Categoria: ASTI

ASTI. ELEZIONI AMMINISTRATIVE:GLI OBBIETTIVI DI ANGELA MOTTA IN UN INTERVISTA ALLA GAZZETTA D’ASTI.

Nuova immagine al centro di Asti: gli obiettivi della candidata sindaco Angela Motta

Due anni di tempo per dare al centro cittadino una nuova immagine con la  pedonalizzazione delle piazze Alfieri, Roma e Medici, l’estensione della Ztl e un nuovo  parcheggio in Campo del Palio. Passando per la rivitalizzazione del Mercato Coperto,  luogo dove sarà possibile non solo acquistare cibo di qualità, ma anche consumarlo.
Sono gli obiettivi della candidata sindaco Angela Motta: “Abbiamo il centro storico più  bello del Piemonte – ha commentato – ma sembriamo non accorgercene. Valorizzarlo per  restituirlo a cittadini e turisti diventa un dovere, soprattutto in previsione di nuovi progetti,  primo fra tutti ‘Asti, Vino e Cultura’. In queste settimane tra la gente ho raccolto molte  sollecitazioni: gli astigiani vogliono riappropriarsi degli spazi più belli della loro città,  allontanando il traffico. Riuscirò a convincere chi non è d’accordo attraverso il confronto:  l’allargamento della Ztl e la chiusura delle piazze non si fa da un giorno all’altro, le cose si  costruiscono gradualmente e con il dialogo, anzitutto dopo aver attuato il nuovo piano del  traffico. Voglio essere molto chiara e concreta – ha aggiunto Motta – nei primi cento giorni  del mio mandato indicherò i luoghi e i tempi di realizzazione della nuova Ztl, mettendo  residenti, commercianti e tutti gli altri soggetti coinvolti nella condizione di poter essere  puntualmente informati e consultati per tempo. Ascolterò tutti, accoglierò i buoni  suggerimenti, senza perdere tempo prezioso, ma puntando dritto all’obiettivo. Prima delle  grandi opere, la nuova Ztl sarà interessata da piccoli interventi di arredo urbano e di azioni  a difesa del decoro, perché è giusto che chi sporca risponda di quel che fa e ripari  immediatamente i danni”.

In merito all’ipotesi di un nuovo parcheggio in piazza Campo del Palio, Angela Motta si  dice favorevole “in un’ottica multifunzionale. Il progetto dovrà seguire soluzioni  architettoniche armoniche che consentano di trasformarla da ‘piazza di passaggio’ in  ‘piazza di passeggio’, un luogo presidiato e quindi più sicuro, in cui sarà possibile fruire di  spazi che favoriscono la socializzazione dei cittadini. Su questa piazza si gioca una vera  scommessa di riqualificazione urbana per cambiare volto a un luogo che deve diventare  parte integrante del centro cittadino e a servizio della futura Ztl. Tutto ciò non significa –  conclude Motta – rinunciare all’idea dei parcheggi scambiatori, che anzi andranno  potenziati e resi ancora più funzionali, tenendo anche conto del nuovo ruolo del servizio di  trasporto pubblico nel contesto del futuro piano urbano del traffico”.

ASTI. TRAFFICO ILLECITO DI MATERIALE FERROSO SCOPERTO DALLA GUARDIA DI FINANZA.

Un traffico illecito di materiale ferroso tra il Piemonte e la Lombardia è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Asti. La quantità di 230 mila tonnellate di rottami ferrosi, in Piemonte e Lombardia, con un  valore di 60 milioni di euro e  22  persone coinvolte,responsabili anche di reati tributari. L’indagine partita dall’attività di verifica fiscale di una società astigiana operante nel settore. La Guardia di Finanza avrebbero accertato un imponibile per oltre 120 milioni di euro e 5 società coinvolte. Gli investigatori hanno accertato la presenza di 10 soggetti sconosciuti al fisco che hanno omesso di dichiarare 108 milioni di euro. Il comando provinciale della Guardia di Finanza ha accertato che “la filiera era composta dall’impresa verificata  e da soggetti diversi dai reali fornitori, questi ultimi tutti con un elevato indice di pericolosità fiscale, in quanto privi di impianti e attrezzature e delle previste autorizzazioni per l’esercizio dell’attività”.

ASTI. AUTO E FURGONI IN COMODATO D’USO A GRUPPI CRIMINALI.

download (27)

Il suo nome compariva nelle informative degli agenti di polizia della Questura di Asti. e di altre forze del’ordine. I poliziotti della divisione Anticrimine della questura hanno individuato un commerciante di Asti,incensurato, intestatario di auto e furgoni dati in uso a gruppi criminali per compiere furti e rapine.

Il gruppo composto di rom slavi sono sospettati di aver messo a segno furti e rapine utilizzando i mezzi intestati al commerciante;dopo alcuni appostamenti gli agenti in servizio all’anticrimine hanno appurato che i presunti banditi si muovono su veicoli di proprietà del commerciante.La polizia durante i controlli nei campi nomadi di Asti  trovano vetture e camioncini intestati all’imprenditore.  Durante i  controlli stradali si trovano un uomo o una donna al volante con patente revocata ed emerge che il proprietario del mezzo è sempre il commerciante. Il veicolo intestato a persona diversa dall’intestatario non può essere confiscato.

Gli investigatori del questore Filippo Di Francesco hanno approfondito gli elementi fin qui acquisiti ed è emerso che il commerciante, titolare di una partita Iva nel settore della compravendita di autoveicoli, negli ultimi anni non ha mai emesso fattura. Reddito zero. Non ha un deposito mezzi, non ha una sede per la sua attività.

Il commerciante è intestatario di 40 veicoli e di conti correnti postali sui quali sono depositate somme la cui provenienza è ancora da stabilire. I magistrati della Procura hanno chiesto al tribunale l’emissione di una misura di prevenzione patrimoniale, con il sequestro di auto e conti correnti ritenuti «provento di attività illecita».

I giudici della corte presieduta da Roberto Amerio, con un provvedimento d’urgenza hanno disposto il «sequestro anticipato ai fini della confisca» di il patrimonio mobiliare e immobiliare del commerciante. I conti postali “congelati”.  I numeri di targa dei 40 mezzi inseriti nelle banche dati delle forze dell’ordine da sequestrare appena fermati su strada per essere affidati al deposito giudiziario. Il commerciante,difeso dall’avvocato Ferruccio Rattazzi, ritiene di poter provare la provenienza lecita del denaro trovato sui conti e delle somme utilizzate per acquistare i veicoli.

ASTI. CANDIDATI SINDACI A CONFRONTO IN BIBLIOTECA.

Il tema del confronto dei candidati sindaci al comune di Asti verterà sui temi della cultura.

images (60)

Il 18 aprile alle ore 21 alla Biblioteca Astense Giorgio Faletti, in via Goltieri 3a, si confronteranno sul tema di “Una cultura in Comune”i candidati sindaci alle prossime elezioni comunali.

dsc_4032

Il turismo in crescita e  le  potenzialità per un  ulteriore crescita;le attese legate allo sviluppo e ala crescita nel settore del turismo ed il coinvolgimento nella crescita del settore agro-alimentare;Il recupero di siti storici e di antiche tradizioni,patrimonio dell’umanità dell’Unesco,per accelerare lo sviluppo e le  nuove iniziative rappresentano alcuni dei temi su cui aprire un confronto e delineare le politiche locali da mettere in cantiere per aprire nuove prospettive di futuro per Asti e il territorio del Monferrato.

La città di Asti, è un punto di riferimento per la sua storia antica, i monumenti pietre miliari di oltre 2000 anni di storia, da secoli punto di riferimento culturale e sede di studi nazionali ed internazionali.

 

Le politiche locali che saranno adottate dopo il passaggio del testimone per i candidati sindaci del Comune di Asti e lo spazio che intendono riservare nei programmi alla cultura le si potranno scoprire nell’incontro organizzato dalla biblioteca Astense. Durante il dibattito in cui i candidati risponderanno alle domande del giornalista Vanni Cornero conduttore del dibattito introdotto dalla Presidente della Biblioteca, Roberta Bellesini.

 Presenti in candidati alla poltrona di sindaco: Massimo Cerruti (Movimento 5 stelle), Angela Motta (Partito Democratico), Giuseppe Passarino (Lista civica #unitisipuò), Angela Quaglia (lista civica Cambi-Amo Asti), Maurizio Rasero (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Rivoluzione cristiana, associazione ‘I giovani astigiani’,  lista Galvagno , Noi per Asti di Mariangela Cotto), Biagio Riccio (Associazione Dalla parte degli astigiani) e Beppe Rovera (Asti: la città ai cittadini).

ASTI. CALENDARIO DI ASTIMUSICA 2017.

images (17)

Pronta l’edizione di AstiMusica 2017. Il calendario ricco di eventi per soddisfare tutti i gusti degli appassionati. “L’edizione numero 22 di AstiMusica è un evento per accontentare tutti,parola di assessore alla Cultura del Comune di Asti e direttore artistico del festival AstiMusica,Massimo Cotto. L’assessore esperto e amante della musica ha svelato il cartellone della manifestazione che dal 6 al 16 luglio riempira di suoni  piazza Cattedrale. L’evento gode del sostegno e la sponsorizzazione dell’ASP inizia con la musica occitana di Lou Dalfin il 6 luglio 2017 con ingresso gratuito. Venerdì 7 Fabio  Rovazzi  per “Andiamo a comandare”,ingresso 12 euro; 10 euro per i ragazzi under 16. Fiorella Mannoia che nella vetrina della musica leggera italiana rappresenta la professionalità,Sabato 8 a calcare il palco di piazza Cattedrale,ingressi 25-35 euro.).

Domenica 9,l’Asti God’s Talent, il concorso dedicato alle corali organizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Asti.

Lunedì 10 toccherà a Maldestro ,ingresso libero; open act Losburla e Solotundra; martedì 11,il bluesman americano Zac Harmon,ingresso libero. Mercoledì 12,il concerto del pianista Stefano Bollani ,ingresso 20 euro; giovedì 13, i Tre Allegri Ragazzi Morti ,ingresso libero,, open act Lo Straniero e Od Fulmine.

Venerdì spazio al rap italiano con Ghali e Vegas Jones ,12 euro in prevendita e 15 euro alla cassa. AstiMusica chiuderà con Antonella Ruggiero,ingresso libero.

Per maggiori informazioni AstiMusica è on line.