Categoria: ANNUNCI ECONOMICI

MILANO. IL TUO LAVORO NON C’E’ PIU’, MA SE VUOI POSSIAMO BERCI UN CAFFE’ INSIEME.

Milano.Non è l’effetto del Jobs act come qualcuno malignamente ha scritto,ma il risultato di anni di attacchi al mondo del lavoro,al depotenziamento dell’art.18,e della legge 30 conosciuta come legge Biagi:voluta dal Ministro Maroni e votata dal convivio governativo Berlusconi-bossi-Tremonti.

download (14)

La foto della manifestazione in solidarietà con Anna è stata presa da facebook: fonte Il Giorno.

Il 3 novembre 2017,area industriale di Rho, la direzione aziendale convoca l’impiegata per “bere un caffè insieme”,ma il caffè era al veleno perché immediatamente dopo e l’hanno licenziata.  Anna Palombella, 51 anni, mamma separata con tre figli, di cui due ancora minorenni, dopo 33 anni e 8 mesi di lavoro alla Sicor-Teva Italia di Rho, azienda del settore chimico-farmaceutico al Giorno racconta:”Mi hanno consegnato la lettera e sono stata accompagnata fuori dai cancelli“. Licenziata senza nessun preavviso e senza nessuna comunicazione,comunque non dovute perché i provvedimenti disciplinari non devono essere obbligatoriamente anticipati ai rappresentanti sindacali, alle Rsu. Il motivo? La sua mansione di impiegata nell’ufficio personale è stata soppressa, o meglio, esternalizzata. Soppressione di ufficio norma contenuta nella legge 30 o Biagi e non nel jobs act che invece ne attenua i danni,pur restando valido il licenziamento.

Le organizzazioni sindacali e le Rsu,contro il licenziamento, hanno indetto uno sciopero di 8 ore con  presidio di protesta davanti ai cancelli di via Terrazzano giovedì scorso.

Ranieri, delegato sindacale della Filctem Cgil spiega:”Le motivazioni di una protesta così forte nei confronti dell’azienda riguardano le modalità adottate per il licenziamento. Le parti sindacali non sono state coinvolte nel processo di riorganizzazione del reparto dove lavorava la nostra collega e così non abbiamo avuto la possibilità di gestire le gravi ricadute occupazionali. Insomma abbiamo scoperto dell’esubero del personale a licenziamento avvenuto. Questo comportamento è inaccettabile”.

La lavoratrice licenziata era davanti ai cancelli insieme ai 180 colleghi occupati nel sito  di Rho: “Ho sempre lavorato tanto, facendo sacrifici, anche il sabato e la domenica da casa; solo qualche giorno prima c’era stata una riunione per definire gli obiettivi del 2018 e poi mi sono sentita dire che non hanno più bisogno di me senza alternative, senza darmi risposte, nemmeno avessi rubato, sono stata umiliata”.

Il primo incontro presso l’Ispettorato del lavoro,come previsto dalle nuove norme, c’è già stato,ma la direzione aziendale ha offerto alla lavoratrice un compenso economico,che evidentemente non incontra i favori della lavoratrice licenziata.  Leonardo Alfarano, funzionario della Femca Cisl Milano: “Noi chiediamo il reintegro anche con altre funzioni, auspichiamo che l’azienda trovi una soluzione per risolvere la vertenza della lavoratrice che tra l’altro è monoreddito con tre figli”.

Quel lavoro è così importante per la sussistenza di Anna e dei suoi ragazzi che ha dichiarato la sua disponibilità a essere trasferita in un altro sito.

Il sindacato sta garantendo ad Anna il supporto legale e annuncia: “Se sarà necessario faremo altre manifestazioni e bloccheremo l’attività produttiva”.

ALESSANDRIA.LE OO.SS.FilctemCGIL,Femca CISL,Uiltec UIL CHIEDONO UN INCONTRO CON LA BORSALINO.

Le OO.SS. Filctem CGIL-Femca CISL-Uiltec UIL, hanno richiesto un incontro alla Borsalino da tenersi immediatamente dopo l’udienza fissata per il giorno 7 novembre presso il tribunale di Alessandria, in modo da avere notizie circa l’ammissione della presentazione del concordato preventivo ad oggi ancora sospesa. 


Il rispetto delle regole che le parti sociali rivendicano non può in alcun caso risultare nocivo alla prospettiva dei lavoratori.



Sono ormai due anni che quest’azienda è attraversata da vicende di carattere giudiziali che fanno da sfondo alla quotidianità della vita lavorativa delle maestranze che a fatica riescono a contenere la preoccupazione sul loro futuro. Attività che non si è mai fermata e che continua a dimostrazione che questa, a differenza di altre, è un’azienda che avrebbe tutte le condizioni di efficienza, marginalità di profitto e di richiesta di mercato per garantirne la continuità. 

Il sindacato ribadisce l’importanza della Borsalino, un pezzo importante del made in Italy del paese e in particolare per la storia della città di Alessandria. Essa rappresenta  un patrimonio importante che va difeso e tutelato dove al centro ci devono essere i 130 dipendenti che con la loro professionalità hanno dimostrato di essere parte integrante di quest’azienda. 

Al sindacato e ai lavoratori non è chiaro il motivo per cui dopo due anni ancora non c’è un percorso positivo e definito in un contesto dove apparentemente le volontà di tutti i soggetti, istituzionali e non, portano tutte fuori dal guado. 

Si attende quindi con preoccupazione la data del 07 novembre auspicando ad una soluzione che permetta la continuità dell’azienda e delle garanzie sull’occupazione del territorio. 

Alessandria 02.11.2017

Filctem CGIL-FemcaCISL-Uiltec UIL

ALESSANDRIA. LA FP CGIL VINCE LE ELEZIONI PER LE RSU E DEGLI RLSSA NELLE AZIENDE DI IGIENE AMBIENTALE.

La funzione pubblica della CGIL si  è aggiudicata le elezioni per le RSU e le RLSSA delle aziende di igiene ambientale che si sono svolte a livello nazionale nei giorni del 25 e 26 ottobre 2017.

La partecipazione dei lavoratori e delle lavoratrici dall’election day ha avuto modo di dare prova di grande maturità e democrazia nel settore.

Nella nostra provincia la FP CGIL ha vinto le elezioni per le RSU ottenendo il 50% dei voti sul totale dei votanti.

Comunicato stampa FP CGIL AL elez RSU RLSSA Igiene Ambientale 25 e 26 ott 2017

TORINO. Torino, 3/5 novembre. DREAMERs: LA MODA DEL FUTURO, IL FUTURO (sostenibile) DELLA MODA.

DREAMERS 02
TORINO 3 / 5 NOVEMBRE 2017 – LINGOTTO FIERE
DREAMERs_II edizione
Dreamers accoglierà i risultati di questo incontro tra l’estro creativo dei fashion designer e i pregiati tessuti biellesi, pezzi unici che potranno essere acquistati attraverso
un’asta in progress il cui ricavato sarà devoluto alla Fondazione Cecilia Gilardi che opera nell’ambito della formazione giovanile, per finanziare tirocini e/o borse di studio nel settore.
MODA FUTURIBILE un progetto di DYLOAN STUDIO
Immaginazione e nuove tecnologie, artigianato e innovazione Dreamers presenta un progetto di ricerca trasversale e interdisciplinare, che coinvolge l’intera filiera
produttiva della moda: dai designer alle filature, dai maglifici alle aziende manifatturiere specializzate nell’utilizzo di nuove tecnologie.
Dyloan Studio, realtà che insieme a Bond Factory, dal 1987 si occupa di ricerca, progettazione e produzione nei campi della moda, dell’arte e del design, in collaborazione con alcuni designer italiani e internazionali, ha sviluppato manufatti che sono l’espressione dei know how e delle sinergie progettuali con le aziende produttive e che uniscono innovazione e immaginazione, etica ed estetica. Questi risultati ottenuti rappresentano soluzioni alternative per l’ottimizzazione di servizi, per la realizzazione di nuovi prodotti e per lo sviluppo di nuovi segmenti di mercato.
Gentucca Bini, Carlo Volpi, Richard Quinn, Jessica Leclère, Matilda Nordberg
e gli altri stilisti coinvolti si sono confrontati con processi tecnologici applicati al mondo del tessile: la termosaldatura, il taglio laser, la saldatura a ultrasuoni, la termoformatura, la laminatura, la maglieria 3D, lavorazioni che non si oppongono, ma si aggiungono alle più tradizionali tecniche artigiane, offrendo nuovi stimoli ai creativi.
INTERACTIVE FASHION in collaborazione con CUTE CIRCUIT Dreamers porta in scena un abito della prima azienda al mondo a portare gli ultimi ritrovati tecnologici nel mondo della moda, pioniera di una tendenza che ha dato il via a una vera e propria rivoluzione capace di offrire nuovi spunti e fonti d’ispirazione a tanti stilisti.
Cute Circuit è stata fondata nel 2004 dall’italiana Francesca Rossella, con solide esperienze nel mondo dell’alta moda, e da Ryan Genz, tecnologo specializzato in design e antropologia. A farli incontrare è stata un’eccellenza italiana: l’Interaction Design Institute di Ivrea (IDII), dove ricercatori di tutto il mondo esplorano le potenzialità della tecnologia nel cambiare la vita delle persone. Convinti che l’interazione non debba limitarsi allo schermo, ma che debba coinvolgere il mondo reale attraverso
interfacce fisiche, sono riusciti a coniugare perfettamente la moda con le nuove tecnologie.
Cute Circuit abbina e integra micro-tecnologie, tessuti tecnologici e interattivi, elettronica tessile e microelettronica, microsensori e led con tessuti di altissima qualità, artigianalità d’eccellenza, processi produttivi etici e puliti.
Lavorando con dispositivi interattivi che reagiscono al movimento e modificano gli indumenti, ma anche elementi dei social media nella funzionalità applicativa delle linee Haute Couture come nel prêt-à-porter, Cute Circuit paradossalmente sposta l’attenzione sull’aspetto umano, sottolinea il potenziale di sviluppo delle relazioni interpersonali attraverso abiti che diventano schermi e strumenti per condividere emozioni e amplificare le connessioni.
L’abito in mostra, realizzato per l’attrice Nieves Alvarez e mai esposto in Italia, aggiunge alla naturale luminosità della seta nera dettagli laser e luci cangianti, controllati da un app che consente ai visitatori di scegliere immagini e decori. L’interazione con un account Twitter permette a tutti i messaggi associati ad un determinato hashtag di interagire in tempo reale con i Led, trasformando l’abito in uno schermo interattivo.
DREAMERS 02
guest project di Operae – Independent design fair.
Lingotto Fiere | Padiglione 5 Via Nizza, 294 Torino dal 3 al 5 novembre 2017 – dreamerstorino.it
Dal 3 al 5 novembre 2017 – Preview 2 novembre 2017
dreamerstorino.it – facebook/dreamerstorino – instagram/dreamerstorino
Un progetto di Barbara Casalaspro e Ludovica Gallo Orsi Prodotto da BOLD srl
Col sostegno di Regione Piemonte Partner Unione Industriale Biellese
In collaborazione con Cute Circuit-London; Dyloan Studio; Fondazione Ferragamo; Fondazione Gianfranco Ferrè e con Accademia Albertina di Belle Arti
di Torino, Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano,ArtEnfant,ATL Biellaharity partnerFondazione Cecilia Gilardi
DREAMERS 02
guest project di Operae – Independent design fair.
Lingotto Fiere | Padiglione 5 Via Nizza, 294 Torino dal 3 al 5 novembre 2017 – dreamerstorino.i

ALESSANDRIA. CGIL FLC GRADUATORIE DI ISTITUTO TERZA FASCIA ATA 2017-2020.

DOMANDE PER LE GRADUATORIE DI ISTITUTO TERZA FASCIA ATA 2017-2020.

Considerato che le nuove graduatorie di istituto per la terza fascia ATA sostituiscono integralmente quelle vigenti nel triennio precedente la FLC CGIL  di Alessandria  ha attivato dal 1 ottobre un servizio per tutti coloro che intendono presentare domanda per le  graduatorie di terza fascia d’istituto per il personale ATA (collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici, guardarobieri, infermieri e cuochi): 

Il servizio prevede l’assistenza per l’iscrizione a istanze online e informazioni per confermare iscrizione, aggiornare titoli e servizi sia per i tesserati  CGIL sia per chi intende farlo. 

Lo sportello è ubicato presso la reception della Camera del lavo di Alessandria – via Cavour, 27 ed è aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13  e i pomeriggi di  lunedì e giovedì dalle 14 alle 17.30