SPETTACOLI

TORINO. NICE FESTIVAL, SPETTACOLI E WORKSHOP.

NICE FESTIVAL TORINO

60 artisti, 23 spettacoli e 4 workshop e flash mob su torino e dintorni

14-30 ottobre / 2-31 dicembre 2022

Un festival diffuso multidisciplinare, con spettacoli sia in che outdoor e numerosi laboratori adatti a ogni fascia di età sta per prendere il via nel capoluogo piemontese: si tratta del Nice Festival Torino a cura di Fondazione Cirko Vertigo, in programma dal 14 al 30 ottobre e dal 2 al 31 dicembre sui territori di Torino, Moncalieri e Grugliasco. Sessanta artisti, 23 spettacoli e 4 workshop gratuiti e aperti a tutta la cittadinanza, che spaziano dalle discipline circensi alla scrittura drammaturgica.

Video teaser del festival: https://vimeo.com/755898831/db2bd8de77

Un festival diffuso multidisciplinare, con spettacoli sia in che outdoor e numerosi laboratori adatti a ogni fascia di età sta per prendere il via nel capoluogo piemontese: si tratta del Nice Festival Torino a cura di Fondazione Cirko Vertigo, in programma dal 14 al 30 ottobre e dal 2 al 31 dicembre sui territori di Torino, Moncalieri e Grugliasco. Sessanta artisti, 23 spettacoli e 4 workshop gratuiti e aperti a tutta la cittadinanza, che spaziano dalle discipline circensi alla scrittura drammaturgica. Il festival si rivolge tanto agli abituali fruitori di spettacoli teatrali, che verranno coinvolti in contesti outdoor e meno formali, quanto ai pubblici che solitamente non vanno a teatro e che verranno portati in luoghi come il Teatro Café Müller e il Teatro Maffei, entrambi esempi virtuosi di riqualificazione urbana (in passato sono stati cinema a luci rosse e oggi sono luoghi di produzione di spettacoli e sedi di stagioni teatrali di respiro internazionale).

Il Nice festival Torino è curato da Fondazione Cirko Vertigo, centro internazionale di creazione e produzione, polo di formazione professionale e universitaria nell’ambito delle arti circensi e residenza per giovani artisti attivo da 20 anni, in collaborazione con  il Centro di Produzione blucinQue/Nice, che ha la sua sede operativa presso il Café Müller, e il Cinema Teatro Maffei APS, realtà attiva dal 2020, affermatasi sul territorio quale spazio culturale di discussione e confronto attraverso i linguaggi espressivi  di musica, teatro e danza sulle tematiche femministe, queer, antirazziste e interculturali. Al festival, che ha ricevuto il patrocinio della Città Metropolitana di Torino e del Comune di Moncalieri, collabora la rete di teatri che ospitano gli appuntamenti del festival (Teatri Café Müller, Colosseo, Le Serre e Fonderie Limone) e i Comuni interessati dall’iniziativa (Torino, Grugliasco e Moncalieri), oltre che organizzazioni che a vario titolo svolgono attività di sviluppo culturale e sociale su Torino quali: Associazione Rilanciamo Via Sacchi, ASAI ASsociazione di Animazione Interculturale, Associazione culturale Giardino Forbito, Associazione di Promozione Sociale Si Può Fare Onlus. Il progetto, che riceve il sostegno di MIC, Città di Torino, Regione Piemonte, Fondazione CRT, Comune di Grugliasco e Iren, è vincitore del bando Attività di spettacolo dal vivo nelle periferie della Città di Torino.

È molto positivo che il calendario degli eventi della città si arricchisca di un nuovo spazio come quello del Nice Festival – sostiene l’Assessora al Lavoro e alle Attività produttive del Comune di Torino, Gianna Pentenero -. Un festival di circo contemporaneo che è una disciplina fondamentale per il nostro territorio dove esiste, grazie a Fondazione Cirko Vertigo, la prima laurea Triennale per Artista di Circo Contemporaneo in Italia, equipollente in DAMS. Per dare eco a questa disciplina e ribadire il suo radicamento, ritengo che Nice Festival abbia fatto una scelta molto lungimirante, facendosi ospitare nelle circoscrizioni e in alcune importanti città dell’area metropolitana. Inoltre, scorrendo il programma è chiaro che Nice Festival non si riduca alla sola esperienza di assistere alle opere in programma. In questo tempo è importante, sempre di più, non ridurre lo spettacolo al mero intrattenimento, ma usarlo come veicolo di coinvolgimento e di creazione per una nuova cittadinanza. A questo proposito apprezzo molto che, oltre il teatro, il calendario propone laboratori e flash mob per rendere il pubblico parte attiva di questo progetto”.

Nice Festival è un ottimo esempio di collaborazione fra la città, le sue circoscrizioni e alcuni comuni confinanti”, dichiara Rosanna Purchia, Assessora alla Cultura della Città di Torino.” È
una rassegna che mette insieme diverse realtà del territorio, istituzionali e non, unite dagli obiettivi di coinvolgere un pubblico vasto ed eterogeneo in esperienze artistiche nuove, di livello elevato, e di promuovere con i linguaggi espressivi di circo, musica, teatro e danza, i valori di rispetto e inclusione. Un’offerta culturale, sociale e innovativa di respiro internazionale che vede quest’anno il rapporto rafforzarsi grazie alle risorse del Mic di cui Circo Vertigo è beneficiario
“.

“Ci sono diverse motivazioni e linee guida all’interno del Nice Festival Torino: la prima è cercare di far collaborare in maniera effettiva una rete di partner istituzionali e privati – sono le parole di Paolo Stratta, direttore di Fondazione Cirko Vertigo -. Gli obiettivi principali sono quelli di continuare nel percorso di sostegno a professionisti, artisti e tecnici che la Fondazione Cirko Vertigo ha intrapreso già a partire dalla crisi pandemica, potenziando attraverso le sue attività le giornate di lavoro creativo di un’intera comunità di professionisti. Uscire dai teatri per tornare nei teatri resta una delle prerogative di questa manifestazione che vede degli sconfinamenti anche in aree periferiche anche di quartieri centrali della città, grazie anche alla presenza di proposte di matrice pedagogica degli allievi dell’Accademia Cirko Vertigo per creare un festival dal valore pilota e scalabile. Grazie al contributo una tantum della Città di Torino e del MIC si inaugura una collaborazione con il centro di produzione blucinQue/Nice che, a partire dal 2023, potrà mantenere fra le proprie attività annuali il Nice Festival Torino per le stagioni future”.  

I biglietti per gli spettacoli a pagamento (12 euro biglietto intero, 9 euro biglietto ridotto per convenzionati, under 14 e over 65. Effetto Marilyn 15 euro intero, 12 euro ridotto; repliche del 31 dicembre: ore 19:00 intero 25 euro, ridotto 15. Ore 22:30 intero 35 euro, ridotto 20 euro) sono acquistabili su Vivaticket, tramite l’app blucinQue Nice o di persona presso la biglietteria di Fondazione Cirko Vertigo all’interno del Parco Culturale Le Serre di Grugliasco. Info su www.cirkovertigo.com – e-mail biglietteria@cirkovertigo.com.

Il festival prende il via venerdì 14 ottobre alle ore 20 con Notturni della Città di Compagnia Teatro delle Condizioni Avverse, in replica fino a lunedì 17 ottobre. Si tratta di uno spettacolo itinerante in bicicletta, un viaggio, al contempo reale e immaginario, tra le storie nascoste più interessanti di Torino. Un itinerario poetico per due attori che propongono un nuovo sguardo sulla città e che partirà dal teatro Maffei per arrivare al Teatro Café Müller passando per via Nizza, stazione Porta Nuova e Portici di via Sacchi. Dopo l’acquisto del biglietto per lo spettacolo, inviando la ricevuta di acquisto a biglietteria@cirkovertigo.com si potrà ricevere un codice sconto che, se inserito nell’apposito campo dell’App BicinCittà, consentirà l’utilizzo gratuito per 24 ore di una bicicletta [To]Bike. Nell’ambito della residenza creativa della compagnia, una prova aperta dello spettacolo è fissata il 12 ottobre. Anticipa lo spettacolo Notturni della Città il primo dei laboratori aperti a tutti presso il Teatro Café Müller ovvero il laboratorio di scrittura drammaturgica nella costruzione della performance teatrale, particolarmente adatto agli studenti delle scuole d’arte ma al quale chiunque sia interessato può prendere parte, che si terrà venerdì 7 e sabato 8 ottobre dalle 17 alle 20 e domenica 9 ottobre dalle 10 alle 13. Per informazioni e adesioni: federica@cirkovertigo.com.

Sempre domenica 9 ottobre, alle ore 12:00, è in programma un altro laboratorio che farà da anteprima del festival, a cura dell’Accademia Cirko Vertigo, presso i giardini Sambuy nell’ambito dell’iniziativa Portici di Carta. Si tratta di un workshop di giocoleria che si ripeterà anche sabato 22 in piazza Carducci e sabato 29 in piazza Galimberti, entrambi alle ore 15:00 (per informazioni e adesioni daniela.paci@accademiacirkovertigo.it). Domenica 16, invece, partendo da corso Marconi alle 16:15 fino al parco del Valentino si terrà la parata dei monocicli, un flash mob a cura di Mattia Donda, campione del mondo nella disciplina Freestyle categoria Juniores nel 2014 e tre volte campione italiano dal 2015 al 2018 nonché Fondatore del progetto O.W.A ( ONe Wheel Academy), scuola di monociclo sportivo itinerante (per informazioni e adesioni monociclo@accademiacirkovertigo.it).Sempre domenica 16 ottobre, alle 15:30, dai portici di via Sacchi e via Nizza fino a piazza Madama Cristina è in programma il flash mob Caleidoscopio circense, a cura di Daniela Paci e Nicola Virdis, che si ripeterà la mattina di domenica 23 ottobre alle 10:00 fra via Sacchi e via Nizza e alle 11:00 tra via Nizza e piazza Carducci.

Sarà proprio domenica 23 ottobre la giornata dedicata agli spettacoli all’aperto accessibili gratuitamente. Protagonista di un doppio appuntamento la Banda Rulli Frulli, impegnata alle ore 12:00 in Piazza Galimberti in una performance di percussioni all’aperto in formazione Marching Band, seguita alle ore 15:00 da una performance in formazione completa in Piazza Madama Cristina. Un gruppo composto da ragazzi e ragazze di età diverse, al cui interno sono stati integrati allievi con disabilità. Rispetto e inclusione le parole d’ordine della band.

A seguire, in piazza Madama Cristina, cuore degli spettacoli pomeridiani, la poetica installazione musicale La dinamica del controvento, un viaggio senza tempo e senza spazio, una bilancia fatta di musica e persone che dalle ore 16:00 farà sognare ad occhi aperti tutti i presenti sulle note al pianoforte suonate da Irene Michailidis.

Alle 16:45 andrà in scena In Fabula di Fondazione Cirko Vertigo, spettacolo di circo contemporaneo che, partendo dalla fiaba di Cappuccetto Rosso, rivisita l’iconografia del lupo in chiave circense fra giocoleria, acrobatica e danza in un vortice coinvolgente, allegro e delicato.

Si termina la giornata alle 17:30 con la travolgente ironia di Nuova Barberia Carloni di Teatro Necessario: tre aspiranti barbieri/musicisti si cimentano in manifestazioni di abilità davanti a un’enorme sala d’attesa, il loro pubblico, nell’attesa dell’agognato cliente. Questi artisti del cuoio capelluto sono determinati a curare, a suon di lozione, qualunque problema e il pubblico non potrà che temere il peggio.

Il mese di ottobre si chiude con quattro appuntamenti  all’interno di tre differenti teatri di Torino. Il primo è fissato per mercoledì 26 ottobre alle ore 22 presso il Cinema Teatro Maffei. Diversità e inclusione saranno le parole chiave di Drama di Collettivo Drama, il queer cabaret nato a Milano alla fine del 2018. Sul palco drag queen e drag king, lip sync, live music, burlesque, danza e stand-up comedy con la conduzione di Ella Bottom Rouge.

Giovedì 27 ottobre alle ore 20:00, e a seguire anche venerdì 28 e sabato 29 ottobre alle ore 21:30, al teatro Colosseo andrà in scena Gelsomina Dreams, dichiarato omaggio della regista e coreografa Caterina Mochi Sismondi al mondo felliniano, un viaggio onirico in bilico fra danza, musica dal vivo e amarcord circense tanto evocata nel lavoro cinematografico di Fellini, che prenderà vita attraverso il percorso degli artisti di compagnia blucinQue.

Sempre giovedì 27 alle ore 21:30 il teatro Café Müller ospiterà Il circo delle pulci del Professor Bustric, gioco di prospettive tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande e metafora straordinaria per raccontare l’impossibile: Sergio Bini, in arte Bustric, riesce, con trucchi semplici eppure incomprensibili e sorprendenti, a suscitare la meraviglia negli occhi degli spettatori.

Si chiude domenica 30 ottobre alle ore 16:00 al Cinema Teatro Maffei con un appuntamento dedicato ai più piccoli: Ouverture des Saponettes di Michele Cafaggi, nel quale un eccentrico direttore d’orchestra porta il suo pubblico nel mondo fragile e rotondo delle bolle di sapone, per un “concerto” dove l’imprevisto è sempre in agguato. Da strani strumenti nasceranno bolle di ogni tipo.

Il festival, dopo una pausa a novembre, riprende a dicembre con tre appuntamenti a teatro. Venerdì 2 dicembre alle ore 19:00  e sabato 3 dicembre alle ore 20:00 al Teatro Café Müller l’Associazione Culturale Supernova presenta 24 orex24 minuti Creative Dance Challenge a cura di Raffaele Irace, un innovativo progetto che porterà due danzatori a stare assieme per 24 ore nello spazio chiuso di un teatro, senza mai assentarsi dal palcoscenico. Al termine di questo tempo, dovranno presentare uno spettacolo di danza di almeno 24 minuti, seguito da un incontro aperto con il pubblico per condividere l’esperienza di questa maratona creativa. Con il biglietto per l’appuntamento del 2 dicembre si potrà assistere al processo creativo degli artisti durante tutte le 24 ore (dalle 23:00 alle 9:00 previa prenotazione dell’orario scrivendo a biglietteria@cirkovertigo.com). Il biglietto acquistato per l’appuntamento del 3 dicembre darà accesso allo spettacolo finale e alla discussione con i danzatori.

L’anno e il festival terminano con due produzioni di compagnia blucinQue: al teatro Le Serre di Grugliasco il 26-27-28 e 31 dicembre (26 dicembre ore 15:00 e 18:00, 27-28 dicembre ore 21:00 e 31 dicembre ore 19:00 e 22:30) appuntamento con Effetto Marilyn, l’ultima creazione della coreografa e regista Caterina Mochi Sismondi. A partire da un’icona, una donna, una diva, si parlerà di stelle e scene da cinema, tra dentro e fuori dal set, attraverso il movimento degli acrobati e dei danzatori, fra terra e cielo. Una rivisitazione di colonne sonore e suggestioni visionarie al ritmo di un ciak.

Oscillazione, volo, perdita di equilibrio, un lavoro di ricerca sul movimento e la composizione fra teatrodanza, musica dal vivo, testo e discipline circensi. Tutto questo è Vertigine di Giulietta, alle Fonderie Limone di Moncalieri venerdì 30 dicembre alle ore 21:00. A scandire il ritmo delle scene l’alternanza dei brani tratti dal balletto di Prokofiev. La musica eseguita dal violoncello classico coinvolge nella composizione fisica e sonora i performer di compagnia blucinQue.

IL NICE FESTIVAL TORINO è un progetto  

di Fondazione Cirko Vertigo 

in collaborazione con Centro di produzione blucinQue/Nice e Cinema Teatro Maffei 

con il sostegno di MIC, Città di Torino, Regione Piemonte, Fondazione CRT, Comune di Grugliasco, Iren  

Con il patrocinio di Città Metropolitana di Torino, Comune di Moncalieri 

con il supporto di Associazione Rilanciamo Via Sacchi, ASAI ASsociazione di Animazione Interculturale, Associazione culturale Giardino Forbito, Associazione di Promozione Sociale Si Può Fare Onlus 

Grazie a Teatro Café Müller, Teatro Colosseo, Teatro Le Serre, Teatro Fonderie Limone 

Progetto vincitore del bando Attività di spettacolo dal vivo nelle periferie della Città di Torino