Categoria: EVENTI E FESTE

ALESSANDRIA. LA CITTA’ SI ILLUMINA: GLI EVENTI DI NATALE 2021.

“ALESSANDRIA SI ILLUMINA”

(EVENTI NATALE 2021)

In occasione delle festività natalizie è consuetudine dell’Amministrazione Comunale programmare la realizzazione di piccoli e grandi eventi rivolti alla Città, al fine di valorizzarne gli ambiti di profilo culturale e di ricaduta turistica, così da potenziarne al contempo il tessuto economico, attraverso la promozione di azioni volte sia alla creazione di nuclei attrattivi e comunitari, sia al rafforzamento di un’immagine identificativa ed attrattiva per la collettività e per i visitatori anche forestieri.

Per questo, il Comune di Alessandria organizza, in occasione delle festività natalizie 2021, una serie di iniziative con il Patrocinio della Regione Piemonte e del Gruppo AMAG Alessandria, nel cui ambito si proporranno:

Natale in Vetrina, in collaborazione con il giornale ‘Il Piccolo’ di Alessandria:

il concorso ha l’obiettivo di invitare gli imprenditori economici, commerciali, artigianali e i pubblici esercizi, la cui sede sia ubicata nel territorio del Comune di Alessandria (città e quartieri periferici), ad abbellire le vetrine dei propri locali, affinché i cittadini e i turisti assaporino una maggiore atmosfera di festa e affinché si consolidi il ruolo della rete distributiva della nostra città.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito di rilancio e rigenerazione della Città di Alessandria, con la finalità di promuovere le eccellenze dell’economia cittadina andando a valorizzare il tessuto commerciale ed artigiano, abbellendo e arricchendo il centro città.

I negozi aderenti allestiranno la propria vetrina secondo la loro libera interpretazione e fantasia e potranno scegliere autonomamente l’addobbo natalizio pensato per l’esposizione, valorizzando e promuovendo il proprio prodotto.

La partecipazione e l’adesione è gratuita, libera e volontaria e potranno aderire al concorso tutti gli operatori commerciali e non, che siano titolari di esercizi dotati di vetrina, con sede sul territorio del Comune di Alessandria.

Gli esercenti che intendono aderire al concorso dovranno fare pervenire la propria adesione dal 23 novembre al 3 dicembre 2021 compilando il modulo che sarà reperibile sul sito internet www.comune.alessandria.it e presso l’ufficio Relazioni con il Pubblico U.R.P., piazza della Libertà 1, piano terreno del Palazzo Comunale, nei seguenti orari: lunedì, mercoledì, venerdì: 8.30/13 e martedì, giovedì: 8.30/13 – 14/16 e riconsegnandolo con le seguenti modalità:

  • consegna a mano all’ufficio Protocollo, piano terreno del Palazzo Comunale Alessandria lato via verdi nei seguenti orari da lunedì a venerdì: 8.30-12;
  • mezzo PEC a: comunedialessandria@legalmail.it

Gli esercizi che aderiranno al concorso saranno individuabili attraverso l’esposizione in vetrina di “cavalieri“ identificativi e “locandine” che saranno distribuite dal 6/12/2021 al 7/12/2021.

Il pubblico potrà votare la vetrina preferita dal 7 dicembre al 22 dicembre 2021 attraverso il coupon che sarà pubblicato sul giornale ‘Il Piccolo’ nelle edizioni di martedì 7 dicembre, venerdì 10 dicembre, martedì 14 dicembre, venerdì 17 dicembre , martedì 21 dicembre 2021.

I coupon votati dovranno essere inseriti negli appositi contenitori che saranno ubicati presso l’U.R.P.,  piano terreno Palazzo Comunale, piazza della Libertà n°1 o presso la sede della redazione “Il Piccolo” Alessandria, Via Pietro Parnisetti 10, nella cassetta delle lettere adibita a contenitore, che è posizionata accanto all’ingresso.

I risultati delle operazioni di conteggio dei coupon, che dovranno pervenire entro le ore 12 del 22/12/2021, saranno resi pubblici nel medesimo giorno, mentre con l’edizione del giornale di venerdì 24 dicembre 2021 uscirà l’elenco delle vetrine premiate.

I premi saranno assegnati alle prime tre vetrine classificate che avranno ricevuto il maggior numero di preferenze attraverso il coupon.

I premi consistono in pagine pubblicitarie previste nel giornale ‘Il Piccolo’:

  • 1° classificato: n°1 pagina
  • 2° classificato 1/2 pagina
  • 3° classificato 1/4 pagina

I vincitori sceglieranno autonomamente la data di pubblicazione delle pagine, in accordo con la redazione del giornale.

Alessandria si illumina: allestimenti scenografici con la proiezione diffusa e diversificata di una serie di immagini a tema ovviamente natalizio sulle facciate degli edifici e delle chiese della nostra città, sia nel centro che nei sobborghi, a partire dalla fine del mese di novembre 2021 fino all’Epifania (e dal 7 gennaio al 28 febbraio 2022 seguiranno illuminazioni e scenografie con tema rievocativo del “Bicentenario dalla morte di Napoleone”) così suddivisi:

–  piazzetta della Lega, facciate di parte degli edifici che contornano il perimetro della piazza, proiezioni architetturali, grafiche e dinamiche,

–   piazza Santo Stefano, chiesa omonima, proiezione architetturale grafica e statica sulla facciata,

– via San Giacomo della Vittoria, chiesa omonima, proiezione architetturale grafica e statica sulla facciata,

–  corso Roma, chiesa di San Giovannino, proiezione architetturale, grafica e statica sulla facciata,

– corso Acqui (rione Cristo), chiesa di San Giovanni Evangelista, proiezione architetturale, grafica e  statica sulla facciata,

 – Spinetta Marengo, chiesa Natività di Maria Vergine, proiezione architetturale grafica e statica sulla facciata.

Alberi di Natale, ossia l’ubicazione dei tradizionalissimi abeti illuminati (nonché eventuali altrettanto tradizionali simboli luminosi) nel centro e nei sobborghi della nostra città:

– albero, piazza S. Stefano,

– albero, piazza Marconi,

– albero, via Dante, arco di Trionfo,

– albero, piazza Chiesa di San Giovanni, rione Cristo,

– albero, piazza Chiesa San Baudolino, rione Cristo (da definire),

– albero, piazza Chiesa San Giuseppe Artigiano, rione Cristo,

– albero, strada Frugarolo, Spinetta Marengo,

– albero, piazza della Libertà (albero grande), spazio antistante al Palazzo Comunale

– slitta di Babbo Natale, inizio via Dante

“Natale ai giardini”: Mercatino di Natale, in stretta compartecipazione conProcom, dal 3 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022, viale giardini pubblici di Corso Crimea, iniziativa legata all’allestimento delle cosiddette casette di Natale: tra folklore e suggestione artigianale, un percorso attraverso proposte di richiamo tipico alla tradizione natalizia, volto a vivacizzare la parte immediatamente “fuori-porta” rispetto al corso principale della città, attrattiva anche nell’immediato percorso in arrivo dalla stazione ferroviaria.

AxChristmas”: innovativa formula di animazione cittadina che, declinando il formato di ‘ApertoXCultura’ in versione natalizia, abbiamo elementi scenografici di arredo urbano, 24 finestre luminose numerate (dal 1° al 24 dicembre), ad un ricco palinsesto di iniziative culturali, artistiche ed enogastronomiche: ogni giorno un evento, fino alla vigilia di Natale, nella fascia oraria compresa tra le 17 alle 19.

L’idea, nata dalla Confcommercio della Provincia di Alessandria, che si origina dalle tematiche della rigenerazione urbana e della valorizzazione degli spazi cittadini, è di proporre alla comunità e al pubblico che arriverà da fuori Alessandria, la possibilità di vivere la Città grazie a spettacoli teatrali, musica dal vivo, performance artistiche, eventi culturali, itinerari turistici ed iniziative enogastronomiche.

Il centro Città, il quartiere Cristo e il sobborgo di Spinetta Marengo saranno illuminati dalle 24 finestre numerate, che sveleranno, ogni giorno, un evento che si svolgerà nelle sue immediate vicinanze.

Casetta luminosa”: in collaborazione conCulturAle ASM Costruire Insieme ed ancora con Procom e Ascom, che verrà collocata ai giardini pubblici nello spazio antistante l’edicola in fondo a corso Roma, dal 6 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022, con inaugurazione del progetto il giorno 6 dicembre.

All’interno di questo suggestivo spazio, verranno organizzati da Culturale ASM Costruire Insieme alcuni pomeriggi dedicati ai bambini, richiamo ludico indispensabile al Natale per l’infanzia.

“Natale con Fondazione Uspidalet”:

Babbo Natale per un giorno: 5 dicembre 2021 in piazza Marconi ad Alessandria, “Maratona benefica dei Babbi Natale” dalle ore 15:30.

Tutti insieme con Fondazione  per donare alla terapia intensiva pediatrica il nuovo monitor emodinamico non invasivo.

Si ricorda che la Fondazione Uspidalet di Alessandria è un ente filantropico nato con lo scopo di aiutare gli ospedali della Città a realizzare progetti di ricerca medica migliorativi dei servizi sanitari offerti ai malati e alle loro famiglie, anche attraverso l’acquisto di attrezzature all’avanguardia. La manifestazione coinvolgerà la stragrande maggioranza delle Associazioni della Città.

”Natale ai Giardini”, dal 3 dicembre al 6 gennaio:

torna, per la seconda edizione, l’evento di marketing urbano e format di successo che ha esordito nel 2019.

“Officina delle Memorie”: eccezionalmente si svolgerà mercoledì 8 Dicembre nelle consuete aree di piazza Garibaldi, portici di piazza Garibaldi e Giardini della stazione e saranno presenti hobbisti e commercianti con prodotti di antiquariato, modernariato e vintage.

Mostra “Alessandria. Il Novecento”, Palazzo Monferrato (11 dicembre 2021 – 13 marzo 2022):

una grande mostra dedicata agli artisti del Novecento nati o vissuti nella nostra provincia. La mostra vuole costruire un racconto inedito di un secolo in cui si sono avvicendati nell’arco di pochi decenni nuove forme espressive e rivoluzionarie situazioni culturali, non trascurando, come dato di centrale importanza, la straordinaria stagione dell’architettura che nel XX secolo ha visto lavorare nel territorio di Alessandria personaggi come Marcello Piacentini, Piero Porcinai, Franco Petrucci, Ignazio Gardella, Paolo Portoghesi.

Non si può tacere infine di alcuni personaggi – come Lorenzo Trotti, Duilio Remondino e Aldo Coscia – che hanno punteggiato il secolo, costituendo esempi tutt’altro che trascurabili di “outsider” di inesplorata creatività, ma di fama molto circoscritta proprio per la loro personalità introversa e schiva.

Mostra “Ritorno ad Alessandria”

L’Ascensione di Francesco Crivelli (1576-1577 ca.) per l’altare maggiore di San Marco.

Alessandria, Palazzo Cuttica: 16 dicembre 2021 – 6 febbraio 2022: per la prima volta, l’esposizione al pubblico dell’Ascensione di Cristo di Francesco Crivelli, opera della seconda metà del XVI secolo apparsa come anonima sul mercato antiquario francese nel 2020, che ritorna per la prima volta dopo oltre due secoli nella Città dove fu commissionata dai Marchesi di Cassine, che la ordinarono per l’altare maggiore della chiesa domenicana di San Marco in Alessandria.

La mostra-dossier, curata da Olga Piccolo, Lorenzo Mascheretti e Roberto Livraghi, è il risultato di ricerche archivistiche e documentarie e indagini storico-artistiche che hanno permesso di ricostruire ex novo le vicende di commissione e dispersione del dipinto, realizzato attorno al 1576-1577 dal pittore di formazione lombardo-veneta Francesco Crivelli (1520-1580 ca.). Figlio di orafi e amico di intellettuali del calibro di Pietro Aretino e Ludovico Dolce, Crivelli era lodato dalle fonti cinquecentesche come abilissimo nel fare i ritratti, se ne era tuttavia persa quasi ogni traccia sino al recente ritrovamento dell’Ascensione.

Commissionata nel 1576 per celebrare, secondo l’uso del tempo – attraverso una scena di Ascensione – la gloria della famiglia (i cui componenti sono ritratti dal pittore), l’opera fu spostata nel corso dei secoli e lasciò definitivamente Alessandria intorno al 1812, senza più farvi ritorno fino ad oggi.

L’esposizione si configura come dono temporaneo alla cittadinanza e si incentra idealmente sul ritorno dell’opera di Crivelli nella Città per la quale fu pensata e in particolare nel palazzo della famiglia dei committenti, sito proprio di fronte all’antica chiesa domenicana di San Marco.

Il suggestivo allestimento dell’architetto Adolfo Carozzi all’interno del ‘Salone dei passi perduti’ o ‘Salone degli specchi’, al piano nobile del Palazzo Cuttica di Cassine, racconta la straordinaria storia dell’opera attraverso approfondimenti, supporti audio-video e pannelli testuali esplicativi, riguardanti il pittore, la sua biografia e la sua produzione; la famiglia committente e la sua storia; la provenienza dal contesto perduto dei Domenicani di San Marco; le vicende di dispersione e il fortunato recente ritrovamento.

Mostra “Vivere dell’arte e coll’arte” di Pietro Sassi:

la mostra antologica che la Città di Alessandria dedica al suo illustre concittadino Pietro Sassi (1834 – 1905).

L’esposizione, la più ampia e organica fino ad oggi dedicata a Pietro Sassi, grazie ad una accurata riscoperta di documentazioni archivistiche anche dei suoi discendenti, ripercorre le diverse fasi della vita professionale del pittore, uno dei più significativi ma ancora troppo poco conosciuti artisti piemontesi dell’Ottocento. La mostra è quindi un’occasione unica per scoprire la sua figura e l’effettiva qualità della pittura di Sassi, alessandrino di origini, romano di adozione ed europeo per formazione e ampiezza di orizzonti culturali.

Considerata la forte affluenza di pubblico, la mostra dedicata al celebre pittore paesaggista alessandrino verrà prorogata fino a domenica 9 gennaio 2022.

