Archivi autore

Quotidiano on line

Giuseppe Amato,iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti il 04/03/1987

TORINO. APPUNTAMENTI IN CITTÀ PER L’EUROVISION SONG CONTEST.

MERCOLEDÌ 11 MAGGIO

11 – COLAZIONE CON I MAESTRI DEL GUSTO & C. A CURA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO (JUVARRA HALL)

12.15 – APPUNTAMENTO CON L’ARTISTA: FELLOW, BANDAKADABRA E BIANCO (MEDIACENTRE)

13 – APERITIVO CON I VINI TORINO DOC – APERITIVO ALLA SCOPERTA DEI VINI CANAVESANI – A CURA DI ASCOM TORINO E ENOTECA REGIONALE DEI VINI DELLA PROVINCIA DI TORINO (JUVARRA HALL)

15 – ARTISTI: PALOMA – MOTEL CONNECTION – GINEVRA – JOHNSON RIGHERA (MEDIACENTRE)

15.30 – COLAZIONI REALI – DEGUSTAZIONE GUIDATA DEI DOLCI TIPICI DELLA TRADIZIONE TORINESE – A CURA DI ASCOM TORINO – (JUVARRA HALL)

16.30 – DOT: DISCOVER OVADA’S TASTES – A CURA DI ENOTECA REGIONALE DI OVADA E DEL MONFERRATO – ATL ALEXALA (MEDIEVAL GARDEN)

– SVILUPPO ECOSOSTENIBILE: DALLA SENSIBILIZZAZIONE ALL’IMPLEMENTAZIONE IN AZIENDA – A CURA DI CONFARTIGIANATO IMPRESE TORINO (MEDIEVAL GARDEN)

17.30 DEGUSTAZIONE GUIDATA DI CAFFE’ E CIOCCOLATO – A CURA DELLA RETE DI IMPRESE DI ECCELLENZA EXCLUSIVE BRANDS TORINO – (JUVARRA HALL)

18.30 – VERMOUTH EXPERIENCE (MEDIEVAL GARDEN)

Luisa Cicero

Giornalista

Gabinetto del Sindaco

Ufficio Stampa Giunta Comunale

Piazza Palazzo di Città 1 – 10122 – Torino

tel. +39 011 01121932 mobile +39 3462356935

luisa.cicero@comune.torino.it ​ ​

www.torinoclick.it​ ​ ​

TORINO.APERTURA PROLUNGATA DEI MUSEI PER L’EUROVISION SONG CONTEST

EUROVISION: APERTURA PROLUNGATA DEI MUSEI DAL 10 AL 14 MAGGIO

Nei giorni dell’Eurovision Song Contest, i Musei della città ampliano i loro orari per dare la possibilità a cittadini e turisti di godere dell’offerta culturale della Città. Previste anche iniziative straordinarie quali aperitivi, visite guidate, gratuità e sconti.


Nello specifico, Palazzo MadamaGAM e il Museo di Arte Orientale prolungheranno l’orario di apertura al pubblico fino alle 21 da martedì 10 maggio a venerdì 13 maggio. Sabato 14 maggio apertura prorogata fino alle 23. Ingresso ridotto ai possessori di Biglietto Eurovision. Ingresso gratuito per le 40 delegazioni dei Paesi partecipanti
Il Museo Egizio dal 9 al 14 maggio amplia il suo orario, con apertura alle 8 e chiusura alle 20.
Il Museo del Cinema, per tutto il mese di maggio, permetterà l’accesso al museo e la salita con l’ascensore panoramico fino alle ore 21, il venerdì e il sabato. Inoltre, martedì 3 e 10 maggio il Museo osserverà l’apertura straordinaria.
Per il Museo Nazionale dell’Automobile apertura prolungata sabato 14 maggio fino alle ore 21 (anziché alle 19). Inoltre, per tutta la giornata sarà effettuata la promozione “2 x 1”.
Il 13 maggio i Musei Reali organizzano Una notte ai Giardini Reali, una serata di apertura straordinaria in cui i visitatori, al costo di 15€, potranno godere di un aperitivo nei giardini e dell’ingresso al percorso ordinario dei Musei Reali. Per chi volesse visitare solo il Museo il costo del biglietto sarà di 1€. Il 14 maggio, Festa dei Musei, secondo la direttiva ministeriale, i Musei Reali resteranno aperti dalle ore 19.30 alle ore 23 al costo di ingresso di 1€.
Il Museo Pietro Micca propone dal 12 al 15 maggio una visita guidata in inglese alle ore 11,30 e visite continuative con audioguide in francese, inglese, spagnolo e tedesco. Sabato 14 maggio, per la Notte dei Musei, 5 visite guidate straordinarie e a ingresso gratuito agli orari 17:30, 18:30, 20:30, 21:30 e 22:30, con la partecipazione straordinaria dei Rievocatori del Gruppo Storico Pietro Micca della Città di Torino.
Il 14 maggio il Polo del ‘900 ricorda il secondo anniversario della scomparsa del Maestro Ezio Bosso, la cui famiglia ha donato recentemente il suo archivio all’Istituto Gramsci. Per l’occasione è stato organizzato un concerto per pianoforte alle ore 18:00 nel cortile del Polo del ‘900, oltre a una piccola mostra di oggetti d’archivio che aprirà alle 14:30 e sarà fruibile per tutto il weekend, fino a lunedì 16 incluso. Il tutto accompagnato da un laboratorio tematico su Ezio Bosso con la partecipazione di giovani e ragazzi.
Iniziative straordinarie anche per l’Archivio Storico della Città (apertura straordinaria il 14 maggio dalle 11 alle 19), le OGR (chiusura alle 24 anziché alle 20 il 14 maggio, con visite guidate per gruppi alle 21, 22 e 23), il Museo della Radio e Televisione (aperture straordinaria il 14 maggio con orario 11-19 e ingresso gratuito), il Museo Lombroso e il Museo di Anatomia del Polo Museale dell’Università (ingresso gratuito il 14 maggio dalle 18 alle 23 e visite guidate gratuite per gruppi), il Museo A come Ambiente (visite guidate interattive nei giorni 14 e 15 maggio e un laboratorio per bambini) e il Museo della Frutta (ingresso gratuito il 14 maggio dalle 18 alle 23, con visite guidate gratuite).
Chiuse al pubblico invece la Pinacoteca Agnelli, per l’allestimento dei nuovi progetti in apertura venerdì 27 maggio, e la Rocca del Borgo Medievale, chiusa per lavori, mentre rimane aperto il borgo con chiusura alle 20.

–Roberto RossiCittà di Torino – Ufficio Stampa e Relazioni con i MediaPiazza Palazzo di Città 1, 10122,​ Torinotel. +39 011 011 22133mob. +393479241984e-mail roberto.rossi@comune.torino.it

ALESSANDRIA.UCCISO IL PORTIERE DI NOTTE DELL’HOTEL LONDRA.

Il portiere in servizio di notte è stato trovato riverso a terra in una pozza di sangue. Un passante ha notato il corpo dell’uomo nella hall del Londra Hotel di fronte stazione e allertato il 112.

L’omicidio avvenuto nella notte nel centro città di Alessandria di fronte alla stazione, secondo una prima ricostruzione pare sia da attribuire a una rapina finita male.

Il portiere del hotel Londra è stato colpito da un oggetto contundente al termine di una violenta colluttazione, il suo cadavere abbandonato riverso a terra nella hall dell’hotel.

I carabinieri intervenuti sul posto hanno sequestrato le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Nella mattinata hanno accompagnato un uomo in caserma per approfondimenti.

ODESSA. LA STRAGE FASCISTA NELLA SEDE DEL SINDACATO RIVENDICATA DAL GOVERNO DI KIEV( 2 MAGGIO 2014).

Servizio Giuseppe Amato (fonte profilo facebook Giorgio Cremaschi)

ODESSA, UNA STRAGE DI STATO COPERTA DA UE E NATO

Odessa è sotto coprifuoco, non per i missili russi sulla città, ma perché il governatore ucraino vuole impedire ogni ricordo della strage del 2 maggio 2014.

Il govrerno Zelensky teme l’azione dei sabotatori, che dovessero portare una spilletta rossa per ricordare la strage compiuta il 2 maggio 2014 nella sede del sindacato.

La “democrazia” ucraina, che non festeggia il Primo Maggio perché è una“festa sovietica”, il colore rosso è considerato simbolo di tradimento e chi lo mostra è passibile dell’arresto fino a cinque anni per comunismo, se riesce a salvarsi dalla giustizia sommaria delle milizie.

Le milizie che, con i loro sostenitori, il 2 maggio del 2014 aggredirono i manifestanti antifascisti che protestavano contro il regime instauratosi in Ucraina dopo il Maidan. I manifestanti si rifugiarono nella Casa dei Sindacati, che però subì l’assalto armato e l’incendio dei nazifascisti. Il risultato ufficiale furono 48 morti accertati e quasi 180 feriti, ma le testimonianze ed il conto dei dispersi parlano di una strage ancora più grande. La BBC britannica ha raccontato tutto il pogrom senza possibilità di equivoci: gli antifascisti furono aggrediti e massacrati dai fascisti.

Il governo di Kiev, appena instauratosi dopo il Maidan, coprì integralmente il pogrom, non ci furono indagini né tantomeno processi e alla fine quella di Odessa divenne strage di stato, esattamente come quelle che, per opera dei fascisti e con mandanti nello stato e nella NATO, hanno insanguinato il nostro paese. Bisogna dire però che la nostra democrazia quelle stragi le ha condannate e combattute, il potere di Kiev invece le ha praticamene rivendicate, con enormi complicità occidentali. Nessun paese della UE e della NATO ha mai chiesto al governo ucraino di far luce sul massacro di Odessa, né sono state rivendicate indagini internazionali. Anzi i complici istituzionali degli assassini hanno finito per essere esaltati come paladini della libertà.

La strage di stato di Odessa è il peccato originale del regime di Kiev, ne determina la natura; e non a caso oggi chi in Ucraina vorrebbe ricordarla rischia la vita.

Se gli stati democratici europei allora avessero chiesto conto a Kiev di Odessa, forse la storia attuale sarebbe diversa. In ogni caso è certo che la copertura data da UE e NATO a quella strage di stato non ha fatto bene né alla democrazia, né alla pace, né al popolo ucraino.

SAN MARINO.FARIA GOMES METTE LE TITANE K.O. IN SARDEGNA.

Quotidiano on line

Serie B, Titane k.o. anche in Sardegna: decide Faria Gomes nel finale

In casa della Sassari Torres, salva da una giornata e in serie positiva da tre turni, le Titane cercavano il ritorno alla vittoria dopo il k.o. di Palermo. Ne escono con una sconfitta di misura probabilmente ingenerosa in una gara a lungo bloccata, e che ha visto, in casa biancoazzurra, anche una rete annullata prima del gol-partita firmato Faria Gomes. Pochi secondi di gioco e la Torres conquista una punizione laterale che Weithofer calcia in mezzo all’area: nel mucchio sbuca la testa di Farias Gomes, che prende il tempo ma non lo specchio della porta. Dall’altra parte, un paio di belle combinazioni fra Menin, Jansen e Massa non hanno esiti di rilievo, così come l’angolo conquistato da Kuenrath e battuto da Micciarelli al 5’.

Foto di repertorio San marino Academy

Poco dopo, arriva la prima conclusione nello specchio…

View original post 772 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: