Categoria: ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. INPS per Tutti.

PROTOCOLLO D’INTESA PER L’ATTUAZIONE DEL PROGETTO “INPS PER TUTTI”.

Il Comune di Alessandria si impegnerà, in collaborazione con INPS, Caritas diocesana e Cissaca, a raggiungere i soggetti più fragili ed emarginati attraverso il Protocollo d’intesa che attua il Progetto “INPS per Tutti”, per il perseguimento dell’inclusione sociale e del sostegno alle fasce più deboli della popolazione.

L’obiettivo di “INPS per Tutti” è quello di raggiungere i cittadini di Alessandria nei luoghi in cui sono soliti ritrovarsi i potenziali beneficiari di prestazioni socio-assistenziali (nella mensa e nel dormitorio comunale, nei circoli ricreativi) in modo da intercettare i bisogni inespressi e farsene carico.

«L’obiettivo dell’amministrazione – commenta il Sindaco Giorgio Abonante – è quello di provare a portare alcuni servizi comunali più vicini ai cittadini che non vivono nel centro città, per questo motivo la creazione di isole di accoglienza come quelle immaginate da INPS, finalizzate a comunicare e far emergere i bisogni dei più poveri ed emarginati e far conoscere i servizi dell’Ente riguardo, ad esempio, i trattamenti pensionistici, è un attività in cui crediamo molto e che intendiamo potenziare. L’obiettivo è anche quello di colmare il Digital Divide in quanto è previsto che, con il supporto dell’INPS, personale individuato da Caritas, Cissaca e Comune di Alessandria venga adeguatamente formato affinché, attraverso la somministrazione di un questionario dinamico ai soggetti ‘burocraticamente esclusi’, siano individuati i potenziali fruitori di prestazioni».

ALESSANDRIA. Insediata la Consulta Comunale Pari Opportunità di Alessandria

INSEDIATA LA CONSULTA COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITÀ DI ALESSANDRIA

Nel corso del pomeriggio di ieri, 31 gennaio, si è insediata la Consulta Comunale per le Pari Opportunità presieduta dal Sindaco di Alessandria Giorgio Abonante, che ha anche la delega alle Pari Opportunità, procedendo, nel corso della riunione, alla nomina del nuovo Direttivo.
La Consulta Pari Opportunità è uno strumento di cui – in attuazione di quanto disposto dal proprio Statuto all’art. 4 comma 6 – si è dotato il Comune per garantire pari opportunità alle donne. In particolare, mira a proporre interventi atti a rimuovere gli ostacoli di ordine sociale, culturale, economico e istituzionale che costituiscono discriminazione diretta o indiretta nei confronti delle donne, adottando azioni positive per valorizzare e dare espressione alla differenza di genere.
La Consulta resterà in carica quanto l’attuale Consiglio Comunale e la seduta di avvio di ieri ha visto, quale proprio primo atto formale (ai sensi dell’art. 5 del Regolamento della Consulta) l’elezione nel proprio ambito di una Presidente, di una Vicepresidente e di una Segretaria.
È risultata eletta Presidente, con voto all’unanimità, la dr.ssa Vincenza Palermo, mentre Vicepresidente è la giornalista Mimma Caligaris e Segretaria la dr.ssa Ivana Tripodi.
Il Direttivo è stato nominato dall’Assemblea della Consulta formatasi a seguito dell’Avviso pubblico, scaduto il 13 gennaio scorso: un’Assemblea composta dall’Assessore alle Pari Opportunità, dalle Assessore nominate dal Sindaco e dalle Consigliere Comunali in carica, da una Rappresentante per ognuno dei partiti politici presenti in Consiglio Comunale, da una Rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale (sede di Alessandria) e da una rappresentante dell’UPO (sede di Alessandria); e inoltre è aperto alle Organizzazioni sindacali, alle Organizzazioni di categoria e agli Ordini Professionali dotati di Comitato Pari Opportunità, nonché alle Associazioni femminili operanti nella realtà comunale da almeno cinque anni.
Ciascuna delle Componenti la Consulta, durante la seduta di ieri, ha avuto modo di presentarsi, mettendo in luce le proprie esperienze in merito ai temi pertinenti le finalità perseguite dalla Consulta e sottolineando altresì utili spunti di riflessione e proposte.

«Con la seduta convocata ieri pomeriggio – ha dichiarato il Sindaco di Alessandria, Giorgio Abonante, che ha anche le deleghe per le Pari Opportunità – si è dato avvio ad una presenza di servizio molto importante per la nostra Comunità locale.
Mentre ringrazio tutte le Consultrici e coloro che hanno accettato il ruolo di rappresentanza e di interazione diretta con la nostra Amministrazione, ossia la Presidente Vincenza Palermo, la Vicepresidente Mimma Caligaris e la Segretaria Ivana Tripodi, vorrei sottolineare alcuni obiettivi strategici su cui il dialogo con la Consulta, nel rispetto della sua autonomia, potrà essere particolarmente interessante e proficuo.
L’obiettivo delle Pari Opportunità merita infatti di essere considerato nella sua trasversalità e inclusività rispetto alle diverse politiche di intervento e, come abbiamo anche rimarcato nel documento “Alessandria 2030” che indica le linee programmatiche che intendiamo realizzare durante il corrente mandato amministrativo, sono infatti convinto che il tema delle Pari Opportunità così come quello in generale dei diritti, della lotta alle discriminazioni, dell’integrazione di tutte le cittadine e tutti i cittadini non siano solo l’oggetto di una delega ad un Assessorato, ma debbano essere il “faro” della nostra azione amministrativa su ogni scelta politica.


In particolare, sento l’importanza del riferimento al contrasto delle discriminazioni: prevenire, contrastare e superare tutte le discriminazioni necessita il massimo impegno da parte nostra, sia che si tratti di discriminazioni per l’orientamento sessuale, che per quelle relative all’identità di genere, fino a considerare anche altri fattori di discriminazione – a volte subdoli, a volte palesi, ma sempre insidiosi e gravi – quali le forme di disabilità, l’origine etnica, l’orientamento religioso, la stessa età anagrafica in rapporto ai servizi e ai diritti spettanti alle Persone della nostra Comunità locale.
Insieme alla Consulta, sarà dunque fondamentale ragionare su questi temi così come confrontarsi sulle modalità più appropriate affinché, nel nostro territorio comunale, la valorizzazione della parità di genere venga sentita come “questione di comunità”, su cui sensibilizzare, fare educazione, coinvolgere e attivare tutte le fasce che compongono la collettività alessandrina.
Lotta alla discriminazione, parità di genere, valorizzazione della donna in quanto portatrice di competenze, esperienze e intelligenze: finalità sulle quali, come Sindaco, ma anche come Assessore con la Delega alle Pari Opportunità, desidero impegnarmi con particolare attenzione affinché si possano promuovere utili iniziative e progetti, in collaborazione sia con la Consulta che con il privato sociale locale.
A questo vorrei infine aggiungere anche l’obiettivo fondamentale del contrasto alla violenza di genere, dando impulso e attenzione alle iniziative di sensibilizzazione ed educazione e realizzazione di interventi diretti, in collaborazione con tutte le Istituzioni e le realtà associative del territorio.
L’elenco è lungo e gli obiettivi sono davvero molti, molto ambiziosi quanto urgenti per dare senso ad una credibile azione amministrativa in tema di Pari Opportunità. Ma, per il momento, mi fermerei qui…
Formulando, anche a nome della Vicesindaco e di tutti i colleghi della Giunta Comunale, i migliori auguri alla Presidente Vincenza Napoli, alla Vicepresidente Mimma Caligaris e alla Segretaria Ivana Tripodi, ringrazio le altre Candidate per la disponibilità Stefania Gallo e Cristina Bocchio, così come per l’importante servizio reso alla Comunità alessandrina la Presidente uscente Nadia Biancato insieme al Comitato di Presidenza uscente della Consulta.
E a questi saluti e ringraziamenti aggiungo quelli che rivolgo anticipatamente, per la sensibilità e il fattivo coinvolgimento, alle nuove Consultrici augurando a tutte “Buon inizio”!».

«Ringrazio tutte le Consultrici – questo il pensiero espresso dalla neo-Presidente della Consulta, Vincenza Palermo – per la fiducia accordatami e sono onorata di assumere la carica di Presidente, che eserciterò come “primus inter pares”, proseguendo nella linea di attenzione e sensibilità alle istanze della Consulta già intrapresa dalla precedente presidente Nadia Biancato sostenuta dal già Assessora alle Pari Opportunità Cinzia Lumiera.
Mi impegno come presidente della nuova Consulta interpretando, ne sono certa, la sensibilità anche di tutte le consultrice a perseguire i principi di parità in riferimento agli art. 3 e 37 della Costituzione Italiana, operando per rimuovere gli ostacoli che, di fatto, costituiscono discriminazione diretta e /o indiretta nei confronti delle donne e per promuovere le pari opportunità verso ogni tipo di discriminazione sulla base delle normative vigenti internazionali, nazionali e regionali al servizio della comunità alessandrina”.


Vincenza Palermo, nata a Napoli il 18 febbraio 1959, è oggi Direttrice della Struttura Complessa Risk Management presso l’ASL TO 4 Chivasso-Cirié-Ivrea.
Da sempre interessata al volontariato, ancora liceale entra a far parte della CRI di Alessandria nel Gruppo Pionieri.
Nel 1978 costituisce la Sezione Provinciale dell’AIDO di Alessandria divenendone prima consigliere segretaria e poi vice presidente nazionale, fino a ricoprire la carica di Presidente Nazionale dal 1995 al 2004.
Impegnata da sempre per i diritti dei più deboli, ha promosso come presidente dell’AIDO insieme all’ANED una proposta di legge d’iniziativa popolare per la modifica della vecchia legge sui prelievi e trapianti di organi, contribuendo così a far approvare la legge n. 91/1999, la normativa quadro sui trapianti di organi tessuti e cellule, e la legge per l’accertamento della morte. A livello regionale ha organizzato Corsi di formazione ai medici delle ASR per addestramento del prelievo di cornea a domicilio, per emendare la cecità assoluta.
Si è inoltre dedicata a promuovere la Medicina di Genere per ottenere l’equità delle cure sanitarie per le donne. Dal 2004 entra a far parte dell’AIDM (Società Scientifica Associazione Italiana Donne Medico), sezione provinciale di Alessandria, divenendone presidente dal 2014 al 2022, con la quale è stato elaborato e promosso il progetto pilota (in quanto il primo in Italia) denominato “Prendiamoci di petto” per la prevenzione e diagnosi precoce del tumore mammario nelle giovani donne tra i 30 e i 44 anni.
Attualmente ricopre la carica di Past President di Alessandria ed è Consigliera Nazionale dell’AIDM con la carica di Coordinatore della Commissione Etica.
Al contempo si è sempre dedicata alla promozione della professione medica che l’ha portata a far parte prima del consiglio dell’Ordine dei Medici di Alessandria e poi della Commissione Pari Opportunità dell’Ordine stesso.
Si occupa inoltre della garanzia dei diritti dei lavoratori contro le vessazioni, le discriminazioni e il mobbing sul luogo di lavoro nonché della tutela delle pari opportunità essendo Presidente del Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell’Azienda Sanitaria ASLTO4.
La sua professione di medicolegale l’ha portata anche ad attivare nuovi percorsi valutativi della disabilità divenendo formatrice per l’ICF1 (classificazione internazionale della Funzionalità) definita dall’OMS e formatore regionale per la valutazione della Disabilità.
È inoltre membro cofondatore e attuale Presidente Nazionale della Società Scientifica COMLAS (Coordinamento dei medici legali delle Aziende Sanitarie).

ALESSANDRIA. Inaugurazione Centro Aggregativo per Famiglie Il Filo Magico

INAUGURAZIONE DEL CENTRO AGGREGATIVO PER FAMIGLIE “IL FILO MAGICO”

Sabato 4 febbraio 2023, alle ore 10, nel Quartiere Cristo presso il nido comunale “Paola Trucco” in via Donato Bramante n.18, sarà inaugurato il nuovo centro  aggregativo per famiglie Il filo magico.

Lo scopo del centro aggregativo comunale è quello di offrire uno spazio per tutte le famiglie con bambini in fascia di età 0-6 anni pensato per promuovere la socialità in età prescolare e per il sostegno alla genitorialità. I bambini e le famiglie potranno trovare uno spazio gioco nel quale, grandi e piccini potranno giocare insieme, sperimentarsi in laboratori e partecipare ad attività guidate dalle educatrici, conoscendosi, confrontandosi e creando nuovi legami.

I locali dedicati al Il filo magico si trovano all’interno del nido comunale e dal periodo primaverile sarà possibile anche organizzare attività di Outdoor education nello spazio esterno dedicato.

“Sono felice che si sia potuto realizzare questo progetto e sarò quindi lieta di poter conoscere i bambini ed i genitori del nido comunale Paola Trucco e del quartiere” – afferma l’Assessore ai Servizi Educativi, Marina Cornara –. “Il nuovo centro aggregativo per famiglie “Il filo magico”, nato con l’intento di promuovere la socialità prescolare e sostenere la genitorialità, permetterà quindi di sviluppare le potenzialità di autonomia, socialità  e creatività, fattori fondamentali per la crescita armonica e serena dei bambini.

Il centro sarà aperto dalle 16.30 alle 18.30 tutti i martedì e giovedì e un sabato al mese.

Il giorno dell’inaugurazione sarà anche l’occasione per presentare il programma delle attività dei prossimi mesi. Presenti le operatrici della Cooperativa Semi di Senape, i Coordinatori del Comune di Alessandria e le autorità cittadine.

ALESSANDRIA. LA GIUNTA INCONTRA I SOBBORGHI E I QUARTIERI.

DECIMO APPUNTAMENTO CON:

“LA GIUNTA INCONTRA I SOBBORGHI E I QUARTIERI” – SPINETTA MARENGO

Giovedì 2 febbraio, alle ore 18 a Spinetta Marengo presso il Salone Primo Maggio in Piazzale Guido Donegani, si è svolto il decimo incontro del Sindaco e della Giunta coi cittadini dei Sobborghi e dei Quartieri, con l’obiettivo di attivare un filo diretto tra l’Amministrazione comunale e la popolazione.

Con l’occasione, sono stati illustrati i principali interventi previsti nel corso dell’anno e sono stati ascoltati i bisogni delle comunità residenti, approfondendo e condividendo temi e problematiche che richiedono una particolare attenzione e che sono emersi durante l’assemblea.

ALESSANDRIA. GRIGI, UN PASSO AVANTI E DUE INDIETRO.

Il servizio fotografico a cura di Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

Le speranze della salvezza dei grigi legata a un filo, che avvanza passo a passo tra vittore e sconfitte, ma sempre in fondo alla classifica. Contro il Rimini l’Alessandria paga l’inizio disattento e poco incisivo con un goal rimediato al 6° minuto e un rigore, parato da Marietta, all’8° minuto.

I grigi provano a recuparare la partita nel secondo tempo, ma, nonostante, mister Rebuffi, schieri Sylla e Cori, il Rimini regge all’urto dell’attaco alessandrino.

L’unico pericolo per il portiere biancorosso in pieno recupero per un tiro Gazoul dal limite, che fibìnisce in angolo per l’intervento del portiere.

La gara finisce con la vittoria per 1-0 a favore dei rimagnoli.

Il prossimo impegno per l’Alessandria sabato prossimo 4 febbraio a Pontedera.