Un programma pensato per far vivere ai nostri cittadini e alle nostre famiglie i giorni di festa allietati da giochi di luce che si riflettono non solo sulle facciate delle Chiese storiche e sugli edifici della nostra Città, ma anche su tutti gli eventi e le iniziative di volta in volta pronti a richiamare l’attenzione del pubblico e a costituire opportunità di svago e cultura nel bel clima natalizio – commenta il Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco –. A questo proposito ricordiamo la proposta espositiva dei nostri palazzi della cultura: Palazzo Cuttica con ‘L’Ascensione’ di Francesco Crivelli, le Sale d’Arte di via Machiavelli con la mostra di ‘Pietro Sassi’, il Palazzo del Monferrato con quella ‘Alessandria.Il Novecento’. Visite di grande arricchimento e che potranno proseguire per le vie cittadine a contatto con gli spazi preposti alla convivialità e allo svago“.

“La formula di ‘Alessandria si Illumina’ torna ad accompagnare gli eventi del nostro Natale in Città – sottolinea l’Assessore al Commercio e Marketing Territoriale, Mattia Roggero –. Nuovamente suggestiva e ricca la proposta rivolta alla comunità e ai visitatori, messa a punto dall’Amministrazione Comunale di concerto con le Associazioni di Categoria e le Istituzioni Cittadine che a vario titolo hanno concorso ad alimentare il calendario delle festività. Non poteva mancare l’attenzione alle belle vetrine dei nostri esercizi commerciali, ancora una volta protagoniste del lungo periodo di festa, attraverso il rinnovato concorso ‘Natale in Vetrina’. Spettacoli, appuntamenti culturali, appuntamenti enogastronomici, momenti di svago e anche di solidarietà, ci accompagneranno a partire dai primissimi giorni di dicembre fino all’Epifania“.

“Si annuncia ottimisticamente più libero e sereno questo Natale 2021, pensato anche per accrescere la giusta aspettativa che tutti i cittadini, a ragione, hanno rispetto al periodo più suggestivo dell’anno – dichiara l’Assessore alle Manifestazione ed Eventi, Cherima Fteita –. Se il 2020 ancora ci aveva riservato una più che giustificabile allerta rispetto al trascorrere delle festività, adesso ci apprestiamo a fruire, pur consapevoli di adottare consone misure di precauzione, dei numerosi eventi previsti per caratterizzare i luoghi del Natale in Città. Dalle iniziative fissate nel Calendario dell’Avvento, ‘AXChristmas’, a quelle del Capodanno e fino all’Epifania: tutto è pronto per fare delle nostre vie, dei nostri palazzi, dei nostri giardini e di tutte le aree più frequentate, uno spazio di suggestione e di socialità“.

Eventi organizzati all’ HAPPY PARK all’interno di Palazzo Melchionni
via Migliara 17
Dal 29 Novembre al 22 Dicembre dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Apertura de “ Il Villaggio di Natale all’ Happy Park” in collaborazione con
A.s.d.Citta’Colorata, con Pingu’s English Alessandria e Amici dei Grigi .
Lunedì 29 e Martedì 30 Novembre al Villaggio di Natale Happy Park
“I Bimbi scrivono la letterina per Babbo Natale” ( prenotazione orario obbligatoria)
Dal 1/12/2021 al 7/01/2022
Mostra di Presepi Artigianali del Maestro Massimo Concialdi
Lunedì 6 Dicembre al Villaggio di Natale
Distribuzione del tipico dolcetto di San Nicola
(prenotazione obbligatoria bimbo)
Martedì 7 e Giovedì 9
Laboratorio di Natale (prenotazione bimbi)
Sabato 11 Dicembre ore 18
Concerto di Natale al Palazzo Melchionni
Lunedì 13 e Martedì 14 Dicembre
Sorpresa con Babbo Natale ( prenotazione posto Bimbo)
Martedì 21 e Mercoledì 22 Dicembre
Foto ricordo con Babbo Natale (prenotazione orario)
Altre iniziative verranno comunicate prossimamente
Si ricorda che per entrare al Villaggio Di Natale Happy Park rispettando tutte le
misure di sicurezza anti COVID è obbligatoria la prenotazione al numero 3517262414

ASTI. IL WEEK END NEL MAGICO PAESE DI NATALE ASPETTANDO SANTA CLAUS.

Aspettando Santa Claus, Babbo Natale ad Asti nel “magico Paese di Natale nelle terre Unesco” si possono visitare il centro storico e l’apertura del mercatino con le 130 casette di legno.

I turisti, gli appassionati dei mercatini di Natale possono seguire il percorso che da piazza San Secondo parte per piazza Roma lungo corso Vittorio Alfieri fino alle porte della piazza Cairoli o del Cavallo, a ridosso della casa del giovane Vittorio Alfieri.

Lungo il percorso è possibile visitare piazza San Secondo dedicata alle associazioni di volontariato e piazza Roma con l’angolo del gusto, molto apprezzato dai golosi e dai visitatori in genere.

Da Merano, in Alto Adige, “La casa della mela” presenta ad Asti i suoi Brezel, Sacher e lo Strudel di mele, specialità artigianale.

Ma qualcuno non si accontenta delle torte e tra le panche e tavoli di legno è possibile gustare la porchetta, lampredotto, hot dogs e altre specialità.

I più golosi possono apprezzare le cioccolate calde, torrone, caramelle e dolci delle feste, ma anche tisane e tè da prepararsi a casa.

La folla della prima settimana si è concentrata soprattutto nella zona di piazza Roma mentre l’ultima parte del percorso è stata penalizzata dal tempo a disposizione e dalla pigrizia dei visitatori, ma dalle casette allestite nella parte alta a ridosso di piazza Cairoli arrivano commenti positivi insieme alla speranza che il tempo non guasti la festa e i che ai visitatori venga voglia di allungare la passeggiata fino alla casa di Vittorio Alfieri.

La risposta del pubblico è stata positiva e l’iniziativa apprezzata, ma a qualcuno forse manca un pochino la location di Govone mentre lungo il percorso si incontrano bambini con lo zucchero filato, i sacchetti delle caldarroste, a ricordarci la nostra infanzia, e gli operatori a tema natalizio.

Il mercatino di Natale come ci ricordano gli operatori presenti sarà aperto sia nei giorni feriali che festivi mentre altri apriranno solo 17 giorni, nel week end e nell’intera settimana dell’Immacolata.

Le casette contrariamente a quanto si aspettava qualcuno non sono solo a tema natalizio con le decorazioni, renne di panno, presepi in bottiglia, palline e ghirlande, ma sono anche presenti le casette che espongono oggetti e idee regalo.

Asti per l’occasione ha allestito due info point, piazza Roma e piazza Marconi, davanti alla stazione, dove vengono distribuite le piantine con percorso del mercatino, orari di apertura delle casette della gastronomia, dell’artigianato e dello street food.

Altra novità della manifestazione è l’organizzazione di corse speciali Asti-Govone e viceversa, che permetterà ai visitatori di muoversi tra i due “villaggi del Natale”.

Il tragitto collega due eventi importanti: Asti, la casa del mercatino e Govone, il palcoscenico degli eventi.

La casa di Babbo Natale, la mostra sul Natale in Casa Savoia, nel castello e poi “Il Bambin Santo: la tradizione del presepe Napoletano a Casa Savoia”, l’animazione per bambini della Scuola degli Elfi, il Cooking Christmas Show con lo chef Diego Bongiovanni.

Gli Elfi di Asti accompagnano i turisti alla scoperta dei palazzi storici della città.

Asti orfana del suo palio, causa Covid, ha visto il gruppo dell’Asta sfilare nelle vie della città: chiarine, tamburini e sbandieratori per inaugurare l’accensione dell’Albero di Natale in piazza San Secondo e con loro le cheerleader Sharks Cheer, mentre in piazza Statuto è possibile continuare a pattinare. 

Servizio foto e video Giuseppe Amato/Quotidiano on line

ALESSANDRIA. DOMENICA 14 NOVEMBRE 2021 PRIMA DANCE BATTLE ORGANIZZATA DALLA DOUBLE BOUNCE FAMILY

Domenica 14 Novembre Alessandria ospita la sua prima Dance Battle organizzata dalla Double Bounce Family

ALESSANDRIA –settembre Il 14 novembre Double Bounce Family organizza la prima dance battle nella città di Alessandria: una giornata dedicata all’Hip Hop Dance con Workshop, conferenza, sfide tra ballerini e tanto divertimento, presso la sede Arcobaleno A.s.d. A.p.s. in Via Luigi Galvani, 22 nel quartiere Europa. 

Una ripartenza che promette bene per i ragazzi e le ragazze della Double Bounce Family che dal 2014 si fanno sentire in città a colpi di Hip Hop & Street Dance. Il 14 novembre organizzeranno nella loro sede, Arcobaleno A.s.d.,  una giornata dedicata a tutti gli appassionati di questa danza con ospiti provenienti da tutto il nord Italia. 

“Sarà una giornata in pieno spirito Hip Hop, l’abbiamo intitolata Beginners Edition perché vogliamo ripartire dai giovanissimi che cercano uno spazio di libera espressione, questa prima edizione di Double Bounce Battle sarà condivisione, divertimento, tanta danza e un po’ di sana competizione”.

La direttrice artistica del percorso, Mirella Oliveri, che coordina un team di insegnanti specializzati nelle diverse discipline della Street Dance, invita tutte le scuole di danza della provincia a supportare l’evento: “Ora più che mai c’è bisogno di essere uniti, solo così possiamo dare l’esempio ai giovani della nostra città.”

L’evento sarà a porte chiuse, il numero di persone sarà limitato per consentire lo svolgimento dell’iniziativa in totale sicurezza, inoltre, tutti i partecipanti dovranno essere in possesso di Green Pass. 

Tutte le informazioni e gli aggiornamenti si trovano sulla loro pagina Instagram @DoubleBounceFamAlessandria e Facebook @doublebouncefamily

[Double Bounce Family è un progetto nato all’interno della scuola di danza Arcobaleno A.s.d. A.p.s. con sede in via Luigi Galvani, 22 (AL) ideato dalla danzatrice e coreografa Mirella Oliveri con lo scopo di offrire un percorso formativo dedicato alla Street Dance a 360° gradi, attraverso corsi di approfondimento di materie come il Popping, il Breaking e l’Afrobeat molto spesso sottovalutate e non inserite nei percorsi accademici.] 

Per info 

tel.: +39 3406136076 doublebouncefamily@gmail.com   www.alessandriapilates.it

Ma l’invito è soprattutto a seguirli sui social Fb @doublebouncefamily  e DoubleBounceFamAlessandria su Instagram.

ROMA. POLIZIA DI STATO. LA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA COMPIE 30 ANNI.

Celebrati al Quirinale i 30 anni della Direzione investigativa antimafia

trentennale della dia al quirinale il capo della poliziaNell’ambito delle celebrazioni per il 30° anniversario dell’istituzione della Direzione investigativa antimafia (Dia) il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il capo della Polizia Lamberto Giannini, accompagnati dal direttore della Dia Maurizio Vallone, sono stati ricevuti questa mattina dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella (video).

Nel corso dell’evento, che si è svolto nel Salone delle feste al palazzo del Quirinale, sono stati ripercorsi i grandi successi raggiunti dalle donne e dagli uomini della Dia nel contrasto alla criminalità organizzata. L’ufficio investigativo, nato nel 1991 da un’idea di Giovanni Falcone, è oggi una tra le più importanti articolazioni del Dipartimento della Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno.

trentennale della dia al quirinale il ministro dell'internoLa cerimonia è stata aperta dall’intervento del direttore della Dia Vallone, il quale ha evidenziato che: “Oggi le mafie utilizzano di meno le armi e gli esplosivi e preferiscono immettere i loro capitali nei circuiti finanziari sia illeciti sia legali. Negli ultimi anni a fronte di una forte riduzione degli omicidi di mafia si sono moltiplicati i reati di riciclaggio di turbativa delle aste. Da qui il nostro risoluto impegno di una instancabile e incessante attività di contrasto a tutte le mafie per consentire uno sviluppo economico e sociale del nostro Paese”.

Il capo della Polizia Giannini, ha invece sottolineato come “Con la nascita della Direzione investigativa antimafia ha trovato autorevole legittimazione quel moderno metodo d’indagine, che è ancora oggi punto di riferimento dell’azione investigativa nel contrasto al crimine organizzato. Da quell’esperienza, da quella visione, è nato un metodo di lavoro unico, che ha posto la conoscenza dei fenomeni mafiosi come fondamenta su cui costruire l’intera architettura antimafia. Uno sforzo che si declina in un costante e categorico impegno per aggredire la dimensione patrimoniale del crimine organizzato”.

trentennale della dia al quirinale capo della polizia e presidente della repubblicaIl ministro dell’Interno Lamorgese ha invece ricordato come la nascita della Dia sia il frutto di una visione lungimirante di Giovanni Falcone, che aveva intuito la dimensione globale delle mafie, che vanno contrastate attraverso la collaborazione delle strutture investigative. Poi il Ministro ha sottolineato il fatto che la Dia ha incarnato da sempre un modello virtuoso di cooperazione e collaborazione proponendosi come unicum nell’azione di contrasto dello Stato alla criminalità organizzata e che, ancora oggi, l’azione della Dia fa da scudo ai rischi di infiltrazione nell’economia legale da parte delle mafie. Infine il ministro dell’Interno ha ricordato come il lavoro delle donne e degli uomini della Direzione investigativa antimafia abbia servito il Paese e lo servirà per renderlo più libero e più forte.

A chiusura dell’evento, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto dal capo della Polizia Lamberto Giannini un dono celebrativo del trentennale.

Questa sera, in prima serata su Rai Tre, andrà in onda il non fiction film “Dia 1991 – Parlare poco apparire mai”, prodotto dalla Rai e presentato lo scorso 27 ottobre, in anteprima, durante un evento presso il Cinema teatro Moderno a Roma.

In occasione del trentennale la Dia ha realizzato uno spot istituzionale dal titolo “IO SONO NO MAFIA” che trasmette idealmente alle nuove generazioni, un messaggio di educazione alla legalità e alla cultura antimafia. (fonte Polizia di Stato).

OTTIGLIO(AL). TORNA, DOPO 50 ANNI, LA FIERA BOVINA DI SANT’EUSEBIO A OTTIGLIO.

Dopo cinquant’anni domenica 10 ottobre ritorna la Fiera Bovina di Sant’Eusebio a Ottiglio 

Ottiglio (AL), 5.10.2021 - Dopo cinquant’anni, domenica 10 ottobre ritorna la storica ”Fiera Bovina di Sant’Eusebio” a Ottiglio. L’appuntamento, che si svolgerà nell’area espositiva di via Mazza, ha origini lontane. Nasce alla fine del 1800 e prosegue fino agli anni ’70; ha animato il territorio con espositori e visitatori da tutto il Piemonte e da altre regioni italiane. Molto sentita dalla cittadinanza ottigliese, la Fiera si svolgeva storicamente tutti gli anni nel mese di agosto, in coincidenza con la festa patronale di “Sant’Eusebio”.  

La manifestazione, aperta a tutti, vede gli animali come veri protagonisti.   

La Fiera Bovina di Ottiglio è molto più di un momento d’incontro tra allevatori e compratori: è un’occasione per la cittadinanza di riscoprire e valorizzare un patrimonio culturale ricchissimo.    

L’allevamento di bovini di razza piemontese, uno dei fiori all’occhiello del territorio, rappresenta un altissimo esempio di quel Made in Italy in cui l’innovazione tecnologica ha valorizzato una tradizione secolare di assoluta eccellenza. L’allevamento rappresenta, ancora oggi, un vero e proprio patrimonio culturale locale che mette al centro il benessere degli animali, la loro cura e quella del loro ambiente. Questo si traduce in carni con caratteristiche eccezionali, apprezzate in tutto il mondo.   

La carne piemontese, di altissima qualità e con caratteristiche organolettiche uniche, è tra le più pregiate del mondo. A Ottiglio sono attualmente allevati più di 450 bovini di Razza Piemontese ad alta genealogia. La Fiera, che vuol essere un omaggio agli allevatori del paese e di tutto il Monferrato, mette al centro la Razza Piemontese, orgoglio  del territorio, in un contesto paesaggistico bellissimo.   

Durante la giornata si terrà la cerimonia di premiazione per riconoscere le eccellenze ed il duro lavoro degli allevatori che, con grande impegno, tengono accesa una tradizione secolare. La giuria sarà composta da esperti del settore: medici veterinari, macellai, allevatori. Per poter partecipare gli allevatori dovranno garantire l’assoluto rispetto del benessere dell’animale in allevamento, durante il trasporto e in fiera.  

Per i visitatori la Fiera Bovina di Ottiglio sarà un’occasione unica per trascorrere una giornata diversa tra le colline patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, dove scoprire la Razza Piemontese ed il suo allevamento basato sulla cura dei capi, assaggiare specialità locali, ed esplorare un territorio ben preservato, in cui uomo e natura convivono in equilibrio.   

In occasione della Fiera, la Pro Loco di Ottiglio offrirà un punto di ristoro con menù tipico monferrino, tra cui spicca il bollito misto di Razza Piemontese.  

Durante tutta la giornata saranno allestiti un mercatino dei prodotti del territorio ed un’esposizione di trattori e attrezzature agricole storiche.  In orario 10 – 12 e 15 – 17 si potranno visitare gli Infernot privati e la Chiesa di San Germano. 

  

Programma della giornata:   

·        6,30/9 arrivo animali;  

·        8:30 apertura al pubblico; 

·        9.30/11 valutazione degli animali da parte della commissione ; 

·        11.30 premiazione;  

·        12.30 bollito misto presso lo stand della Pro Loco (per prenotare, contattare Martina Vergnasco al numero 347 291 5628).  

  

Tutte le attività si svolgeranno secondo le disposizioni per la prevenzione del Covid-19. Ai visitatori è richiesto il Green Pass per accedere all’area della fiera.   

Informazioni utili e aggiornamenti saranno pubblicati sulla pagina Facebook del Comune di Ottiglio a questo link: https://www.facebook.com/comune.ottiglio    

Informazioni su Ottiglio  

Il territorio ottigliese offre ai visitatori molte opportunità. Ottiglio è situato a mezz’ora da Asti, meno di un’ora d’auto da Torino, un’ora e trenta minuti da Milano e Genova, in un contesto naturale eccezionale. È un’ottima destinazione per week-end e periodi di vacanza nella natura, che consente di conoscere e apprezzare un meraviglioso territorio  con  paesaggi straordinari tra le colline riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, e un ricchissimo patrimonio culturale basato su un equilibrio millenario tra uomo e ambiente. A Ottiglio si possono ritrovare i ritmi delle stagioni e un paese che risale al Medioevo, di cui rimangono a testimonianza le chiese romaniche che punteggiano il territorio e le case con la caratteristica pietra di cantone. La prossima copertura della banda larga rende Ottiglio una meta ideale anche per i nomadi digitali. Sono disponibili soluzioni abitative a costi accessibili e agevolazioni regionali per i nuovi residenti.  

  

Informazioni per la stampa   

  

Skippers Project – Senior Communication Consultants  

Manuela Gallocchio 

Email  info@skippersproject.com 

Tel. +39 329 821 7366

ALESSANDRIA. STRALESSANDRIA E INAUGURAZIONE MOSTRA FOTOGRAFICA

Inaugurazione Mostra Fotografica “Il saper fare degli Alessandrini nel Mondo”

Nell’ambito della STRALESSANDRIA 2021

Giovedì 23 settembre alle ore 17,30, nel piazzale antistante la Biblioteca Civica “Francesca Calvo”, in P.zza Vittorio Veneto 1,  avrà luogo la cerimonia di inaugurazione della Mostra Fotografica, realizzata nell’ambito dell’annuale edizione della Stralessandria , intitolata “Il saper fare degli Alessandrini nel Mondo”. Dopo il saluto delle autorità e degli organizzatori, a piccoli gruppi gli spettatori potranno assistere all’esposizione, allestita nell’ottagono al piano terra della Biblioteca.

Per la visita alla mostra nelle giornate successive all’inaugurazione, si potranno prenotare anche gruppi e scuole contattando il  numero 3206173150.

Quanto all’utenza libera, e senza prenotazione, con ingresso di massimo 5 persone per volta , avverrà durante gli orari di apertura al pubblico della Biblioteca, dal lunedì al venerdì dalle 8,30-13,00.

L’ingresso è consentito esclusivamente con green pass e nel rispetto delle norme anti Covid in vigore. La mostra resterà aperta fino al 30 ottobre.

La StrAlessandria è nata come gara solidale a sostegno di progetti di cooperazione internazionale.
Lo ha sempre fatto con una filosofia partecipativa da parte della nostra comunità rivolta ad altre
comunità nel mondo. Ha messo in pratica la libertà di donare a partire dalle competenze espresse
dal territorio, dagli enti pubblici e privati, dai tecnici qualificati ai semplici cittadini. E’ una storia
lunga trent’anni, ma con radici ancora più lontane nel tempo. Quello che la StrAlessandria fa
conoscere è però soltanto la punta dell’iceberg. Le esperienze di cooperazione internazionale delle
città dell’alessandrino verso i paesi meno fortunati del mondo sono ampie, complesse, durature,
stabili. Non vi è nulla di occasionale e lo dimostrano i risultati che non offrono un contesto chiuso,
ma in divenire e in crescita sia per quantità che per qualità. Le immagini provengono
principalmente dal lavoro di alcune associazioni del nostro territorio: ICS Ets, Assefa AL,
L’Abbraccio, PassoDopoPasso. Esse offrono al nostro sguardo testimonianze di incontri tra
persone, il loro saper fare insieme: le presenze di tipo medico specialistico rivolte in particolare
all’infanzia, alle donne, alla salute perinatale; gli interventi nel campo dell’istruzione con la
costruzione e l’arredo di scuole di base e aiuto alla docenza; gli aiuti e gli scambi in campo
sportivo; i progetti nella gestione delle risorse idriche, con costruzione di acquedotti, barrage, reti
distributive, costruzione di pozzi familiari e di villaggio; i progetti agricoli per il miglioramento
dell’irrigazione e del drenaggio, la dotazione di motopompe, lo stoccaggio in silos, la selezione e la
protezione delle sementi, la messa a coltivo di nuove essenze; l’appoggio alle comunità e alle
famiglie attraverso l’adozione a distanza e il microcredito. Cambogia, Mozambico, India, Nepal,
Tanzania le aree maggiormente segnalate, non in modo documentaristico, bensì cercando scatti
fotografici capaci di rappresentare vitalità diverse.
In occasione della sua venticinquesima edizione la StrAlessandria organizza questo evento
espositivo con l’obiettivo di far conoscere agli alessandrini quel che essi stessi fanno da decenni
nel mondo sulla base di una saper fare condiviso. L’esposizione sarà in particolare rivolta alle
scuole, disponibile per incontri e dialoghi.

ALESSANDRIA. ALECOMICS 2021, I COSTUMI, I VOLTI E I PROTAGONISTI.

I volti, i costumi e i protagonisti della prima giornata dedicata ai protagonisti dei fumetti nella galleria fotografica realizzata da Giuseppe Amato e Andrea Amato/PhotoAgency.

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

I costumi e le armature degli eroi dei fumetti realizzate dagli stessi protagonisti.

Realizzati con la cartapesta, i tessuti e la plastica.

La giornata conclusiva della manifestazione è dedicata agli spettacoli, alla gara cosplay organizzata falla Cospa family e al Karaoche dei rami più famosi dei fumetti

Continua a leggere “ALESSANDRIA. ALECOMICS 2021, I COSTUMI, I VOLTI E I PROTAGONISTI.”
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: