantini sono 12: Cecchetti Luca, Ciacci Elia, De Angelis Mirco, De Biagi Alex, Dolcini Federico, Liverani Alessandro, Nanni Simone, Pasquinelli Lorenzo, Rastelli Thomas, Tomassini Alberto, Tosi Alessandro, Valentini Giacomo e Moretti Diego.

SAN MARINO. TORNA IN CAMPO LA NAZIONALE E L’UNDER 21

Tornano in campo sotto il caldo sole di luglio le Nazionali di San Marino . Tanto gli uomini di Varrella, quanto i ragazzi di Costantini, hanno sostenuto una seduta nella serata di ieri : all’Ezio Conti di Dogana i Biancazzurrini, peraltro impegnati anche questa sera agli ordini del Commissario Tecnico Sammarinese che per la prima volta ha inserito nei ranghi dell’Under 21Santi, F Pasolini e Terenzi, tutti provenienti dalla San Marino Academy. Ad Acquaviva, invece, Davide Simoncini e compagni. La Nazionale si allenerà sul più recente dei manti sintetici in Repubblica anche domani sera e venerdì, sempre con inizio della seduta fissata per le ore 20:45 agli ordini di Franco Varrella e del suo staff. Queste le convocazioni ufficializzate dai selezionatori di Nazionale ed Under 21 di San Marino per gli allenamenti di questa settimana:

Fonte FSGC/Foto Pruccoli

SAN MARINO. COMPLETATO IL PRIMO CORSO DEDICATO ALLA LINGUA ITALIANA DEI SEGNI.

Si è chiuso con la consegna dei certificati il primo corso di sensibilizzazione alla Lingua Italiana dei Segni (LIS) organizzato e finanziato dalla Federazione Sammarinese Giuoco Calcio tramite la preziosa collaborazione e le conoscenze della Associazione Sportiva Culturale Sordi Sammarinesi (ASCSS).

Fonte San Marino – FSGC

Il corso è stato proposto e offerto dalla FSGC ai propri steward , con l’intento di individuare e formare persone interessate e garantire un servizio qualitativamente migliore a tutti quei tifosi non udenti che vogliano assistere dal vivo alle emozioni del calcio sammarinese e della nostra Nazionale, cercando di eliminare i disservizi e le problematiche che gli spettatori con disabilità uditiva si trovano a dover affrontare nella maggior parte degli stadi.

Nove volenterosi hanno approfittato di questa opportunità e completato le venti ore di lezione sotto la preziosa guida dell’insegnante Cristina Morri , ottenendo la certificazione di completamento del corso e diventando dunque arruolabili per fornire questo importantissimo servizio durante tutti gli eventi organizzati dalla Federcalcio: la speranza è che questo sia il primo passo di un percorso formativo che possa portarli ad un livello di conoscenza della LIS ancora più alto. Questa iniziativa si inserisce all’interno del più ampio progetto “San Marino Open and Green”, creato dalla FSGC con il supporto della UEFA e dei fondi Hattrick, che ha due macro-obiettivi riassumibili in questi termini: rendere il calcio sammarinese pienamente fruibile per tutti e ad ogni livello (accessibilità ai nostri stadi, alle nostre iniziative e al calcio giocato) e contribuire a ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività, promuovendo l’ecosostenibilità in diverse maniere.

Il corso appena terminato rappresenta il superamento di un altro gradino su una scala di fondamentale importanza a livello di responsabilità sociale, a dimostrazione di quanti progressi siano stati compiuti negli ultimi quattro anni ma anche di quanto lavoro è ancora possibile fare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: