Categoria: ASTI

ASTI. APERITIVO IN MUSICA VENERDI’ 24/09/2021 ORGANIZZATO DAL CENTRO PER L’IMPIEGO DI ASTI.

Il Centro per l’Impiego di Asti, uno dei 31 Cpi piemontesi coordinati da Agenzia Piemonte Lavoro – ente strumentale della Regione Piemonte – si sta adoperando con forza nel consolidare una serie di azioni finalizzate alla costruzione o animazione delle reti territoriali con i diversi stakeholder locali, al fine di costruire risposte integrate ai diversi fabbisogni espressi da l territori o (siano e ssi provenienti dalle imprese che dalla forza lavoro).

Come è noto, la crisi pandemica ha accelerato le criticità di alcuni target già in evidente difficoltà (in primis giovani e donne) ed è sempre più manifesta la necessità di lavorare in partnership, poi ché solo dalla sinergia tra diversi soggetti e dalla fattiva complementarità tra il sistema pubblico e quello privato, possono scaturire azioni che siano concretamente di aiuto ai cittadini, in special modo a quelli più fragili e più distanti dal mercato del lavoro.

Proprio nell ’ottica di fare rete per raggiungere i giovani, venerdì 24 settembre 2021 dalle 17:30 , presso l’Informagiovani di Asti ci sarà “ Aperitivo in musica ”, un incontro condotto da operatori esperti del Centro per l’Impiego. Si parlerà de i servizi offerti dal Cpi, tra i quali consulenza informativa e orientamento , panoramica opportunità lavorative sul territorio e delle tempistiche con cui approcciarsi alla formazione. Di particolare interesse , per approfondire le dinamiche che caratterizzano i mercati del lavoro locali, sarà la condivisione di un’analisi dei fabbisogni professionali evidenziati sul territorio attraverso le tendenze delle assunzioni negli ultimi 3 anni.

” Proprio la capacità di analisi dei territori, che si caratterizzano per differenti storie e vocazioni, unitamente alla capacità di fare rete con gli attori locali, sarà, peraltro, uno dei prerequisiti di Gol (garanzia per l’occupabilità dei lavoratori), la misura che sta per essere varata a livello nazionale e che si configura come la cornice nella quale sarà disegnata una nuova generazione di politiche attive del lavoro “, dichiara Federica Deyme, Direttore di Agenzia Piemonte Lavoro .

Per info: Sportello Informagiovani del Comune di Asti

334 – 1155574

Centro per l’Impiego di Asti info.cpi.asti@agenziapiemontelavoro.it

339 – 2927230 339 – 2921384

ASTI. PREGIUDICATO FERITO ALLE GAMBE PER UN REGOLAMENTO DI CONTI.

Un pregiudicato di Asti, 35 anni, è stato ferito alle gambe mentre era intento a mangiare un panino al chiosco fra via Maggiora e corso Alessandria, immediata periferia della città.

I carabinieri stanno indagando sul ferimento di un uomo dopo aver ricevuto una telefonata che segnalava l’esplosione di alcuni colpi d’arma da fuoco da via Maggiora vicino all’incrocio con corso Alessandria alle 5,30 del mattino.

La vittima dell’agguato è un uomo di 35 anni, astigiano, domiciliato in città e noto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti per reati contro il patrimonio che mentre si trovava al chiosco è stato raggiunto dai colpi di pistola calibro 9 sparati da un’auto di grossa cilindrata di colore scuro che dopo l’agguato si è data alla fuga a forte velocità.

L’uomo soccorso è stato portato in Pronto Soccorso dove è ricoverato, ma non si trova in pericolo di vita, come riferiscono i carabinieri del Reparto Operativo che stanno indagando per risalire agli responsabili dell’agguato.

GIRO D’ITALIA. TAPPA 3 BIELLA-CANALE, VAN DER HOORN PARTE IN FUGA E VINCE.

L’olandese beffa il gruppo dei velocisti più attesi.

Foto Andrea Amato – PhotoAgency

La tappa 3 del Giro d’Italia 2021 va a Taco Van Der Hoorn. In fuga fin dai primi chilometri, l’atleta della Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux, si sbarazza degli altri s sui tanti saliscendi arriva in solitaria alla linea di arrivo, resistendo al ritorno del gruppo. Merito del grande forcing della Bora-Hansgrohe che torna al successo dopo un lungo digiuno. La maglia rosa, che oggi compie 90 anni, resta sulle spalle di Filippo Ganna, che nella tappa 4 rischia di perderla in occasione del primo arrivo in salita a Sestola, sull’Appennino emiliano.

Il passaggio per il Monferrato ha toccato anche Asti, con un percorso che inizia da una delle entrate principali in città per poi concludersi in tangenziale dopo aver costeggiato Piazza Campo del Palio. Ad accogliere i corridori anche il pubblico, per lo più nonni coi propri nipoti visto anche la chiusura delle scuole per il passaggio del Giro D’Italia 2021.

ALESSANDRIA. PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE ALLA RSA CAPRA DI ALESSANDRIA.

La misura è colma !

La Cse sanità proclama lo stato di agitazione del personale della Rsa Capra di Alessandria Proclamato dal Sindacato Indipendente Cse sanità Dipartimento Flp lo STATO DI AGITAZIONE di tutto il personale della Rsa Capra di Alessandria gestita dalla Sereni Orizzonti 1 spa.

La situazione è allo stremo, la struttura è allo sbaraglio ogni giorno i lavoratori sono costretti a confrontarsi con carenze di ogni tipo facendo tutto ciò che è in loro possesso per evitare di aggiungere disagio a disagio, Il futuro della struttura è incerto, sono presenti continui cambi a livello dirigenziale che provocano una “non gestione” della stessa struttura. Tutto ciò non è nuovo in quanto già nel 2020 era stato proclamato lo stato di agitazione a livello provinciale, dopo varie denunce terminate con gravi sanzioni inflitte all’azienda dagli organi competenti.

Ma nonostante tutto ciò la situazione continua a non migliorare, non vengono rispettate le minime normative vigenti in orario di lavoro, il personale è demansionato, la struttura è lasciata in balia di se stessa, insomma la Misura è colma! “Lamentiamo tra le tante cose, la mancata applicazione di un Contratto Collettivo Nazionale da inizio 2021, la totale assenza di relazioni sindacali e la disorganizzazione Aziendale– spiega Stefania Gallo, Coordinatore Territoriale della Cse sanità-Flp di Alessandria –.

Il grado di esasperazione all’interno di quella struttura è alto, nonostante che gli operatori per senso di responsabilità professionale e umana non hanno mai fatto un passo indietro per salvaguardare il benessere degli ospiti presenti in struttura ,neanche quando il pericolo Covid ha bussato alla porta della struttura. È ora di finirla, abbiamo bisogno dell’Intervento di S.E. il Prefetto”.

Chiediamo l’intervento della Prefettura , delle autorità locali e una vera presa di posizione da parte dell’Azienda al fine di poter risolvere definitivamente con serietà e impegno tutte le problematiche della struttura in questione, ritenendo gli atteggiamenti aziendali inaccettabili in quanto lesivi dei diritti dei lavoratori e degli ospiti stessi nonché limitativi delle prerogative sindacali e dell’immagine della nostra Organizzazione.

ASTI. MAXFACTORY APRE IL NUOVO PUNTO VENDITA DI ASTI.

COMUNICATO STAMPA

MAXFACTORY

APRE IL NUOVO PUNTO VENDITA DI ASTI

2500 METRI NEL CONTESTO DEL PARCO COMMECIALE CARRERA

30 marzo 2021 – MaxFactory, l’insegna della catena specializzata in fashion e home, apre il nuovo Mega Store di Asti in corso Alessandria. Il nuovo punto vendita sorge nel contesto del Centro Commerciale Carrera e sarà quindi affiancato da altre unità commerciali indipendenti.

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 29 marzo, la proprietà dell’Azienda, il direttore generale Stefano Giorgetti e il Sindaco di Asti Maurizio Rasero, hanno partecipato ad una cerimonia di inaugurazione simbolica con taglio del nastro. Da oggi il punto vendita sarà aperto al pubblico.

Con la nuova apertura di Asti il Gruppo MaxFactory raggiunge quota 25 negozi in Italia, numero destinato ad aumentare nel giro di poco tempo con l’imminente apertura di Gravellona Toce ad aprile e Pavia a maggio.

Il nuovo punto vendita esprime il concept architettonico e decorativo ideato nel 2019 in occasione delle nuove aperture. Un progetto realizzato con l’obiettivo di creare un’esperienza di shopping razionale, piacevole e immediata.

“Siamo molto soddisfatti della progressione del Gruppo nell’espansione programmata, il punto vendita di Asti si colloca in un’area strategica e di ottimo potenziale. Siamo certi che la collocazione all’interno del Centro Commerciale Carrera permetterà di valorizzare le sinergie tra tutti i player internazionali presenti” commenta Giorgetti.

Accedendo al punto vendita – che si sviluppa su una superficie totale di 2500 metri quadrati su un solo livello – si approda in un ampio ingresso che ospita un’area servizi di cui fa parte lo spazio dedicato ai giochi per i più piccoli.

Per i clienti, il percorso di visita del punto vendita prevede uno sviluppo lineare che inizia nel reparto che propone abbigliamento, accessori,  pelletteria per uomo, donna, bambino e bigiotteria. Il concept della zona Fashion utilizza la semplicità delle linee verticali ed orizzontali espresse attraverso elementi di metallo e legno. L’illuminazione con luce calda, valorizza i dettagli dei prodotti con l’intenzione di proporre l’effetto della luce naturale del sole.

Proseguendo, il cliente è guidato – da elementi di comunicazione in store – al reparto dedicato al mondo casa. Il display delle differenti categorie di prodotto è definito secondo moduli dedicati alle varie merceologie per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia. Cartoleria, giocattoli, pulizia della casa, profumeria, prodotti per animali domestici, illuminazione, bricolage, accessori auto, accessori bagno, tessile e decorazione. Il nuovo punto vendita dispone di un ampio parcheggio per la clientela.

Per la clientela è a disposizione l’ampio parcheggio del Centro Commerciale.

In periodo di zona rossa, sarà possibile effettuare acquisti di alcune merceologie tra cui abbigliamento per bambini, alcuni prodotti per la casa, cartoleria.

MaxFactory

Nato nel 2005, il Gruppo MaxFactory è oggi presente in Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Lazio, con gli attuali 25 store (ai quali se ne aggiungeranno 5) di abbigliamento e articoli per la casa con negozi dalla superficie media di 3000 mq (i nuovi avranno superfici più ampie). Gli store sorgono nella provincia di Como (5), nella provincia di Milano (2), nelle provincie di Lecco (1), Novara (2) e Bergamo (1), Reggio Emilia (1) oltre che in città come Torino (4), Alessandria (1), Monza (1), Brescia (1) Piacenza (1) e Roma (3). Entro fine 2021 i negozi saranno in totale 27, il Gruppo prevede di arrivare ad un totale di 48 entro il 2025.

L’azienda genera un fatturato di 50 milioni di Euro/anno (dato 2019) con una proiezione per il 2021 di 70 milioni. Il Gruppo impiega 450 dipendenti.

L’azienda offre sin dagli esordi una selezione accurata di prodotti per tutta la famiglia, abbigliamento uomo, donna e bambino, articoli per la casa e per la sua decorazione, bricolage, prodotti per animali domestici e giocattoli.

La filosofia di MaxFactory è quella di scegliere prodotti di qualità offrendoli al miglior prezzo ai propri clienti. Tra gli obiettivi dell’azienda, quello di arrivare ad offrire fino al 70% di prodotti italiani.