Categoria: AGGIORNAMENTI SETTIMANALI CRONACA E ATTUALITA’

CATANIA. “PIAZZA PULITA” 28 ARRESTI PER SPACCIO DI DROGA NELLA STORICA PIAZZA DI SPACCIO:”TONDICELLO DELLA PLAJA”.

Catania: la Mobile fa “Piazza pulita” di spacciatori

Al termine dell’indagine “Piazza pulita” la Squadra mobile di Catania ha eseguito 28 misure cautelari nei confronti degli appartenenti a un gruppo criminale che gestiva una delle storiche piazze di spaccio catanesi chiamata “Tondicello della Plaja”.

Uno degli arrestati è accusato di associazione di tipo mafioso, mentre per gli altri si configurano i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, con l’aggravante del fine di agevolare il clan mafioso Cappello-Carateddi.
Un indagato è accusato di tentato omicidio mentre altri tre devono rispondere dei reati di lesioni personali, violenza, minaccia e resistenza aggravata a pubblico ufficiale.

L’attività investigativa della Mobile, iniziata nel settembre dello scorso anno, ha permesso di fare luce sull’attività e l’organizzazione degli spacciatori, specializzati nella vendita di cocaina e marijuana.

I numerosi clienti potevano rifornirsi per buona parte della giornata, infatti i pusher si erano organizzati in due turni, dalle 14 alle 21 e dalle 21 alle 6; in questo modo riuscivano a soddisfare in media 250 acquirenti per ogni turno di “lavoro”, incassando ogni giorno cifre che oscillavano tra 7mila e 8mila euro.

L’attività degli spacciatori era protetta da numerose vedette, e la droga veniva nascosta in un chiosco, all’interno di un’agenzia di scommesse, in alcune aiuole e ruderi nei pressi dei due esercizi commerciali, entrambi sottoposti a sequestro, oppure nelle abitazioni di alcuni appartenenti al gruppo.

L’organizzazione criminale gestiva la piazza di spaccio con il “benestare” del clan mafioso Cappello-Bonaccorsi, al quale pagava ogni mese una cifra che oscillava tra 2mila e 8mila euro, destinata al mantenimento “colleghi” in carcere.

L’attività di spaccio, che si svolgeva in piazza Caduti del mare, è stata documentata anche da numerosi video registrati da telecamere nascoste in punti strategici; nelle immagini si vedevano anche cessioni a clienti minorenni fatte da pusher coetanei.

Durante uno dei controlli fatti nella piazza di spaccio nel corso dell’indagine, gli agenti intervenuti furono accerchiati e aggrediti dagli numerosi appartenenti al gruppo criminale.

Sergio Foffo

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. FERMATO PARCHEGGIATORE ABUSIVO IN PIAZZALE BERLINGUER.

”fermato un parcheggiatore abusivo in Piazzale Berlinguer”

Il 25 Ottobre durante un servizio Straordinario di Controllo del Territorio, in collaborazione con gli equipaggi della Questura, mirati a rendere più efficace la vigilanza, prevenzione e repressione delle attività di accattonaggio molesto e nei confronti dei parcheggiatori abusivi e sanzionare le sistematiche violazioni del Regolamento Comunale con particolare attenzione alla zona del parcheggio di  Piazzale Berlinguer.

Durante il servizio il personale in borghese avvicinava una persona nordafricana, pregiudicato ed in regola con la normativa sul soggiorno, intento ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo.

Al parcheggiatore veniva contestata la violazione  amministrativa di cui all’art. 7 comma 15 bis del Codice della Strada per l’esercizio dell’attività di parcheggiatore abusivo contestualmente gli veniva sequestrata, ai fini di confisca, il provento dell’attività illecita.

 Ai danni dello stesso veniva, inoltre,  emesso un ordine di allontanamento ex artt. 9 commi 1 e 2, e 10 comma 1 del D.L. 14/2017 .

Gli equipaggi delle volanti hanno predisposto posti di controllo anche dinamici nelle aree circostanti al Piazzale Berlinguer e controlli nei parcheggi dei centri commerciali identificando 9 persone.

Il Questore Michele Morelli ha fornito indicazioni alla Divisione Anticrimine della Questura per la verifica della posizione giuridica dei soggetti gravati da precedenti penali ai fini dell’applicazione di Misure di Prevenzione, ovvero di quei provvedimenti di competenza questorile, quali Avviso Orale e Foglio di Via Obbligatorio, che colpiscono le persone pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.

#poliziadistato #essercisempre

@questuraalessandria

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. SANZIONE AMMINISTRATIVA PER IRREGOLARITA’ IN UN LOCALE DEL CENTRO CITTA’

“Attività di controllo presso un Pubblico Esercizio ”

Il personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Alessandria la sera del 19 ottobre ha effettuato un controllo presso un pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande in via Guasco.

Il controllo degli agenti di polizia sugli avventori del locale portava all’identificazione di 12 persone di cui 9 con precedenti di Polizia.

Durante il controllo emergevano irregolarità sulla corretta tenuta ed esposizione delle normative sui pubblici esercizi e l’assenza del previsto apparecchio di rilevazione del tasso alcolimetrico.

Per tali irregolarità al titolare del locale venivano contestate  sanzioni amministrative per un totale di €5.100.

Alessandria lì, 2 novembre 2019

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. SERVIZIO STRAORDINARIO DI CONTROLLO E VERIFICHE AMMINISTRATIVE.

Alessandria – Servizi straordinari di controllo del territorio  e verifiche amministrative

Il personale della Polizia Amministrativa della Questura di Alessandria in collaborazione del personale della Squadra Mobile e gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Piemonte” di Torino ha effettuato servizi straordinari di controllo del territorio alessandrino.

Tra le aree sottoposte ai controlli ci sono quelle nel quartiere Pista-Europa destinate n particolare al parcheggio delle case mobili dei giostrai e alcune sale slot/vlt e scommesse in varie zone della città.

I controlli amministrativi effettuati nelle sale slot/vlt hanno riguardato la regolarità delle licenze, le tabelle dei giochi proibiti, il rispetto della legge sulla ludopatia, la tutela del gioco dei minori e i preposti presenti all’interno delle attività.

In un esercizio sono stati riscontrati apparecchi “Better” non ancora funzionanti mentre, in un’altra sala slot, sono stati identificati nr. 3 cittadini stranieri i quali sono stati invitati, ai sensi dell’art.15 T.U.L.P.S.,  presso l’Ufficio Immigrazione per regolarizzare la propria posizione sul territorio nazionale.

Complessivamente, nell’ambito delle attività, sono state identificate nr.102 persone, 35 delle quali con precedenti penali e di polizia, 11 cittadini stranieri, controllati 5 esercizi pubblici e 25 veicoli di cui 12 erano camper/roulotte.

Alessandria, 2 novembre 2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: