Categoria: AGENDA E APPUNTAMENTI

ALESSANDRIA. SANITA’, LA LOTTA CONTRO IL DILAGARE DELL’EPIDEMIA.

Sanità: come prepararsi al futuro La lotta contro il dilagare della pandemia ha mostrato l’impegno generoso dei nostri operatori sanitari ma ha anche messo in luce fragilità, difficoltà e ritardi del sistema, in particolare a livello della medicina territoriale. L’obiettivo atteso è quello del potenziamento dei servizi per la salute superando i divari territoriali grazie a “contenitori sociosanitari di prossimità “dove possano lavorare e cooperare medici di medicina generale, specialisti, infermieri di famiglia, operatori sociosanitari.

La ricerca scientifica e il progresso tecnologico rendono possibile e necessario adeguare la sanità alle nuove sfide che ci attendono. Come ciò possa avvenire, quali vie siano da percorrere, quali contributi possano dare le diverse parti in causa. Sono questi i temi della tavola rotonda organizzata da due strutture della CGIL alessandrina: il sindacato della Funzione Pubblica e il sindacato dei pensionati, lo SPI. L’incontro si svolgerà giovedì prossimo , 2 dicembre, con inizio alle 9:30, nella Sala Seminari dell’Università del Piemonte Orientale, in via Mondovì 8 .

Moderati da Graziella Rogolino , responsabile Dipartimento Sanità della segretaria regionale dello SPI CGIL piemontese, interverranno nella discussione: la direttrice dell’Area Tecnico Sociale del CISSACA Stefania Guasasco ; il presidente dell’Ordine dei Medici di Alessandria Antonello Santoro ; il direttore sanitario Alessandria-Valenza della ASL-AL Roberto Stura .

Le basi della discussione saranno fornite dall’introduzione, affidata alla segretaria generale della Funzione Pubblica CGIL di Alessandria Francesca Voltan , mentre trarre le conclusioni del dibattito e di prospettarne gli sviluppi anche sindacalmente operativi sarà compito della responsabile Politiche della Sanità della segreteria regionale CGIL Piemonte Danila Botta . “Noi pensionati – afferma Antonella Albanese , segretaria generale dello SPI CGIL di Alessandria – rappresentiamo certamente la quota più grande degli utenti del servizio sanitario; le persone che nell’emergenza hanno pagato il prezzo più caro. Siamo molto preoccupati per il ritardo significativo​

“Una lunga catena di decisioni e non scelte delle direzioni generali e sanitarie delle ASL stanno scaricando nei territori su medici e infermieri il peso della situazione emergenziale. Il personale numericamente inadeguato è al limite fisico di sopportazione e il sistema è arrivato al punto di rottura. La salute è un bene primario che non può e non deve essere integralmente delegato ai tecnici”. L’evento è aperto al pubblico nei limiti della capienza del locale e nel rigoroso rispetto della normativa vigente: green pass, mascherina, distanziamento.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI via telefono al numero 0131 308236 e via messaggistica WhatsApp al n. 335 35 60 99.

ALESSANDRIA. NON UNA DI MENO ORGANIZZA IL PULLMAN PER LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA.

Non Una di Meno Alessandria

Anche noi in piazza a Roma! Ci vogliamo vivЗ e liberЗ dalla violenza!


Il 27 novembre la marea femminista e transfemminista di Non Una Di Meno tornerà ad attraversare le strade di Roma.


Non Una Di Meno Alessandria sarà una delle onde di questa grande e meravigliosa marea.

Dopo due anni dall’inizio della pandemia sentiamo forte la voglia di tornare ad attraversare le strade romane con i nostri corpi. 


L’emergenza sanitaria e la conseguente crisi hanno pesato maggiormente sulle nostre spalle.


Un esempio di ciò è il lavoro di cura, quello non riconosciuto e dato per scontato, che è ricaduto su centinaia di migliaia di donne che al lavoro in smart working hanno dovuto affiancare la cura di figli e figlie in dad e le faccende domestiche, e quello affidato a colf e badanti spesso senza permesso di soggiorno, che la tanto decantata sanatoria avrebbe dovuto regolarizzare e che invece ha lasciato in una intollerabile situazione di ricatto e invisibilità.


La pandemia ha anche pesato fortemente sulle donne e sulle persone LGBTQIAP*+ che, non potendo contare su strutture di accoglienza per sfuggire alla violenza domestica, hanno pagato a caro prezzo la convivenza forzata con i loro maltrattanti. 

Mentre scriviamo questo comunicato i femminicidi in Italia dall’inizio del 2021 sono stati più di 100 e i transicidi 3.

La violenza di genere è un’emergenza strutturale, e lo abbiamo ripetuto più volte, questi numeri lo confermano ma le istituzioni continuano a sottovalutarla, come spiegare altrimenti il ritardo del rinnovo del piano triennale anti-violenza scaduto nel 2020, o il contenuto della misura introdotta da pochi giorni del reddito di libertà, destinato alle donne che fuoriescono dalla violenza.

Questa misura è insufficiente e discriminatoria:
insufficiente perché la cifra stanziata, 3 milioni di euro, permetterà a solo 625 donne in tutta Italia di poterne beneficiare, ed è ben poca cosa se pensiamo che le donne ospitate nei centri anti-violenza italiani sono circa 70.000, e a questo va aggiunto che la cifra destinata ad ogni donna è di 400 euro al mese per un anno, che di certo non può garantire autonomia economica.

La misura è discriminatoria perché le donne irregolari presenti in Italia non possono accedervi.

Noi vogliamo che i CAV femministi vengano coinvolti pienamente nella definizione delle strategie di contrasto alla violenza di genere, vogliamo il riconoscimento dell’autonomia dei CAV femministi e fondi per i percorsi di fuoriuscita dalla violenza.

In questi giorni assistiamo pienЗ di rabbia alle violenze perpetrate su donne e uomini migranti in nome di accordi internazionali inumani. Vogliamo il permesso di soggiorno europeo slegato da famiglia e lavoro, un reddito di autodeterminazione non condizionato e un salario minimo europeo, che permetta in particolare alle donne di non essere più assoggettate al potere di un padre, un marito o un datore di lavoro.

Il 28 ottobre la violenza istituzionale si è manifestata nel fragoroso applauso e nelle scene di giubilo che hanno festeggiato, all’interno del Parlamento, l’affossamento del DDL Zan. Noi vogliamo molto più del DDL Zan, perché la lotta delle persone trans, queer e LGBTQIAP*+ è la nostra lotta, e per questo vogliamo riaffermare l’autodeterminazione sui nostri corpi e sulle nostre vite e pretendiamo che nelle scuole sia fatta educazione sessuale, all’affettività e alla differenza di genere.

Vogliamo che i nostri corpi sensibili non siano più invisibili, vogliamo che il Sistema Sanitario Nazionale ci fornisca cure, assistenza e strumenti diagnostici per malattie come vulvodinia, fibromialgia, endometriosi, neuropatia del pudendo, dolore pelvico.
Vogliamo gli obiettori fuori dagli ospedali pubblici, vogliamo il diritto di scegliere sui nostri corpi.

Vogliamo giustizia climatica, vogliamo i nostri territori liberi da chi ci avvelena in cambio di una manciata di posti di lavoro.

Il 27 novembre saremo marea contro la violenza del patriarcato in tutte le sue forme.
La cura e la tutela della salute durante la manifestazione sarà un impegno condiviso da tuttЗ.

PULLMAN DA ALESSANDRIA // 𝟮𝟳 𝗡𝗢𝗩𝗘𝗠𝗕𝗥𝗘: 𝗠𝗔𝗡𝗜𝗙𝗘𝗦𝗧𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗡𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗔𝗟𝗘 𝗔 𝗥𝗢𝗠𝗔
𝗖𝗼𝗻𝘁𝗿𝗼 𝗹𝗮 𝘃𝗶𝗼𝗹𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗺𝗮𝘀𝗰𝗵𝗶𝗹𝗲 𝘀𝘂𝗹𝗹𝗲 𝗱𝗼𝗻𝗻𝗲 𝗲 𝗱𝗶 𝗴𝗲𝗻𝗲𝗿𝗲.

ORARIO
Partenza ore 4:45 da Piazza Garibaldi
Rientro al termine della manifestazione

COSTI
Biglietto sostenitrice 55€
Biglietto semplice 35€
Students 25€

Per informazioni e prenotazioni scrivici sulla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/nonunadimenoalessandria o al +393406136076
//POSTI LIMITATI//

Saremo marea femminista e transfemminista
Perché ci vogliamo vivЗ e liberЗ dalla violenza

TORINO. XMAS COMICS AND GAMES AL LINGOTTO FIERE 11 /12 DICEMBRE 2021.

Sabato 11 e domenica 12 dicembre il padiglione 3 di Lingotto Fiere ospita la settima edizione di Xmas Comics and Games , la kermesse irrinunciabile per tutti gli amanti di fumetti e non solo, per un Natale all’insegna del divertimento.



Due giorni di grande festa con un’ampia area espositiva dove trovare fumetti, gadget, oggetti da collezione e costumi, un palco dedicato alle competizioni cosplay e al karaoke, uno spazio per gli amanti dei giochi di ruolo e da tavolo, numerose postazioni all’avanguardia per il videogaming, con tornei e giochi in freeplay e infine un’area entertainment con riproduzioni di scenari e costumi di film, combattimenti con spade laser ed escape room. 
Squid game nerd editionSull’onda del successo mondiale della serie tv coreana, Xmas Comics organizza gli Squid game – nerd edition: in fiera vengono ricostruite le ambientazioni della serie e i famosi giochi , dalle biglie a 1,2,3…stella!, (alcuni saranno rivisitati): sotto il vigile controllo del Frontman e delle guardie, i partecipanti sono chiamati a sfidarsi in una sfida suddivisa su entrambi i giorni di fiera da cui uscirà soltanto un vincitore.
Naturalmente i partecipanti che non supereranno i vari giochi non subiranno la stessa sorte riservata ai malcapitati della serie tv, ma subiranno un divertente e innocuo rituale di eliminazione. In palio un ambito privilegio: un accredito a vita per Xmas Comics. Gli ospiti dell’area autori: confermati Sergio Giardo, Stefano Disegni e Andrea Cavaletto.
Tra i primi nomi confermati c’è Sergio Giardodisegnatore e copertinista di Nathan Never, oltre che docente alla Scuola Internazionale di Comics di Torino; è anche autore del romanzo Roy Rocket – oltre l’infinito, disponibile ora sulla piattaforma Wattpad, vincitore dei premi Wattys 2020; ha inoltre lavorato come character designer per le serie animate “Farhat, il Principe del deserto” e “Sandokan III”.Prima volta a Torino per il fumettista satirico Stefano Disegni, autore di strisce su il Fatto quotidiano, Corriere della Sera e Ciak.
In fiera presenta Fabrizio Ialongo il detective col dittongo (Sagoma editore) un’occasione per riscoprire un decennio a lungo bistrattato, gli anni Ottanta, e la sua musica.   Torna in fiera Andrea Cavaletto, creativo, illustratore e sceneggiatore, una delle più innovative e autorevoli voci dell’horror italiano moderno che lavora per numerosi editori, da Sergio Bonelli (Dylan Dog, Martin Mystère, Zagor, Tex) a Feltrinelli Comics (Nuvole Nere), Inkiostro (Paranoid Boyd) e NPE (Un chien Analou).Presenti inoltre Attila Schwanz, artista torinese che ha lavorato per la graphic novel Symposium Club (Edizioni Inkiostro) e collaboratore die diverse case editrici, riviste ed associazioni come grafico, fumettista ed illustratore; Barbara Astegiano, illustratrice che ha lavorato all’adattamento in forma di graphic novel del film horror The Theatre Bizarre, curato da Andrea Cavaletto e Francesco Massaccesi; Christian Sartirana, autore di racconti, romanzi e podcast Weird/horror di ambientazione piemontese, nonché scrittore per l’infanzia, è attualmente una delle voci più apprezzate della nuova corrente letteraria del Gotico Piemontese; Elena Chiappini, illustratrice del libro Brigitte di Stefano Fantelli (NPE) e attualmente al lavoro su una graphic novel di sua creazione, su sceneggiatura di Andrea Cavaletto. 
Le voci della Casa di Carta a Xmas ComicsTornano i grandi doppiatori a Torino . Anche quest’anno sarà presente una schiera di voci celebri del mondo del cinema e delle serie tv. A pochi giorni dall’uscita su Netflix degli episodi conclusivi della serie (i 5 episodi finali della quinta stagione saranno disponibili a partire dal 3 dicembre), Xmas Comics ospita le voci di alcuni dei protagonisti de La Casa di Carta. Sabato 11 dicembre saranno in fiera Mirko Cannella, voce di Rio (interpretato da Miguel Herràn), Perla Liberatori, doppiatrice di Nairobi (interpretata da Alba Flores) e Massimo De Ambrosis, voce di Arturo Roman (interpretato da Enrique Arce).
I doppiatori sveleranno al pubblico aneddoti e curiosità sulla stagione conclusiva di una delle serie più famose al mondo, entrata nell’immaginario collettivo anche grazie ai celebri costumi e alle maschere di Salvador Dalì indossate dai rapinatori. 
Le attività cosplay: karaoke, karacosplay e la classica competizioneNon sarebbe Xmas Comics & Games senza i contest e le competizioni dedicate al cosplay e al karaoke, organizzate in collaborazione con la Cospa Family.
Sabato 11 alle 14 si svolge il Karacosplay, il contest di karaoke in costume, dove una giuria di qualità valuta i partecipanti per le loro doti vocali e per l’interpretazione del personaggio.Domenica 12 è di scena il karaoke contest, dove è invece il pubblico, con l’ormai immancabile “applausometro”, a decretare i vincitori; sempre domenica si svolge sul palco uno degli appuntamenti più amati ed attesi della manifestazione: il Cosplay Contest Natalizio .

L’evento richiama gli appassionati di cosplay che possono assistere all’avvincete competizione dove una giuria premia i migliori tra i partecipanti valutando i costumi, gli accessori e l’esibizione.
La giuria cosplay, quest’anno tutta al femminile, è composta da Martina Mottola e Flavia “Haikucosplay”, rappresentanti italiane in carica per la prossima edizione del WCS – World Cosplay Summit,   e Cristina Cervellera, alias Harley Costumes, specializzata in costumi tratti prevalentemente da film, musical e periodi storici.Info e regolamento su http://www.cosplaycompetition.com/. 
Torna il Kpop con la K-stage Battle, giochi ed esibizioniDopo il grande successo del 2019, il kpop torna a Xmas Comics anche per l’edizione del 2021, grazie alla collaborazione con l’associazione TKC – Turin-Korea Connection.Il kpop (Korean Pop) è un genere musicale esportato dalla Corea del Sud che affonda le sue radici nel pop, ma che trae ispirazione da altri generi come rap, rock, soul, l’R&B e funk. La sua popolarità nel mondo sta crescendo a dismisura, così come le band kpop, con le loro hit sempre più presenti ai primi posti delle classifiche, caratterizzate inoltre da coreografie dance curate nei minimi dettagli.
Sabato 11 dicembre Xmas Comics ospita la K-stage Battle, una gara di danza Kpop rivolta sia a solisti sia a gruppi.  
Oltre al contest, l’associazione Turin Korea Connection sarà presente in fiera con un’area di oltre 100mq dedicata interamente al Kpop, con numerose attività in programma: Kpop Random Dance, Giochi Kpop ed esibizioni. Videogiochi: a Torino le finali nazionali dei nuovi tornei Philips Hue FIFA 22 e LOL Championship.Xmas Comics si conferma anche nel 2021 uno degli appuntamenti più importanti a livello nazionale del settore eSport e videogaming 
L’area videogames per questa edizione è realizzata in collaborazione con Lega Esport, società sportiva dilettantistica che ha l’obiettivo di promuovere il mondo eSport in Italia.Fifa e League of Legends sono tra gli indiscussi protagonisti di quest’anno.
Durante l’evento infatti, l’11 e il 12 dicembre, sono in programma le finali dei tornei Philips Hue FIFA 22 University Championship e Philips Hue LOL Championship, frutto della collaborazione tra CUS Torino, Nerds, Lega Esport e Philips Hue Italia. BigliettiI biglietti sono in vendita online sul portale vivaticket.it. 
A causa del contingentamento degli ingressi, in conformità alle normative anti covid-19, il numero di titoli di ingresso in vendita è limitato.
Fino al 30 novembre è possibile acquistare a tariffa agevolata : il biglietto intero costa 12€, ridotto 10€; dal 1° dicembre i biglietti saranno a tariffa piena: 15€ intero, 13€ ridotto. Tariffa speciale per i cosplayer a 9€. 
Si preannunciano nei prossimi giorni nuovi ospiti dal mondo del fumetto, del doppiaggio e non solo.  

Xmas Comics&Games – 7° edizione11-12 dicembre 2021
Lingotto Fiere, Via Nizza 280 – Torino
Dalle 9.30 alle 19.30

www.xmascomics.it
Prevendite online su 
www.vivaticket.it   
Ufficio stampa: Thunder Communication Edoardo Parolisi
edoardo@thundercommunication.it+39 3395996798

ALESSANDRIA. IL RICORDO DELLE VITTIME DELL’ALLUVIONE DEL 1994.

XXVII ANNIVERSARIO DELL’ALLUVIONE DEL 1994
Alessandria, novembre 1994-novembre 2021

foto Protezione Civile

Nel XXVII anniversario della tragica alluvione che colpì Alessandria il 6 novembre 1994, la Città ricorda le proprie vittime con il seguente programma di eventi commemorativi di carattere istituzionale che si svolgeranno nella mattinata di sabato 6 novembre 2021.

ore 10.30: Celebrazione eucaristica in suffragio delle vittime dell’Alluvione
Duomo di Alessandria (piazza Giovanni XXIII)
La Celebrazione sarà officiata da S. E. mons. Guido Gallese, Vescovo di Alessandria, alla presenza delle Autorità delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e della Cittadinanza.
Saranno presenti i Gonfaloni del Comune e della Provincia di Alessandria (Medaglia d’oro al V.M.).

ore 11.45: Deposizione di una Corona d’Alloro al Monumento alle Vittime dell’Alluvione
parco Carrà (intersezione tra viale Milite Ignoto e viale Teresa Michel) di Alessandria
Saranno presenti i Gonfaloni del Comune e della Provincia di Alessandria (Medaglia d’oro al V.M.).
Alla cerimonia sono invitati, oltre alle Autorità Civili, le Rappresentanze delle Forze Armate e delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dei Volontari della Protezione Civile, della Croce Rossa, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e la Cittadinanza.

ore 12.15: Deposizione di una Corona d’Alloro alla Lapide in ricordo delle Vittime dell’Alluvione del Sobborgo di San Michele – Chiesa Parrocchiale (via Remotti – San Michele, Alessandria)
Saranno presenti i Gonfaloni del Comune e della Provincia di Alessandria (Medaglia d’oro al V.M.).
Alla cerimonia sono invitati, oltre alle Autorità, il Parroco di San Michele, le Rappresentanze delle Forze Armate e delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dei Volontari della Protezione Civile, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e la Cittadinanza.

QUARGNENTO(AL). IL BORGO INTITOLA UNA PIAZZA AI VIGILI DEL FUOCO:”ANTONINO, MARCO E MATTEO”.

Il comune di Quargnento domenica 7 novembre, in occasione del 2° anno dalla strage dei Vigili del Fuoco, inaugurerà una piazza intitolata ai Caduti dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo.

Video archivio Quotidiano on line/PhotoAgency

La comunità di Quargnento intende in questo modo mantenere viva la memoria dei 3 pompieri,Marco, Matteo e Antonino uccisi nello scoppio del cascinale organizzato dal proprietario per truffare l’assicurazione.

Il sindaco Paola Porzio avrebbe voluto rendere omaggio ai tre Vigili del Fuoco nel primo anniversario della loro scomparsa, ma l’evento era stato annullato a causa del covid.

La piazza ricavata in uno spazio comunale, adibita a parcheggio di pubblica utilità, è stata accuratamente risistemata e illuminata allo scopo di dare il giusto riconoscimento ad Antonino, Marco e Matteo.

L’intitolazione è stata resa possibile grazie alla Prefettura e al Prefetto di Alessandria che, in deroga alla prassi che richiede almeno 10 anni dalla scomparsa dei 3 vigili, hanno concesso la deroga per poter anticipare l’intitolazione.

La cerimonia di inaugurazione alle 11 dopo la Santa Messa messa delle 10, nella chiesa di Quargnento, officiata da don Mario Bianchi e dal cappellano dei Vigili del Fuoco.

ALESSANDRIA. ASSEMBLEA PUBBLICA COMITATO STOP SOLVAY E FRIDAY FOR FUTURE SU PFAs E INQUINAMENTO AMBIENTALE.

Comitato Stop Solvay: “ Per lo screening non siamo disposti ad aspettare oltre ”

Domenica sera l’assemblea insieme a Fridays For Future organizzano una assemblea pubblica Domenica 26 settembre 2021 in via Piave, 63 ad Alessandria.

Negli ultimi due anni, sono state numerose le pubblicazioni sulla nocività e pericolosità per l’uomo e l’ambiente dei PFAs : dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), a i medici per l’ambiente (ISDE), da ARPA Piemonte e Veneto alla comunità scientifica di tutto il mondo.

Un fiume di informazioni tecniche e scientifiche che hanno confermato il valore della battaglia del Comitato Stop Solvay, FRIDAY FOR FUTURE su stop Solvay in Piemonte e delle Mamme NO PFAs in Veneto.

A tutte queste informazioni si aggiungono le testimonianze dirette di territori e popolazioni in sofferenza.

I recenti monitoraggi di ARPA Piemonte – come riporta va Il Piccolo del 10 settembre scorso – continuano a registrare un inquinamento diffuso alle porte di Alessandria dovuto oltre ai noti PFAs (cC6O4, A D V7800 e PFOA) anche agli inquinanti precedentemente rilasciati nell’ambiente (cloroformio, tetracloruro di carbonio).

E se per quest’ultimi si può scaricare il barile su Montecatini, Ausimont e Montedison , la significativa dispersione dei PFAs è imputabile esclusivamente a Solvay, unico produttore di queste sostanze sul territorio alessandrino.

A questo fero ce inquinamento non può che conseguire uno stato di salute tutt’altro che buono della popolazione . I tassi di morbilità e mortalità nella Fraschetta – il Comitato lo diceva già a dicembre 2019 , a segui to della pubblicazione dello studio epidemiologico , e non si stanca di ripeterlo – raggiungono percentuali scioccanti rispetto al resto della Provincia di Alessandria.

In questo contesto drammatico, nulla è stato fatto dalle Istituzioni che dovrebbero tutelare la salute pubblica e i beni collettivi (tra cui quelli ambientali).

Anzi, l’unica decisione presa è stata quella di spalleggiare la multinazionale belga concedendo l’ampliamento della produzione di queste sostanze affinché potesse ricavare ulteriore profitto dalla distruzione di vite e di un intero territorio.

“Non ci stanchiamo di continuare a lottare per lo screening sanitario di tutta la popolazione potenzialmente esposta ai PFAs – dice Viola Cereda, portavoce del Comitato Stop Solvay – In questi ultimi mesi , dopo i nostri sforzi, l a proposta d i un biomonitoraggio umano è stata addirittura discussa in Regione Piemonte.

Ma mentre la classe politica valuta se lo screening sanitario sia “cantierabile” , Solvay continua a sversare sul nostro territorio questi inquinanti. N on siamo disposti ad aspettare oltre una risposta ! ” Domenica 26 settembre, alle 21 in via Piave 63 ad Alessandria , il Comitato Stop Solvay discuterà con Giovanni Fazio – medico ISDE -, Giovanna Dal Lago – mamma NOPFAs – e Giovanni Del Bello – attivista di PFAsLand e ZEROPFAs – degli effetti di questi inquinanti sulla salute , del la necessità di uno screening sanitario per coloro che vivono il territorio alessandrino e dell’analogo percorso avviato in Veneto da alcuni anni.

L’evento fa parte della 3 giorni indetta da Fridays For Future Alessandria . “ La nostra lotta e quella di questi ragazzi è la stessa : vogliamo che le istituzioni agiscano per fermare la crisi sanitaria e ambientale che questo territorio vive da oltre cent’anni !

Vogliamo: screening di tutta la popolazione, chiusura dell’impianto produttivo di Spinetta Marengo e bonifica dell’interno territorio!”.

ALESSANDRIA. RICOSTRUIRE IL PIEMONTE INSIEME AI SINDACI.

Mercoledì 1° settembre si terrà l’incontro con gli amministratori locali per discutere di rilancio della regione e l’Italia. Introduce l’incontro Giordano Otello Marili, parteciperanno all’incontro Domenico Ravetti, Alberto Avetta, Maurizio Marello, Elena Piastra, concluderà l’incontro Giorgio Gori, sindaco di Bergamo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: