Categoria: CULTURA

ALESSANDRIA. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI TEMPLARI, LA LEGGENDA DEI FRATI-CAVALIERI DEL MEDIOEVO.

Storici e cantanti, scrittori e paleografi, attori e archivisti, narratori e musicisti raccontano
la storia, il mistero e la leggenda dei famosi frati-cavalieri del Medioevo,
ancora presenti nel nostro immaginario collettivo

Come un tema storico può contribuire a rafforzare l’identità di una comunità locale valorizzandone al contempo il potere attrattivo nei confronti di un pubblico di area vasta e con proposte artistico-culturali di qualità e rilievo internazionale?
Questi i presupposti alla base della scelta dell’Amministrazione Comunale di Alessandria di accogliere e sostenere convintamente la proposta pervenuta da Simonetta Cerrini e Gian Piero Alloisio di A.T.I.D. per promuovere la prima edizione del Festival Internazionale dei Templari in programma dal 26 al 29 agosto.
L’evento – che si avvale anche del coinvolgimento, tra i Soggetti sostenitori, di Regione Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Gruppo Amag, Fondazione Slala, ASM Costruire Insieme-CulturAle nonché del patrocinio dell’UPO-Università del Piemonte Orientale – nasce da un’idea di Simonetta Cerrini, storica e saggista, e di Gian Piero Alloisio, drammaturgo e cantautore.
E proprio dalla sensibilità e dalle competenze dei due ideatori emerge una seconda peculiarità di questo Festival, che annovera la presenza di un numero considerevole di prestigiosi relatori e interpreti.
L’obiettivo è infatti quello di riunire ad Alessandria due mondi: quello degli storici e quello degli artisti, per raccontare – con quattro incontri-spettacolo serali oltre a tre lezioni pomeridiane – la “vera” storia dei Templari che si rivelerà altrettanto sorprendente della loro “leggenda” e che ancora oggi affascina milioni di persone in tutto il mondo.
Con la conferenza stampa odierna, nella suggestiva Sala Convegni di Palazzo Cuttica di Alessandria (una delle sedi in cui si articola il Festival), sono gli interventi in programma del Sindaco della Città, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, dell’Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi di Alessandria, Cherima Fteita, dell’Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, Vittoria Poggio, nonché della Ideatrice e Direttore scientifico del Festival, Simonetta Cerrini e del Direttore artistico e Presidente di A.T.I.D., Gian Piero Alloisio a mettere in luce gli elementi distintivi di questo evento che ha concretamente tutti i requisiti per essere annoverato tra le proposte culturali di prim’ordine che la Città offre all’attenzione nazionale e internazionale.

  1. La declinazione del Festival
    I quattro INCONTRI-SPETTACOLO serali si svolgeranno nei giorni giovedì 26, venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 agosto ad Alessandria, in Piazza Santa Maria di Castello, a partire dalle ore 21.15.
    Sul palco della splendida cornice di questa storica Piazza cittadina, fra i relatori, sono previsti gli interventi degli storici Michel Balard (Università di Parigi I, Panthéon-Sorbonne), Philippe Josserand (Università di Nantes), Julien Théry (Università di Lione II) e Simonetta Cerrini, oltre agli artisti Massimo Bagliani, Emanuele Dabbono, Elisabetta Gagliardi e Gian Piero Alloisio.
    Inoltre, per approfondire in modo specifico i temi dell’arte medievale ad Alessandria e della presenza dei Templari in Piemonte, il pubblico potrà apprezzare gli interventi del Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco (quale esperto di storia dell’arte), di frate Luca Pier Giorgio Isella e della giovane studiosa alessandrina Giulia Quarantini. Gli storici Alessandro Barbero e Franco Cardini hanno inoltre dedicato al Festival alcune video-interviste in esclusiva.
    Relativamente alle tre LEZIONI POMERIDIANE caratterizzanti il Festival, queste si svolgeranno, sempre ad Alessandria, nella Sala Convegni del Museo Civico di Palazzo Cuttica a partire dalle ore 17.30 e saranno articolate secondo il seguente programma:
    ⦁ venerdì 27 – Michel Balard: lectio magistralis su L’espansione dei Genovesi nel Mediterraneo
    ⦁ sabato 28 – Simonetta Cerrini, Philippe Josserand e Julien Théry: Dialoghi templari
    ⦁ domenica 29 agosto: Video-conferenze di Alessandro Barbero e Franco Cardini presentate da Simonetta Cerrini
  2. La storia dei Templari…
    I Templari nacquero a Gerusalemme nel 1120 su iniziativa di un gruppo di cavalieri provenienti da varie regioni d’Europa.
    In quell’anno infatti il re di Gerusalemme Baldovino II concesse la propria residenza, conosciuta con il nome di Tempio di Salomone, a quella giovane comunità di cavalieri che intraprese una via nuova alla santità, fatta di preghiera, di assistenza e di difesa dei poveri, e del lavoro delle armi.
    L’esperimento templare durò meno di due secoli: nel 1307, il re di Francia Filippo il Bello diede il via al primo processo politico della Storia, il processo contro i Templari.
    Esteso a tutta la cristianità da papa Clemente V, dopo centinaia di morti sul rogo e a seguito delle torture, il processo fu interrotto nel 1312 dalla decisione del papa di abolire il Tempio, ma la sua fine simbolica è legata alla morte sul rogo di Jacques de Molay, l’ultimo gran maestro, l’11 marzo del 1314: da quel rogo nacque la loro sfolgorante leggenda.
  3. …e la leggenda dei Templari
    Ne scrivono Dante e Boccaccio, ma lungo i secoli la leggenda dei Templari si è ampliata a dismisura.
    Nella penna di pensatori e filosofi, polemisti e politici, romanzieri e poeti, i Templari sono stati descritti come maghi, fervidi adoratori di idoli, avrebbero ordito o sventato complotti per la gestione dell’Ordine mondiale, sarebbero stati i migliori amici o i più feroci nemici dell’islam, avrebbero accumulato un enorme tesoro, ancora da scoprire, sarebbero stati i custodi del Santo Graal, dell’Arca dell’Alleanza che avrebbero trovato nei sotterranei del Tempio di Salomone e, naturalmente, avrebbero scoperto l’America prima di Colombo!
    Da Cornelio Agrippa a Walter Scott, dalla massoneria a Napoleone, da Lessing al Codice Da Vinci di Dan Brown, al Pendolo di Foucault di Umberto Eco, dai cavalieri Jedi di Star Wars ai guardiani del Graal di Indiana Jones e l’ultima crociata, dai fumetti al grande successo del videogioco Assassin’s Creed, i Templari sono divenuti una grande icona pop.
  4. Alessandria, il Piemonte e i Templari
    Numerose furono le fondazioni del Tempio in Piemonte e anche Alessandria ospitava una “domus” templare, con l’annessa chiesa di Santa Margherita.
    Citata per la prima volta in un documento del 1268, la domus era ubicata nel quartiere Bergoglio, raso al suolo nel XVIII secolo per fare spazio alla Cittadella.
    Dopo il 1312, a seguito della soppressione del’Ordine del Tempio, la chiesa di Santa Margherita (o “Margaritota”) passerà agli Ospitalieri (oggi Ordine di Malta).
    Si conoscono anche i nomi di alcuni Templari alessandrini. Oltre a Manfredi – Maestro della domus di Alessandria, che partecipò ai capitoli provinciali di Piacenza nel 1268 e nel 1271 – si è storicamente a conoscenza di altri sette Templari provenienti da Alessandria: frate Giovanni, frate Guglielmo, frate Giacomino, frate Rufino, frate Gerardo Acquarelli, frate Busco, frate Guglielmo Rubeo.
    Infine, si sa che al tempo del processo, l’inquisitore Filippo de Cumis fece alcuni arresti proprio ad Alessandria.
  5. L’interesse del territorio alessandrino ai temi storico-medievali
    La proposta del Festival Internazionale dei Templari ad Alessandria alla fine del mese di agosto 2021 rappresenta di per sé un evento di alto profilo in cui cultura, arte, qualità delle conferenze-spettacolo e prestigio delle “lezioni pomeridiane” creano un unicum che sta già facendo registrare interesse da parte di molte persone che, tramite i canali social dedicati (il Festival è su FB e Instagram. @festivaldeitemplari), hanno iniziato a interagire circa la declinazione degli eventi.
    Va peraltro sottolineato come la terra alessandrina abbia consolidato nel tempo una oggettiva vivacità di proposte relative ai temi medievali e alla possibilità di avvicinare anche il grande pubblico a questo affascinante periodo storico, mediante non solo convegni e conferenze, ma anche rievocazioni storiche e feste tematiche di particolare prestigio. A questo riguardo, pur nella distintiva specificità dei contenuti, merita di essere richiamata la Festa Medievale di Cassine (AL): una importante manifestazione ideata da Arca Grup Cassine ODV (arcagrup@tin.it – http://www.facebook.com/festamedioevalecassine) in programma sabato 4 settembre 2021, l’unica rievocazione storica Piemontese ad essere riconosciuta e patrocinata del Ministero della Cultura nel 2021.
    Il Festival Internazionale dei Templari e la Festa Medievale di Cassine (quest’ultima si avvale anche del patrocinio della Città di Alessandria) condividono infatti gli stessi intenti di cultura e conoscenza, creando un ideale percorso che dall’approfondimento della storia conduce alla rievocazione storica. Un percorso che punta a un modo di fare cultura che si sposi efficacemente con l’intrattenimento e il divertimento proposto a un pubblico differenziato quanto vasto, attratto da una riproposizione del medio evo che – grazie al coinvolgimento di autorevoli gruppi storici e reenactors provenienti da molte Regioni – risulti autentica e corretta nella presentazione di modi, gesti, abiti, armi e armature… insomma di vera vita quotidiana del XIII, XIV e XV secolo.
    Quale ulteriore “collegamento ideale” tra Alessandria e Cassine in questo ambito si segnala infine che in uno dei momenti più caratterizzanti della Festa Medievale – la “Verbal Tenzone” prevista nel tardo pomeriggio all’interno della chiesa monumentale intitolata a San Francesco, prima dello spettacolo conclusivo serale – la professoressa Simonetta Cerrini sarà una delle relatrici chiamate a confrontarsi con gli altri oratori invitati in una proposta di altissimo livello culturale.

Per la prima edizione del Festival Internazionale dei Templari di Alessandria, i promotori si avvalgono della collaborazione di numerose realtà alessandrine tra cui i seguenti Soggetti: Il Chiostro Hostel & Hotel, Comunità di San Benedetto al Porto, ROXY45, Orto Zero, Circolo Marchesi del Monferrato, Parrocchia di Santa Maria di Castello, Il Libraccio, Lab121, Associazione Cultura e Sviluppo.

Info:
⦁ Il Festival internazionale dei Templari è anche su FB e Instagram. @festivaldeitemplari
⦁ Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria al seguente indirizzo email: serviziomusei@asmcostruireinsieme.it
⦁ Si entra con Green Pass nel rispetto delle vigenti norme anti-Covid.

IL PROGRAMMA DI DETTAGLIO

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI TEMPLARI

Prima Edizione
Alessandria, 26-29 agosto 2021

La parte artistica, coordinata da Gian Piero Alloisio, svilupperà alcuni dei temi trattati negli incontri utilizzando canzoni, monologhi, video, brani strumentali e poesie.
Introdotta da Simonetta Cerrini, ogni incontro- spettacolo avrà come ospiti relatori di chiara fama, storici esperti della storia locale e attori e cantanti professionisti.

Giovedì 26 agosto

ore 21.15 – Piazza Santa Maria di Castello, Alessandria
Conferenza-spettacolo La rivoluzione dei Templari
Cavalieri, monaci, maghi… chi erano veramente i Templari? Quali erano i loro simboli? Cosa prescriveva la loro straordinaria regola? In cosa consiste il loro paradosso di essere religiosi e al tempo stesso soldati?

Venerdì 27 agosto

ore 17.30 – Sala Convegni di Palazzo Cuttica, via Parma 1, Alessandria
Incontro con Michel Balard: Lectio magistralis su L’espansione dei Genovesi nel Mediterraneo

ore 21.15 – Piazza Santa Maria di Castello, Alessandria
Conferenza-spettacolo Il complotto
Chi è il Nemico per i Templari? Quale fu il loro rapporto con l’islam? Perché il re di Francia Filippo il Bello cospirò contro i Templari?

Sabato 28 agosto
ore 17.30 – Sala Convegni di Palazzo Cuttica, via Parma 1, Alessandria
Incontro con Simonetta Cerrini, Philippe Josserand e Julien Théry, Dialoghi Templari

ore 21.15 – Piazza Santa Maria di Castello, Alessandria
Conferenza-spettacolo Noi che semper naveghemmo
Come si concilia la ricchezza dei Templari con la loro scelta di povertà? I Templari furono anche lavoratori. Come gestivano la loro economia? Inventarono davvero l’assegno al portatore?

Domenica 29 agosto
ore 17.30 – Sala Convegni di Palazzo Cuttica, via Parma 1, Alessandria
Due video-interviste sui Templari di Alessandro Barbero e Franco Cardini, presentate da Simonetta Cerrini

ore 21.15 – Piazza Santa Maria di Castello, Alessandria
Conferenza-spettacolo Al rogo!
Quale fu la vera storia del processo ai Templari? Chi era l’ultimo gran maestro del Tempio, Jacques de Molay? Come si sviluppò la loro leggenda?

I RELATORI E GLI ARTISTI COINVOLTI

Gian Piero Alloisio
Cantautore e drammaturgo, ha scritto per Francesco Guccini, Gaber-Jannacci, Eugenio Finardi, Gianni Morandi, Fondazione Fabrizio De André, Arturo Brachetti, Ombretta Colli, Geppy Gleijeses, Giuseppe Cederna e la Compagnia del Teatro della Tosse. Come cantautore ha inciso 9 album e alcuni singoli.
Nel 2017 ha pubblicato per Utet il libro Il mio amico Giorgio Gaber.
È autore del dramma storico I Templari, ultimo atto, interpretato da Paolo Graziosi e trasmesso dalla RAI.

Massimo Bagliani
Attore diplomato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano, è Direttore Artistico del Teatro Alessandrino.
Ha recitato nelle Compagnie di Vittorio Gassman, Gino Bramieri, Gigi Proietti, Ugo Pagliai, Renzo Montagnani.
Ha scritto testi teatrali con Enrico Vaime.

Michel Balard
Professore emerito di Storia medievale all’Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne, Presidente onorario della Société d’études sur les Croisades et l’Orient latin, cavaliere della Légion d’Honneur, ha scritto e curato più di 40 opere su Genova, il Mediterraneo e le crociate.

Simonetta Cerrini
Laureata all’Università Cattolica di Milano, Dottore dell’Université de Paris IV – Sorbonne, ha scritto una trilogia sui Templari tradotta in varie lingue (La Rivoluzione dei Templari, L’Apocalisse dei Templari e La Passione dei Templari) e, con Franco Cardini (Storia dei Templari in otto oggetti).
È inoltre co-autrice del documentario La véritable histoire des Templiers (RMC Production) tradotto in italiano per RAI Storia (a.C.d.C. presentato da Alessandro Barbero).

Gianfranco Cuttica di Revigliasco
Sindaco della Città di Alessandria, professore di Storia dell’arte, critico dell’arte e saggista.

Emanuele Dabbono
Autore in esclusiva per Tiziano Ferro, ha scritto varie hit, fra cui Incanto, Il conforto e Valore assoluto. Come cantautore, ha pubblicato 5 album e un singolo.

Elisabetta Gagliardi
Diplomata al Conservatorio Vivaldi di Alessandria, nel 2014 ha partecipato a The Voice of Italy (RAI) nella squadra di Piero Pelù, ha vinto come cantautrice il Festival della canzone italiana a New York; attualmente insegna al conservatorio Verdi di Milano, dove si è laureata in Canto pop rock.

Luca Pier Giorgio Isella
Frate cappuccino, autore di saggi di storia, arte e archeologia piemontese, ha seguito i restauri del Monte dei Cappuccini a Torino.

Philippe Josserand
Maître de conférences all’Université de Nantes, con il suo ultimo libro dedicato a Jacques de Molay ha vinto il Prix d’histoire Daniel Ligou ed è stato eletto all’Académie littéraire de Bretagne et des Pays de la Loire.

Giulia Quarantini
Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera, con il suo sito web “Medioevo in Alessandria” ha ricevuto il Premio Italia Medievale.

Julien Théry
Archivista-paleografo, è professore di Storia medievale all’Université Lumière Lyon 2.
Dirigente della web TV Le Média, esperto del rapporto tra religione e politica, ha fornito una nuova interpretazione del processo ai Templari.

I “Templari” ancora oggi, a più di sette secoli dalla loro scomparsa, sono evocati da film, videogiochi, romanzi e sono uno dei cuori pulsanti del revival del Medioevo. Tuttavia, malgrado il loro successo, restano ancora degli sconosciuti. L’obiettivo di questo Festival è quello di far conoscere a un largo pubblico la novità sorprendente che rappresentarono i frati cavalieri del Tempio per la società dell’epoca, che cosa pensassero della ricchezza, quali fossero i loro rapporti con l’Islam, perché il re di Francia li volle distruggere. Insieme con Gian Piero Alloisio, abbiamo pensato a una formula che unisse l’apporto degli storici a quello degli artisti.
E così, durante le quattro conferenze-spettacolo serali presenterò le brevi relazioni, in italiano, degli storici Michel Balard (Professore emerito dell’Università Panthéon-Sorbona, Parigi), Julien Théry (Università di Lione) e Philippe Josserand (Università di Nantes) che si alterneranno alla parte artistica, ai video-interventi degli storici Alessandro Barbero (Professore ordinario all’Università del Piemonte Orientale) e Franco Cardini (Professore emerito a IISU-Scuola Normale Superiore) e agli interventi legati al territorio (l’arte medievale ad Alessandria e i Templari in Piemonte) affidati al professor Gianfranco Cuttica di Revigliasco, a frate Luca Pier Giorgio Isella, e alla giovane studiosa alessandrina Giulia Quarantini.
Agli studiosi e agli appassionati di storia medievale sono dedicati i tre incontri pomeridiani.
Simonetta Cerrini
Direttrice scientifica del Festival

La parte artistica del Festival internazionale dei Templari è completamente al servizio della parte scientifica, curata da Simonetta Cerrini. In particolare, i brani teatrali, tratti dal mio spettacolo “I Templari ultimo atto” (RAI2), sono complementari alla parte storica: vedremo quindi sul palcoscenico, interpretati da Massimo Bagliani, Filippo il Bello, persecutore dei Templari, Jacques de Molay, ultimo gran maestro bruciato sul rogo, san Bernardo di Clairvaux, protettore dell’Ordine, e il ministro Nogaret protagonista del famoso “schiaffo di Anagni”. Una parte importante è affidata alle letture tratte da documenti dell’epoca, come la Regola dei Templari, il De casibus di Giovanni Boccaccio, la cronaca del Templare di Tiro e non solo. La parte musicale invece non ha nessuna funzione didascalica: pesca nella contemporaneità, nella canzone d’autore, nella canzone pop, nella canzone teatrale. I brani dal sapore più marcatamente esoterico sono affidati alla voce di Elisabetta Gagliardi, mentre Emanuele Dabbono e io stesso eseguiremo brani che abbiamo scritto per interpreti molto noti, come Tiziano Ferro, Francesco Guccini, Gianni Morandi. La funzione della musica è evocativa e ha un collegamento emotivo con i temi trattati dai relatori.
Gian Piero Alloisio
Direttore artistico del Festival

ALESSANDRIA. DISPOSIZIONI DEL GOVERNO PER L’ACCESSO AI LUOGHI DI CULTURA.

COMUNICATO STAMPA

DISPOSIZIONI DEL GOVERNO DAL 6 AGOSTO 2021

PER TUTTI I LUOGHI DI CULTURA

In ottemperanza alle disposizioni governative previste per tutti i luoghi di cultura italiani (D.L. 23 luglio 2021 n. 105), dal 6 agosto 2021 è richiesta la Certificazione Verde (Green Pass) per accedere alla Biblioteca civica di Alessandria, corredata da un documento di identità valido.

 Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con una certificazione medica specifica.

In mancanza di Green Pass e di un documento valido non sarà possibile accedere alla Biblioteca civica.

Continuerà ad essere attivo ilservizio di richieste prestito di libri con prenotazione telefonica o via mail, per il semplice ritiro di tali richieste che verrà effettuato all’ingresso della Biblioteca, non sarà necessario esibire la certificazione.

La restituzione dei volumi continuerà ad essere effettuata esclusivamente servendosi dell’apposito box  situato all’esterno della Biblioteca.

La Certificazione verde COVID-19 – EU digital COVID è una certificazione digitale, stampabile anche in formato cartaceo, che contiene un codice a barre o QR Code e un sigillo elettronico qualificato, che ne certifica l’autenticità e che viene emessa esclusivamente attraverso la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La Certificazione è messa a disposizione gratuitamente e attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene emessa sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale),
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore,
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Per maggiori informazioni: www.dgc.gov.it .

Per ognuna di queste condizioni è necessario comunque ottenere la certificazione Green Pass da mostrare all’ingresso.

Rimangono in vigore le prescrizioni di sicurezza anti-Covid: è obbligatorio indossare la mascherina e all’ingresso è necessaria la misurazione della temperatura; lungo il percorso sono disponibili dispenser di gel igienizzante, mentre le sale hanno una capienza contingentata nel rispetto della distanza fisica prevista per la sicurezza degli utenti.

Il personale della Biblioteca è tenuto a verificare, tramite il QR CODE presente sulla certificazione verde, la validità del green pass, nonché il nome, il cognome e la data di nascita dell’intestatario. Nessun altro dato personale contenuto nel certificato sarà visibile dal personale. I certificati potranno essere esibiti anche in versione cartacea e potrà essere richiesto agli utenti di esibire un documento di identità per verificare la corrispondenza dei dati anagrafici.

La Biblioteca civica è aperta da  lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.00.
L’accesso è consentito ad un massimo di due persone alla volta e  limitato alla Sala Blu dove si potranno visionare e prendere in prestito le novità in esposizione. I libri non direttamente accessibili potranno essere richiesti ai bibliotecari; sono temporaneamente esclusi dal prestito i documenti multimediali.

Negli stessi orari sarà  possibile  la fruizione delle Sale Blu come sale studio, solo su prenotazione e  fino ad esaurimento dei  posti, per limitare  il numero delle persone presenti contemporaneamente negli spazi della Biblioteca. Si potrà inoltre, sempre su prenotazione, accedere alla Sala Studi Locali.


Per prenotazioni, iscrizione al prestito, ricerche bibliografiche o informazioni:

mail : serviziobiblioteca@asmcostruireinsieme.it

Tel. 0131 515917

MILANO. POLIZIA DI STATO. DETENZIONE DI MATERIALE PEDOPORNOGRAFICO, INDAGATE SETTE PERSONE.

Pedopornografia: indagate sette persone

Gli agenti della Polizia postale hanno arrestato quattro persone e altre tre sono state denunciate per detenzione di un’ingente quantità di materiale pornografico realizzato attraverso lo sfruttamento di minorenni.

operazione

L’operazione è stata condotta dalla Polizia postale e delle comunicazioni di Milano.

L’attività investigativa, coordinata dal Servizio Polizia postale e delle comunicazioni di Roma (Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia Online), è partita dall’analisi del materiale informatico sequestrato nell’ambito di un’indagine condotta nei mesi scorsi dalla Polizia postale meneghina.

I poliziotti hanno scoperto un’intensa attività di scambio di video e foto raffiguranti bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni, in alcuni casi anche neonati, coinvolti in atti sessuali con adulti, con altri minori e, talvolta, anche con animali.

Il materiale diffuso online attraverso le più note app di messaggistica istantanea.

La collaborazione internazionale degli organi investigativi stranieri ha permesso ai poliziotti di identificare gli indagati sebbene gli stessi avessero adottato ogni precauzione tecnica per non farsi scoprire.

Tra loro figurano persone di estrazione sociale molto diverse: si va dallo uno studente appena maggiorenne al distinto sessantenne impiegato in una nota società di telecomunicazioni.

Gli approfondimenti tecnici specialistici svolti sul posto ha fatto emergere che uno degli arrestati aveva realizzato e condiviso in rete dei video ritraenti abusi sessuali nei confronti di una sua giovane sorella, peraltro affetta da grave disabilità.

Le perquisizioni personali, locali e sui sistemi informatici, hanno portato al sequestro di telefonini, tablet, hard disk, pendrive, computer e account di email, spazi cloud e profili social sui quali è stato trovato un rilevante quantitativo di materiale pedopornografico.

ALESSANDRIA. DIFFONDI IL LIBRO: LE PROPOSTE DI LETTURE DEL MESE.

Questo mese in proposta:

http://www.diffondilibro.it/

Mainardi – Il racconto di un sogno

Caterina Edwards – Riscoprendo mia madre

Alfredo Annicchiarico – Non sono io tutto

Juls Way – Lo pseudonimo

Camilla Ugolini Mecca – Il destino dell’onda

Elena Puglisi – Liberland e il fantastico mondo dei libri

Luciano Natali – Dalla strada alla terra

Il racconto di un sogno – Ritorno a Twin Peaks di Ilaria Mainardi

Disponibile in: PDF – CARTACEO – EBOOK (EPUB)

Genere: Saggistica

Collana: Boulevard

Pagine: 154

Codice ISBN: 9788831314848

“Il racconto di un sogno. Ritorno a Twin Peaks” di Ilaria Mainardi è un saggio divulgativo ricco di spunti di riflessione, che si focalizza sul terzo atto del capolavoro seriale di David Lynch. Come afferma il critico cinematografico Luca Pacilio nella prefazione: «Mainardi, tra le nebbie di Twin Peaks, prova a indovinarne i contorni – confrontando pareri, equiparando testi – e, fidandosi del suo intuito e della conoscenza della geografia lynchiana, ne dipinge un ritratto sorprendente.»

«In che anno siamo e cosa è successo davvero in questa storia che tende i margini del quadro fino a straripare nel non visibile?»

Is it the future or is it the past? Con David Lynch non ne siamo mai certi: i bordi si sfumano, le maglie si allargano, lo spaziotempo e ogni sua logica esplodono in un Big Bang di intuizioni e suggestioni. Raccontare tale caos primigenio come se fosse un sogno è l’obiettivo di questa disamina del terzo capitolo dell’iconico Twin Peaks, una lettura metaforica che ne esplora il simbolismo con l’ausilio della critica cinematografica e della filosofia, della religione e della psicologia. Provando a fare ordine, a comprenderlo quanto più possibile senza annullarne del tutto il mistero. Perché forse è proprio lì, nella sua perturbante indeterminatezza, che si annida il fascino visionario del regista di Missoula.

Riscoprendo mia madre di Caterina Edwards

Disponibile in: PDF – CARTACEO – EBOOK (EPUB)

«Le parole l’avevano liberata, poteva andare, sfuggire alla paura e alla confusione. Per iniziare il suo ultimo passaggio verso casa»

Titolo: Riscoprendo mia madre. Una figlia alla ricerca del passato

Autore: Caterina Edwards

Genere: Narrativa

Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni

Collana: Bohémien

Pagine: 334

Codice ISBN: 9788831314794

TRAMA. Per anni Caterina ha avuto paura di diventare come sua madre Rosa, rigida, cocciuta e irriverente. Lasciata la “prigione” familiare viaggia, studia e coltiva la passione per la scrittura ma neanche la distanza riesce a mutare l’atteggiamento di Rosa, così come la sua innata propensione a criticarla e giudicarla. Le cose cambiano quando, dopo aver per lungo tempo ignorato i segnali della malattia di sua madre, Caterina è costretta a fare i conti con la diagnosi tanto temuta: Alzheimer. Le decisioni da prendere sono tante, così come le conseguenze da affrontare. Il lento e progressivo decadimento di Rosa mostra a Caterina il lato fragile di sua madre e fa luce sul suo passato, su quelle radici istriane involontariamente dimenticate o coscientemente rimosse. Così, pazientemente, tra ostacoli e sorprese, Caterina intraprende un lungo viaggio nel tempo e nell’anima, consapevole che solo la memoria del passato conferisce un senso al presente.

Non sono io tutto di Alfredo Annicchiarico

Disponibile in: PDF – CARTACEO – EBOOK (EPUB)

Genere: Narrativa

Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni

Collana: Bohémien

Pagine: 272

Codice ISBN: 9788831314817

«Mi chiamo Zeno Pavani e ho qualcosa da narrarvi, mentre raccolgo la drammatica bellezza dell’orizzonte sdentato dalle ciminiere e avvolto da nuvolaglie che annunciano un imminente temporale»

TRAMA. Zeno Pavani, giornalista freelance, ha appena ricevuto l’incarico per un reportage sulla vita del suo fratellastro Leonardo, religioso in odore di beatificazione per un miracolo operato in vita. Ma mentre ricostruisce le vicende per il settimanale cattolico che gli ha commissionato l’inchiesta, Zeno scopre particolari inaspettati della vita di suo fratello e vicende poco limpide. Fra misteriosi personaggi ed eventi inspiegabili, intrecciati a una lucida e sincera autoconfessione, Zeno ragiona sul senso dell’amore, dell’amicizia, della vita.

Juls Way – “Lo pseudonimo”

Disponibile in: PDF – EBOOK (KINDLE)

Casa Editrice: Words Edizioni

Genere: Romance storico/Edoardiano

Pagine: 291

«Il suo libro era quasi pronto. Non era il primo, non sarebbe stato l’ultimo. Eppure, ogni volta che se ne ritrovava uno pronto tra le mani era un’emozione unica».

SINOSSI DELL’OPERA. Londra, 1907. All’uscita del terzo libro di Mr. Carl Montgomery, la città di Londra è in preda a una frenetica caccia all’autore, di cui nessuno conosce l’identità. Non è esente dal dibattito, suo malgrado, Mr. Ezra Talbot, importante editorialista della rivista The Point, al quale viene proposto di scrivere un articolo che smascheri lo scrittore. Tra visite al museo, aste di quadri impressionisti, interviste, letture ad alta voce e rocamboleschi scambi di identità, Talbot si troverà suo malgrado invischiato in una intricata indagine, ricca di colpi di scena, in compagnia della sua bizzarra assistente, miss Frances Evans. Ma cosa succederà quando verrà rivelata la vera identità del misterioso Mr. Carl Montgomery?

Camilla Ugolini Mecca – “Il destino dell’onda”

Disponibile in: PDF                                                          

Casa Editrice: Edizioni Il Falò

Genere: Narrativa contemporanea

Pagine: 140

«Conoscerai bene i movimenti delle onde. Si avvicinano alla riva e ritornano indietro, ma non fanno niente per forzare il proprio destino. Si avvicinano e si allontanano, costantemente. E forse noi dovremmo imitarle, lasciarci trasportare avanti e indietro dal loro flusso, secondo un ritmo naturale, anziché cercare sempre di nuotare controcorrente».

SINOSSI DELL’OPERA. “Il destino dell’onda” è un’opera complessa, matura, che presenta personaggi a tutto tondo e uno stile di scrittura ricercato, raffinato e dalle immagini tanto evocative quanto memorabili. La storia, che si snoda sul filo di quattro destini, non solo orchestra perfettamente viaggi nella memoria, fatti di scatole cinesi temporali, ma riesce a restituire la complessità del destino delle vite umane, tutte legate da un unico disegno, in cui i fili della storia si intrecciano in una comune ricerca d’amore.

Elena Puglisi – “Liberland. Il fantastico Regno dei libri”

Disponibile in: PDF- EBOOK (KINDLE)

Casa Editrice: PAV Edizioni

Genere: Fantasy

Pagine: 244

«C’era una volta un regno lontano che si chiamava Liberland. In quel fantastico regno ricco di boschi e di verde, tutte le case erano costruite con la forma di libri: i tetti e le porte con le copertine rilegate, le pareti con le pagine dei libri, i vetri delle finestre con vetrofanie e le parole impresse persino sui vetri».

SINOSSI DELL’OPERA.“Liberland. Il fantastico Regno dei libri” narra le avventure di Caroline, una studentessa liceale che vive in un fantastico Regno, dove tutte le case sono costruite a forma di libri. Un giorno, dopo essere entrata in una ‘strana’ abitazione, la sua vita subisce uno stravolgimento: Caroline scoprirà di essere la prescelta, di possedere i poteri magici per sconfiggere un malvagio mago che minaccia il Regno da centinaia di anni. Insieme ai suoi compagni di viaggio, attraverserà una terra lontana e stregata, affronterà avventure e peripezie, combattendo contro i sortilegi del malvagio, alla ricerca delle 24 Rune…

Luciano Natali – “Dalla strada alla terra”

Disponibile in: PDF – EBOOK (KOBO)                        

Genere: Romanzo di formazione

Pagine: 184

«La mia vita è stata come una strada di montagna: tortuosa, piena di insidie, di curve pericolose; a volte mi sono fermato è vero, ho pensato di non farcela ad arrivare in cima, ma poi cercando dentro me stesso, ho trovato le forze per salire sui pedali e spingermi ancora avanti, più forte, senza guardarmi indietro, senza rimpianti».

SINOSSI DELL’OPERA. Massi è un giovane nato alla fine degli anni ’60 a Trastevere, quartiere storico e popolare di Roma. Con il suo amico fraterno Sandrino, fin dall’infanzia, rimangono intrappolati in una città fatta di trasgressioni, criminalità e falsi miti. I due crescono senza arte né parte, senza alcuna istruzione e senza valori. Quando la vita li costringe a separarsi per molto tempo, Massi prova, senza successo, a gestire da solo la sua vita. Fino a quando non incontra Silvia, una giovane studentessa responsabile di un’associazione di volontariato. Massi prova in ogni modo a conquistarla, ma non avrà vita facile a causa delle loro differenze sociali. Lui, per cercare di assottigliarle, tenterà ogni strada; anche quella che lo porterà fino all’altra parte del mondo. “Dalla strada alla terra” non è solo un viaggio nei luoghi e nei sentimenti, ma soprattutto un percorso che va dal particolare all’universale e viceversa.

Ufficio Stampa Diffondi Libro

www://diffondilibro.it/

Cell.: Lisa Di Giovanni 3497565981

ALESSANDRIA. LA CRONACA DELLA SETTIMANA IN CITTA’ E PROVINCIA.

Alessandria, La polizia municipale di Alessandria ha attivato una serie di controlli anti movida con l’allentamento delle misure anti Covid.

Il provvedimento per intensificare i controlli si aggiungono all’ordinanza, del 31 maggio, che vieta da venerdì a domenica e nei giorni prefestivi e festivi la vendita e la distribuzione di bevande in vetro e lattine

Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e Alberto Bassani Comandante Vicario della Polizia Municipale hanno concordato l’intensificazione di  controlli per le strade della città, per garantire la sicurezza in città, in stretta relazione con gli ultimi avvenimenti di cronaca in città dopo l’allentamento delle misure del coprifuoco e la ripresa della movida.

Il provvedimento si aggiunge all’ordinanza, emanata ieri 31 maggio, che vieta da venerdì a domenica, e durante i giorni prefestivi e festivi, la vendita o distribuzione, per asporto, di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o lattine.

Gli atti di vandalismo dell’ultimo periodo hanno turbato la cittadinanza e le attività commerciali e meritano secondo il sindaco e il comandante della polizia locale di una risposta tempestiva ed efficace. La polizia municipale dal 1º giugno impiegherà pattuglie a piedi che affiancheranno quelle ordinarie.

Il Comando della Polizia Municipale ricorda che eventuali situazioni di turbativa dell’ordine e della quiete pubblica, possono essere comunicate direttamente al Pronto Intervento della Polizia Municipale, al numero telefonico  0131.232323, oppure contattando la centrale operativa all’indirizzo e – mail centraleoperativa@comune.alessandria.it

La polizia municipale in seguito a un controllo contro l’abusivismo abitativo ha denunciato un 46 enne noto alle forze dell’ordine, senza fissa dimora, per aver occupato abusivamente un alloggio Atc in via Gandolfi ad Alessandria.

Gli agenti della polizia locale di Alessandria  sono intervenuti al Distretto Sud cittadino, in via Gandolfi, contro le occupazioni abusive degli immobili di proprietà dell’Atc.

In un alloggio è stato trovato un uomo poi identificato in K. N. di anni 46 di nazionalità tunisina senza fissa dimora già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, al termine dei necessari accertamenti, è stato denunciato per i reati di invasione di terreni e fabbricati.

I Carabinieri hanno smascherato una serie di truffe on line organizzate attraverso l’apertura di un sito e-commerce fasullo in cui gli intestatari del sito fingevano di vendere un motore d’auto

I Carabinieri di Occimiano hanno denunciato i presunti truffatori del raggiro messo in pratica che riguarda l’acquisto di 4 pneumatici.

I carabinieri di Occimiano hanno denunciato per truffa in concorso un 55enne, con numerosi precedenti di polizia, e un 28enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare.

I due presunti truffatori, in concorso tra loro, dopo avere creato uno pseudo sito e-commerce nel quale veniva pubblicizzata la vendita di motori e ricambi di autoveicoli, riportando impropriamente una Partita IVA, attribuita a un altro soggetto, che è risultato un esercente regolare estraneo ai fatti, convincevano un 69enne residente nella zona a effettuare l’ordine di un motore ATV Citroen Saxo, versando 450 euro su un conto abbinato a una Carta Money di Sisalpay.

Ma dopo il versamento del denaro le comunicazioni sono state interrotte e la merce non è  mai recapitata.

I Carabinieri di Occimiano hanno denunciato un 60enne con precedenti di polizia, che, in concorso con altri, in corso di identificazione, avrebbe simulato l’interesse per l’acquisto di 4 pneumatici, pubblicizzato sul sito “Subito.it” e, proponendo il pagamento immediato, inducevano in errore un 24enne della zona che si recava presso un Atm delle Poste Italiane e, su indicazione del 60enne, effettuava una ricarica di circa 2.000 euro su una carta Postepay.

Per ottenere un prestito di 21 mila euro un genitore ha falsificato le firme del figlio ed è stato denunciato dal Carabinieri di Ticineto.

I Carabinieri di Ticineto hanno denunciato un uomo dopo la querela presentata da un casalese

I Carabinieri di Ticineto hanno denunciato il genitore, 71 anni, del querelante per falsità materiale commessa dal privato e sostituzione di persona, che in base agli accertamenti effettuati presso una Società di Recupero Crediti, avrebbe indebitamente consegnato i moduli per la richiesta di un’erogazione di finanziamenti, per i quali erano state apposte delle firme apocrife, a nome e per conto del figlio per un importo di circa 21.000 euro.

La polizia municipale di Alessandria ha fermato un ubriaco alla guida dell’auto, con un tasso alcolemico oltre 5 volte il limite consentito.

Il veicolo è stato fermato dalla polizia municipale di Alessandria dopo un inseguimento, durante un servizio di controllo del territorio il 30 maggio, mentre procedeva con andatura irregolare, all’altezza del Castello di Marengo.

Il giovane conducente dopo essere stato fermato mostrava segnali inequivocabili alterazione psicofisica. 

Sottoposto ad etilometro è stato riscontrato che circolava alla guida del veicolo  con una concentrazione alcolemica di oltre 5 volte il limite massimo consentito e pertanto è stato denunciato per il reato di guida in stato di ebbrezza.

ALESSANDRIA. DONAZIONE DIPINTO DI “BORT” AL COMUNE DI ALESSANDRIA.

COMUNICATO STAMPA

Donazione dipinto di “BORT”

Dando seguito alla volontà espressa da Paolo e Marina Bortolato, figli di Mario Bortolato, il celebre disegnatore, illustratore e vignettista “Bort”, il Comune di Alessandria ha accettato la donazione del dipinto ad olio dal titolo “Copia dal vero” realizzato nel 1988 dal celebre artista recentemente scomparso.

La famiglia di “Bort” aveva manifestato la volontà di donare l’opera, come ricordo del padre, alla città di Alessandria al termine della mostra realizzata a Palazzo Cuttica con il titolo “BORT. AL Museo” tenutasi dal 21.09.2019 al 1.12.2019.

ALESSANDRIA. VIRTUAL TOUR DELLA MOSTRA PIETRO SASSI.

COMUNICATO STAMPA

IL VIRTUAL TOUR DELLA MOSTRA PIETRO SASSI

 UN’OCCASIONE ANCHE PER SOSTENERE LA RICERCA

Un’esperienza nuova, coinvolgente ed emozionante. Così si presenta allo spettatore il Virtual Tour della Mostra personale di Pietro Sassi “Vivere dell’Arte e coll’arte”, realizzato dall’Azienda CulturAle Costruire Insieme per rendere fruibile al pubblico l’esposizione, data l’impossibilità, per effetto delle norme per il contenimento della pandemia, di accedere alle Sale d’Arte di Via Machiavelli ad Alessandria dove è allestita.

Il tour è un autentico viaggio tra le opere dell’artista alessandrino, offre informazioni accurate relative alle singole opere esposte e la possibilità di
accedere sia ad immagini fotografiche in alta definizione, sia a schede video con contenuti di approfondimento sui taccuini e su alcuni dei dipinti più significativi. Una mappa interattiva permetterà di accedere virtualmente alle sale espositive e compiere il percorso. 

E non solo. Chi assiste alla mostra contribuirà alla Ricerca. Parte del ricavato, per decisione degli organizzatori, sarà infatti devoluto alla Fondazione Solidal e all’Ospedale di Alessandria impegnati in un progetto nell’ambito della Ricerca Infermieristica.

Si può accedere al virtual tour attraverso il sito ufficiale della mostra  www.mostrapietrosassi.it e versando 2 euro con il sistema PayPal effettuare la visita virtuale.

Il Virtual Tour è un modo sicuramente diverso per assistere ad una mostra, che del resto è unica nel suo genere, la più ampia e organica fino ad oggi dedicata a Pietro Sassi, grazie ad una accurata riscoperta di documentazioni archivistiche anche dei suoi discendenti, e che ripercorre tutte le diverse fasi della vita professionale del pittore, uno dei più significativi ma ancora troppo poco conosciuti artisti piemontesi dell’Ottocento.

E’ quindi questa l’occasione per (ri)scoprire la sua figura, l’effettiva qualità della pittura di Sassi, alessandrino di origini, romano di adozione ed europeo per formazione e ampiezza di orizzonti culturali. La mostra è promossa e organizzata dall’Amministrazione Comunale di Alessandria, in particolar modo dall’Assessorato alla Cultura, in collaborazione con l’Azienda CulturAle Costruire Insieme,

con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, e si avvale del patrocinio della Regione Piemonte.

Una quarantina le opere presentate nel tour, provenienti da collezioni pubbliche e private, appartenenti non solo a Sassi ma anche ad altri artisti quali Giovanni e Teodolinda Migliara, Massimo d’Azeglio, Giacinto Corsi di Bosnasco, Giovanni Renica, Giuseppe Camino, Antonio Fontanesi, Jean Charles Ferdinand Humbert, tutte accomunate dal tema del “paesaggio” che fu al centro di una innovativa ricerca artistica nell’800, e che Sassi riuscì a far divenire sua peculiarità.

Il virtual tour è uno strumento molto utilecommenta il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco – per scoprire le opere e l’evoluzione artistica di questo importante autore  alessandrino dell’800, pittore di paesaggi fra i più stimati nel XIX secolo e figura da  riscoprire e valorizzare, in particolare per il profondo rapporto con Alessandria e il suo territorio, sempre vivo  nell’arco di una lunga carriera che lo vide attivo anche a Roma e in altre città italiane. La situazione di emergenza sanitaria ci ha purtroppo impedito di inaugurare la mostra con la presenza del pubblico, e quindi il virtual tour è una buona soluzione per conoscere un autore ricco di spunti e suggestioni figurative, che ha lasciato un segno importante nella  pittura italiana dell’800. Il virtual tour è anche l’occasione per aiutare la Fondazione Solidal e l’Ospedale di Alessandria, facendo così un’azione sociale di grande valore e importanza per la nostra Comunità“. “Il virtual tourdice Cherima Fteita, l’Assessore agli Eventi e all’innovazione e Smart Cityè una modalità innovativa di fruire la mostra, realizzata per necessità in conseguenza dell’emergenza sanitaria ma vincente, per la possibilità di arrivare a tutti, visitare in modo qualificato e documentato le sale espositive e preparare alla visita in presenza, che certamente auspichiamo possa tornare al più presto. Ma anche per promuovere l’evento a livello nazionale e internazionale e consentire, ad un pubblico più vasto, di entrare in contatto e conoscere un artista importante di Alessandria, esponente di spicco delle correnti pittoriche figurative italiane dell’800, fortemente legato al nostro territorio”.“Riteniamo che il virtual tour sia un’opportunitàdichiara Cristina Antoni, Presidente di CulturAle Costruire Insieme-oltre che una necessità visto il particolare momento storico, per far conoscere questa importante esposizione. E’ comunque uno strumento che avvicina il pubblico ad una mostra altrimenti attualmente non fruibile, e consente anche di raggiungere una più ampia platea di spettatori. E’ soprattutto l’occasione di valorizzare il nostro patrimonio artistico, e di omaggiare un artista del nostro territorio. Il virtual tour si presenta con effetti di grande qualità che consentono allo spettatore di avvicinarsi alle opere e di goderne appieno i particolari, potendo quindi ammirare la qualità artistica della pittura di Sassi. Come Azienda oltre a valorizzare maggiormente il patrimonio artistico della città abbiamo con questa iniziativa la possibilità di unire alla cultura il sostegno alla ricerca scientifica, così importante sul nostro territorio. Grazie alla

collaborazione con la Fondazione Solidal , una realtà innovativa e di grande prestigio, partecipare al virtual tour diventa anche un gesto di grande umanità per chi si impegna quotidianamente nella ricerca”.

“Siamo grati all’Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme per questo sostegnoafferma Daniela Kozel, Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Alessandriaperché ancora una volta dimostra la grande attenzione e l’affetto del territorio nei confronti del nostro Ospedale, nonché la coesione di questa comunità nel supportare la ricerca scientifica. Si tratta infatti di un’iniziativa che unisce la cultura alla solidarietà, valorizzando da una parte un importante pittore italiano nato proprio ad Alessandria e dall’altra le attività di ricerca dei nostri professionisti sanitari che lavorano quotidianamente per migliorare l’assistenza al paziente e colgo l’occasione per ringraziarli infinitamente per il loro impegno. L’invito quindi è quello di visitare numerosi la mostra virtuale per concedersi un momento culturale di distrazione nonché un piccolo grande gesto di generosità”. “L’interesse primario della Scienza Infermieristica è la persona nel suo continuum salute-malattia che va considerata in senso olistico, nelle tre dimensioni costitutive dell’essere umano: biofisiologica, psicologica e socioculturalericorda Tatiana Bolgeo, Referente Unità Ricerca Professioni Sanitarie AO AL e referente della ricerca infermieristica per Solidal per la Ricerca -. L’incontro tra cultura e ricerca infermieristica unisce quindi due universi molto simili dove alla base c’è sempre il concetto di realizzare percorsi formativi atti a migliorare la qualità di vita. Di conseguenza un’attenta conoscenza della cultura è anche un presupposto indispensabile per riuscire a dialogare con il paziente e fornire percorsi clinico-assistenziali all’ avanguardia. Naturalmente per poter realizzare tutto questo è necessario sviluppare anche la cultura di fundraising, strategia per rendere sostenibili tutte le cause sociali, per questo ringrazio chi ha reso possibile questa iniziativa e chi vorrà visitare la mostra virtuale sostenendo anche la ricerca infermieristica”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: