Archivi autore

Redazione

PALERMO. “BLACK AXE”, SCHIAVA DEL SESSO FA ARRESTARE I SUOI AGUZZINI.

Palermo: ridotta in schiavitù fa arrestare i suoi aguzzini

Un gruppo composto da 4 componenti dell’organizzazione nigeriana “black axe” sono stati arrestati dalla Squadra mobile di Palermo con le accuse di aver organizzato una tratta di persone, riduzione in schiavitù, sequestro di persona, sfruttamento della prostituzione nonché favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

L’indagine scaturita dalla denuncia di una giovane donna, “schiava” del gruppo criminale che aveva riferito agli investigatori di aver subito, dai componenti dell’organizzazione, violenze di ogni genere già nel suo Paese di origine e di esser arrivata a Palermo clandestinamente per poi essere avviata alla prostituzione, ha consentito di accertare che gli indagati appartengono ad un’organizzazione nigeriana di tipo mafioso (secret cult) denominata “Black Axe”.

Sottoposta ai temuti riti voodoo, la donna aveva promesso di estinguere il suo debito di 15mila euro contratti con l’organizzazione criminale, ma i componenti della banda approfittando del suo stato di soggezione e sotto la minaccia di morte e violenze, l’avevano in realtà resa loro schiava.
Per sottrarsi ai suoi aguzzini, la giovane si era rivolta ad un pastore pentecostale suo connazionale che, a sua volta, era stato minacciato di morte per aver aiutato la donna a rivolgersi alla Polizia.(fonte Polizia di Stato).

ROVIGO. I MILIONARI DELLA COCAINA, TRE ARRESTI.

Rovigo: spaccio milionario di cocaina, tre arresti

Gli investigatori della Squadra mobile di Rovigo hanno arrestato tre persone, due uomini e una donna, che gestivano un giro di spaccio di cocaina milionario.

Gli investigatori sono arrivati ai tre dopo una serie di osservazioni e appostamenti che li hanno condotti nei pressi di un garage a Bosaro (Rovigo) dove hanno sorpreso e arrestato due di loro con due involucri contenenti, ciascuno, oltre un chilo di cocaina, una piccola quantità di marijuana, ma in seguito hanno rinvenuto e sequestrato quasi mezzo quintale di cocaina e oltre 400 mila euro.

Nell’auto in uso ai due gli agenti hanno individuato un vano nascosto contenente oltre 17mila euro.

I poliziotti hanno in seguito effettuato le perquisizioni domiciliari scoprendo nell’abitazione di uno degli arrestati, domiciliato in provincia di Reggio Emilia, un probabile “hub” interregionale di cocaina.

La Squadra mobile nell’alloggio ha sequestrato ulteriori 39 panetti contenenti oltre 40 chili di cocaina e denaro contante per 390 mila euro.

Nell’abitazione era presente la compagna di uno di loro che è stata arrestata.(fonte Polizia di Stato).

FROSINONE. COLTIVAZIONE DI MARIJUANA, SEQUESTRATE 1400 PIANTINE, UN ARRESTO.

Frosinone: sequestrata serra con 1.400 piante di marijuana, un arresto

perquisizione

Gli agenti della squadra mobile di Frosinone hanno arrestato un uomo al quale sono state sequestrate circa 1.400 piante di marijuana che, una volta immessa sul mercato, avrebbero fruttato almeno 5 milioni di euro.

L’indagine della Squadra mobile ha consentito di individuare un casolare, nelle campagne di una cittadina della provincia frusinate, dove veniva prodotto lo stupefacente.

Gli agenti che hanno fatto irruzione nel seminterrato dell’edificio, attirati da un forte odore, si sono trovati di fronte ad una serra adibita alla coltivazione di canapa indiana con le 1.400 piante in vaso.

La struttura era dotata di un complesso sistema necessario a favorire la crescita delle piante.

Sempre nel seminterrato, sono stati rinvenuti, in più botti, centinaia di litri di fertilizzante e di acqua per l’irrigazione ed in decine di taniche il gasolio necessario al funzionamento del gruppo elettrogeno che serviva la serra.(fonte Polizia di Stato).

ALESSANDRIA. INCIDENTE SULLA PROVINCIALE QUARGNENTO-ALESSANDRIA, MORTA LA DONNA ALLA GUIDA DELL’AUTO.

U gravissimo incidente stradale è avvenuto questa mattina sulla provinciale che da Astuti porta a Quargnento.

Elisa Lunati, 49 anni di Alessandria è deceduta mentre, alla guida della sua auto, percorreva la provinciale che porta ad Alessandria e per motivi ancora da chiarire si è scontrata con un mezzo pesante che viaggiava in direzione opposta, carico di rifiuti da conferire nella discarica di Solero-Quargnento.

La strada è chiusa al traffico per molte ore per permettere alla Polizia stradale di effettuare i rilievi e per permettere le operazioni di messa in sicurezza della carreggiata.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti gli agenti della Polizia stradale, i Vigili del Fuoco e i medici del 118 con le ambulanze della Croce Verde di Alessandria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: